Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

lunedì 31 ottobre 2016

Grande campagna pubblicitaria per la Vodka Beluga

La Vodka russa Beluga lancia in novembre una grande campagna affissioni, che coinvolge le metropoli di tutti i suoi principali mercati internazionali.

Per l'Italia, le due città prescelte per la pubblicità outdoor saranno Roma (Piazza di Spagna) e Milano (Piazza Cordusio); il periodo sarà l'intero mese di novembre 2016.

Il titolo della campagna sarà: CREATED, NOT MADE (creata, non fabbricata). Beluga cioè è una Vodka luxury creata da grandi "artisti" del bere, e destinata ai grandi appassionati di tutto il mondo.

Il processo di produzione della Vodka Beluga attraversa uno scrupoloso susseguirsi, stringente e rigorosissimo, di varie fasi di purificazione e di filtrazione.

Il suo speciale distillato di malto russo, unito all'acqua purissima dei pozzi artesiani della Siberia, e combinato a misurate infusioni, rende il suo gusto estremamente piacevole, elegante e complesso.

Al termine del suo processo di produzione, la Vodka Beluga viene sottoposta a un lunghissimo periodo di affinamento: una pratica decisamente non comune nella lavorazione delle Vodke di tipo standard.

Confezionata in lussuose bottiglie, la Vodka Beluga si rivolge a un target di consumatori di elevato status sociale, ed è destinata a tutti i principali mercati mondiali.

La Vodka Beluga è prodotta da JSC Synergy, uno dei colossi russi del settore delle bevande alcoliche nonché terzo produttore di Vodka al mondo.

Distillata per la prima volta nel 2002, Beluga è diventata in breve tempo leader del segmento Super Premium – Ultra Premium; sui mercati occidentali è presente a partire dal 2009, ed è oggi venduta in oltre 50 Paesi del mondo.


--
www.CorrieredelWeb.it

Oikos tra università e social media: la comunicazione e i giovani professionisti coniugati al futuro


oikos colore e materia
Tecnologia e nuovi media, formazione dei nuovi talenti e grandi firme al lavoro. Sono solo tre dei temi che hanno visto Oikos come protagonista della settimana appena conclusa. E fate attenzione: leggendo la nostra newsletter capirete perché potreste essere anche voi di grande aiuto a chi si dà da fare per migliorare la vita degli altri.
ECOSOLUZIONI DIGITALI
mashable
Oikos è da sempre in continuo dialogo con il mondo digitale, adottandone innovazioni e studiandone le tendenze per trovare nuovi modi di comunicare la cultura del benessere. Per questo siamo stati partner del Mashable Social Media Day, due giornate all'insegna dell'innovazione, della tecnologia, della formazione e del networking insieme ai migliori professionisti del marketing e della comunicazione digitale italiani.
LA CASA DEL COLORE, DEL DESIGN E DELL'ATTENZIONE VERSO GLI ALTRI
torre velasca
L'attico Oikos di Torre Velasca continua a ospitare eventi dedicati all'architettura e al design, oltre a iniziative benefiche. Arketipo ha scelto la prestigiosa location per presentare il nuovo numero dedicato tutto al colore, tra un incredibile successo di pubblico. Pubblico selezionato invece per SPHERAE Sfere Bolle Bollicine, l'evento ispirato alla perfezione della sfera: straordinarie mostre di gioielli, sfilate di moda e una degustazione di prelibati vini. La settimana si chiude con il tour "Con occhi diversi si vedono nuovi orizzonti" promosso dall'associazione l'abilità Onlus, per ammirare Milano da una prospettiva unica e raccogliere fondi per regalare nuove opportunità ai bambini disabili e ai loro genitori. (iscriviti qui)
CROMOMATERIE DI STUDIO
corso colore luce materia
Lo spazio Oikos di Milano ha ospitato gli studenti del corso "Light Art e Design della Luce" del Politecnico di Milano. Durante la presentazione si sono susseguiti gli interventi di architetti, artisti, ingegneri e professori che hanno illustrato l'importanza di luce, colore e materia nell'ambito della progettazione.
PARLIAMO DI BENESSERE
intervista ristrutturare
Le esigenze e i problemi delle persone all'interno delle mura in cui vivono possono essere soddisfatti grazie alla scelta consapevole di colori e materia adatti a promuovere il benessere degli ambienti in cui viviamo, rispettando sia la natura sia le persone. Così nascono le nostre ecosoluzioni cromomateriche. Ne parla il presidente Oikos Claudio Balestri ai microfoni di Come ristrutturare la casa.
PROGETTI D'AUTORE
reference
Il WordHotel Ripa di Roma accoglie gli ospiti in una nuova atmosfera lunare, creata grazie alle ecosoluzioni cromomateriche abilmente utilizzate dall'architetto Simone Micheli nel progetto di restyling del settimo piano della struttura ricettiva e realizzate in collaborazione con i Maestri Decoratori Oikos.



--
www.CorrieredelWeb.it

Un 59° Zecchino d’Oro tutto nuovo: nuovi conduttori, nuovo format e molto social

Foto Francesca Fialdini e Giovanni Caccamo

Alle 12 nuove canzoni si aggiungono nuovi conduttori, un nuovo format e un pizzico di social.
 

Bologna, 31 ottobre 2016Sarà un’edizione ricca di novità quella del 59° Zecchino d’Oro. 

Oltre a 12 nuovissime canzoni per l’infanzia, ci saranno infatti due nuovi presentatori – Francesca Fialdini e Giovanni Caccamo –, un nuovo format, che vedrà la trasmissione in diretta su Rai1 dall’Antoniano di Bologna, alle 16.45, per quattro sabati a partire dal 19 novembre prossimo e una ventata di freschezza proveniente dai social network.

Per quanto riguarda le canzoni in gara, saranno 12 ed eseguite da 15 piccoli interpreti accompagnati come sempre dal Piccolo coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna diretto da Sabrina Simoni, e affronteranno le tematiche più disparate attraverso generi musicali molto diversi tra loro.

L’inedita coppia di conduttori invece, nuova per la trasmissione ma non per il mondo Zecchino d’Oro, si prospetta frizzante e ben assortita. Francesca Fialdini, volto noto di Uno Mattina, è un’amica storica dell’Antoniano e ha accompagnato il tour delle Selezioni Nazionali dello Zecchino d’Oro 2016; Giovanni Caccamo, dotato cantautore e vincitore di Sanremo Giovani 2015, è cresciuto musicalmente all’interno di un Coro della Galassia dell’Antoniano e aveva calcato il palco dello Zecchino nel 2009 in occasione di della trasmissione Music Gate.

Il nuovo format, pensato su quattro sabati, verrà declinato in quattro bellissimi pomeriggi di festa, sia alla scoperta dei 12 brani inediti che andranno a comporre la nuova compilation, sia con tante sorprese e ospiti per ripercorrere la storia del repertorio dello Zecchino d’Oro.

Infine, i social network quest’anno saranno parte integrante della trasmissione e creeranno una vera e propria interazione con il pubblico a casa attraverso un hashtag dedicato: #zecchino59.

In mezzo a tanti cambiamenti, resta invariato il lancio di Operazione Pane, la campagna di raccolta fondi legata al progetto Il Cuore dello Zecchino d’Oro e patrocinata dal Segretariato Sociale Rai, per il terzo anno consecutivo rivolto alle persone che vivono in povertà.

Dal 19 novembre all’10 dicembre, chiamando da rete fissa o inviando un SMS al 45511, si potrà sostenere la campagna di Antoniano onlus a supporto delle mense e dei servizi di accoglienza francescani in Italia per chi vive in povertà.

L’obiettivo è quello di rafforzare l’esperienza avviata da due anni, supportando le mense nell’erogazione quotidiana dei pasti e nelle successive attività di reinserimento per gli ospiti

Gianni Carrù, Il culto del patrono dei chierichetti

Nel cuore del comprensorio callistiano della Via Appia è sorto un vero e proprio centro di culto per Tarcisio, martire giovinetto dell’eucarestia, ricordato dalla liturgia proprio il 15 agosto, nel giorno dell’Assunta. Approfondisce l’argomento Monsignor Giovanni Carrù nel suo articolo.


Il comprensorio callistiano, che si sviluppa tra il secondo e terzo miglio della via Appia Antica, è costellato di memorie martiriali riferibili ai primi secoli del cristianesimo, in particolar modo alle persecuzioni di Decio (250-251), Valeriano (257-258) e Diocleziano (303-304). Molti martiri erano venerati nell’ Area i callistiana, il più antico nucleo del cimitero voluto da Papa Zefirino (198-217) e affidato a Callisto (218-222), che conserva la cripta dei Papi del III secolo, tra i quali va ricordato Sisto II, trucidato con i diaconi Felicissmo, Agapito, Magno e Vincenzo il 6 agosto del 258.
Ma altri martiri erano venerati nel grande complesso cimiteriale, come Cecilia, Calocero, Petronio e Tarcisio. Quest’ ultimo, noto per uno struggente epitaffio di Papa Damaso (366-384) che ne ricorda le gesta coraggiose, appare come un fanciullo, colto dai persecutori mentre recava l’eucarestia. Secondo il Papa agiografo, gli aggressori si scagliarono contro di lui come cani rabbiosi. Non è facile riconoscere il luogo esatto della sepoltura del martire-fanciullo, anche se gli archeologi del passato pensarono che il sepolcro fosse situato, insieme a quello di Papa Zefirino, nella tricora orientale, un mausoleo romano che ancora si conserva presso la biglietteria delle catacombe e dove, pochi anni orsono, furono deposti i resti di Giovanni Battista de Rossi, il grande archeologo romano che, negli anni centrali dell’ Ottocento, scavò e studiò molte catacombe romane, dedicandosi, in maniera particolare, alle catacombe cristiane.
Una rinnovata attenzione per Tarcisio ha interessato, in questi ultimi anni, il comprensorio della via Appia. Il 24 maggio scorso il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato, ha consacrato con una suggestiva celebrazione liturgica una nuova chiesa al martire dell’eucarestia, nel giorno della solennità di santa Maria Ausiliatrice. La nuova chiesa si colloca coerentemente nel complesso, già intitolato a san Tarcisio, l’Istituto che accoglie gli studenti salesiani che svolgono i loro studi nelle università pontificie della capitale. L’istituto è stato costruito nel secolo scorso proprio dinnanzi le catacombe dei santi Marco, Marcelliano e Damaso, non lontano dalla catacomba anonima della via Ardeatina, proprio laddove, da oltre un ventennio, si sta scavando la maestosa basilica circiforme di Papa Marco. La nuova basilica presenta i caratteri architettonici delle chiese paleocristiane, con un’abside larga e avvolgente che rispetta l’area presbiteriale. Proprio nel luogo deputato al sacro rito dell’eucarestia, a cui è legato il nome di Tarcisio, che è diventato il patrono dei ministranti.
A questo riguardo, ricordiamo l’ udienza generale tenuta da Benedetto XVI nell’ agosto del 2010, quando il vescovo ausiliare di Basilea, monsignor Martin Gächter, presidente del Coetus Internationalis Ministrantium, ha donato una statua monumentale di san Tarcisio al Papa, Statua poi collocata presso l’ Istituto e la chiesa appena inaugurata alle catacombe di san Callisto, un luogo – come ricordava il Papa – divenuto un punto di riferimento per i ministranti e per coloro che desiderano seguire Gesù più da vicino attraverso la vita sacerdotale. Nel cuore del comprensorio callistiano, dunque, è sorto un vero e proprio centro di culto per il martire giovinetto dell’eucarestia, ricordato dalla liturgia proprio il 15 agosto, nel giorno dell’Assunta. Questa convergenza ha posto sempre un po’ in ombra la memoria del patrono dei ministranti, di cui abbiamo poche notizie, ma che assurge a simbolo della fedeltà rispetto ai suoi impegni di accolito, di cristiano, di credente convinto, sino alla prova estrema.
FonteDaily Focus

venerdì 28 ottobre 2016

Pubblicità Progresso. #PUBBLIVORISOCIALI: ARRIVANO A MILANO LE MIGLIORI CAMPAGNE SOCIALI DEL MONDO- AMBIENTE

Unicredit Pavilion, 2 novembre ore 18.30

Milano si prepara a raccontare le migliori campagne sociali di tutto il mondo grazie a #PUBBLIVORISOCIALI, l'evento promosso da Pubblicità Progresso che si terrà il 2 novembre presso l'Unicredit Pavilion a partire dalle 18.30.

Un ospite d'eccezione, Aldo Grasso, porrà l'attenzione sul ruolo della comunicazione sociale e sulla sua capacità di coinvolgere le persone spingendole all'azione. 12 le categorie che illustreranno i migliori spot di sempre: Alcol e Droga, Alimentazione, Ambiente, Diritti Umani, Disabilità, Fumo, Imprese, Infanzia, Lavoro, Pari Opportunità, Salute e Donazione, Sicurezza Stradale.

Guarda la Gallery video con alcune delle più interessanti campagne selezionate da Pubblicità Progresso:
 
Come sottolinea Alberto Contri Presidente di Pubblicità Progresso: "L'evento dei Pubblivori sociali è il culmine e la sintesi di un lavoro cominciato dodici anni fa, quando Pubblicità Progresso è stata trasformata in un Centro permanente di Formazione alla Comunicazione Sociale. Perno del progetto è stato la creazione della Mediateca on line, che ha raccolto sino ad oggi un patrimonio di 2800 campagne sociali selezionate tra le più creative, performanti ed efficaci con lo scopo di offrire elementi di benchmark a onlus e istituzioni perché ne facciano buon uso nell'impostare e creare la propria comunicazione. Nella selezione dei Pubblivori Sociali c'è una sorta di meglio del meglio: dal primo spot sociale francese del 1919 (un film muto) in cui si usò come 'valore carrier' il sentimento antitedesco diffuso tra la popolazione per promuovere la profilassi antitubercolotica, alle più creative e divertenti campagne capaci di usare il linguaggio dell'ironia e le avanzate forme di comunicazione 'unconventional' che fanno uso dei new media e dei social network."


Per registrarsi all'evento visita il sito www.pubblicitaprogresso.org

Sito Fondazione Pubblicità Progresso
Festival della Comunicazione Sociale novembre 2016. A novembre 2016 per la prima volta Milano diventa la capitale della comunicazione sociale. Il Festival ...

E' prevista una replica dell'evento il 15 Novembre h.17 presso l'Auditorium 6 IULM.

#Pubblivorisociali si inserisce all'interno del palinsesto di eventi del Festival della Comunicazione Sociale, organizzato da Pubblicità Progresso, che si terrà a Milano dal 21 al 23 novembre con oltre 20 eventi diffusi in tutta la città.




--

Gaetano Zoccatelli, S.Biagio - L'Energia arriva dal Sole

Accordo con il Consorzio Cev diretto da Gaetano Zoccatelli per il primo impianto fotovoltaico di S. Biagio

Articolo da Oggi Treviso del 3 agosto 2010
SAN BIAGIO – L’amministrazione sanbiagese investe nel sole. Grazie al progetto avviato in stretta collaborazione con il Consorzio Cev, diretto da Gaetano Zoccatelli, entro la fine dell’anno verrà installato sul tetto della scuola media di San Biagio di Callalta un impianto fotovoltaico per produrre 55 kilowatt di energia.
Una quantità, questa, in grado di coprire buona parte del fabbisogno energetico del plesso di via II Giugno. “Si tratta del primo impianto con pannelli fotovoltaici sugli edifici pubblici sanbiagesi” annuncia l’assessore all’Ambiente Roberto Pillon.
L’intervento alle medie sarà a totale carico del Consorzio Cev nell’ambito del progetto “1000 tetti fotovoltaici su 1000 scuole”.
Il Consorzio CEV gestirà l’impianto per vent’anni, dopodiché il Comune avrà l’opzione per la sua eventuale acquisizione.
In un primo tempo l’energia prodotta dai pannelli sul tetto delle scuole medie doveva essere di 20 kilowatt.
Di recente la Cev ha ottenuto dagli organi competenti il permesso di innalzare la potenza dei propri impianti a 55 kilowatt.
E di recente la giunta Pinese ha dato il proprio parere favorevole al progetto di realizzazione di un grande parco fotovoltaico al Sud Italia. A San Biagio di Callalta arriveranno 20 kilowatt di energia.
FONTEOggi Treviso

Ecco come l’automazione e l’analisi dati stanno cambiando l’assistenza clienti

A cura di Roberto Montandon, Vice President Global Lead Strategy e Business Development, Customer Care, Xerox Spa.


Il mondo dell'assistenza clienti ha una grande necessità di migliorare. La pressione dei costi, le aspettative dei clienti e la moltiplicazione dei canali di interazione sono sul punto di sconvolgere il modello di distribuzione come lo conosciamo oggi.

In questo momento, ogni leader deve prendere un'importante decisione: mantenere il modello esistente, cercando di colmare le lacune di efficienza, o iniziare intraprendere un percorso che sia sostenibile e che generi valore: questa è la prossima generazione di assistenza clienti.

Oggi stiamo vivendo un momento stimolante che presenta una grossa sfida per un'industria che si focalizza su come rispondere al meglio alle esigenze dei propri clienti. 


Il mercato è già cambiato, da un singolo canale con un modello a una voce incentrato sui costi, è diventato un mondo multicanale focalizzato invece sul miglioramento dell'esperienza del cliente.

Vediamo alcune statistiche: in un recente nostro questionario sviluppato a livello globale, il 42% degli intervistati affermava che i call center smetteranno di esistere entro il 2025. 


Eppure, questo rimane il canale preferito dal 25% delle persone intervistate in tutto il mondo. Inoltre il 36% del traffico dei call center è un risultato diretto dei canali digitali che non riescono a fornire una risposta adeguata ai clienti. 

Quest'ultimo aspetto rappresenta un grosso ostacolo da superare, sebbene non impossibile, ma è al tempo stesso un incentivo a implementare una maggiore automazione.

I clienti vogliono un'opzione facile e diretta che possa fornire loro risposte nel modo più veloce possibile. 

Le aziende, invece, vogliono minimizzare i costi soddisfacendo allo stesso tempo i loro clienti. 

I call center, quindi, non spariranno ma la tecnologia online si è allineata per migliorare l'esperienza del cliente, facendo così diminuire il numero delle chiamate. 

Con gli agenti virtuali che gestiranno le domande di routine ed i sistemi automatizzati che razionalizzeranno i compiti complessi, il call center si evolverà in qualcosa di diverso da come lo conosciamo oggi.

L'evoluzione di questa tecnologia non porterà sicuramente all'eliminazione degli operatori dei centri d'assistenza clienti. 


Piuttosto, farà emergere una nuova specie di "super operatori" che potranno reperire le risposte più rapidamente, mantenere i clienti soddisfatti e fornire ogni volta un valore aggiunto. 

I super operatori aumenteranno il tasso di soddisfazione dei clienti, facendo risparmiare l'azienda grazie ad una gestione preventiva del reclamo. 

Inoltre, gli operatori saranno essenziali per il processo di machine learning, perché insegneranno alle macchine a ridurre il numero di errori.

La prossima generazione di servizi Customer Care dunque, vedrà risultati migliori per tutti. Xerox, infatti, sta elaborando un nuovo modello di assistenza clienti capace di trarre il massimo vantaggio dagli analytics e dall'automazione, aiutando così i servizi di customer care a svolgere al meglio le loro funzioni tramite tutti i canali e a migliorarle costantemente grazie all'utilizzo di dati e insight generati dall'ascolto delle necessità dei propri clienti nonché dal loro apprendimento. Per questa ragione, Xerox ha identificato quattro stadi di trasformazione del servizio clienti:


· Costruire le basi - raggiungere un più alto livello di soddisfazione del cliente e andare incontro a servizi di alto livello con un minimo costo — focalizzandosi sugli aspetti basici senza troppa differenziazione.


· Avvicinarsi ai propri clienti - Queste preziose informazioni raccolte dalle chat, dalle email, dai social media e dalle conversazioni con gli operatori, attraverso un 'analisi predittiva, aiutano l'azienda a connettersi meglio con la voce dei clienti e migliorare la loro esperienza.


· Supportare le persone - Tecnologie intelligenti contribuiranno a rendere gli operatori più veloci. Queste tecnologie potranno essere utilizzate per ridurre i tempi di addestramento, la velocità e le prestazioni degli operatori, fornendo le informazioni necessarie quando vi è bisogno, diminuendo la durata della chiamata e aumentando la soddisfazione del cliente.


· Lavorare in modo intelligente - Il reale bisogno è quello di implementare sistemi di automazione in grado di ascoltare, imparare, migliorare, e il machine learning insieme al processo del linguaggio naturale, rendono possibile tutto ciò. Un esempio è l'agente virtuale, il quale, grazie all'apprendimento, può simulare l'interazione umana e provvedere a risposte veloci e migliori in tempo reale.

Per rispondere al meglio a ognuno di questi 4 stadi, Xerox dispone di strumenti intelligenti che aiutano a migliorare il customer self-service e la produttività degli addetti all'assistenza clienti; tali strumenti sono supportati dagli analytics, dall'apprendimento automatico e dalla gestione del dialogo.


Milano, 28 ottobre 2016



--
www.CorrieredelWeb.it

Parcheggio in aeroporto: Il sito di ParkinGO è tutto nuovo

Il sito di ParkinGO è tutto nuovo: dopo questo accurato restyling il portale del famoso network italiano di parcheggi vuole offrire ai suoi utenti una nuova esperienza di navigazione, multilingua e multi location.
Il 2016 è stato un anno pieno di novità per ParkinGO: nuove località si sono aggiunte ai parcheggi presso i porti ParkinGO Cruise, è stato lanciato ParkinGO Art Project per sostenere l’arte e la creatività, il parcheggio all’aeroporto di Linate è stato totalmente rinnovato… e finalmente anche il sito www.parkingo.com esce allo scoperto dopo un accurato lavoro di restyling e rinnovamento.
Ma non si tratta semplicemente di un restyling grafico. Certo, la nuova home page salta subito all’occhio, con il suo concept visivo ben definito e una migliore reperibilità dei contenuti. L’obiettivo del network italiano di parcheggi è principalmente quello di offrire una nuova esperienza di navigazione, multilingua e multi location.
Una nuova esperienza di navigazione perché…
Contenuti più fruibili, caricamento veloce delle pagine, pochi clic per scegliere il tuo parcheggio in aeroporto e prenotare: per ParkinGO l’esperienza di navigazione sul sito degli utenti è importante tanto quanto quella di soggiorno presso i nostri parcheggi. Professionalità e attenzione al cliente sono le parole d’ordine di ParkinGO anche online!
Un sito multilingua perché…
ParkinGO è in crescita e il bacino di utenti,provenienti da vari paesi d’Europa, va ampliandosi. Per questo abbiamo voluto realizzare un sito multilingua in italiano, inglese, tedesco e spagnolo per abbracciare utenti internazionali che si spostano di frequente, per lavoro o per piacere, e che sono alla ricerca di soluzioni dinamiche per la mobilità off airport. Basta con l’identificazione lingua/paese, sì alla liberta di scegliere in che lingua navigare il sito. ParkinGO con il suo nuovo sito vuole esprimere lo stesso dinamismo dei viaggiatori che scelgono di prenotare il loro parcheggio in aeroporto da noi.
Un sito multilocation perché…
L’espansione di ParkinGO, oltre che linguistica, è soprattutto territoriale. Ogni anno nuove località si vanno ad aggiungere al nostro network di parcheggi in aeroporto e presso i maggiori porti italiani, e non solo. Dal 2015 ParkinGO gestisce anche 7 parcheggi in aeroporto nelle maggiori città della Spagna e sta per partire con un progetto analogo rivolto ad altri paesi, in primis Germania.
Un sito mobile friendly perché…
Gli utenti che si collegano da mobile sono in continuo aumento e ParkinGO vuole offrire un’esperienza di navigazione da mobile facile, veloce, intuitiva e che si adatti a tutti i tipi di dispositivi, smartphone e tablet. E non dimentichiamo ParkinGO App, l’app gratuita per prenotare i parcheggi tramite dispositivi Android e iOS. Anche i pagamenti, sia da desktop che da mobile, sono ancora più sicuri grazie a Braintree, che consente di scegliere tra varie modalità di pagamento in assoluta sicurezza.
ParkinGO non è solo una piattaforma per prenotare i parcheggi in aeroporto o presso i porti, è una nuova esperienza di navigazione che soddisfa le esigenze dei suoi clienti, dinamici e sempre in viaggio. Segui l’evoluzione di ParkinGO sul sito, altre innovazioni sono in arrivo!
Fonte: marketinginformatico.it
Ufficio Stampa ParkinGO
Silvio Cavallo
s.cavallo@parkingo.com

Top Doctors sceglie AxiCom per la comunicazione italiana

Arriva in Italia l'impresa che permette di identificare i migliori specialisti al mondo.
Su topdoctors.it l'eccellenza sanitaria è realmente a portata di clic.



Milano, 28 ottobre 2016  AxiCom, agenzia di comunicazione del gruppo Cohn & Wolfe, specializzata in progetti innovativi e multimediali, è stata scelta per comunicare il lancio e le attività italiane di Top Doctorsinnovativa impresa digitale che permette di accedere in modo semplice e veloce ai migliori specialisti di ogni disciplina medica.

Top Doctors® è nata alla fine del 2012 dall'esperienza di alcuni professionisti del settore della sanità, che hanno inteso creare una clinica virtuale nella quale i pazienti possono accedere alle competenze dei migliori specialisti

Top Doctors parte da un modello americano di grande successo e prestigio che esiste da oltre 25 anni, e che aiuta ogni giorno migliaia di persone a scegliere l'esperto o il centro medico di fiduciaspecializzato per il loro caso.

Top Doctors è l'unica realtà del settore che attua un rigoroso processo di selezione dei medici. 

I candidati vengono inizialmente valutati da una commissione indipendente che ne certifica la reale eccellenza professionale. 

Successivamente, un team specializzato di Top Doctors valuta di persona il candidato, che solo al termine di questo processo entra a far parte del team medico. In questo modo, l'offerta di Top Doctors rappresenta il meglio che la medicina privata può offrire sul mercato. 

AxiCom ha già seguito le attività di comunicazione di Top Doctors in Spagna, dove l'azienda si è affermata come leader assoluto sul mercato, grazie al suo posizionamento unico ed alla capacità di coinvolgere i migliori specialisti di ogni disciplina. 

In Italia, AxiCom definirà ed implementerà per Top Doctors un programma di comunicazione mirato ad incrementare sia la visibilità dell'azienda, che quella degli specialisti che ne fanno parte, oltre che a divulgare la conoscenza medica.

"La tecnologia mette a disposizione delle persone strumenti utili a vivere meglio sotto ogni aspetto, compreso quello medico", spiega il CEO Alberto Porciani. "Top Doctors si propone di portare a casa le competenze specialistiche più avanzate, e poter comunicare in modo efficace questa eccellenza rappresenta per noi un obiettivo irrinunciabile nella nostra strategia di crescita".

"Da sempre riteniamo che il fine ultimo della tecnologia sia quello di migliorare la vita degli utenti, e comunicarne le sue evoluzioni rappresenta una sfida unica ed entusiasmante", spiega Chiara Possenti, Country Manager di AxiCom Italia. "Top Doctors è una realtà già riconosciuta ed apprezzata all'estero, con un potenziale davvero rivoluzionario anche applicato al mercato italiano".

Top Doctors è il primo e unico team di medici, centri e cliniche di prim'ordine in Italia. 

Opera da tempo in alcuni dei mercati più importanti del mondo, dagli Stati Uniti alla Spagna, passando per l'America Latina. 

Su www.topdoctors.it i pazienti possono accedere alle competenze dei migliori specialisti italiani e possono comunicare direttamente con loro per fissare una visita, comodamente e senza attese.


Axicom 
Fondata a Londra nel 1994, Axicom possiede uffici nei sette maggiori centri tecnologici d'Europa -  Londra, Parigi, Monaco, Milano, Madrid, Amsterdam e Stoccolma
Specializzata nel settore della tecnologia che comprende enterprise computing, telecomunicazioni, tecnologia di consumo, media technology ed energy, l'agenzia offre supporto strategico di comunicazione e relazioni con media e analisti, attività digital e social, e generazione di contenuti a molte delle aziende tecnologiche più importanti del mondo, tra cui Dell, Red Hat, Lexmark, IFS, LG, Hortonworks, Juniper Networks, Belkin, Freesat, ZTE e Alevo. Dal 2008 l'agenzia è diventata parte della agenzia globale di comunicazioni tecnologiche Cohn & Wolfe.


Cohn & Wolfe
Cohn & Wolfe, agenzia globale di comunicazione, costruisce brand e reputazione aziendale grazie a un impegno incondizionato con la creatività. 
L'approccio strategico dell'agenzia propone intuizioni geniali e significative, che portano a soluzioni di comunicazione in grado di offrire successi di business misurabili. 
Nel corso della sua storia quarantennale, il lavoro di brand marketing e le eccellenti campagne digital media di Cohn & Wolfe hanno attratto i migliori brand di tutto il mondo, oltre ai winning award al Cannes Health Lions, i Global SABRE e i Global PRWeek Awards. 
Cohn & Wolfe, che può contare su una "rete creativa" di oltre 1.200 dipendenti in più di 50 uffici in tutto il Nord America, EMEA e Asia, è stata nominata inoltre Best Place to Work per PRWeek, Crain's NY, Advertising Age e PRNews. Cohn & Wolfe è parte di WPP (Nasdaq: WPPGY), il più grande gruppo di servizi di comunicazione del mondo.


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 26 ottobre 2016

Topsystem presenta i nuovi sistemi di propulsione TT per uno sguardo rivolto al futuro

Topsystem Surface Drive è un sistema innovativo di trasmissioni di superficie ad assetto e direzione variabile per imbarcazioni plananti ad alte prestazioni frutto di un’attività di ricerca e sviluppo durata anni.

Le doti peculiari delle trasmissioni Topsystem sono rappresentate dalla forma e dalle dimensioni dei drives oltreché dalla particolare sezione della pinna direzionale. 

Questa particolare combinazione induce minore resistenza idrodinamica rispetto a propulsioni analoghe permettendo un afflusso di acqua più “pulita” all’elica supercavitante. Tutto questo si traduce in maggior efficienza, quindi maggior spinta finale.

Tramite collaborazioni con compagnie leader nel settore dell’elettronica e automazione navale il sistema Top System è stato arricchito di optionals ad alto valore aggiunto rivolti alla semplificazione d’uso delle eliche di superficie e installabili sull’intera gamma di sistemi propulsivi Topsystem da 200 fino a 4000 Hp.

Il più noto è il sistema elettronico Easytrim prodotto e sviluppato in partnership con Onyx: il software di gestione adatta automaticamente la posizione delle propulsioni in funzione delle condizioni di carico dell’imbarcazione e del motore intervenendo su trim e flap. 

Perfino lo stile di guida è personalizzabile (a seconda altresì delle condizioni del mare) agendo sul monitor touch-screen posizionato in plancia. Ovviamente i comandi manuali sono sempre disponibili per assicurare il massimo del piacere di guida nella ricerca continua delle massime performances.

L’azienda, molto apprezzata dai cantieri che realizzano imbarcazioni veloci, ha avviato da qualche anno una collaborazione con Anvera Rib per l’installazione di sistemi propulsivi ad alte performances sui modelli del cantiere con il quale condivide la passione per lo sviluppo ed il miglioramento dei prodotti. 

L’obiettivo comune è quello di affinare nuove tecnologie su scafi che rappresentano l’eccellenza in fatto di sportività, prestazioni e comfort.


Info:
TS Drive srl, Via Mario Siciliano 68/70, 04100 Latina (Italy)
www.topsystemdrive.com
info@topsystemdrive.com

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.