CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo





Cerca nel blog

venerdì 30 novembre 2018

Assomela sceglie Sopexa per la prossima campagna di comunicazione in Italia e Spagna

 

Assomela sceglie Sopexa per la prossima campagna di comunicazione in Italia e Spagna


A seguito di una consultazione che ha coinvolto diverse agenzie di settore, la principale associazione italiana di produttori di mele, Assomela, ha selezionato l'agenzia Sopexa per la realizzazione di una campagna di comunicazione di tre anni (dal 2019 al 2021) sui territori italiano e spagnolo.


Prevalentemente BtoB, la campagna si pone l'obiettivo, da un lato, di sensibilizzare ed educare i capi reparto e i rivenditori della grande distribuzione nella valorizzazione e nella gestione del prodotto sul punto vendita e, dall'altro, di accompagnarli nell'ambito delle attività promozionali.

Grazie ad un programma di formazione, la campagna porrà l'accento sui vantaggi delle varietà di mele dell'offerta Assomela e sulle peculiarità dei metodi di produzione, con un occhio di riguardo alle tematiche della sostenibilità, della qualità e del controllo sanitario. Nell'ambito del programma, viaggi studio in Trentino-Alto Adige, alla scoperta delle zone di produzione delle cooperative che fanno parte dell'associazione come Melinda/La Trentina, VI.P (Val Venosta) e VOG (Marlene).

Parallelamente, anche i professionisti seguiranno una formazione dedicata alla corretta gestione e conservazione del prodotto sul punto vendita.

Con l'obiettivo di potenziare la visibilità delle mele Assomela all'interno dei reparti, saranno sviluppate azioni di marketing e promozione nella grande e media distribuzione, supportate da eventi/appuntamenti organizzati in occasione delle principali fiere di settore – MacFrut e Interpoma in Italia e Fruit Attraction in Spagna.



Sopexa : International Communication and Marketing agency, 100% Food, Drink e Lifestyle.

Sopexa accompagna le aziende, i marchi, le collettive e le istituzioni nello sviluppo della loro strategia di comunicazione e marketing. Grazie ad un team internazionale presente su differenti mercati, al passo con le tendenze e le esigenze a livello locale, l'agenzia opera in tutto il mondo attraverso servizi di Influencer, Branding e Shopper Marketing, e strategie di comunicazione su salute-nutrizione. 

3 lancia il concorso ‘Chatta con Trelpy’ su App My3 in occasione della Cyber Week

3 lancia il concorso 'Chatta con Trelpy' su App My3 in occasione della Cyber Week

In palio, ogni giorno, cinque smartphone HAUWEI Mate 20

 

Roma, 26 novembre 2018 -  Il brand 3, in occasione della Cyber week, lancia il concorso 'Chatta con Trelpy – Gioca e vinci su App My3', che mette in palio, ogni giorno, cinque smartphone HUAWEI Mate 20.

 

Dal 26 al 30 novembre, i clienti 3 possono partecipare al concorso tramite My3, l'App che permette di accedere ai servizi di assistenza in totale semplicità e autonomia. È possibile, ad esempio, visualizzare l'offerta attiva, monitorare i consumi, consultare le fatture, ricaricare, gestire le proprie sim e chattare con Trelpy, l'assistente digitale a disposizione 24 ore su 24.

 

Proprio Trelpy è il protagonista della 'Cyber Week' di 3. Per aderire all'iniziativa, basta, infatti, accedere alla sezione dedicata al concorso sull'App My3 e chiedere a Trelpy, con un semplice 'tap', se la giocata è vincente. In palio, ogni giorno, cinque smartphone HUAWEI Mate 20.

 

HUAWEI Mate 20 è costruito con un display dai colori intensi ed è dotato di processore Kirin 980, il primo al mondo con doppia intelligenza artificiale. L'iconico quadrato che incornicia la Tripla Fotocamera, realizzata in partnership con Leica, e il flash eredita il design essenziale e simmetrico della serie Mate e diventa un tratto distintivo del nuovo modello.

 

Maggiori informazioni sul nuovo concorso sono disponibili sul sito  tre .it  e sui canali social Facebook, Twitter e Instagram di 3.

Responsabilità sociale d’impresa. EcoVadis assegna il premio Silver al Gruppo GLS

Responsabilità sociale d'impresa

EcoVadis assegna il premio Silver al Gruppo GLS

 

  • Certificazione di sostenibilità basata su standard internazionali
  • GLS tra le prime 21 nella classifica delle migliori cento del settore

 

Amsterdam, 26 novembre 2018. GLS è stata premiata per il suo impegno nell'ambito della responsabilità sociale d'impresa con il rating Silver di EcoVadis.

 

La responsabilità d'impresa è fondata sulla trasparenza: ecco perché GLS ha partecipato per la seconda volta consecutiva al programma di certificazione indipendente EcoVadis, ottenendo il rating Silver (argento) nell'agosto 2018. Rispetto all'anno precedente, il Gruppo ha migliorato le sue performance in tutte e quattro le categorie, passando dal livello Bronze (bronzo) al livello Silver. Questa valutazione fa sì che l'azienda si collochi tra le prime 21 aziende su cento del settore logistico, e tra le prime 18 su cento per quanto riguarda tematiche ambientali. GLS si colloca nella top 12 di tutte le aziende valutate da EcoVadis.

 

"Forti della certificazione EcoVadis garantiamo ai nostri clienti la più completa trasparenza nell'ambito della sostenibilità. Molti di loro la utilizzano nella propria documentazione CR", afferma la Dott.ssa Anne Wiese, Responsabile Corporate Responsibility del gruppo GLS. "Questo tipo di attività di analisi offre inoltre l'opportunità di convalidare in modo mirato le nostre misure in materia di sostenibilità e di continuare a migliorarle".

 

La nostra sostenibilità messa alla prova

 

EcoVadis valuta la gestione della sostenibilità all'interno di un'azienda sulla base di 21 criteri suddivisi in quattro categorie: ambiente, sociale, etica e acquisti sostenibili. A questi criteri sono state assegnate diverse ponderazioni nel risultato finale. La valutazione si basa su standard internazionali come la Global Reporting Initiative e l'UN Global Compact.

 

Nel condurre le valutazioni EcoVadis attribuisce pari importanza alla strategia, alle azioni e ai risultati del sistema di gestione in tutte e quattro le categorie. Questi tre livelli di valutazione sono suddivisi in un totale di sette indicatori, compresa un'analisi a 360° che si basa su informazioni provenienti da oltre 800 fonti e che valuta ulteriori tematiche di rilievo.

 

 

Il Gruppo GLS

GLS, General Logistics Systems B.V. (sede centrale a Amsterdam), propone servizi di spedizione affidabili e di qualità elevata per oltre 270.000 clienti, integrando servizi di corriere espresso e di logistica. "Collocarsi in una posizione di prestigio a livello di qualità nella logistica delle spedizioni a livello europeo", questo è il motto di GLS. Pertanto, GLS punta a uno sviluppo sostenibile. Con società e partner propri il Gruppo copre 41 Paesi europei e otto stati negli USA ed è collegato a tutto il mondo tramite partnership sancite da contratto. GLS dispone di oltre 50 centri di smistamento centrali e regionali e di oltre 1.000 Sedi. Grazie alla sua rete distributiva su strada, GLS è un fornitore di servizi di spedizione leader sul mercato europeo. Ogni giorno circa 18.000 dipendenti e circa 30.000 mezzi sono in strada per GLS. Nell'esercizio 2017/18 GLS ha trasportato 584 milioni di pacchi e ha ottenuto un fatturato di 2,9 miliardi di euro.

beon. Worldwide si posiziona tra le prime 3 agenzie di eventi al BEA World Festival

beon. Worldwide si posiziona tra le prime 3 agenzie di eventi al BEA World Festival (Best Events Awards)

 

  • beon.Worldwide è stata l'agenza più premiata al Bea World Festival, e si posiziona ora tre le prime 3 migliori agenzie nel ranking mondiale.
  • boen. Ha vinto 3 ori nel festival internazionale, dove le migliori agenzie competono per i premi a livello globale.

L'agenzia spagnola beon.Worldwide ha ottenuto 3 ori al BEA World Festival, celebrato a Coimbra in Portogallo. Questi premi hanno permesso all'agenzia di posizionarsi al terzo posto nel ranking mondiale delle migliori agenzie di eventi, e al primo posto in Spagna.

I Bea World ha riunito i migliori professionisti del settore, in una cerimonia conosciuta come "gli Oscar" degli eventi. È il festival del settore più importante al mondo, in cui le maggiori agenzie internazionali gareggiano con i loro migliori progetti per ottenere riconoscimento nel mercato globale.

Il 50º anniversario di Oriflame Swedish Cosmetics e i Recvlon Style Masters Show Awards sono stati gli eventi con cui beon. si è assicurata gli ori nelle categorie best convention, best live entertainment e best incentive.

L'impegno per l'innovazione e la tecnologia applicata negli eventi, una delle massime priorità del gruppo, è stato fondamentale per ottenere questi riconoscimenti. L'intera produzione in-house, nella sede centrale di Mairena del Aljarafe (Siviglia), il controllo dell'intero processo dall'ideazione alla realizzazione e il servizio a 360 gradi, consentono a questa azienda indipendente di essere leader nel mercato internazionale.

Il gruppo aziendale fondato in Andalusia con capitali spagnoli ha uffici in Spagna, Portogallo, Italia e Francia e ha portato a termine con successo progetti in più di 30 paesi e vanta oltre 150 premi internazionali.



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 28 novembre 2018

IL, Il maschile del Sole 24 ORE In edicola da venerdì 30 novembre 2018 con Il Sole 24 ORE- Speciale Orologi

IL
il maschile del Sole 24 ORE

Lettura veloce o lenta, a video o sulla pagina stampata per un cervello bi-alfabetizzato.

Codice password, una parola per la vita in rete. 

Giorgio Armani scrive in esclusiva per IL e racconta il suo rito quotidiano irrinunciabile: la lettura dei giornali. 

Viaggio-inchiesta al Polo Nord per capire i cambiamenti climatici.

Danilo Gallinari si racconta: il 'Gallo' in Nba. 

Speciale Orologi, le novità da mettere al polso. 

In edicola da venerdì 30 novembre 2018 con Il Sole 24 ORE

Ogni giorno un individuo medio consuma 34 gigabyte di testi, più o meno 100mila parole, saltabeccando da un dispositivo tecnologico all'altro. Lettura veloce o lenta, a video o su pagina stampata. Che cosa cambia? Cambiano i circuiti mnemonici e cognitivi, cambia il nostro cervello che si sta trasformando e quello dei nostri figli che sarà completamente diverso. Impossibile tornare indietro. La rivoluzione celebrale è in atto. Lo sostiene la neuroscienziata Maryanne Wolf nell'intervista su IL, il maschile del Sole 24 Ore in edicola con il quotidiano da venerdì 30 Novembre. (La sfida, per le nuove generazioni, sarà quella di diventare bi-alfabetizzati, ovvero di sviluppare un cervello capace di andare a due velocità: lettura rapida e sintetica online, lettura profonda sulla pagina stampata.

 

Dalla carta non si stacca Giorgio Armani, che ha scritto per la prima volta e in esclusiva per IL un articolo in cui difende il valore dell'informazione. Per lo stilista milanese la lettura mattutina del giornale è un imprescindibile appuntamento quotidiano, garanzia di una lettura di qualità e fonte di un piacere concreto, mentale e tattile (e persino olfattivo: il profumo della carta fresca di stampa), irrinunciabile in un'epoca in cui la velocità della circolazione delle notizie è ormai dettata dalla rete e dai social network, con tutti i limiti di verificabilità e di attendibilità delle fonti. Racconta Armani: "Può suonare strano, ma ho sempre l'impressione che le parole e le immagini stampate si possano toccare, che diventino eterne".

 

Eppure, per paradosso, proprio nel mondo virtuale dove le parole sono così tante da sembrare, alla fine, poco importanti, è una singola parola ad aver assunto un valore smisurato: la password. Combinazioni del vecchio caro alfabeto aggregate in sequenze sempre nuove, con numeri e simboli, sono una sorta di neolingua alfanumerica che gestisce tutti i nostri account, i cloud con le nostre foto e persino il nostro conto economico.

 

E il linguaggio dell'amore nell'era virtuale si trasforma? IL ha chiesto a tre scrittori, Francesco Piccolo, Paolo Giordano e Marco Balzano, cosa è rimasto, in un'epoca di relazioni virtuali, dell'eros, quello vero. In cerca del maschio, i tre scrittori rispondono a ruota libera sull'amore, il sesso, la paternità, il lavoro e la carriera per descrivere tutto quello che è un uomo oggi. Mentre un esperto di letteratura antica, Giorgio Ieranò lancia una provocazione: se oggi fosse vivo Ovidio e pubblicasse la sua Ars Amandi verrebbe tacciato di istigazione alle molestie.

Invece nel mondo reale cosa sta accadendo? IL è partito per un'esplorazione al Polo Nord. Un viaggio-inchiesta, tra i ghiacci con i ricercatori che studiano i cambiamenti climatici. Una spedizione nel villaggio abitato più settentrionale del mondo, nell'arcipelago norvegese delle Svalbard: a Ny-Alesund, sull'isola di Spitzbergen. Lì, 16 equipe internazionali di ricercatori controllano l'innalzamento delle temperature, lo scioglimento progressivo dei ghiacci e anche il traffico commerciale, che in questo lembo di mare tra Europa e Stati Uniti sta provocando danni probabilmente irreparabili al nostro pianeta. E qui si registrano aumenti di temperatura doppi rispetto al resto del pianeta.

 

Sempre a proposito di esplorazioni, IL si è spinto anche in Costa d'Avorio, a Yamsoukrou, dove il defunto padre della patria, Felix Houphouet Boigny, ha fatto costruire la copia, in scala "1 a 1", della Basilica di San Pietro in Vaticano. Una cattedrale nel deserto, o meglio nella savana, a due passi dall'Equatore. Un'esperienza davvero surreale.

 

Per gli appassionati di cinema, IL propone una chiacchierata con il regista messicano Alfonso Cuarón. Non c'è infatti solo l'arrivo nelle sale e su Netflix di Roma. Per il piccolo schermo, una nuova tendenza horror sbanca nelle serie tv, mentre in radio è il rock di RadioFreccia a scandire il ritmo di dicembre. Per lo sport Danilo Gallinari, prova a raccontare a IL la sua America tra le stelle dell'Nba. Infine, per gli amanti delle 4 ruote, il ritorno della nuova Bmw X5 nel firmamento dei Suv che non disdegnano l'asfalto. Per l'immancabile servizio di moda IL è entrato in uno dei santuari del made in Italy e dei tessuti preziosi per l'arredo: scattare il servizio fotografico di IL accanto ai telai del Settecento, che ancora oggi producono velluti di straordinaria morbidezza, è stato come gettare un ponte tra l'eccellenza dei preziosi damaschi che arredavano le case patrizie e le nuove tendenze della moda italiana contemporanea.

 

Il numero 107 di IL in edicola con Il Sole 24 Ore venerdì 30 ottobre, si conclude con uno Speciale Orologi: 20 pagine dedicate a tutte le novità. Dai segnatempo gioiello fino ai più tecnologici smartwatch. Alla ricerca del regalo perfetto.

Buona lettura


IL, in edicola con Il Sole 24 Ore da venerdì 30 novembre 2018.

 

 

La Campagna pubblicitaria a sostegno dell'uscita è firmata da Simonetti Studio per i mezzi del Gruppo 24 ORE



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 26 novembre 2018

On air la nuova campagna spot di Fratelli Beretta: la voglia non aspetta!

SALUMI BERETTA, LA VOGLIA NON ASPETTA!

On air la nuova campagna pubblicitaria dei F.lli Beretta

 

Milano, Novembre 2018 – È partita la nuova campagna pubblicitaria a diffusione nazionale del Salumificio Fratelli Beretta. Uno speciale ritorno nelle case degli italiani con la qualità e la bontà di sempre, valori testimoniati innanzitutto dalla linea Fresca Salumeria Beretta, su cui il primo di una serie di spot è incentrato, ma anche dai mitici Salamini Beretta, dagli invitanti Salamini Snack, dagli Hamburger, dal Bacon a fette, dagli sfiziosi Mini Mini Stick e dalla Pancetta a cubetti. 

 

Il primo della serie è lo spot tv su Fresca Salumiera, che vede protagonisti una simpatica cassiera, una loquace bimba con la sua mamma e Rexy, l'ormai famoso T-REX di peluche amico dei bambini che non vedeva l'ora di essere nuovamente coinvolto! Gioco, simpatia e allegria distinguono i dialoghi dei protagonisti e sono valori chiave caratteristici anche degli altri tre spot, in cui ritroviamo la spigliata cassiera, che, di volta in volta, si interfaccia a personaggi differenti: un adulto che non resiste alla tentazione di assaggiare il suo aperitivo alla cassa, giovani ragazzi che fanno la spesa per una festa divertente... Ad esaltare il tutto, inoltre, ricorre sempre il claim: "Beretta la voglia non aspetta", che richiama l'impazienza che assale chiunque davanti a prodotti che stuzzicano l'appetito e la volontà di condivisione, proprio come quelli di Beretta.

 

Gli obiettivi della campagna sono quelli di sostenere il grande successo commerciale che i prodotti continuano a mantenere da anni e fornire nuova linfa alla notorietà del brand.

 

"Il filo rosso che unisce questo spot e gli altri in programmazione è il gesto semplice e quotidiano, quello di fare la spesa, che appartiene a tutti: mamme, famiglie, amici, single...Lo stesso focus che vuole richiamare anche la campagna precedente, che era ambientata, invece, in una cucina" dichiara Enrico Farina responsabile marketing "E' il piacere di continuare a scegliere con spontaneità gli ottimi prodotti Beretta: gli stessi che condividiamo in buona compagnia e in qualsiasi momento della giornata".

 

A debuttare è lo spot con il T-Rex Rexy, ma gli altri seguono subito a ruota. In onda dal 18 novembre, lo saranno fino al 22 dicembre sulle reti di Publitalia. Sui touch points di Cairo, invece, sono on air dal 25 novembre al 15 dicembre. L'intera campagna, infine, vive anche sul web, dove appare come teads dal 18 novembre al 24 dicembre.

 

 

CREDITS

 

Agenzia: EY Advisory – Branding & Communication

Direzione Creativa: Stefano Battistelli

Art Director: Carola Cunzolo

Casa di Produzione: Filmaster Production

Regista: Veronica Mengoli



--
www.CorrieredelWeb.it

Contro gli stereotipi della meteorologia, il corto degli studenti vincitore del Premio Borghi

Un finto meteorologo protagonista del video che mette in guardia sugli "STEREOmeteoTIPI"

 

Fondazione OMD ha assegnato in occasione del Festivalmeteorologia di Rovereto il Premio Sergio Borghi al miglior lavoro sui luoghi comuni della meteorologia.


Vincitori gli studenti della classe 4^AG dell'ITT Panella-Vallauri di Reggio Calabria.

 

Un meteorologo con le caratteristiche di uno "sciamano", che nella piazza di un paesino della Calabria dispensa previsioni meteorologiche come verità assolute alle persone che lo attendono con ansia, disposte a offrirgli regali pur di essere ricevute e poter programmare le proprie giornate in base alle sue risposte.

È il protagonista del cortometraggio "Il meteorologo" realizzato dai ragazzi della classe 4^AG, indirizzo grafica e comunicazione, dell'Istituto Tecnico Panella-Vallauri di Reggio Calabria, vincitori della seconda edizione del Premio Sergio Borghi. Il riconoscimento è stato istituito dalla Fondazione OMD – Osservatorio Meteorologico Milano Duomo per premiare studi e iniziative meritevoli in ambito meteorologico.

 

Gli studenti di Reggio Calabria hanno ricevuto il primo premio – un buono per acquisti online del valore di 1000 euro - nella categoria riservata alla scuole superiori per aver compreso appieno il tema del concorso, ovvero gli "STEREOmeteoTIPI: i luoghi comuni della meteorologia" e averlo saputo raccontare con originalità. Il sedicente esperto rappresentato nel loro video, che risponde alle richieste delle persone, diverse tra loro per età e professione, con frasi fatte e luoghi comuni e nel finale si rivela semplicemente un abile manipolatore di dati, incarna infatti alla perfezione la cattiva informazione diffusa da alcuni soggetti per proprio tornaconto personale. Il cortometraggio è quindi un invito a non farsi ingannare dalle espressioni ad effetto, dai termini roboanti e dai falsi allarmismi che poco hanno a vedere con l'evidenza scientifica.

 

I vincitori del Premio sono stati proclamati a Rovereto, presso la sala congressi Piave del Polo tecnologico di Trentino Sviluppo, in occasione dell'edizione 2018 di Festivalmeteorologia, la manifestazione organizzata da Università di Trento, Comune di Rovereto, Trentino Sviluppo e Fondazione Museo Civico di Rovereto che rappresenta una preziosa occasione di incontro tra le diverse realtà della meteorologia italiana.

 

Siamo molto soddisfatti della risposta ricevuta dai ragazzi che hanno dimostrato di avere, nei confronti della meteorologia, curiosità, interesse e, specialmente in alcuni casi, vera passione – ha affermato il generale Giuseppe Frustaci, direttore scientifico della Fondazione OMD, che ha consegnato il riconoscimento insieme al presidente Roberto Gottardi - Questo ci spinge a continuare sulla nostra strada, proponendo nuove iniziative per incoraggiare studi e attività legate alla meteorologia, con l'obiettivo di sensibilizzare sempre di più gli adulti del domani sull'importanza di queste tematiche.

venerdì 23 novembre 2018

INFANZIA E DIGITALE: 10 COSE DEL WEB CHE GENITORI E EDUCATORI POSSONO SPIEGARE ANCHE AI PIÙ PICCINI | NASCE IL MANIFESTO DELLA COMUNICAZIONE NON OSTILE PER BAMBINI


INFANZIA E DIGITALE

10 COSE DEL WEB CHE GENITORI E EDUCATORI POSSONO SPIEGARE ANCHE AI PIÙ PICCINI

 

"PAROLE APPUNTITE, PAROLE PIUMATE": NASCE IL

MANIFESTO DELLA COMUNICAZIONE NON OSTILE

PER BAMBINI DAI 3 AI 7 ANNI MESSO IN RIMA

DA ANNA SARFATTI, ILLUSTRATO DA NICOLETTA COSTA ED EDITO DA FRANCO COSIMO PANINI EDITORE

 

Presentazione in anteprima il 30 novembre a Bari,

durante l'evento "Parole a scuola"

Image

I bambini cominciano sempre prima a cimentarsi con i dispositivi digitali. Secondo una ricerca curata nel 2018 dal Centro per la Salute del Bambino onlus e dall'Associazione Culturale Pediatri in Italia, 8 bambini su 10 tra i 3 e i 5 anni sanno usare il cellulare dei genitori. E mamma e papà sono troppo spesso permissivi: il 30% dei genitori usa lo smartphone per distrarli o calmarli già durante il primo anno di vita, il 70% al secondo anno. Nessuna criminalizzazione delle tecnologie digitali, anzi alcune applicazioni hanno mostrato di avere un impatto positivo sull'apprendimento in età prescolare, purché usate insieme ai genitori. Piuttosto un monito che sottolinea l'importanza di iniziare sin da subito ad educare i bambini ad un corretto utilizzo degli strumenti digitali. Ecco la ragione che ha spinto l'Associazione Parole O_Stili ad aprirsi anche al mondo dei piccolissimi con la pubblicazione di "Parole appuntite, parole piumate", il Manifesto della comunicazione non ostile per bambini dai 3 ai 7 anni che verrà presentato in anteprima a Bari (Fiera del Levante) venerdì 30 novembre durante l'evento "Parole a Scuola", la giornata di formazione gratuita sul tema delle competenze digitali e dell'ostilità nei linguaggi organizzata dall'Associazione Parole O_Stili, Università Cattolica, Istituto Giuseppe Toniolo in collaborazione con MIUR e Corecom Puglia.

 

Il Manifesto, che avrà la forma di un libretto, è scritto da Anna Sarfatti (tra i suoi libri La Costituzione raccontata ai bambini, Al galoppo sotto le stelle, Chiama il diritto, risponde il dovere, I bambini non vogliono il pizzo. La scuola «Giovanni Falcone e Paolo Borsellino»), illustrato da Nicoletta Costa, ideatrice di Giulio Coniglio ed edito da Franco Cosimo Panini Editore.

 

"Parole appuntite, parole piumate" sarà uno strumento per genitori ed educatori utile per cominciare da subito a spiegare ai bambini il corretto utilizzo degli strumenti digitali, proprio durante gli anni in cui iniziano i primi approcci ai dispositivi mobili.

 

"La rete non è un gioco". "In rete bisogna essere gentili". "Prima di parlare bisogna pensarci: puoi contare fino a 10!". "Nessuno ha ragione tutte le volte". "Ci sono delle parole che fanno ridere e stare bene, come una coccola o un abbraccio". "Le parole cattive graffiano e fanno male". "La rete è come un bosco: meglio farsi accompagnare da un grande". "Qualche volta non si va d'accordo: è normale""Offendere non è divertente". "Qualche volta è bello stare zitti".

 

10 semplici concetti che i genitori e gli educatori possono spiegare anche ai più piccini. "Parole appuntite, parole piumate" nasce quindi per diventare uno strumento utile all'approccio guidato verso tematiche legate alla presenza nel web affrontando l'argomento in modo ragionato, con un codice linguistico e interpretativo adatto ai più piccini.

 

Il libretto - che sarà acquistabile sullo store online a partire dal 30 novembre -  verrà illustrato ad una platea di oltre 1.000 insegnanti da Rosy Russo - Ideatrice di Parole O_Stili, Francesco Marino - Responsabile comunicazione di Società Italiana Pediatria, Elisa Maria Colombo - Communication Specialist per Nati per leggere e Centro per la Salute del Bambino onlus, Giovanni Scifoni - Attore e creatore di contenuti video a tema famigliare.

 

Una delle filastrocche che compongono il libretto:

Nessuno ha sempre ragione

Né il topo, né il leone

Né l'aquila, né il girino

Né il poliziotto, né il bambino.

Il segreto per non sbagliare

è così facile, basta ascoltare.

Meglio non dire parole appuntite

Che a volte lasciano delle ferite,

Meglio cercare parole piumate

Che fanno il solletico e suonano risate.

  

Ecco i 10 concetti che compongono il Manifesto della comunicazione non ostile per bambini dai 3 ai 7 anni:

 

1. (Virtuale è reale)

La rete non è un gioco. È un posto diverso, ma è tutto vero. E anche in rete ci sono i buoni e i cattivi: bisogna stare attenti!

 

2. (Si è ciò che si comunica)

In rete bisogna essere gentili. Dietro le foto ci sono persone come noi. Se dici cose cattive, saranno tristi. O penseranno che sei cattivo.

 

3. (Le parole danno forma al pensiero)

Prima di parlare bisogna pensarci: puoi contare fino a 10! Così riesci a trovare proprio le parole giuste per dire quello che vuoi.

 

4.(Prima di parlare bisogna ascoltare)

Nessuno ha ragione tutte le volte. Imparare ad ascoltare è molto bello, perché si capiscono i pensieri degli altri e si diventa amici.

 

5.  (Le parole sono un ponte)

Ci sono delle parole che fanno ridere e stare bene, come una coccola o un abbraccio. E abbracciarsi con le parole è bellissimo!

 

6. (Le parole hanno conseguenze)

Le parole cattive graffiano e fanno male. Se tu fai male a qualcuno con le parole, poi non è più tuo amico. Tante parole belle, tanti amici!

 

7. (Condividere è una responsabilità)

La rete è come un bosco: meglio farsi accompagnare da un grande. E non dire mai a nessuno il tuo nome, quanti anni hai, dove abiti.

 

8. (Le idee si possono discutere. Le persone si devono rispettare)

Qualche volta non si va d'accordo: è normale. Ma non è normale dire parole cattive a un amico se lui non la pensa come te.

 

9. (Gli insulti non sono argomenti)

Offendere non è divertente. Gli altri diventano tristi e arrabbiati. Adesso sei grande e sai parlare: non hai più bisogno di urlare.

 

10. (Anche il silenzio comunica)

Qualche volta è bello stare zitti. Quando non sai cosa dire, non dire niente! Troverai il momento giusto per dire la cosa giusta.

Image

 

 INFORMAZIONI

Parole a Scuola Bari

 

Quando | Venerdì 30 novembre | dalle 9.30 alle 17.30

Dove | Fiera del Levante, Lungomare Starita, 4, 70132 Bari 

Attestato | Tutti i partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione che potrà essere direttamente cercato sulla piattaforma S.O.F.I.A. con il codice 22424

Iscrizioni | Aperte dal 15 ottobre

Altre info | Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.




--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 17 novembre 2018

NATALE ALL'INSEGNA DELLA SOLIDARIETÀ PER MANUEL CAFFÈ

UN NATALE ALL'INSEGNA DELLA SOLIDARIETÀ PER MANUEL CAFFÈ

Manuel Caffè sarà in prima linea nel promuovere la solidarietà all'evento Natale 2018 a Conegliano. I proventi della manifestazione serviranno a sostenere il reparto di Oncologia Pediatrica dell'ULSS2 Treviso.

 

Ritorna anche quest'anno "Natale 2018" a Conegliano dall'8 dicembre al 3 gennaio, dove nel centro storico si respira aria di festa. Manuel Caffè è in prima linea nel sostenere il progetto messo a punto dal Comune e l'Associazione Conegliano in Cima che devolverà il ricavato della vendita della "Tazza natalizia" realizzata in collaborazione con l'azienda (circa 2.000 pezzi), alla ULSS2, reparto di Oncologia Pediatrica di Treviso.

È una tradizione ormai consolidata quella del mercatino di Conegliano che visto il successo dell'anno scorso, il Comune ha deciso di replicare allargando il numero degli spazi espositivi da Via XX Settembre alla Gradinata degli Alpini, proseguendo in Viale Carducci per tutto il centro storico.

 

"Siamo attenti e attivamente presenti quando si tratta di iniziative sociali  di solidarietà sostiene Cristina De Giusti - non ci dimentichiamo della nostra origine anche se, con la recente apertura dello spazio Gourmet di Sarajevo, siamo sempre più internazionali."

 

Orgogliosa delle sue origini venete, Manuel Caffè sostiene da sempre le iniziative e le manifestazioni del territorio a favore della solidarietà, tra le quali la prossima Corri in Rosa 2018, che si terrà domenica 18 novembre a San Vendemiano (TV), per incoraggiare la prevenzione dei tumori al seno. Promuovendo i sapori e le eccellenze della tradizione locale, la famiglia De Giusti coglierà l'occasione per incontrare i suoi estimatori e far conoscere le ultime novità di miscele provenienti da piantagioni accuratamente selezionate e prodotte con la massima attenzione in tutte le fasi della filiera.

Manuel Caffè nasce negli anni '50 da un'idea di Giuseppe De Giusti, con un piccolo laboratorio artigianale a Conegliano. Con oltre 60 anni di ricerca per trovare la qualità migliore di caffè, sta conquistando il cuore e il palato non solo degli italiani ma anche degli estimatori internazionali.

La famiglia De Giusti adotta ogni accorgimento per rispettare qualità e aroma del caffè, la tostatura è delicata e personalizzata e il successivo raffreddamento avviene ad aria, per salvaguardare la natura delle selezioni e il loro aroma.

Il timbro spiccatamente italiano delle miscele caffè Manuel è riconosciuto in tutto il mondo.

Philips lancia il concorso You've got the look!

You've got the look

Metti in mostra i tuoi capelli e diventa la nuova testimonial Philips Beauty

 

Milano, Italia –  Philips sa bene come, a volte, il benessere di una persona si rivela anche dal suo aspetto fisico: ne sono un esempio i capelli che spesso si trasformano nello specchio dello stato d'animo e della personalità. Per questo motivo Philips lancia lo speciale concorso You've got the look!

 

Nel corso del tempo, i capelli, infatti, hanno rappresentato forza, immortalità e bellezza; oggi vengono tenuti in grande considerazione donne ma anche dagli uomini. Dal taglio alla piega, passando per il colore e l'acconciatura, i capelli non sono più un accessorio scontato del quale siamo geneticamente e naturalmente forniti, ma diventano una dichiarazione di stile e carattere in grado di esprimere la nostra personalità e il nostro impegno nella loro cura.

 

Dal 1° novembre al 15 dicembre 2018, mostra la tua voglia di sperimentare partecipando al contest Philips You've got the look, per diventare la nuova testimonial Philips Beauty: carica una foto che mostri il look originale dei tuoi capelli, il tuo stile e la tua personalità e partecipa alla votazione.

 

Le prime tre classificate, scelte da un'apposita giuria, diventeranno le nuove testimonial Philips Beauty per un anno. Ma non solo, potranno infatti vincere straordinari premi:

  • La 1° classificata potrà aggiudicarsi un favoloso week-end (3 giorni e 2 notti) per due persone in una capitale europea a scelta tra Lisbona, Amsterdam e Copenaghen
  • La 2° classificata potrà dedicarsi allo shopping online grazie ad un buono del valore di 500€ da utilizzare su Asos
  • La 3° classificata riceverà un Set esclusivo di prodotti Philips Beauty per prendersi cura della propria bellezza.

Ma i premi non finiscono qui: vota la tua foto preferita e partecipa all'estrazione di 10 asciugacapelli Philips DryCare PRO!

Per saperne di più e  partecipare  consultare il sito concorsothelook .it

Finlibera vola in crescita è Leader della crescita 2019. Aumento del fatturato e del numero dei dipendenti in soli tre anni, ingresso in borsa e nuovi investimenti con immobili Energy Plus per l’azienda milanese

Innovazione immobiliare sostenibile

Finlibera vola in crescita

Aumento del fatturato e del numero dei dipendenti in soli tre anni,

ingresso in borsa e nuovi investimenti con immobili Energy Plus per l'azienda milanese

Leader della crescita 2019

 

Milano, 16 novembre 2018 - Finlibera Spa è tra le prime 200 aziende italiane che crescono di più: aumento del fatturato del 44,55 per cento e del numero dei dipendenti da 3 a 9 in soli tre anni. L'azienda guidata da Dario Mortini e Pierpaolo Zampini, che l'hanno connotata dal 2011 con i due brand di punta Ecolibera® e Milanostanze.it® nei settori dell'immobiliare 4.0 e dell'edilizia Off Grid Ready, si attesta nella rosa delle imprese made-in-Italy che si sono distinte per gli elevati risultati di bilancio nel triennio 2014-2017. Una conferma della posizione ottenuta a livello europeo lo scorso aprile dal riconoscimento del Financial Times (FT 1000) e Statista, società internazionale di elaborazione dei dati di mercato che con Il Sole 24 Ore ha oggi identificato i "Leader della Crescita 2019". Sul Financial Times Finlibera risultava già tra le prime 20 aziende europee nel campo dell'innovazione immobiliare e seconda in Italia, per fatturato in crescita nel triennio 2013-2016. Oggi Finlibera viene riconosciuta da Sole 24 Ore e Statista come uno dei soggetti imprenditoriali più in linea con le tendenze emergenti sul mercato -sostenibilità ambientale, efficienza energetica, innovazione tecnologica e sociale- e in grado di crescere ulteriormente sull'onda di trend d'innegabile successo. L'importante riconoscimento avviene a sole due settimane dall'ottenimento del premio Le Fonti Awards 2018 come "Eccellenza

dell'anno/Innovazione&Leadership" per la gestione immobiliare sostenibile.

 

«Il plauso che ci arriva da più Enti autorevoli e internazionali dimostra che la strada intrapresa negli ultimi sette anni da Finlibera è quella giusta, commenta il Presidente Dario Mortini. Essere liberi dai canali bancari, con un modello di business che sul medio e lungo termine si basa su sistemi di autofinanziamento e sul prestito obbligazionario con una piattaforma crescente di partner e sostenitori, è vincente. Questo ci ha consentito di rafforzarci in modo libero e indipendente, favorendo il processo di crescita nel settore flat-sharing con Milanostanze.it e dell'edilizia Off Grid Ready sostenibile con il brand casa Ecolibera. Entrare nel ranking "Leader della Crescita" rappresenta un'ulteriore opportunità di volano per l'azienda che sta predisponendo l'ingresso in Borsa».

 

A proposito di Finlibera

Finlibera Spa è una società che opera nei settori dell'innovazione immobiliare e dell'edilizia Off Grid Ready, gestendo oltre 600 soluzioni abitative a Milano per affitti di media-lunga durata e costruendo abitazioni Energy Plus con sistemi a produzione energetica autonoma integrata. Libera da esposizioni bancarie e finanziarie tradizionali, Finlibera si avvale della fiducia di un crescente gruppo di investitori privati (business angels) per realizzare imprese sostenibili a basso impatto ambientale e di importante valore sociale. Numerosi i consensi internazionali alla società, come testimoniano il riconoscimento del Financial Times "FT 1000- Europe's Fastest Growing Companies 2018" e i recenti premi di "Le Fonti Awards 2018" per il progetto Ecolibera (Eccellenza dell'Anno/Innovazione & Leadership per la gestione immobiliare sostenibile) e quello di "Leader della Crescita 2019" del Sole 24 Ore-Statista che inserisce l'azienda tra le prime 200 imprese in Italia con aumento significativo del fatturato 2014-2017. Finlibera, con i brand Ecolibera -abitazioni ad alta efficienza energetica con emissioni e bollette zero- e Milanostanze.it -servizio di locazioni in flat sharing- ha sede a Milano, al Bosco Verticale.

 

 

Vitavigor celebra i 90 anni di Topolino dedicandogli la nuova linea Vitastick

VITAVIGOR CELEBRA I 90 ANNI DI TOPOLINO DEDICANDOGLI LA NUOVA LINEA VITASTICK

 

"El super Grissin de Milan" ha scelto di celebrare il compleanno del topo più famoso del mondo, Mickey Mouse, realizzando una nuova linea di prodotti pensati per grandi e piccini: Topolino e la sua famiglia infatti sono protagonisti del Vitastick Mini e Vitastick Integrali, grissini gustosi e leggeri realizzati con Cucina Disney.

 

In occasione dei festeggiamenti per il 90esimo compleanno di Topolino, Vitavigor, una delle più rappresentative aziende italiane di grissini di alta qualità a livello mondiale con 60 anni di storia, ha scelto di celebrare Mickey Mouse, il topo più famoso del mondo, e tutta la sua famiglia targata Disney composta da Minnie, Paperino, Pippo, Pluto e Qui, Quo, Qua, con la nuova linea di grissini Vitastick. Una novità che sta conquistando grandi e piccini e che comprende due varietà di grissini dedicati a tutta la famiglia. I Vitastick Mini, snack studiati per soddisfare sia i gusti dei più piccoli sia le esigenze dei genitori legate al benessere, sono l'ideale per la merenda a scuola dei più piccoli e, oltre a essere contraddistinti da una ricetta che prevede l'esclusivo utilizzo di ingredienti di prima qualità, contengono i tatuaggi firmati Disney con 44 diverse grafiche, tutte da collezionare. I Vitastick Integrali invece sono lunghi grissini, gustosi e leggeri, capaci di conquistare ogni componente della famiglia, che rappresentano la soluzione ideale per chi ama la leggerezza e la qualità ma non vuole rinunciare a gusto, tendenze e convivialità, in ogni momento della giornata.

 

"Non potevamo esimerci dal celebrare con i nostri grissini i 90 anni di un personaggio importante e iconico come Topolino, un compagno dell'infanzia di ognuno di noi in grado di coinvolgere emotivamente milioni di persone e far affiorare dolci ricordi a grandi e piccini – afferma Federica Bigiogera, marketing manager di Vitavigor – Per farlo nel migliore dei modi abbiamo scelto di collaborare con Cucina Disney e insieme abbiamo realizzato la nuova linea Vitastick, i grissini perfetti per lo snack di grandi e piccini caratterizzati da un'immagine divertente e colorata dedicata ai più piccoli, resa inconfondibile dalla presenza dei personaggi della famiglia di Topolino targata Disney. Anche i Vitastick, come tutti i nostri grissini, sono prodotti con ingredienti di altissima qualità, selezionati con estrema cura e miscelati nel rispetto delle ricette originali di nonno Giuseppe, nate dal perfetto equilibrio tra abilità manuale e nuove tecnologie".

 

Quello tra Vitavigor e Cucina Disney è un connubio che ha portato alla creazione di snack leggeri, croccanti e gustosi, ideali per la merenda a scuola dei più piccoli, creati con ingredienti di prima qualità, come l'olio extravergine di oliva, e l'assenza di grassi idrogenati, OGM e conservanti chimici, per il massimo del gusto e del benessere. I Vitastick Mini sono a disposizione di grandi e piccini al saporito "Gusto Pizza", reso irresistibile dal condimento con pomodoro e origano, e all'impareggiabile "Parmigiano Reggiano", solo con 100% Parmigiano Reggiano DOP, autorizzato dal Consorzio del Parmigiano, in comodi multipack da 150g contenenti 6 bustine da 25g ciascuna, o in confezioni dedicate ai bar e al canale vending sempre da 25g. I Vitastick Integrali invece sono lunghi grissini integrali ricchi di fibre perfetti anche per i ristoratori, dalla consistenza croccante, disponibili in multipack da 350g: un prodotto contraddistinto dal packaging dal tocco glam tipico delle "Fashion Bustine" di Vitavigor, popolate dai coloratissimi personaggi Disney.

Esclusione finanziaria in Italia I dati e le proposte di Banca Etica


Esclusione finanziaria in Italia

I dati e le proposte di Banca Etica


Milano, 16 novembre 2018 _ In media in Italia si registra un indice di esclusione finanziaria del 48%. Valle D'Aosta e Lombardia sono le Regioni più inclusive (l'esclusione si ferma rispettivamente al 27% e 30%) mentre Calabria, Basilicata, Campania e Sicilia registrano i livelli più alti di esclusione (rispettivamente con il 73% la prima e il 68% le altre tre).  

L'indice di misurazione dell'esclusione finanziaria creato da Banca Etica ha evidenziato come Vibo Valentia sia la provincia con la più estesa esclusione (77,6%) e Milano la provincia con la minore esclusione (Milano diventa quindi il termine di confronto con un valore di 0%).


Questi i principali risultati che emergono dalla ricerca di Banca Etica su "L'esclusione finanziaria in Italia: dinamica e determinanti del fenomeno nel periodo 2012-2016" presentata oggi a Milano durante un incontro cui hanno partecipato anche Riccardo Aguglia, esperto in finanziamenti alle PMI, Affari economici e finanziari della Commissione europea; Giuseppe Maresca, Dirigente Generale – Operazioni Finanziarie del Ministero dell'Economia e delle Finanze e Riccardo De Bonis, vice capo del Servizio Analisi Statistiche della Banca d'Italia.


L'esclusione finanziaria è un fenomeno misurabile che merita di essere una priorità nell'agenda politica ed economica del paese perché la possibilità di utilizzare servizi finanziari è uno strumento molto efficace di inclusione delle persone più fragili e di sviluppo delle comunità.


Banca Etica, per il secondo anno consecutivo, ha misurato l'esclusione finanziaria con un proprio indice, composto dall'indicatore di presidio bancario - che considera la presenza di filiali, atm e pos e le percentuali di utilizzo di internet e mobile banking in un determinato territorio - e l'indicatore di offerta creditizia.  



I risultati

La ricerca ha messo in luce che il divario territoriale a livello nazionale presenta un trend in diminuzione nel periodo considerato (-1.4 pp), nonostante il lieve peggioramento rilevato tra 2015 e 2016. Questo miglioramento è dovuto alla crescita dell'indice di presidio bancario (+2.9 pp: le tante chiusure di filiali e sportelli sono infatti state controbilanciate da una maggiore diffusione dei servizi bancari da web e smartphone) che ha controbilanciato la flessione dell'offerta creditizia (-1.4 pp). L'incremento del presidio bancario ha interessato tutte le aree territoriali ad eccezione del Nord Est, che ha invece pagato il prezzo delle crisi delle banche venete. L'area Nord Est, insieme all'area Centro, è stata inoltre caratterizzata da una sensibile riduzione dell'offerta creditizia.


"L'esclusione finanziaria è divenuta  una cartina di tornasole trasversale di ogni fenomeno di esclusione. Perché in un mondo dominato dalla finanza, la finanza è la chiave di accesso alle opportunità, a molte se non a tutte - ha detto il direttore generale di Banca Etica, Alessandro Messina - . In generale vi è una forte correlazione tra esclusione finanziaria e livelli di istruzione. Forte è la disparità di informazioni e di capacità di analisi tra chi (pochi) è dentro il linguaggio e le tecniche della finanza e chi (i più) ne è fuori. La ricerca ha messo in luce quanto sia drammatica e consolidata ormai la contrazione del credito, con la riduzione sensibile degli impieghi per abitante (-13%). Ciò evidenzia i rischi di un sistema bancario che va verso crescenti concentrazioni ed è spinto alla continua riduzione dei costi di infrastruttura."


Lo studio indica chiaramente quanto l'azione di Banca Etica sia in controtendenza sull'andamento degli impieghi, con una costante crescita dal 2013 ad oggi. La finanza etica, come la finanza cooperativa delle BCC, hanno dimostrato la capacità di contrastare il trend: Banca Etica ad esempio nelle Regioni del Sud fa molto più credito rispetto alla quantità di risparmio che raccoglie".



-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Banca Etica è la prima e tutt'ora unica banca italiana interamente dedita alla finanza etica, opera su tutto il territorio nazionale attraverso una rete di filiali, banchieri ambulanti e grazie ai servizi di home e mobile banking. Banca Etica raccoglie il risparmio di organizzazioni e cittadini responsabili e lo utilizza interamente per finanziare progetti finalizzati al benessere collettivo. Oggi Banca Etica conta 42 mila soci e 64 milioni di capitale sociale; una raccolta di risparmio di 1,3 miliardi di euro e finanziamenti per oltre un miliardo a favore di  iniziative di organizzazioni non profit, imprese sociali e famiglie nei settori della cooperazione e innovazione sociale, cooperazione internazionale, cultura e qualità della vita, tutela dell'ambiente, turismo responsabile, agricoltura biologica, diritto alla casa, legalità. Il Gruppo Banca Etica include Etica sgr, società di gestione del risparmio che propone esclusivamente fondi comuni di investimento etici, e la Fondazione Finanza Etica che promuove iniziative di studio e sensibilizzazione sull'educazione critica alla finanza.

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *