CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

martedì 14 giugno 2016

Altromercato con Medici Senza Frontiere nella campagna #milionidipassi per creare insiene #unaltrovivere

ALTROMERCATO A FIANCO DI MEDICI SENZA FRONTIERE NELLA CAMPAGNA #MILIONIDIPASSI PER CREARE INSIEME #UNALTROVIVERE

Migranti e popolazioni in fuga sono i temi su cui Altromercato e MSF lavoreranno insieme.

Simbolo della collaborazione un quaderno del Commercio Equo e Solidale, acquistabile nelle Botteghe Altromercato aderenti di tutta Italia, con il quale sostenere concretamente l'azione di MSF.

Verona, 14 giugno 2016Migranti e popolazioni in fuga: sono questi i temi, sempre più urgenti e di stringente attualità, al centro dell'alleanza tra Altromercato - la maggiore organizzazione del Commercio Equo e Solidale in Italia (www.altromercato.it) – e Medici Senza Frontiere - la più grande organizzazione umanitaria indipendente di soccorso medico (www.medicisenzafrontiere.it).

Nell'ambito della campagna sociale "Insieme creiamo un altro vivere", Altromercato affianca Medici Senza Frontiere nella campagna #Milionidipassi a partire dal 20 giugno, Giornata Mondiale del Rifugiato, unendosi all'appello rivolto all'opinione pubblica e ai governi per restituire umanità al tema delle migrazioni forzate di milioni di persone in fuga da guerre e povertà, per garantire il diritto di tutti ad avere salva la vita.

Simbolo concreto di questa collaborazione è un quaderno equosolidale, realizzato a mano dagli artigiani di Prokritee in Bangladesh. Acquistandolo al costo di 3,50 euro nelle Botteghe Altromercato aderenti su tutto il territorio nazionale, si devolve 1 euro per contribuire concretamente alle attività di Medici Senza Frontiere.
Il quaderno sarà acquistabile anche nella Bottega Solidale online di Medici Senza Frontiere (bottegasolidale.medicisenzafrontiere.it).

"Vogliamo che questa collaborazione e il suo prodotto simbolo - il quaderno - contribuiscano a scrivere un'altra storia, fatta di accoglienza e vicinanza, e possano costituire un piccolo passo concreto verso un altro vivere" spiega Vittorio Rinaldi, presidente di Altromercato. "La collaborazione con Medici Senza Frontiere è la naturale continuazione del nostro impegno che ha messo sempre al primo posto la dignità delle persone e la vicinanza al più debole, come testimonia il lavoro fatto con i produttori del Commercio Equo e Solidale in quasi 30 anni. La strada verso un altro vivere è spesso lunga e faticosa. Noi come Altromercato vogliamo essere al fianco di chiunque la stia percorrendo, fosse anche per un solo passo".

Ecco due testimonianze raccolte da Medici Senza Frontiere:
"Quando abbiamo sentito che i ribelli si avvicinavano siamo scappati. Da quel momento non siamo più tornati. Vorrei portare i miei figli a casa il prima possibile ma ho paura." Anita, sfollata in Repubblica Centrafricana

"Il viaggio è stato organizzato da uomini armati. Siamo rimasti in mare per tre giorni prima di essere soccorsi. Tutto quello che voglio è un posto sicuro per la mia famiglia."
Rifugiato siriano soccorso nel Mediterraneo nel 2015

Molti prodotti del Commercio Equo e Solidale sono il risultato del lavoro di chi ha vissuto, direttamente o indirettamente, il fenomeno delle migrazioni. Alcuni produttori vivono in territori attraversati dai flussi migratori, altri in paesi che sono la destinazione o il punto di partenza del viaggio verso una vita migliore. Testimoniano che il fair trade offre la possibilità di un lavoro dignitoso nella propria terra e di un'educazione per i propri figli, che crescono così con competenze e strumenti di sviluppo migliori.

La partnership tra Altromercato e Medici Senza Frontiere si concretizzerà inoltre con una serie di iniziative ed eventi di sensibilizzazione, organizzati in tutta Italia dalle Botteghe Altromercato e dai gruppi territoriali di Medici Senza Frontiere.

Per saperne di più: www.altromercato.it #unaltrovivere



IL CONSORZIO ALTROMERCATO
Fondato nel 1988 è la principale organizzazione di fair trade in Italia: un Consorzio composto da 114 Soci, Cooperative e Organizzazioni non-profit che promuovono e diffondono il Commercio Equo e Solidale attraverso la gestione di 260 "Botteghe Altromercato", diffuse su tutto il territorio italiano.
Altromercato instaura rapporti commerciali diretti con circa 120 organizzazioni di produttori, formate da centinaia di migliaia di artigiani e contadini in 50 paesi, nel Sud e nel Nord del mondo. Garantisce ai produttori continuità nelle relazioni, prezzo giusto e pagamento anticipato; sostiene condizioni di lavoro eque e sicure; promuove uno sviluppo rispettoso dell'ambiente; costruisce filiere trasparenti e tracciabili dal produttore al consumatore; sostiene progetti sociali; diffonde la cultura del vivere responsabile.
Per chi sceglie di fare acquisti consapevoli, che rispettano l'ambiente, valorizzano culture locali e saperi tradizionali e garantiscono sempre alta qualità, originalità e sicurezza, Altromercato propone una gamma di prodotti composta da articoli di artigianato, abbigliamento e accessori della moda etica Auteurs du Monde, prodotti alimentari, molti biologici, anche freschi, una linea di igiene e cosmesi naturale ed una dedicata alla casa. Dal 2011 l'offerta Altromercato si è arricchita di una selezione di prodotti tipici italiani nati in collaborazione con esperienze di economia sociale sotto il marchio Solidale Italiano Altromercato.
I principali prodotti sono presenti oggi anche in punti vendita della grande distribuzione, negozi di alimentazione naturale, ristoranti, mense scolastiche, bar ed erboristerie, GAS (Gruppi di Acquisto Solidale).

Medici Senza Frontiere è la più grande organizzazione medico umanitaria indipendente al mondo creata da medici e giornalisti nel 1971. Oggi MSF fornisce soccorso umanitario in quasi 70 paesi a popolazioni la cui sopravvivenza è minacciata da violenze o catastrofi dovute principalmente a guerre, epidemie, malnutrizione, esclusione dall'assistenza sanitaria o disastri naturali. MSF si riserva il diritto di denunciare all'opinione pubblica le crisi dimenticate, di contrastare inadeguatezze o abusi del sistema degli aiuti e di sostenere pubblicamente una migliore qualità delle cure e dei protocolli medici. Nel 1999, MSF ha ricevuto il premio Nobel per la Pace.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *