CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo





Cerca nel blog

mercoledì 31 ottobre 2018

MENDIA LICENSING SL agente per il LICENSING di GERONIMO STILTON in PORTOGALLO e SPAGNA

ATLANTYCA ENTERTAINMENT NOMINA MENDIA LICENSING SL

AGENTE PER IL LICENSING DI GERONIMO STILTON IN PORTOGALLO E SPAGNA

 

Atlantyca Entertainment ha nominato la spagnola MENDÍA LICENSING SL nuovo agente di licensing per rappresentare in Spagna e in Portogallo il marchio Geronimo Stilton.


MENDÍA LICENSING lavorerà così con Atlantyca per trovare partner di licenza per Geronimo Geronimo Stilton Classic, Geronimo Stilton Animation e Geronimo Stilton. Nel Regno della fantasia.


I tre marchi riscuotono infatti un enorme successo nella regione. La serie animata dedicata al celebre topo giornalista è infatti in onda sul Clan, il canale per bambini della spagnola TVE; Planeta, l'editore di Stilton per la lingua spagnola, vanta oltre 21 milioni di libri venduti; Grup 62, editore dei volumi in lingua catalana, 3 milioni di copie vendute; Presenca, editore per la lingua portoghese, 2,4 milioni di copie vendute.

 

"La grande notorietà di un personaggio come Geronimo Stilton dimostra che è arrivato il momento ideale per costruire un programma di licenze dedicato" ha osservato Sofia Noguera, presidente di Mendia Licensing. Ha aggiunto Marco Piccinini, Licensing Manager di Atlantyca Entertainment: "Non vediamo l'ora di lavorare con Mendia, un'azienda estremamente affidabile e nota per saper individuare di volta in volta i giusti partner locali per creare, per tutte le diverse categorie chiave, una vasta gamma di prodotti che sicuramente faranno felici tutti i giovani fan di Geronimo Stilton".

Arriva MAGIC PET, la proposta di Pet Village per la GDO

ARRIVA MAGIC PET, LA PROPOSTA DI PET VILLAGE PER LA GDO

 

L'azienda di Ravenna fa il suo ingresso nel canale della grande distribuzione organizzata con un'ampia offerta per l'igiene e la pulizia del cane, articolata in prodotti di qualità a un prezzo competitivo. Sul sito magicpetitalia .it sono presentate tutte le referenze.

 

Salviette umidificate, shampoo e shampoo mousse, sacchettini igienici, spazzole e tanto altro: sono circa 30 le referenze che compongono la linea Magic Pet, con la quale i prodotti per l'igiene di Pet Village popolano da agosto gli scaffali di supermercati e ipermercati Esselunga con la più ampia e qualificata gamma di prodotti per la pulizia del cane presente nella grande distribuzione italiana.


Con il loro packaging accattivante, che parla direttamente al consumatore, i prodotti Magic Pet rispondono alle esigenze di cani e proprietari, garantendo il benessere degli amici a quattro zampe e assecondando contemporaneamente le necessità di igiene e pulizia dei loro padroni.


I prodotti Magic Pet sono studiati per adattarsi alle diverse caratteristiche di ogni cane, grazie a un'ampia selezione di salviette umidificate e profumate - disponibili in formato da 15 pezzi alla camomilla, e da 40 pezzi, al muschio bianco, latte e vaniglia, talco o aloe vera – e di shampoo, nelle varianti specifiche per cuccioli, manto bianco, manto lungo, manto corto e nelle versioni 2in1 o per tutte le razze.


Gli shampoo mousse per il lavaggio a secco senza acqua, disponibili nelle fragranze talco, aloe vera e nella soluzione delicata ideale per cuccioli e cuti sensibili, e i deo spray, nelle profumazioni talco o aloe vera, garantiscono una deodorazione duratura dell'animale.


L'attenzione alle tante esigenze dei pet si nota anche nella linea dedicata alla cura del manto e delle zampe: 10 referenze tra spazzole, pettini, tagliaunghie e cardatori, idonei a cani di ogni taglia e con ogni tipo di pelo.


I sacchettini igienici, pratici e resistenti, indispensabili durante le passeggiate, completano l'offerta Magic Pet e configurano una linea di prodotti adatta a rispondere a tutte le necessità di chi convive quotidianamente con un cane.


Qualità e completezza dell'offerta per il settore del pet care non sono più una prerogativa esclusiva del canale specializzato: Magic Pet rappresenta la soluzione ideale per le catene della GDO che vogliono ampliare la propria gamma con una linea di prodotti per l'animale domestico all'avanguardia e d'eccellenza, da proporre al consumatore finale ad un prezzo estremamente competitivo.

CREVAL: INAUGURATA LA FILIALE BANCAPERTA ROMA PARIOLI

INAUGURATA LA FILIALE BANCAPERTA ROMA PARIOLI  

Roma, 31 ottobre 2018 – Autonomia, rapidità, efficienza. Sono le tre principali caratteristiche, ma non certo le uniche, di Bancaperta, la boutique tecnologica che Creval mette a disposizione dei suoi clienti anche a Roma, nei locali di Piazza Euclide. 

La nuova filiale, aperta al pubblico da oggi con orario continuato esteso dalle 8.30 alle 19.00 – dal lunedì al venerdì – e il sabato dalle 8.30 alle 13.30, è stata inaugurata alla presenza dell'amministratore delegato del Gruppo Creval, Mauro Selvetti. "Le Filiali Bancaperta rappresentano un punto significativo del piano di azione che Creval si è dato con l'obiettivo di rispondere alle esigenze del cliente, mantenendo al tempo stesso l'attenzione all'efficienza operativa", ha commentato l'Amministratore Delegato di Creval, Mauro Selvetti. 

In un ambiente comodo e riservato, la clientela può interagire - tramite collegamento video - con professionisti Creval in grado di soddisfare le più svariate richieste: prelievi, versamenti, operazioni di pagamento, valutazioni di investimento, consigli per risparmiare, accensione di prestiti o mutui eccetera. 

PAKISTAN assolta Aasia Bibi: Amnesty 'Verdetto storico, importante vittoria per la tolleranza religiosa'

PAKISTAN, ASSOLTA AASIA BIBI: PER AMNESTY INTERNATIONAL, "VERDETTO STORICO, IMPORTANTE VITTORIA PER LA TOLLERANZA RELIGIOSA"

Aasia Bibi, condannata a morte in Pakistan nel 2010 per blasfemia, è stata assolta dalla Corte suprema che nel 2015 aveva accolto il ricorso della donna e accettato di riesaminare il caso.

"Siamo di fronte a un verdetto storico e a un'importante vittoria per la tolleranza religiosa. Per quasi otto anni, Aasia Bibi, una povera contadina cristiana e madre di cinque figli, ha vissuto in un limbo, rischiando l'esecuzione sulla base di prove infondate. Coloro che in questi anni si sono espressi in suo favore hanno ricevuto minacce di morte o sono stati addirittura uccisi", ha dichiarato Omar Waraich, vicedirettore di Amnesty International per l'Asia meridionale.

"La vicenda di Aasia Bibi è stata usata per aizzare folle violente di facinorosi, per giustificare l'assassinio di due alti rappresentanti delle istituzioni nel 2011 e per intimidire fino alla sottomissione lo stato pachistano. Ora dev'essere lanciato un messaggio forte e chiaro: le leggi sulla blasfemia non saranno più utilizzate per perseguitare le minoranze religiose, da tempo sofferenti", ha concluso Waraich.

Ulteriori informazioni
Aasia Bibi era stata condannata a morte nel novembre 2010 a seguito dell'accusa di blasfemia mossa nei suoi confronti un anno prima. Pochi giorni dopo la condanna l'allora governatore dello stato del Punjab si era recato a trovarla in carcere suggerendole di chiedere la grazia al presidente del Pakistan e aveva avviato una campagna per il suo rilascio.

Taseer fu assassinato nel gennaio 2011 dalla sua guardia del corpo. Due mesi dopo fu la volta di Shahbaz Bhatti, all'epoca unico esponente cristiano del governo.

Le leggi sulla blasfemia in vigore in Pakistan sono ampie, generiche e coercitive. Vengono usate per prendere di mira minoranze religiose, perseguire vendette personali e farsi giustizia da soli da parte di gruppi di facinorosi.

Le persone accusate di blasfemia sulla base di prove esigue o inesistenti devono lottare con tutte le loro forze perché sia riconosciuta la loro innocenza mentre gruppi violenti cercano di intimidire la polizia, i testimoni, i procuratori, gli avvocati e i giudici.
                                                                           
Roma, 31 ottobre 2018

martedì 30 ottobre 2018

Assovini punta ancora sulla comunicazione

Assovini punta ancora sulla comunicazione

 

Palermo, 30 Ottobre 2018 - Assovini Sicilia, l'associazione che riunisce circa 80 tra le principali aziende vitivinicole siciliane da cui si genera l'80% del valore dell'imbottigliato regionale, amplia il proprio staff aggiungendo una figura con l'arrivo di Alessia Panzeca che opererà come consulente di Comunicazione.

 

Panzeca si innesta all'interno di una squadra composta da varie professionalità, alcune delle quali recentemente salite a bordo altre che ormai costituiscono la memoria storica dell'associazione.

 

"Con questa nuova acquisizione Assovini si prefigge come obiettivo di comunicare in maniera moderna, efficace e continua, aumentando in particolare la capacità di dialogo, attivo e costante, nei confronti della stampa italiana ed estera e dei suoi pubblici di riferimento" afferma il Presidente Alessio Planeta. "E' la mission stessa di Assovini a rendere palese l'esigenza di puntare il massimo sulla comunicazione. L'associazione è nata ed esiste tutt'ora proprio allo scopo di valorizzare l'immagine del vino siciliano di qualità nel mondo".

 

Alessia Panzeca opera nell'ambito del marketing e della comunicazione del vino di qualità da un quindicennio. Nel 2004 è Responsabile Marketing e Comunicazione di Tenuta dell'Ornellaia trasferendosi da Milano a Bolgheri e abbandonando il settore dell'ICT dove aveva maturato i suoi primi anni di esperienza lavorativa.

 

Tornata poi in Sicilia, sua terra di origine, inizia il suo percorso come libero professionista lavorando a fianco di varie realtà primarie del settore vitivinicolo. In campo nazionale, per Librandi ha curato l'apertura dei canali social di cui ancora oggi è consulente. Prima di accettare il ruolo in Assovini, ha ricoperto la stessa carica in IGM, Istituto del Vino di qualità - Grandi Marchi.

Due lauree con il massimo dei voti e un Master in Relazioni Pubbliche sono la base formativa essenziale su cui ha costruito la sua esperienza professionale.

 

Il nuovo ingresso punta a rafforzare ulteriormente una squadra di spessore ed esperienza che conferma Assovini  quale associazione attuale e dinamica capace di promuovere la Sicilia  del vino di qualità nel mondo.




--
www.CorrieredelWeb.it

TWINKLY AFFIDA A SPENCER & LEWIS LA GESTIONE WORLDWIDE DEI SOCIAL MEDIA E DEL CANALE AMAZON PER L’EUROPA


TWINKLY AFFIDA A SPENCER & LEWIS LA GESTIONE WORLDWIDE DEI SOCIAL MEDIA

E DEL CANALE AMAZON PER L'EUROPA

L'Agenzia di comunicazione seguirà anche le PR & Media Relations per il mercato italiano


Roma, 30 ottobre 2018Spencer & Lewis, agenzia di PR e comunicazione integrata associata a PR HUB di Assocom, curerà la gestione del canale Amazon per l'Europa e il Worldwide Social Media Management per Twinkly, brand lanciato dalla startup milanese Ledworks che ha rapidamente rivoluzionato il mercato dell'illuminazione natalizia a livello mondiale.

Compito principale dell'Agenzia sarà quello di creare e gestire nella sua interezza il canale di vendita dei prodotti Twinkly su Amazon per il mercato europeo e, contestualmente, sviluppare la narrativa sui Social Media in grado di supportare le vendite ed accrescere la brand awareness a livello globale. In aggiunta, l'Agenzia si occuperà infine del supporto alle attività di Media Relations.

"Siamo estremamente soddisfatti di poter contribuire alla crescita e alla visibilità di un brand come Twinkly - afferma Giorgio Giordani, Presidente di Spencer & Lewis che aggiunge - Attualmente sono poche le agenzie di comunicazione italiane che offrono la gestione del canale di vendite Amazon come opzione ai propri clienti. In questo senso Spencer & Lewis consolida la propria expertise in questo campo aggiungendo, grazie alla gestione Worldwide e multilingue dei canali Social, anche la promozione ADV online a livello globale".

Ledworks è la startup italiana che grazie al brand Twinkly ha rivoluzionato il mondo delle lucine di Natale. Creata nel 2016 da un team di imprenditori esperti di progettazione hardware, software e marketing di prodotti digitali, Ledworks è diventata in breve tempo leader di mercato nel segmento "Smart Decorations" grazie ad un sapiente mix di sviluppo tecnologico e innovazione.

 


--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 29 ottobre 2018

SORVEGLIANZA UE Amnesty International, Access Now e Reporter senza Frontiere: Stati UE pronti a mettere a rischio i difensori dei diritti umani pur di proteggere l'industria della sorveglianza

AMNESTY INTERNATIONAL, ACCESS NOW E REPORTER SENZA FRONTIERE: STATI UE PRONTI A METTERE A RISCHIO I DIFENSORI DEI DIRITTI UMANI PUR DI PROTEGGERE L'INDUSTRIA DELLA SORVEGLIANZA

Amnesty International, Access Now e Reporter senza frontiere hanno chiesto agli stati membri dell'Unione europea di contrastare i tentativi di mitigare gli attuali limiti alle esportazioni di materiali di sorveglianza verso regimi che violano i diritti umani.

L'appello è stato lanciato dopo che il portale netzpolitik .org e la stessa Reporter senza frontiere hanno pubblicato un documento che rivela quanto diversi stati dell'Unione europea, soprattutto Svezia e Finlandia, stiano spingendo per alleggerire le protezioni sui diritti umani in relazione all'esportazione di tecnologia europea per la sorveglianza.

"L'attuale sistema europeo già non riesce a chiamare governi e aziende a rispondere del loro comportamento. Ora è sconvolgente vedere che la protezione della privacy delle persone e le garanzie sulla libertà d'espressione nel mondo non siano tra le priorità del Consiglio dell'Unione europea", ha dichiarato Lucie Krahulcova, Policy analyst di Access Now.

"Queste rivelazioni ci dicono che, mentre in pubblico l'Unione europea parla di diritti umani, dietro le quinte i suoi stati membri sono pronti a vendere i loro obblighi riguardo alla protezione dei difensori dei diritti umani per favorire i propri interessi economici. In questo modo, le aziende avrebbero via libera per vendere tecnologie a regimi che violano i diritti umani per consentire a questi ultimi di ascoltare le conversazioni e rintracciare coloro che parlano contro di loro", ha affermato Nele Meyer, dell'Ufficio di Amnesty International presso l'Unione europea.

La tecnologia per la sorveglianza disponibile sul commercio è usata da governi di ogni parte del mondo per spiare attivisti, giornalisti e dissidenti.
"L'intenzione di alcuni stati di continuare a fare affari fornendo a regimi dispotici tecnologia per violare i diritti umani è scioccante. La morte di Jamal Khashoggi ha dimostrato il livello di pressione e sorveglianza cui sono sottoposti i giornalisti. L'Unione europea deve impedire la vendita di strumenti usati per spiare, intimidire e arrestare giornalisti. Queste tecnologie minacciano la sicurezza tanto dei giornalisti quanto delle loro fonti e di conseguenza costringono all'autocensura", ha aggiunto Elodie Vialle, direttrice del programma Giornalismo e tecnologia di Reporter senza frontiere.

Amnesty International, Access Now, Reporter senza frontiere e anche Privacy International sollecitano gli stati membri dell'Unione europea a garantire che la tecnologia per la sorveglianza sia esportata unicamente se la sua vendita rispetta rigidi criteri sui diritti umani.

Ulteriori informazioni
Dopo che la tecnologia per la sorveglianza è stata usata per colpire le proteste della cosiddetta "primavera araba", le organizzazioni internazionali della società civile e i parlamentari europei hanno chiesto una significativa modifica dei controlli sulle esportazioni in modo da impedire che aziende europee potessero fornire a regimi repressivi tecnologia per violare i diritti umani.

Nel 2016 la Commissione europea ha proposto una riforma dell'attuale sistema "per impedire violazioni dei diritti umani associate a determinate tecnologie per la cyber-sorveglianza".

I documenti trapelati oggi rivelano come diversi stati membri stiano attivamente annacquando le garanzie sui diritti umani proposte dalla Commissione e dal Parlamento dell'Unione europea.

Amnesty International, Privacy International, Access Now e Reporter senza frontiere sono tra le Ong che chiedono il rafforzamento di alcune di quelle garanzie, come ad esempio rafforzare le protezioni sui diritti umani, ampliare i controlli alle nuove tecnologie di sorveglianza, tutelare le ricerche sulla sicurezza e agire con maggiore trasparenza.

Molte di queste riforme sono contenute, in qualche modo, nella proposta adottata dal Parlamento europeo all'inizio del 2018. Ma affinché la riforma abbia effetto, le tre istituzioni europee dovranno trovare l'accordo su un testo condiviso al termine dei negoziati inter-istituzionali chiamati "trialogo", dopo che gli stati membri all'interno del Consiglio adotteranno una posizione comune.

Stando alla documentazione trapelata oggi dal governo tedesco e dal Consiglio europeo, un gruppo di stati membri ha aggirato la cosiddetta clausola "omnibus", una garanzia cruciale che richiede alle aziende di informare la Commissione nei casi in cui identifichino rischi per i diritti umani connessi alle loro esportazioni di tecnologia di sorveglianza.

Attualmente un crescente numero di stati – Svezia e Finlandia in testa – sta prendendo di mira un altro elemento centrale della riforma: l'elenco delle tecnologie per la sorveglianza per le quali è obbligatoria una licenza all'esportazione.

I tempi sono stretti: se la riforma non sarà adottata all'inizio del 2019, rischierà di slittare di almeno un anno a causa delle imminenti elezioni europee. La prossima sessione negoziale del Consiglio è prevista nel novembre 2018.

                                                                               
Roma, 29 ottobre 2018


--
www.CorrieredelWeb.it

Vodafone regala un Happy Moment per Halloween

cid:image001.jpg@01D46F95.CA8A2B90

 

Vodafone regala un Happy Moment per Halloween

Giga illimitati dalle 20 alle 8 per una settimana a tutti gli iscritti a Vodafone Happy

 

 

Milano, 29/10/2018 – Per tutti i clienti iscritti al programma fedeltà Vodafone Happy arriva una nuova iniziativa.


Si chiama Happy Moment e viene lanciata in occasione della festa di Halloween. Tutti i clienti Vodafone iscritti a Vodafone Happy potranno richiedere gratuitamente dal 29 al 31 ottobre attraverso l'app My Vodafone il regalo a loro riservato: giga illimitati dalle 20 alle 8 per una settimana per navigare sulla Vodafone Giga Network 4.5G. Inoltre, c'è la possibilità di partecipare ad un concorso per vincere una macchina del caffè.

 

Happy Moment è la nuova sorpresa che Vodafone Happy riserva ai suoi iscritti per premiarli in occasioni speciali attraverso un'esperienza ancora più interattiva e ingaggiante sulla app My Vodafone. Si va ad aggiungere agli Happy Friday, l'iniziativa che tutti i venerdì  premia i clienti con un regalo esclusivo.

 

Vodafone Happy è il programma di Vodafone Italia che premia i clienti per il tempo passato insieme.

 

È rivolto a tutti i clienti consumer con SIM voce attiva, ricaricabili e abbonamento. Per partecipare è necessario iscriversi gratuitamente attraverso l'app My Vodafone o il sito web, oppure chiamando il numero gratuito 42626 o recandosi in uno dei negozi Vodafone.

 

Una volta iscritti, ad ogni ricarica o fattura, i clienti accumulano "sorrisi" - proporzionali agli anni trascorsi in Vodafone e alla spesa effettuata – con cui possono richiedere i premi del catalogo Happy: Giga extra, minuti, riviste digitali e sconti o agevolazioni presso partner d'eccezione. Per conoscere i sorrisi accumulati e richiedere i propri premi basta andare sull'App My Vodafone, sito web o chiamare il 42626. Dall'app si possono anche condividere i sorrisi con parenti e amici. 

 

Con Happy Friday, tutti i venerdì i clienti ricevono un regalo da richiedere senza consumare i propri "sorrisi" direttamente sull'app My Vodafone. Tramite l'app possono indicare il gradimento del premio ricevuto. 

 

Dal 2017 ad oggi, Vodafone Happy conta oltre 8 milioni di iscritti e ogni venerdì partecipano all'Happy Friday più di 1.5 milione di clienti, per un totale di oltre 70 milioni di Happy Friday dal lancio.

CAMBI AL VERTICE IN AVANADE ITALY: Emiliano Rantucci è il nuovo General Manager, Mauro Meanti diventa Chief Operating Officer di Avanade Europe, Monica Vetrò assume l’incarico di Direttore Vendite della filiale italiana

CAMBI AL VERTICE IN AVANADE ITALY: 

Emiliano Rantucci è il nuovo General Manager

Mauro Meanti diventa Chief Operating Officer di Avanade Europe

Monica Vetrò assume l'incarico di Direttore Vendite della filiale italiana

 

Milano, 29 ottobre 2018 – Avanade Italy, leader nell'innovazione digitale, nomina Emiliano Rantucci General Manager. Succede a Mauro Meanti che, dopo tre anni alla guida della filiale italiana, assume il ruolo di COO di Avanade Europe. Monica Vetrò prende l'incarico di Direttore Vendite.

 

Emiliano Rantucci guiderà un team di oltre 900 professionisti in tutta Italia (Avanade Cagliari, Firenze e Milano), con l'obiettivo di accompagnare le grandi e medie aziende nel proprio percorso di trasformazione digitale, facendo leva sulla forza dell'ecosistema Microsoft e su un grande potenziale umano. Sotto la guida di Rantucci, Avanade intende consolidare il proprio posizionamento di Digital Innovator e conferma l'ambizione di accelerare la crescita delle aziende clienti, contribuendo così alla competitività del Paese. Grazie alle competenze tecniche e alla conoscenza dei mercati verticali, Avanade offre supporto su tutti gli aspetti della Digital Transformation, spaziando dalle aree più tradizionali, come CRM, Digital Marketing, ERP, Cloud, ai trend più innovativi come Artificial Intelligence, Robotic Process Automation e Big Data.

 

"Sono orgoglioso di guidare Avanade Italy verso un'ulteriore fase di crescita, dopo un anno molto positivo e in un momento di grande fermento per il mondo dell'innovazione. Negli anni a venire intendiamo consolidare il nostro ruolo di 'Leading Digital Innovator', accompagnando le grandi aziende italiane nel proprio percorso di trasformazione digitale. La forza differenziante di Avanade risiede nelle competenze cross funzionali e nella capacità del nostro team di professionisti, che ci permettono di essere considerati un partner strategico per il successo dei nostri clienti. Per questo continueremo a investire sempre più sulla formazione e sulla gestione e acquisizione dei talenti", ha dichiarato Emiliano Rantucci.

 

Mauro Meanti, COO di Avanade Europe, ha aggiunto: "Sono certo che Emiliano, con la sua esperienza e il suo entusiasmo, continuerà con successo il percorso di crescita che ha portato Avanade Italy ai risultati e alle dimensioni odierne, testimonianza del valore e dell'innovazione che abbiamo saputo realizzare per i nostri clienti".

 

Emiliano Rantucci è entrato a far parte di Avanade nel maggio 2018 come Responsabile delle Divisione Offering e Solutions (Market Unit). In precedenza ha lavorato in Capgemini e durante la sua carriera ha maturato un ampio  bagaglio di competenze tecniche, strategiche e di conoscenza dei mercati. Prima di approdare in Capgemini è stato attivo in diverse realtà aziendali italiane e prima ancora ha consolidato il proprio know-how nell'ambito della consulenza e della System Integration legata all'ecosistema Microsoft in diversi mercati e settori industriali.

Emiliano Rantucci è laureato in Economia e Commercio all'Università di Bergamo e vanta un Master in General Management delle PMI.

Nato nel 1972, ama viaggiare ed è appassionato di Ultra Trail Running e Mountain Bike.

 

Avanade Italy annuncia anche la nomina di Monica Vetrò quale nuovo Direttore Vendite. In questo ruolo Vetrò avrà la responsabilità di sviluppare il business della filiale italiana e accrescere la specializzazione sui singoli mercati verticali.

 

"Sono contenta della nuova sfida come Direttore Vendite di Avanade Italy. Stiamo vivendo un momento di grande slancio e sono sicura il mio team potrà contribuire alla crescita delle aziende italiane e non solo, supportandole nell'adozione di progetti d'innovazione capaci di rispondere alle esigenze dei diversi settori verticali e di aiutarle a vincere le sfide di un mercato sempre più competitivo", ha dichiarato Monica Vetrò.

 

Negli ultimi due anni, Monica Vetrò ha ricoperto il ruolo di Responsabile della divisione commerciale Financial Services & Insurance in Avanade, contribuendo alla sua crescita.

Laureata in Ingegneria delle Telecomunicazioni al Politecnico di Torino, Monica Vetrò ha lavorato negli ultimi 18 anni in aziende multinazionali, quali Hewlett Packard Enterprise, ricoprendo ruoli diversi nell'ambito della consulenza e della System Integration in diversi mercati e settori industriali. 

47 anni, adora sciare e giocare a tennis.

 

 

  

A proposito di Avanade

Avanade è leader mondiale nella fornitura di servizi digitali innovativi, cloud, business solutions ed experience design, che fanno leva su un grande potenziale umano e sulla forza riconosciuta dell'ecosistema Microsoft. Il nostro team unisce alle competenze in ambito tecnologico una profonda conoscenza del mercato, per poter offrire ai clienti e alla loro stessa clientela, vantaggi competitivi in termini di business. Avanade conta 30.000 professionisti connessi tra loro in 24 Paesi del mondo, che mettono a disposizione dei clienti le migliori soluzioni attraverso una cultura aziendale partecipativa che rispetta la diversità e la società nella quale operiamo. Avanade, di cui Accenture è l'azionista di maggioranza, è stata fondata nell'anno 2000 da Accenture LLP e Microsoft Corporation. 



--
www.CorrieredelWeb.it

Siglato accordo tra Bosch Energy and Building Solutions Italy e l’azienda metalmeccanica Albertini Cesare Spa - Efficienza, sicurezza e comfort per gli stabilimenti di Villasanta e Quero


logo


Siglato accordo tra Bosch Energy and Building Solutions Italy e l'azienda metalmeccanica Albertini Cesare Spa
Efficienza, sicurezza e comfort per gli stabilimenti di Villasanta e Quero
  • Accordo per la riqualificazione energetica degli stabilimenti dell'azienda
  • Risparmio annuo di 2.559 MWh di energia elettrica
  • Riduzione delle emissioni pari a circa 1.000 tonnellate di CO2 

Milano, 29 ottobre 2018 – Siglato l'accordo tra Bosch Energy and Building Solutions Italy e l'azienda metalmeccanica brianzola Albertini Cesare Spa per un contratto EPC (Energy Performance Contract) che prevede interventi integrati volti a migliorare l'efficienza energetica, la sicurezza e il comfort degli stabilimenti di Villasanta e Quero, impegnati nella produzione di componentistica per l'industria automobilistica. Gli interventi presso i due stabilimenti permetteranno complessivamente, all'anno, un risparmio energetico di circa 2.600 MWh e una riduzione delle emissioni pari a quasi 1.000 tonnellate di CO2

Alberto Bollea, Responsabile Commerciale di Bosch Energy and Building Solutions Italy ha spiegato: "Bosch Energy and Building Solutions Italy ha individuato gli interventi da effettuare per migliorare l'efficienza dei processi di produzione di energia degli stabilimenti, prevedendo in particolare la progettazione e realizzazione di nuovi impianti, la loro integrazione con gli quelli esistenti e la loro gestione attraverso il sistema di Building Management System grazie al quale, attraverso un unico portale, i tecnici Bosch possono monitorare gli impianti e provvedere alla manutenzione ordinaria, programmata e straordinaria degli stessi, oltre al monitoraggio dei vettori energetici. I nostri professionisti, inoltre, affiancheranno il cliente nei procedimenti autorizzativi necessari per l'installazione e l'esercizio dei nuovi impianti (Provincia, VVF, terna, GSE, Distributore di energia elettrica)".

Gli interventi di realizzazione saranno suddivisi in due diversi step: in un primo momento verrà fatto, per entrambe le filiali coinvolte nel contratto, il revamping degli impianti di illuminazione con la sostituzione dei vecchi sistemi con impianti LED ad alta efficienza il cui risparmio energetico complessivo prevede una riduzione di oltre il 60% (pari in totale a 687 MWh elettrici annui). Inoltre, saranno installati evaporatori sottovuoto alimentati da energia termica che nello stabilimento di Quero sarà prodotta da un impianto di recupero sui forni fusori, mentre presso la sede di Villasanta sarà prodotta attraverso l'installazione di un impianto di cogenerazione da 240 kW elettrici. Sono inoltre in fase di valutazione per entrambe le sedi ulteriori interventi di efficientamento energetico, sistemi di sicurezza e controllo accessi.

Fabrizio Sanna, Amministratore Delegato di Albertini Cesare Spa ha dichiarato:
"Il progetto di efficienza energetica che Bosch Energy and Building Solutions Italy ha sviluppato per noi ha diversi obiettivi: ridurre il consumo di energia primaria tagliandone i costi di approvvigionamento, aumentare l'efficienza nei processi e nello smaltimento di emulsioni, ridurre le emissioni inquinanti per un utilizzo responsabile delle risorse e aumentare la sicurezza delle nostre sedi. Tutti questi risultati ci verranno garantiti grazie ad un contratto EPC (Energy Performance Contract) che prevede l'implementazione di sistemi tecnologici innovativi e la gestione efficiente degli stessi da parte del nostro partner".



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 26 ottobre 2018

Domini .it: Puglia 15esima in Italia ma a Lecce 1 su 2 è un'impresa. Nuovi dati Registro .it


 

logo Registro.it  

 
 
  

Domini .it: Puglia 15esima ma a Lecce 1 su 2 è un'impresa 

  • Puglia 15esima in Italia per Tasso di Penetrazione della diffusione di Internet in Italia, secondo i dati di Registro .it presentati oggi a Lecce in occasione del lancio del roadshow "Piccole Medie Digitali" all'interno del festival "Conversazioni sul Futuro". 
  • Nella provincia di Lecce quasi la metà (45%) del totale dei registranti dei domini .it è costituita da imprese. Il 33% delle aziende con meno di 10 addetti registrate nella provincia di Lecce (210 in totale) dispone di un sito ".it", il 10% ha un sito non .it e il 32% è reperibile solo su altri portali (fonte: Infocamere). Segno evidente, quest'ultimo, di una scarsa consapevolezza della propria identità digitale, resa frammentaria e accessibile solo attraverso intermediari e senza una vera presenza proprietaria in Rete.
  • Tuttavia, tra le persone fisiche (41% del totale), Lecce si colloca al primo posto a livello regionale per numero di registrazioni di nomi a dominio .it con un valore superiore sia alla media regionale che nazionale. A registrare i domini, a Lecce, sono in maggioranza ancora gli uomini (75% dei registranti), soprattutto appartenenti alla fascia di età tra i 42 e i 49 anni (24,39% del totale). 
  • La provincia di Lecce guida la classifica regionale anche per numero di imprese operanti nel settore turistico per le categorie Alloggio, Intrattenimento, Tour Operator&Trasporto mentre Bari si aggiudica il primato per Ristorazione e News&Blog (fonte www.tourisminthenet.it).
    In Italia sono circa 120mila i siti web ".it" dedicati al turismo, di cui oltre 5600 (quasi il 5%) in Puglia. 
  • Prossima tappe del roadshow a Prato il 13 dicembre per parlare di moda. Appuntamento poi con il vino a Udine (febbraio), food a Napoli (aprile), terzo settore a Roma (giugno), meccanica a Modena (ottobre) e design a Monza (dicembre 2019).

  

Lecce, 26 ottobre 2018 - In Puglia c'è ancora tanta strada da fare in materia di digitalizzazione ma gli ultimi trend fanno ben sperare. Questo quanto emerso dai dati presentati oggi a Lecce da Registro .it (l'anagrafe dei nomi a dominio .it) in occasione del lancio del roadshow "Piccole Medie Digitali", la cui realizzazione è affidata all'agenzia Tracce, ospitato all'interno del festival "Conversazioni sul Futuro" in programma fino al 28 ottobre.

"Secondo i nostri dati, la regione Puglia si colloca al quindicesimo posto in Italia per Tasso di Penetrazione della diffusione di internet in Italia, un indice da noi elaborato che tiene conto della registrazione dei domini '.it' sul totale della popolazione e che ci restituisce una misura del digital divide - ha commentato Domenico Laforenza, direttore dell'IIT-CNR e responsabile di Registro .it - Al momento questo indice, pari al 205,46, è al di sotto della media nazionale di 303,66 e ben lontano dai record delle regioni più virtuose come Trentino alto Adige con 441,56, Lombardia con 378,85 e Toscana con 369,30. Tuttavia troviamo un'eccezione in Lecce, che presenta dati sicuramente incoraggianti". 

Nel capoluogo salentino, infatti, circa 1 registrante su 2 è un'impresa (quasi il 45% del totale). Il 41% rappresenta persone fisiche, il 7,36% Liberi professionisti, il 3,43% Enti no profit, l'1,42 Enti pubblici, l'1,84% altri enti (fonte Registro .it). Il 33% delle aziende con meno di 10 addetti registrate nella provincia di Lecce (210 in totale) dispone di un sito ".it", il 10% ha un sito non .it e il 32% è reperibile solo su altri portali. 

"Segno evidente, quest'ultimo, di una scarsa consapevolezza della propria identità digitale, resa frammentaria e accessibile solo attraverso intermediari e senza una vera presenza proprietaria in Rete" - ha aggiunto Domenico Laforenza - Motivo per cui abbiamo fortemente voluto questo roadshow attraverso l'Italia delle piccole e medie imprese che tanto offrono al nostro paese e presentano un potenziale inespresso frutto di una presenza digitale incompleta". 

 

LECCE GUIDA LA PUGLIA

Tuttavia, con 100 registranti ogni 100mila abitanti, Lecce si colloca al primo posto, a livello regionale (al 22esimo a livello nazionale), per numero di registrazioni di nomi a dominio tra le persone fisiche, superando la media regionale di 72,62. Un dato che, in percentuale, supera anche quello medio nazionale (41% verso 32,33%). Sempre a livello regionale, Lecce conquista il secondo posto nella categoria Imprese, in quella Generale e tra i Liberi professionisti (rispettivamente al 67°, 69° e 73° posto a livello nazionale), anche in questo caso superando la media regionale (11,62 verso 10,59; 243,89 verso 205,46; 17,95 verso 15,80) ma restando al di sotto della nazionale. Solo tra gli Enti no-profit la provincia si colloca al di sotto sia della media regionale (15,30 verso 17.81) che di quella nazionale. 

A registrare i domini, a Lecce, sono in maggioranza ancora gli uomini (circa il 75% dei registranti). Il tasso di penetrazione è di 159,06 ogni 10.000 maschi e di 46,43 ogni 10.000 femmine, entrambi valori leggermente al di sopra della media nazionale (rispettivamente 153,87 e 44,74). Gli uomini sono più attivi nella fascia di età tra i 42-49 anni (24,39%) mentre le registrazioni tra le donne ricorrono maggiormente tra i 34-41 anni (26,80%).

 

 

PUGLIA E TURISMO

Secondo l'osservatorio "Tourism in the Net" di Registro .it, in Italia sono circa 120mila i siti web ".it" dedicati al turismo: circa il 54% riguarda la categoria "Alloggio", il 30% la "Ristorazione", il 9.6% i "Tour Operator & Trasporto", il 3,4% l'"Intrattenimento", il 3,3% "News e Blog". 

Di questi, 5665 (circa il 4.7%) sono in Puglia e seguono più o meno la stessa distribuzione nazionale, discostandosi maggiormente (e superando) la media nazionale per la categoria "Alloggio" con un 62,5%. Il 21,6% è destinato alla "Ristorazione", il 9% ai "Tour Operator & Trasporto", il 3,5% all'"Intrattenimento" e il 3,4% a "News&Blog".

La provincia di Lecce guida la classifica regionale per numero di imprese operanti nel settore turistico per quanto riguarda le categorie "Alloggio", "Tour Operator & Trasporto", "Intrattenimento", superando Bari che invece si aggiudica il primato nelle categorie "Ristorazione" e "News&Blog". 

"Un risultato sicuramente incoraggiante per Lecce che sulla presenza digitale in materia di Turismo può ancora fare molto - ha commentato Anna Vaccarelli, Responsabile dell'Unità Relazioni Esterne, Media, Comunicazione e Marketing del Registro .it. - Il roadshow si sposterà poi a Prato il 13 dicembre per parlare di moda, a Udine a febbraio sul tema vino, a Napoli ad aprile per il food, a Roma a giugno sul terzo settore, a Modena a ottobre sulla meccanica e a Monza a dicembre 2019 per il design". 




--
www.CorrieredelWeb.it

Haier on air con Unieuro




Haier on air con Unieuro

Il marchio protagonista di una campagna pubblicitaria sulle principali reti nazionali

 

 

Haier, marchio numero uno al mondo sul mercato dei grandi elettrodomestici per il nono anno consecutivo*, prosegue la politica di investimenti pubblicitari e torna in televisione assieme ad Unieuro. Obiettivo dell'operazione, la promozione delle principali soluzioni di lavaggio e refrigerazione vendute presso il maggiore distributore omnicanale di elettronica di consumo ed elettrodomestici per numero di punti vendita in Italia. La pianificazione pubblicitaria è strutturata in tre fasi e vede coinvolti i principali canali televisivi nazionali.

 

Il 25, 26 e 27 ottobre 2018, la lavatrice con opzione a vapore Steam Wash, è protagonista sulle reti Mediaset, Rai, Cairo Communication, Discovery Inc. e su altri importanti canali accessibili sulle piattaforme televisive digitali e satellitari, in chiaro e a pagamento.

 

Altre due serie di passaggi sono previste per il 1, 2 e 3 Novembre ed il 8, 9 e 10 Novembre 2018, sulle reti Rai, Mediaset, Cairo Communication e sui canali delle piattaforme satellitari e digitali Sky Italia:i prodotti coinvolti saranno un frigorifero con doppio congelatore a cassetti e una cantina vino, venduti in bundle in esclusiva presso Unieuro.

Un nuovo investimento che conferma le ambizioni di Haier per il mercato italiano e che si aggiunge alle numerose iniziative di comunicazione pubblicitaria e digitale che hanno recentemente interessato il marchio: "All'incirca un anno fa, abbiamo iniziato la partnership con i principali player della distribuzione che ci aveva portati sulle principali reti televisive nazionali ed aveva generato un ritorno sull'investimento decisamente positivo", afferma Federico Mangiacotti, Market Director Italy di Haier. "In questa stagione, è fondamentale posizionarsi come marchio di riferimento agli occhi del consumatore e gli elettrodomestici Haier risultano sempre di più una prima scelta, giustificata dalle prestazioni e dall'affidabilità che i clienti ritrovano nei nostri prodotti. Collaborando con Unieuro in questa importante campagna di comunicazione, sappiamo di poter contare su un partner chiave nel settore, capace di valorizzare le qualità che costituiscono i punti di forza del nostro marchio".

 

Gli spot di Haier con Unieuro sono stati ideati dall'agenzia Red Cell e prodotti da Visionaria Film.

* Fonte Euromonitor International Limited: dati calcolati sul volume delle vendite al dettaglio nel 2017.

Maggiori informazioni su Haier:

Fondato nel 1984, il Gruppo Haier è numero uno al mondo tra le marche di grandi elettrodomestici, con una quota di mercato del 14,2% (Fonte: Euromonitor International Limited 2017, volumi di vendite al dettaglio). Haier propone ai consumatori di oltre 165 paesi il massimo in termini di qualità e affidabilità, garantendo un'esperienza di utilizzo votata all'eccellenza. Il Gruppo Haier conta 66 società commerciali, 143 330 punti vendita, 33 stabilimenti produttivi e impiega oltre 73 000 dipendenti. Attraverso misure quali la decentralizzazione, la disintermediazione e l'abbattimento delle barriere di comunicazione interne, Haier ha creato più di 1,6 milioni d'opportunità di lavoro ovunque nel mondo. L'azienda persegue criteri di eccellenza nel campo dell'innovazione grazie a 9 centri di R&S e si accerta che i suoi prodotti siano adatti a bisogni e specificità dei mercati locali. Il marchio punta sull'innovazione attraverso cinque principali canali: l'industria del Bianco, i progetti di investimento e incubazione, le partecipazioni finanziare, il settore immobiliare e l'industria culturale. Haier sta inoltre trasformandosi da tradizionale azienda manifatturiera in piattaforma imprenditoriale aperta. Nell'era di Internet e del post e-commerce, Haier ha scelto di aprire il proprio ecosistema ai social networks e alle economie basate sulla condivisione, incrementando il valore per l'utente dei prodotti e servizi offerti e definendo l'integrità quale valore di riferimento fondamentale. In termini di volume di scambi commerciali creati dall'interazione sociale, i dati del 2017 superano, per la prima volta, i mille miliardi, con una crescita su base annua del 273%. I ricavi globali del Gruppo Haier nel 2017 sono stati pari a 241,9 miliardi di renminbi cinesi (37,2 miliardi di dollari), con profitti lordi per la prima volta superiori a 30 miliardi di renminbi (4,63 miliardi di dollari). Haier Electronics Group Co., Ltd. (HKG: 1169), filiale del Gruppo Haier, è quotata nel Main Board della Borsa di Hong Kong. Qingdao Haier Co. (SHA: 600690), anch'essa filiale del Gruppo Haier, è quotata presso la Borsa di Shanghai. Attualmente, i marchi appartenenti al Gruppo includono Haier, Casarte, GE Appliances, AQUA, Fisher & Paykel, Leader, RRS, DCS e Monogram. Ogni marchio mantiene il proprio posizionamento di mercato e garantisce ai consumatori un'esperienza di utilizzo unica.




--
www.CorrieredelWeb.it

Indonesia: Save the Children, a un mese dal disastro a Sulawesi oltre 220 mila persone sono ancora senza un tetto con la stagione delle piogge che ostacola i soccorsi e aumenta il rischio di epidemie

26 ottobre 2018

Indonesia: Save the Children, a un mese dal disastro a Sulawesi oltre 220 mila persone sono ancora senza un tetto con la stagione delle piogge che ostacola i soccorsi e aumenta il rischio di epidemie

 

 

Più di 220.000 persone sono ancora senza un tetto sull'isola indonesiana di Sulawesi dopo che le loro case sono state distrutte o gravemente danneggiate dal terremoto e dallo tsunami che hanno già causato la morte di oltre 2.000 persone. Le forti piogge cadute negli ultimi giorni sull'isola aumentano inoltre il rischio di un focolaio di malattie e ostacolano ulteriormente le operazioni di soccorso, è l'allarme di Save the Children, l'Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro.

 

"La stagione delle piogge è arrivata in pieno a Sulawesi ed era l'ultima cosa di cui avevano bisogno le migliaia di famiglie che hanno perso le loro case e stanno dormendo in rifugi di fortuna, centri di evacuazione o sotto i teloni", ha detto Selina Sumbung, presidente di Yayasan Sayangi Tunas Cilik (YSTC), l'organizzazione partner di Save the Children in Indonesia. "Siamo particolarmente preoccupati che le piogge possano aumentare il rischio di epidemie o malattie. Stiamo già assistendo a un incremento dei casi di diarrea e di infezioni respiratorie, mentre sono stati segnalati casi sospetti di malaria, dengue e varicella. È probabile che vedremo sempre più persone ammalarsi nel tempo, considerato quanto sia difficile mantenere standard igienici, con le piogge che forniscono terreno fertile per le zanzare e con centinaia se non migliaia di corpi che potrebbero essere in stato di decomposizione nei terreni tutto attorno."

 

Save the Children ha già raggiunto, attraverso YSTC,più di 16.000 persone entrando in azione nei primissimi giorni successivi al disastro. Oltre a fornire aiuti umanitari come kit per costruire i rifugi,, zanzariere e kit per l'igiene e a organizzare attività di distribuzione dell'acqua, l'Organizzazione ha anche creato Spazi a Misura di Bambino e centri temporanei per l'apprendimento, fornendo assistenza psicosociale ai minori e rintracciando e riunendo famiglie separate.

 

Le forti piogge costituiscono ora un'ulteriore difficoltà per le organizzazioni umanitarie impegnate nel cercare di raggiungere le  comunità più remote.

 

"Le piogge hanno trasformato diverse strade sterrate in fango, per non parlare dell'incremento del rischio di frane. Una delle vie principali a nord del distretto di Donggala è diventata troppo pericolosa per il rischio di frane, rendendo ancora più difficile raggiungere alcune delle città e dei villaggi più isolati", ha aggiunto Selina Sumbung.

 

"I nostri team devono muoversi in barca in molti casi perché è l'unico modo di spostarsi. Dal punto di vista logistico, questo intervento è stato fin dall'inizio molto arduo a causa della gravità dei danni ai ponti e ad altre infrastrutture vitali, una situazione che si è complicata ulteriormente con la stagione delle piogge"

 

È necessario che i donatori internazionali si impegnino a sostenere con più risorse non solo la risposta umanitaria a Sulawesi, ma anche a Lombok, dove  431.000 persone hanno perso le loro case  in luglio e agosto a seguito di una serie di forti scosse di terremoto che hanno causato la morte di oltre 550 persone.

 

"Con l'inizio della stagione delle piogge, siamo in una fase critica sia a Lombok che a Sulawesi. Più di 650.000 persone sono rimaste senza tetto in entrambe le isole e in molti casi hanno un disperato bisogno di assistenza umanitaria, compresi cibo, acqua, riparo, assistenza sanitaria e neonatale, e istruzione per i bambini. Ora che i riflettori dei media si sono spenti, la risposta dei donatori è più importante che mai ed è necessario che aumenti il loro sostegno alle comunità colpite a Lombok e Sulawesi" ha concluso Sumbung.

 

Save the Children opera in Indonesia dal 1976 con una risposta umanitaria ai molti disastri naturali tra cui il recente terremoto a Lombok e lo tsunami nel giorno di Santo Stefano del 2004.


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 25 ottobre 2018

Helly Hansen & American Magic affronteranno insieme la sfida della prossima America's Cup

  Helly Hansen & American Magic 

Affronteranno insieme la sfida della prossima America's Cup 


SUMNER, WA. (25 ottobre 2018) - Helly Hansen, leader mondiale della vela con sede in Norvegia, ha annunciato oggi la partnership con il New York Yacht Club American Magic, lo U.S. Challenger per la 36a America's Cup, il più importante evento nella vela internazionale. Helly Hansen, con oltre 140 anni di innovazione nell'abbigliamento performante, di cui si fidano i professionisti di tutto il mondo, vestirà il team di American Magic, condividendo l'obiettivo di riconquistare l'America's Cup e portare negli Stati Uniti il "Auld Mug", il più antico trofeo nello sport internazionale.

 

"Un team velico caldo, asciutto e confortevole è quello che può dare il meglio di sé", ha dichiarato Terry Hutchinson, Direttore Esecutivo e Skipper di American Magic. "Avere un partner che innova da oltre un secolo nel settore dell'abbigliamento marino ci dà molta fiducia". L'America's Cup significa spingere i limiti della tecnologia e siamo entusiasti di indossare i prodotti Helly Hansen, così ben progettati, sia in acqua che fuori dall'acqua".

 

Dal 1877, l'impegno di Helly Hansen nell'innovazione e nella produzione di abbigliamento professionale adatto alle condizioni più difficili del pianeta, ha portato a collaborazioni durature con alcuni dei migliori atleti e team velici che oggi gareggiano. Il New York Yacht Club è già partner di Helly Hansen, che ha riconosciuto l'esperienza di Helly Hansen nel 2014, quando ha unito le forze per la Resolute Cup. Dopo aver vinto la prima America's Cup nel 1851, il New York Yacht Club, sostenendo la nuova sfida di American Magic per la Coppa, ha tenuto la Coppa fino al 1983. Sicuramente nessuno ha mai eguagliato questo lungo periodo nella storia dello sport. American Magic porta una ventata di passione e uno spirito nuovo ai prossimi eventi proseguendo gli ottimi risultati degli storici velisti del New York Yacht Club che hanno difeso la coppa 24 volte in 126 anni.

Lo skipper Terry Hutchinson sarà a capo dell'equipaggio di 11 persone su un monoscafo foiling AC75, un nuovo design creato per la prossima America's Cup. American Magic parteciperà a diverse regate dell'America's Cup World Series nei prossimi tre anni, che culmineranno nella Prada Cup, (la finale del Challenger) all'inizio del 2021. Il vincitore della Prada Cup affronterà il Defender, Emirates Team New Zealand, nell'America's Cup, che si terrà ad Auckland in Nuova Zelanda, nel marzo 2021.

 

Combinando l'abbigliamento e le tecnologie di Helly Hansen con l'esperienza e la visione di uno dei migliori team velici del mondo, American Magic intende sfidare il Defender e riportare l'America's Cup negli Stati Uniti. Helly Hansen e American Magic lavoreranno insieme per creare capi di abbigliamento per la vela con che garantiscano le massime prestazioni, sostenendo al contempo l'identità del team statunitense.

 

"La storia di Helly Hansen nella creazione di abbigliamento performante per i professionisti della vela di tutto il mondo non è seconda a nessuno", ha detto Paul Stoneham, CEO, Helly Hansen. "Ogni tessuto, cucitura, pannello e cerniera fa la differenza nel consentire agli equipaggi di svolgere alla perfezione le loro responsabilità sul ponte in momenti così frenetici. È un onore per il nostro marchio lavorare con il team di American Magic per aiutarli a realizzare il loro sogno di portare a casa la coppa".

 

Informazioni su Helly Hansen

Fondata in Norvegia nel 1877, Helly Hansen continua a sviluppare abbigliamento tecnico che aiuta a stare e sentirsi vivi.  Grazie alle sue expertise negli ambienti più avversi del mondo, il brand ha sviluppato una lunga serie di innovazioni esclusive sul mercato, compresi i primi indumenti da lavoro impermeabili creati quasi 140 anni fa. Altre innovazioni includono il primo tessuto in pile nel 1960 e il primo intimo tecnico nel 1970, con la Lifa® Stay Dry Technology™ e oggi, la brevettata e premiata tecnologia H2Flow per la regolazione della temperatura. Helly Hansen è leader nel settore dell'abbigliamento tecnico da vela e da sci. Le sue uniformi da sci sono indossate e consigliate da più di 50.000 professionisti, così come dalle nazionali di sci, squadre olimpioniche e in oltre 200 ski resort nel mondo. L'abbigliamento protettivo, l'intimo tecnico, lo sportswear e il footwear   di Helly Hansen sono venduti in oltre 40 nazioni e utilizzati sia da professionisti che da entusiasti dell'outdoor.

 

Informazioni sullo Yacht Club di New York

Il New York Yacht Club fu fondato nel 1844 quando nove velisti di New York si incontrarono a bordo dello yacht di John Cox Stevens e un anno dopo fu costruita la sua originaria clubhouse a Hoboken, N.J. La regata annuale del Club fu disputata per la prima volta nel 1845. Il Club è stato il custode dell'America's Cup dal 1851 al 1983, e ha organizzato la prima regata transatlantica nel 1866. Il Club mantiene due squisite club house, sulla 44a strada nel cuore di New York City, nota per la Model Room e la sua ampia biblioteca nautica, e la Harbour Court a Newport, R.I., che ospita ogni anno alcuni degli eventi velici più prestigiosi del Nord America, tra cui l'Annual Regatta, la Newport Race Week presentata da Rolex, la Rolex New York Yacht Club Invitational Cup e la Queen's Cup.

 

Informazioni su New York Yacht Club American Magic

Costituito nell'ottobre 2017 da Bella Mente Racing, Quantum Racing e New York Yacht Club, il New York Yacht Club American Magic riunisce due programmi di regate di grande successo con uno dei più importanti yacht club del mondo, il tutto con la comune visione di lanciare una campagna per la 36a America's Cup, riconnettere la base velica americana con l'evento più importante della vela e migliorare la qualità della vela agonistica negli Stati Uniti. Il sindacato intende sviluppare e sostenere un team che parteciperà alle competizioni dell'America's Cup e delle Challenger Selection Series che l'hanno preceduta. American Magic è un'organizzazione no-profit riconosciuta 501(c)(3).



--
www.CorrieredelWeb.it

Nuova Hyundai NEXO conquista le Cinque Stelle Euro NCAP

Nuova Hyundai NEXO conquista le Cinque Stelle Euro NCAP

 

·       La nuovissima Hyundai NEXO diventa il primo veicolo elettrico a idrogeno a ottenere il massimo punteggio di cinque stelle nel test di sicurezza Euro NCAP

·       La seconda generazione di SUV a idrogeno del brand è stata eletta tra le auto più sicure, in particolare nelle categorie Protezione Adulti e Protezione Bambini

·       Gli ottimi risultati Euro NCAP ottenuti da Hyundai costantemente nel tempo sottolineano il livello tecnico del brand in materia di sicurezza e affidabilità

 

25 ottobre 2018  Nuova Hyundai NEXO ha ottenuto le "cinque stelle" nella valutazione di sicurezza compilata dall'autorevole ente indipendente Euro NCAP.

 

NEXO rappresenta la seconda generazione di SUV a idrogeno Hyundai e ha dimostrato i suoi elevati standard di sicurezza in tutte le categorie presenti, in particolare in quelle di Protezione Adulti eProtezione Bambini. I risultati di assoluto livello, ottenuti grazie ai numerosi sistemi di sicurezza e a un'elevata rigidità del telaio, dimostrano come NEXO assicuri una protezione completa ai passeggeri e gli altri utenti della strada. Hyundai NEXO è il primo veicolo elettrico a celle a combustibile a ricevere il punteggio massimo di cinque stelle da parte di Euro NCAP.

 

"La valutazione a cinque stelle di NEXO da parte di Euro NCAP è un'ulteriore prova della nostra posizione di leader nel campo della mobilità futura", afferma Andreas-Christoph Hofmann, Vice President Marketing and Product presso Hyundai Motor Europe. "Non siamo solo pionieri nel portare la mobilità futura sulle strade, ma le nostre auto sono anche tra le più sicure. Il punteggio Euro NCAP conferma il nostro impegno a fornire ai nostri clienti e agli altri utenti della strada il massimo livello di sicurezza e innovative soluzioni di mobilità".

 

Hyundai SmartSense: ultime tecnologie in materia di sicurezza attiva

Per soddisfare i più elevati standard di sicurezza, nuova Hyundai NEXO presenta le più recenti tecnologie di sicurezza attiva e i sistemi di guida assistita della famiglia Hyundai SmartSense, che aiutano a ridurre significativamente il rischio di collisioni aumentando il comfort a bordo.

 

La Frenata Autonoma di Emergenza con Riconoscimento di Pedoni è stata rigorosamente testata durante le prove svolte nell'Euro NCAP. Sfruttando il radar frontale e i sensori video, il sistema si attiva in tre fasi. Inizialmente avvisa il guidatore con un allarme visivo e sonoro, successivamente effettua una valutazione della frenata a seconda della potenziale collisione e quindi applica la massima forza possibile alla frenata stessa.

 

Anche il Sistema di Mantenimento Attivo della Corsia (LKA) ha ottenuto un punteggio elevato nei test Euro NCAP, potenziato dal Lane Following Assist (LFA), tecnologia totalmente nuova per Hyundai e che debutta proprio su NEXO: il sistema regola automaticamente lo sterzo per mantenere la vettura al centro della sua corsia di marcia a velocità comprese fra 0 e 150 km/h su strade urbane ed extra-urbane.

 

Negli ultimi anni numerose auto Hyundai hanno ricevuto il massimo punteggio Euro NCAP: Hyundai i30, Kona, Tucson, Santa Fe e IONIQ hanno tutte conquistato cinque stelle nel programma di valutazione. Gli ottimi risultati Euro NCAP ottenuti costantemente nel tempo sottolineano il livello tecnico di Hyundai in materia di sicurezza e affidabilità.

 

Nuova Hyundai NEXO è disponibile su diversi mercati europei, Italia inclusa, a partire dall'estate 2018.


 

Informazioni su Hyundai Motor Company. Fondata nel 1967, Hyundai Motor Company fa capo a Hyundai Motor Group, che dal 2009 è stabile fra i 5 più grandi Costruttori mondiali, con oltre 7,2 milioni di auto vendute nel 2017. Hyundai, come singolo marchio, ha segnato una crescita nei volumi del 95% in 10 anni, arrivando a commercializzare nel 2017 4,5 milioni di esemplari su scala globale. Con 110mila dipendenti, Hyundai è presente in tutto il mondo con 8 stabilimenti produttivi e 7 Centri R&D: il complesso di Ulsan (Corea del Sud) è il più grande stabilimento al mondo, con 5 milioni m2 di superficie e 5.600 auto prodotte ogni giorno. In Europa, Hyundai conta 2 fabbriche (Nosovice in Rep. Ceca e Izmit in Turchia, capacità produttiva combinata: 600mila vetture/anno), 2.100 showroom e un indotto di 155mila posti di lavoro (tra occupazione diretta e indiretta). Secondo il ranking "Best 100 Global Brands 2018" di Interbrand, il marchio Hyundai, pur essendo il più giovane tra i top 10 brand automotive su scala globale, è arrivato a conquistare la 6° posizione tra i brand auto e la 36° posizione assoluta a livello mondiale, con un valore che supera i 13,5 miliardi di dollari (+3% rispetto al 2017). Nel 2013, Hyundai ha inaugurato la sede Hyundai Motorsport in Germania (Alzenau), rientrando dal 2014 nel Mondiale Rally WRC con il team guidato da Michel Nandan a bordo della i20 Coupe WRC sviluppata in-house. Nello sport, Hyundai è anche Partner Ufficiale di FIFA (dal 1999 e fino al 2022). In Italia, con una rete di 115 concessionarie, Hyundai si è consolidata al 3% del mercato nazionale, con circa 59mila esemplari venduti (dati UNRAE 2017). Oltre il 90% delle Hyundai commercializzate in Italia sono disegnate, sviluppate e costruite in Europa. Tutte le Hyundai vendute in Italia dispongono della garanzia Hyundai di "5 anni a Km illimitati" e del "Lifetime Mapcare" (aggiornamento delle mappe sui navigatori nativi).

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *