Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

giovedì 28 aprile 2016

Brasile, a 100 giorni dalle Olimpiadi: Amnesty denuncia ondata di uccisioni da parte della polizia di Rio

Dall'inizio del mese la polizia ha ucciso almeno 11 persone nelle favelas di Rio de Janeiro, i cui abitanti stanno vivendo nel terrore. È quanto ha denunciato Amnesty International, a 100 giorni dall'inizio delle Olimpiadi.

Lo scorso anno nella sola Rio de Janeiro la polizia ha ucciso almeno 307 persone, un quinto degli omicidi avvenuti nella città. Le autorità non solo non portano in giudizio i responsabili ma stanno assumendo un approccio sempre più deciso nei confronti di proteste di piazza, in larga parte pacifiche.

"Nonostante le promesse di una città sicura per ospitare le Olimpiadi, gli omicidi ad opera della polizia sono regolarmente aumentati negli ultimi anni. Molte altre persone sono state ferite da proiettili di gomma, granate stordenti e persino armi da fuoco mentre prendevano parte alle proteste" – ha dichiarato Atila Roque, direttore generale di Amnesty International Brasile.

"Finora la maggior parte degli omicidi commessi dalla polizia non è stata oggetto d'indagini. Le autorità devono ancora emanare linee guida per formare le forze di polizia all'uso delle cosiddette 'armi non letali' e tendono a considerare i manifestanti alla stregua di nemici pubblici" – ha aggiunto Roque.

"C'è davvero molto che, nei prossimi 100 giorni, le autorità e gli organizzatori di Rio 2016 potranno e dovranno fare per assicurare che ogni singola operazione relativa alla sicurezza pubblica non violi i diritti umani. Ci aspettiamo che le forze di polizia di Rio assumano un approccio cauto e abbandonino la strategia del 'prima spara, poi fai domande'" – ha continuato Roque.

Negli ultimi anni nello stato di Rio de Janeiro vi è stato un profondo aumento dei casi di uso eccessivo della forza. La maggior parte delle vittime erano giovani neri delle favelas e di altre aree di emarginazione.

Nel 2014, l'anno dei mondiali di calcio in Brasile, nello stato di Rio de Janeiro la polizia uccise 580 persone, il 40 per cento in più rispetto al 2013. Nel 2015 il numero è salito a 645.

Sebbene non sia possibile collegare l'aumento degli omicidi da parte della polizia alla preparazione per le Olimpiadi, questi numeri rivelano una chiara tendenza all'uso eccessivo della forza, alla violenza e all'impunità che caratterizzano oggi le istituzioni che si occupano della sicurezza pubblica.

Nell'agosto 2015, Amnesty International aveva pubblicato un rapporto sugli omicidi commessi dalla polizia militare a Rio de Janeiro, denunciando la prassi del "grilletto facile" invalsa nella favela di Acari dopo la fine dei mondiali di calcio. Sulla base delle ricerche di Amnesty International, la vasta maggioranza degli omicidi commessi dalla polizia militare ad Acari era da considerarsi alla stregua di esecuzioni extragiudiziali. Nonostante lo scandalo e la pressione dell'opinione pubblica, finora nessuno è stato portato di fronte alla giustizia.

"È sconvolgente vedere quanto a Rio e in altre città brasiliane gli omicidi ad opera della polizia continuino a ritmo quotidiano e come la risposta delle autorità sia assai insufficiente. Il prezzo, in termini di sofferenza e perdita di vite umane, è pagato soprattutto dagli abitanti delle favelas e di altre zone povere, in particolare da giovani uomini neri" – ha sottolineato Roque.

La repressione delle proteste da parte della polizia è secondo Amnesty International un altro elemento di preoccupazione.

Due anni dopo aver ospitato i mondiali di calcio, occasione in cui Amnesty International denunciò casi di uso eccessivo e non necessario della forza da parte della polizia durante le proteste - compreso l'uso improprio di "armi non letali" (gas lacrimogeni, spray al peperoncino, granate stordenti, proiettili di gomma ecc.) – non è stata assunta alcuna misura per evitare ulteriori violazioni dei diritti umani da parte della polizia.

L'unica novità dal punto di vista legislativo, relativa alla sicurezza pubblica in occasione delle Olimpiadi, è la normativa anti-terrorismo entrata in vigore nel febbraio 2016, che potrebbe essere usata per stroncare e criminalizzare le proteste.

Principali fatti e cifre
Nel 2015 le forze di polizia si sono rese responsabili di un omicidio su cinque nella città di Rio de Janeiro.

Nelle prime tre settimane dell'aprile 2016, almeno 11 persone sono state uccise nel corso di operazioni di polizia.

Nei primi tre mesi del 2016 gli omicidi a seguiti di intervento delle forze di polizia nella città di Rio sono aumentati del 10 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015.

Rispetto al 2013, nel 2015 gli omicidi a seguito di intervento delle forze di polizia nello stato di Rio sono aumentati del 54 per cento.

Il miscelatore lavello Zoom di Teknobili

FLESSIBILITA' TOTALE

[caption id="attachment_10872" align="aligncenter" width="469"]Miscelatore Lavello ZOOM di Teknobili Miscelatore Lavello ZOOM di Teknobili[/caption] Zoom (Design Nilo Gioacchini) di Teknobili è l'innovativo miscelatore cucina caratterizzato dalla totale flessibilità di movimento. Zoom raggiunge spazi nascosti ed angoli non visibili adattandosi in maniera unica all'ambiente che lo circonda. Si caratterizza per la doppia rotazione a 360° (sia del corpo del lavello che della bocca): basta un gesto semplice e leggero e il miscelatore si muove con estrema funzionalità e maneggevolezza sul piano lavello. Al design puro si aggiungono tecnologie brevettate per garantire i massimi livelli di comfort, ergonomia e fluidità del movimento. Lavello ZOOM Teknobili2   Zoom, attraverso la tecnologia Nobili Energysaving, permette l'apertura del flusso sempre in acqua fredda, evitando ogni spreco di risorse e un risparmio energetico.     Zoom ha inoltre ricevuto la menzione d'onore in un'edizione del Compasso d'Oro.   Per ulteriori informazioni: Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

mercoledì 27 aprile 2016

ROIVOLUTION - ottenere il ROI governando la multicanalità


ROIvolution: il primo manuale per gestire la multicanalità per la Lead Generation

L'Ecosistema di Comunicazione: governare la complessità per ottenere risultati di business
Avete mai guardato alla comunicazione come a un modello di business per collegare gli investimenti ai ricavi? Questo libro, scritto da Alessandro Santambrogio ed edito da Franco Angeli, cambierà il vostro punto di vista su come utilizzarla come una leva strategica in grado di sviluppare impatti diretti e misurabili sul fatturato aziendale.

L'Ecosistema di Comunicazione è il modello operativo, sviluppato da Liquid, che permette di governare la multicanalità come un processo coerente e misurabile. Non solo: consente di costruire modelli predittivi per definire l'ammontare degli investimenti e individuare i canali che permettono di ottimizzarli in relazione agli obiettivi.

Scopri di più sul libro >>
Guarda l'anteprima >>

ROIvolution - Alessandro Santambrogio
Ottimizzare gli investimenti
ROIvolution affronta la multicanalità in un'ottica di sistema, analizzandone potenzialità e meccanismi a favore della Lead Generation e dello sviluppo concreto del business aziendale.
Acquista su FrancoAngeli.it
Ecosistema di Comunicazione
L'Ecosistema di Comunicazione permette di calcolare il ROI di ogni campagna e canale e di creare modelli predittivi per determinare ex ante investimenti e canali più idonei ed efficaci.
Scopri l'Ecosistema
Ecosistema di Comunicazione
28 aprile - Convegno
L'impatto del digitale sul valore del brand. In Università Cattolica a Milano si discute, Con Barilla, Genertel, Vodafone e altri, di come l'Ecosistema Digitale ha mutato lo scenario.
Come partecipare

Copyright © 2016 Liquid - www.liquid-communication.it, All rights reserved.
Appartiene a questa mailing list in quanto contatto linkedin o su altri social, cliente, ex cliente o contatto professionale



--
www.CorrieredelWeb.it

MELISMELIS FIRMA VISUAL IDENTITY E PIANO SOCIAL DI "ARTISTS IN LOVE", NUOVO PROGRAMMA SKY ARTE HD


L'agenzia milanese firma la visual identity e ilpiano social del nuovo programma di Sky Arte HD dedicato agli "amori artistici" più celebri del '900


Milano27 aprile 2016  Prosegue con Artists In Love la collaborazione tra Melismelis e Sky Arte HD. 

La nuova produzione internazionale, firmata Sky Arts Production Hub, dedica 10puntate a 10 storie d'amore, passione e tormento, vissute nel '900 da artisti di fama mondiale.

Melismelis ha sviluppato per il programma logo, visual identity e piano social, declinando quest'ultimo non solo per l'Italia, ma anche per UK, Irlanda, Germania e Austria.

"Lavorare a questo progetto, ideando da zero la creatività di Artists In Love, è stata un'esperienza straripante – commenta Stefano Picarazzi, Art Director di Melismelis -. Insieme a Sky Arte HD abbiamo rivisitato vere e proprie leggende in chiave Pop, con eleganza e un pizzico di ironia. Un mix perfetto di estro e pura libertà visiva". 

L'intero social planning ideato da Melismelis per FacebookTwitter e Instagram è stato sviluppato a supporto della trasmissione coprendone l'intera durata di messa in onda e presentando, di settimana in settimana, i protagonisti della puntata successiva

Le singole storie presentate da Artists In Lovesono state interpretate, con delle GIF originali, dall'illustratrice Chiara Ghigliazza

A questi contenuti si alternano anche visual con foto d'archivio e citazioni celebri degli artisti.


"L'offerta di Sky Arte HD è sempre affascinante e coinvolgente – afferma Federico Broggi, Account Director di Melismelis . Per questo abbiamo voluto offrire, alla vasta community del canale, dei contenuti in grado di spingere gli utenti a interazioni e condivisioni spontaneeL'attività, giunta quasi al termine in Italia, sta riscontrando degli ottimi risultati: in 2 mesi sono stati pubblicati sui tre social network di riferimento (FacebookTwitter e Instagramoltre 1.800 post per un totale di 18 milioni di impressions e una reach superiore ai 5,8 milioni".

Credits
MelismelisSky Arts Production Hub
Direzione creativa: Alessandro Secchi e Stefano Picarazzi
Direttore Canale: Roberto Pisoni
Account Executive: Francesca Suzzani
Responsabile Marketing: Dino Vannini
Project Supervisor Social Media: Federico BroggiChannel SpecialistGaia Pasetto
Social Media Specialist: Cristiano Callegari e Valentina Biffi


Melismelis è l'agenzia di comunicazione che semplifica la vita alle aziende. È indipendente, di medie dimensioni e specializzata in progetti di comunicazione media neutral: dall'advertising al retail marketing, dalle media relations ai social media, dagli eventi al web. Tra i principali clienti: Sky, U2 Supermercato, Samsung, Intesa Sanpaolo, Confindustria, Nexity, Gabetti, Volotea, Hays, Cortilia, Investire SGR. www.melismelis.it


--
www.CorrieredelWeb.it

A CIBUS 2016 L'AZIENDA THE BRIDGE SI PRESENTA CON UNA NUOVA IMMAGINE

Nuovo il logo, il packaging dei prodotti e l'immagine coordinata. Sono queste le novità con cui l'azienda The Bridge, realtà di San Pietro Mussolino (VI) leader nella produzione di bevande 100% vegetali, biologiche e vegane, presenterà dal 9 al 12 maggio alla fiera Cibus di Parma al Pad 2 Stand D 073.

Il trend di crescita delle bevande vegetali non si arresta, infatti nell'ultimo anno questo segmento ha registrato in Italia un +28% a volume e superato largamente i 100 milioni di euro di fatturato (Fonte: dati Iri 2015).
A testimonianza di questo successo anche The Bridge, l'azienda di proprietà della famiglia Negro Marcigaglia che dal 1994 produce bevande 100% vegetali bio e che ha chiuso il 2015 con un fatturato pari a 20,5 milioni di euro registrando una crescita del + 50%, portandola ad avviare un'importante attività di re-branding per essere ancora più competitiva e riconoscibile sul mercato.

L'azienda di San Pietro Mussolino (VI) presenterà questa rinnovata identità aziendale in anteprima al pubblico e agli opinion leader del settore presenti dal 9 al 12 maggio alla fiera Cibus a Parma al Pad. 2 Stand D 073.

Innovazione, autenticità e sostenibilità, sono questi i principi su cui poggia da oltre vent'anni The Bridge, che oggi compie un passaggio epocale rinnovando totalmente l'immagine aziendale a cominciare dal marchio, essenziale, pulito e coerente alla propria filosofia. Uno stendardo bianco e verde a rappresentare la naturalità dei prodotti, una goccia a simboleggiare l'acqua di sorgente, linfa essenziale per le bevande The Bridge e due spighe stilizzate, per comunicare al consumatore l'accurata selezione dei cereali.

Tutto inizia dall'acqua, che sgorga purissima dalla fonte Papalini a 450 m slm, in un ambiente naturalistico incontaminato e selvaggio. Grazie alla sua posizione geografica a ridosso del Parco Naturale dei Monti Lessini, l'azienda utilizza un'acqua di altissima qualità, con un equilibrato contenuto di sali minerali e bassa presenza di sodio, che rende i latti vegetali leggeri e ricchi di minerali ed oligoelementi. Accurata e scrupolosa la selezione di cereali e semi, provenienti dalle migliori coltivazioni biologiche italiane. Dalle mandorle di Sicilia al riso coltivato in Piemonte, dalla soya all'avena, ogni ingrediente è selezionato con cura e attenzione meticolosa, riflettendo una scelta profonda e radicata nell'anima di chi ancora oggi segue le orme del fondatore dell'azienda.

Dalla creazione del primo latte di riso biologico alle molteplici certificazioni internazionali, l'azienda vicentina continua a perseguire oggi con successo nel suo percorso di innovazione e sostenibilità, rimanendo fedele alla propria identità: essere una "small family company" che con coraggio ha saputo intraprendere fin dal 1994 una scelta innovativa e lontana dal conformismo.



--
www.CorrieredelWeb.it

QUANTA SPA: ILLO QUINTAVALLE NUOVO PRESIDENTE


Milano, 27 aprile 2016Illo Quintavalle è il nuovo presidente di Quanta Spa, società italiana leader nei servizi dedicati alle Risorse Umane. Assume la carica del padre Umberto, che rimane ai vertici dell'azienda con il ruolo di vicepresidente.

La nomina è stata approvata dal Consiglio di Amministrazione che ha anche confermato Enzo Mattina alla vicepresidenza.
Carlo Scatturin, infine, è stato designato Direttore Generale Quanta Spa, carica operativa dal prossimo maggio.

"È con onore e grande senso di responsabilità che mi preparo a questa nuova avventura alla guida della nostra family company. – dichiara Illo Quintavalle, presidente di Quanta Spa – Quanta è una delle principali realtà italiane e internazionali nel settore delle risorse umane, il mio obiettivo sarà quello di favorirne ulteriormente la crescita.

Tre le sfide che ci aspettano: raccogliere il testimone e proseguire il percorso di mio padre Umberto e di Enzo Mattina, che ringrazio per aver scelto di affiancarmi in questo percorso; rispondere tempestivamente alle esigenze di un mercato in continua trasformazione grazie a percorsi di formazione continua sia professionale che manageriale che vedranno impegnati tutti noi; accrescere il nostro valore aggiunto, la forza di essere Gruppo – aggiunge Illo Quintavalle.

Sono certo che in questo modo raggiungeremo obiettivi importanti che ci permetteranno di valorizzare i risultati acquisiti e, al tempo stesso, di far crescere la nostra società, rafforzandone il ruolo e il posizionamento nell'ambito della comunità nazionale e internazionale", conclude il presidente di Quanta Spa

Illo Quintavalle

Classe 1979, Illo Quintavale studia all'Ecole Française De Milan e si laurea in Economia Aziendale presso la Liuc. Inizia da subito a lavorare nel Gruppo di famiglia, prima in stage in filiali in giro per l'Italia e poi presso la sede centrale. Dopo un semestre di adattamento, parte per gli Stati Uniti come supporto alla neonata società americana Quanta Staffing Solutions.

Dal 2004 è a Lugano, dove svolge, per tre anni, tutte le attività tipiche del settore dal recruiting al commerciale fino a diventare nel 2005 direttore e poi Ceo di Quanta Svizzera. Dal 2005 si occupa anche della gestione in Romania. Dal 2007 gestisce tutta l'attività internazionale.
Dal 2010 assume il ruolo di Direttore Commerciale Nord Italia. L'apertura dell'attività in Brasile, così come l'acquisizione di 75% di Selectia, portano il suo imprimatur.
Dal 2012 diventa Direttore Generale di Quanta Italia e l'anno dopo è nominato amministratore delegato di tutto il Gruppo Quanta.
Quanta Spa
Quanta SpA è la società madre del Gruppo Quanta, leader nei servizi dedicati alle Risorse Umane. La sua storia è legata alla famiglia di imprenditori milanesi Quintavalle.
Tra le prime Agenzie a ottenere l'autorizzazione ministeriale necessaria per operare sul territorio nazionale, Quanta si caratterizza per la forte specializzazione con divisioni verticali su varie tipologie di mercato e per la forte competenza giuslavoristica.
Quanta è strutturata in 10 divisioni tematiche, è presente in 5 Paesi, ha 36 filiali in Italia e 7 all'estero. Il fatturato del 2015 è pari a 193 milioni di euro. La società vanta 1.200 clienti attivi, 152 apprendisti in somministrazione, 415 lavoratori in somministrazione a tempo indeterminato e 19.131 lavoratori in somministrazione a tempo determinato  



--
www.CorrieredelWeb.it

Collezione Plus di Teknobili

COLLEZIONE PLUS DI TEKNOBILI

Design: dal 2003 Piet Billekens

ELEGANZA SENZA TEMPO

[caption id="attachment_10912" align="aligncenter" width="478"]Collezione PLUS di Teknobili Collezione PLUS di Teknobili[/caption]   La collezione Plus (Design: dal 2003 Piet Billekens) di Teknobili, nata 10 anni fa, è oggi alla sua terza edizione. La sua eleganza senza tempo, si esprime nella forza di rivoluzionare il design, partendo dalla tecnica. Un vero e proprio omaggio alle formeminimaliste: Plus si caratterizza per la sua migliorata affidabilità e per l'ergonomia d'utilizzo. Ogni dettaglio di progettazione è stato pensato per rendere più pulito ed elegante il profilo del miscelatore. Da un punto di vista tecnologico, il miscelatore monta infatti la cartuccia coassiale Nobili COAXIAL®:un prodotto d'avanguardia , fabbricato a partire da materiali di altissima qualità, che garantisce l'entrata e l'uscita dell'acqua sullo stesso asse eliminando il blocco cartuccia sul lato del miscelatore e assicurando l'apertura dell'erogazione sempre in acqua fredda per abbattere i consumi energetici. Tra le altre tecnologie presenti nella collezione Plus:TEKNOBILI_PLUS12
  • Nobili EnergySaving permette l’apertura del flusso in acqua fredda, evitando la richiesta e la conseguente accensione della caldaia. Questo significa minore consumo d’acqua calda, maggiore risparmio energetico ed economico, elevato rispetto ambientale.
  • Il sistema a frizione a basso attrito dei dischi ceramici Nobili LiveDrive dona maggiore longevità al miscelatore in quanto evita il frizionamento dei dischi in ceramica quando la leva di miscelazione viene ruotata in posizione di chiusura, riducendo così l’usura delle piastrine all’interno della cartuccia.
  TEKNOBILI_PLUS17 16.51.27 Il miscelatore monocomando per lavello si caratterizza per la doccetta orientabile che permette di spostare l'erogazione e ruotarla in base alle diverse necessità. Il getto tradizionale è assicurato dall’aeratore Neoperl® Cascade®, garanzia di qualità e affidabilità, mentre il getto pioggia utilizza ugelli in speciale silicone anticalcare che permettono la migliore facilità di pulizia. La molla a copertura del flessibile è invece realizzata in acciaio inossidabile e successivamente cromata, in modo da mantenere le medesime caratteristiche estetiche del resto del miscelatore.   La collezione Plus comprende prodotti e varianti per il bagno e per la cucina.     Per ulteriori informazioni: Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

Nolita si rifa' il look nel web con il supporto dell'agenzia we\go

Nolita, brand leggendario del total look donna, ha da poco messo online il nuovo sito nolita.it con il supporto dell'agenzia multidisciplinare con sede a Padova WE\GO. Nolita_01 Un brand Nolita che da sempre si è fatto riconoscere dal mercato grazie al suo approccio spregiudicato utilizzato nell'associare elementi di stile diversi. ALL'AGENZIA WE\GO E' STATO AFFIDATO IL COMPITO DI RIFARE IL LOOK WEB A NOLITA! Nolita_03 WE\GO da subito ha deciso con il brand di focalizzarsi nello studio di qualcosa di nuovo, di innovativo. Il sito nello studio sviluppato dall'agenzia doveva avere due obiettivi: mantenere una certa coerenza con il DNA del brand ma anche delineare un'interfaccia innovativa in grado di anticipare i tempi. WE\GO per la realizzazione del nuovo sito nolita.it ha lavorato come un make-up artist nel web. Contenuto e contenitore sono importanti ma per un brand come Nolita era necessario spingersi oltre: per Nolita è stato ricreato un sito web ricco di connotati di stile, con un risultato di alto livello. La scelta WE\GO per raggiungere il risultato richiesto è ricaduta nell’estrema cura di transizioni in HTML5 che donano all’utente target di Nolita un’ esperienza di navigazione fantastica….anche da mobile!   WE\GO è un'agenzia di comunicazione di Padova fondata sul principio che la ricerca, l'eccellenza, la crescita umana e l'innovazione vanno di pari passo. Nata come web agency, si contraddistingue sin dalle origini per la capacità di unire l'abilità della programmazione al design creativo, realizzando progetti web d'eccellenza. Oggi, forte di questa conoscenza, WE\GO si evolve e fornisce soluzioni strategiche e di sviluppo a 360 gradi nei servizi di comunicazione integrata e di marketing, con particolare attenzione al mondo digital. L'obbiettivo è quello di offuscare le linee di confine tra pubblicità tradizionale e innovazione digitale per portare soluzioni nuove ed uniche e risolvere tutte le sfide, anche le più complesse. Grazie a un team che unisce professionisti del settore a figure junior accuratamente selezionate, WE\GO garantisce alla propria clientela servizi di alta qualità con strategie personalizzate in base alle specifiche esigenze. Un'agenzia ricca di ispirazione e talento dove la dimensione umana è un valore riconosciuto. Per ulteriori informazioni: Digital PR a cura di Blu Wom Milano www.bluwom-milano.com p.fabretti@bluwom-milano.com

martedì 26 aprile 2016

Nuova immagine per il Gruppo Manni

Verona, 26 aprile 2016. Il Gruppo Manni è una realtà internazionale e per questo ha deciso di regalarsi una nuova identità visiva capace di raccontare, con la giusta profondità, il suo carattere univoco e i valori condivisi da tutte le aziende che ne fanno parte.

Festeggiato nel 2015 il 70° compleanno, è già tempo di muoversi verso i prossimi traguardi. Passo dopo passo l'azienda è cresciuta fino a diventare una Holding internazionale che ora ha l'esigenza di presentarsi ad un pubblico molto più ampio, differenziato ed evoluto per il quale la continuità e la solidità di una lunga tradizione industriale e familiare sono sinonimo di affidabilità e garanzia irrinunciabile.

Per comunicare al meglio questi valori ha scelto un'immagine forte, coerente e riconoscibile in Italia e all'estero.

Il Gruppo Manni diventa Manni Group.

Il nuovo logo riprende il Palazzetto, emblematica sede di Verona, e lo suddivide in triangoli, struttura base dell'architettura degli edifici ed elemento visivo chiave della nuova brand image. I triangoli formano una rete, simbolo di protezione, sicurezza e sostenibilità.  

Un volto rinnovato, quindi, ma portatore dei valori in cui l'azienda si riconosce da sempre: attenzione alle relazioni, rispetto per l'ambiente, innovazione e propensione al futuro, come sintetizza il pay-off Building Future.

Tutte le aziende del Gruppo condividono i tratti della nuova brand image, mentre il colore è l'elemento che caratterizza i singoli business garantendo autonomia alla comunicazione di ognuno.

Il richiamo visivo restituisce un'immagine unitaria, rafforzando la percezione identitaria e l'interconnessione tra le diverse aziende impegnate verso un obiettivo comune: promuovere un'edilizia sostenibile, sicura ed efficiente attraverso l'impegno costante nella ricerca e nello sviluppo di prodotti, servizi e soluzioni per le costruzioni in acciaio, la riqualificazione del costruito, la riduzione dei consumi e delle emissioni e la diffusione delle fonti di energia rinnovabili.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 25 aprile 2016

Stati Generali della Ricerca Sanitaria, Evento sulla Salute Pubblica

L’evento che mette in risalto la realtà della ricerca sanitaria si terrà a Roma, il 27 e 28 aprile, Auditorium del Massimo, con la partecipazione di 145 relatori.
stati-generali-della-ricerca-sanitaria
Roma, 20/04/2016 – Gli Stati Generali della Ricerca Sanitaria, alla presenza delle più alte Cariche Istituzionali, con la partecipazione di autorità accademiche e scientifiche, ricercatori e rappresentanti dei pazienti, della realtà industriale e della finanza vogliono mettere in risalto il mondo della ricerca sanitaria, dibattendo sulle criticità ma anche sulle potenzialità di un settore che costituisce una significativa opportunità di crescita, anche grazie alle diverse realtà che interconnette.
La situazione della ricerca scientifica oggi in Italia, quali sono i settori di eccellenza, come i giovani affrontano le sfide di questa professione, sono solo alcuni degli interrogativi che verranno affrontati durante l’evento che vuole anche offrire ai ricercatori un’occasione di approfondimento su tematiche poco affrontate durante il percorso formativo. L’agenda dei lavori si apre con una sessione istituzionale di indirizzo, per poi passare all’analisi e all’approfondimento degli strumenti di governance della ricerca biomedica.
Seguiranno sessioni dedicate alla dimensione internazionale e alle caratteristiche della figura professionale del ricercatore biomedico. Infine, verranno presentate le novità contenute nel Bando per la Ricerca indipendente AIFA per l’anno 2016, che immettono nel sistema 180 milioni di euro, molti dei quali destinati a giovani ricercatori. In aggiunta, sono state previste due sessioni tematiche, una dedicata all’incontro tra scienziati e giovani studenti e la seconda dedicata all’incontro tra progetti di ricerca e venture capital.
stati-generali-della-ricerca-sanitaria
La comunicazione digitale gioca un ruolo fondamentale nel favorire la discussione on line sui temi dell’evento: proprio per questo è stato realizzato un sito teaser www.statigeneraliricercasanitaria.it e simultaneamente sono stati aperti i canali social Facebook (www.facebook.com/ricercasanitaria) e Twitter #ricercaperlasalute.
Il tema viene declinato da molteplici prospettive, mediante contenuti di interesse che popolano il sito teaser e i social network, in un’ottica adatta agli Stati Generali della Ricerca: quella dell’identificazione di priorità, criticità, ipotesi di strategie che assicurino l’efficacia nell’utilizzo delle risorse investite e successo al mondo della Ricerca italiano; facendo convergere in un’unica rete esperti, stakeholder e istituzioni in uno sforzo di coesione che sia utile sia per il sistema Paese che per i singoli cittadini.
logo
Mediaticamente Srl come partner digitale, offre per questo evento un servizio di Event/Campaign social management. La società nasce nel 2004 ed è specializzata nella realizzazione e gestione di campagne digitali. www.mediaticamente.it
Contatti: info@mediaticamente.it

sabato 23 aprile 2016

PUBLIONE PIANIFICA LA CAMPAGNA SPOT DI AMARO DEL CAPO SU SKY

Lo spot andrà in onda durante le partite di calcio di serie A e serie B fino al 7 maggio.

Dal 23 aprile al 7 maggio 2016 Vecchio Amaro del Capo sarà protagonista di una campagna TV con una pianificazione molto importante che PubliOne, agenzia di comunicazione integrata con sede a Milano, Forlì e Napoli, ha realizzato per le Distillerie Caffo. Lo spot «Freeze Your Moment» sarà infatti in onda sulle reti sportive Sky durante le partite di calcio di serie A e serie B: un modo diverso per assaporare la fine del campionato, che determinerà il vincitore dello scudetto. La campagna pubblicitaria raggiungerà oltre 36 milioni di telespettatori, a prova dell'affermazione del brand sul mercato e della volontà di investire in comunicazione.
Una volontà che trova in PubliOne il partner ideale, che da oltre cinque anni cura gli aspetti creativi e gestionali per il più corretto posizionamento del prodotto leader dell'azienda, il Vecchio Amaro del Capo: fino a qualche mese fa agenzia e azienda sono state impegnate insieme nella celebrazione del centenario delle Distillerie Caffo. Un progetto di ampio respiro che traccia l'affascinante storia di una famiglia giunta alla quarta generazione di imprenditori e di "Mastri Distillatori".
"Quando i vertici delle Distillerie Caffo hanno affidato all'agenzia la programmazione dello spot – ha dichiarato Loris Zanelli, CEO di PubliOne – abbiamo subito compreso l'importanza della campagna e la fiducia che l'azienda stava riponendo in noi. Per questo abbiamo studiato a fondo la programmazione dello spot e, in collaborazione con le più importanti concessionarie nazionali di pubblicità, abbiamo curato al meglio la strategia di pianificazione. Il campionato di calcio italiano resta infatti un imprescindibile punto d'attrazione per gli spettatori e per gli appassionati: un'occasione preziosa per dare al Vecchio Amaro del Capo la posizione di preminenza che gli spetta".

Vecchio Amaro del Capo è presente anche su Instagram e su Facebook, dove conta più di 140.000 followers.


Milano, 23 aprile 2016


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.