CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

venerdì 29 maggio 2020

Moto elettriche. Energica: nuovo accordo commerciale in Belgio

Energica: nuovo accordo commerciale in Belgio

 


 

Energica Motor Company, società leader a livello internazionale nel settore delle moto elettriche ad elevate prestazioni, già fornitore unico per il triennio 2019-2021 del campionato FIM Enel MotoE World Cup, ha firmato un nuovo accordo commerciale estero in Belgio. Il nuovo dealer Schockaert Motorservice è situato ad Aalst. 

 

"Schockaert Motorservice contribuirà ad aumentare ulteriormente la presenza di Energica nell'area EMEA, dove la nostra azienda ha già 45 dealer". Afferma Giacomo Leone, Energica Sales & Field Marketing Director.

"Il mercato dei veicoli elettrici sta crescendo rapidamente in Belgio. Nel primo trimestre del 2020, le vendite di veicoli plug-in sono aumentate del 91%, inoltre il paese offre di coprire il 30% del prezzo di acquisto di un veicolo elettrico". 

# # #

Energica Motor Company 

Energica Motor Company SpA è la prima casa costruttrice al mondo di moto elettriche ad elevate prestazioni e il costruttore unico della FIM Enel MotoE™ World Cup. Le moto Energica sono attualmente in vendita presso la rete ufficiale di concessionari ed importatori



Modena, 29 Maggio 2020



--
www.CorrieredelWeb.it

Trasporti, per gli esperti il Coronavirus ha rivoluzionato la visione della città del futuro: “È l’occasione per ridurre la domanda di mobilità e aiutare il Pianeta”


TRASPORTI, PER GLI ESPERTI IL CORONAVIRUS HA RIVOLUZIONATO LA VISIONE DELLA CITTÀ DEL FUTURO: "È L'OCCASIONE PER RIDURRE LA DOMANDA DI MOBILITÀ" 

Su Genio & Impresa, il magazine di Assolombarda, il fondatore di Mobility In Chain Federico Parolotto racconta come le aree metropolitane stiano cambiando il loro volto per far fronte alla pandemia: più spazio per la mobilità sostenibile, orari più flessibili e smart working.

 

"Sono passati ormai tre mesi dal diffondersi dell'epidemia di Coronavirus e in questo periodo il modo d'intendere la città e abitarla sembra essere completamente cambiato" spiega Federico Parolotto a "Genio & Impresa" (genioeimpresa.it), il magazine di Assolombarda. Secondo il co-fondatore di Mobility In Chain, azienda specializzata nella pianificazione urbana che vanta sedi a Milano, Mosca e New York, la crisi del COVID-19 può rivelarsi un'arma per contrastare il cambiamento climatico, dal momento che: "È l'occasione per sperimentare sul campo e su vasta scala soluzioni innovative che incidono, riducendola, sulla domanda di mobilità". Prosegue l'esperto: "Sono diverse le soluzioni che le città stanno implementando a seguito delle criticità emerse dalla crisi attuale, sviluppate in modo particolare per rispondere al rischio di cambio modale dovuto alla riduzione dell'utilizzo del trasporto pubblico in favore della mobilità individuale, con un potenziale ricorso massiccio all'uso dell'automobile privata". Per Parolotto, il cambio di passo pone numerose sfide, ma è vitale per il Pianeta: "Una volta superata la crisi COVID-19, dovremo comunque continuare a puntare sul trasporto pubblico che era e resta la soluzione preferibile per i processi di decarbonizzazione". Immaginare un futuro senza auto in alcuni territori, però, è piuttosto complicato, ecco perché per l'esperto occorre puntare anche sul rinnovamento del parco veicolare, preparando la transizione verso la mobilità elettrica

Ecco i 3 grandi ambiti d'intervento virtuosi individuati da Parlotto su cui diverse città, su tutte Milano, stanno già lavorando e le ragioni per le quali cambieranno in meglio le vite degli italiani:

 1)      Ripensare lo spazio urbano a favore della mobilità sostenibile: la possibilità di "fare spazio" alla micro-mobilità e ai pedoni per garantire spostamenti sostenibili, migliorando lo spazio per la vita associata, è centrale per garantire la qualità urbana già raggiunta da molte città del Nord Europa e ridurre drasticamente le emissioni determinate dalla mobilità privata.

2)      Distribuire su una fascia temporale più ampia i picchi dell'ora di punta: pianificare gli orari della città in modo più flessibile è auspicabile anche in un quadro di medio‐lungo termine. Occorre, infatti, ottimizzare l'uso delle infrastrutture esistenti, sia su ferro sia su strada, evitando il ripetersi di decisioni dubbie dal punto di vista ambientale come, secondo Parlotto, è stato per la Brebemi.

3)      Scommettere sul telelavoro riducendo la domanda di spostamento: lo smart working risulta essere la soluzione più interessante. Dopo decenni di crescita esponenziale del consumo pro capite di chilometri, ridurre una quota sostanziale degli spostamenti legati al lavoro senza compromettere la qualità della nostra vita associata, può rappresentare una vera e propria svolta. L'idea quindi di una società fortemente connessa, ma meno mobile è, per l'esperto di mobilità, assolutamente necessaria. 




--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 26 maggio 2020

Energica: nuovo accordo commerciale in California

Energica: nuovo accordo commerciale in California.

 

Modena, 26 Maggio 2020

 

Energica Motor Company S.p.A. continua il suo percorso di affermazione negli Stati Uniti con un nuovo accordo commerciale raggiunto in California con Pro Italia Motors.

Il nuovo dealer è situato a Glendale, in California, in una posizione chiave per l'area di Los Angeles

 

Negli Stati Uniti 6 veicoli elettrici su 10 sono guidati proprio da californiani, rappresentando il 5,5% di tutti i veicoli immatricolati nello stato, contro meno del 2% per il Paese nel suo complesso.

 

Le vendite di veicoli elettrici in California superano ogni altro stato e stanno crescendo più rapidamente: nel 2019 gli EVs negli Stati Uniti sono diminuiti del 9%, ma sono cresciuti in California del 5%, dove le nuove vendite ICE convenzionali sono scese del 5,5%.

Per quanto riguarda i punti di ricarica, la California ad oggi raggiunge i 26.000 charging points - un terzo di tutti quelli negli Stati Uniti, inoltre sta investendo $ 2,1 miliardi nell'espansione di tale rete per supportare l'obiettivo ambizioso di sostituire in EVs entro il 2050 oltre 5 milioni di veicoli a combustione interna.

 

"Abbiamo scelto la California come sede del nostro headquarters americano proprio perché questo è l'epicentro di nuove tecnologie ma anche dei veicoli elettrici, nonché il più grande e vitale mercato moto." Ha dichiarato Stefano Benatti, CEO di Energica Motor Company Inc.

"E se questo è vero per la California, lo è ancora di più per la California del sud e in particolare per l'area di Los Angeles ".

"Ci siamo sempre specializzati soprattutto in marchi italiani di alta qualità, quindi è perfettamente logico per noi aggiungere la principale azienda italiana di moto elettriche alla nostra gamma." Ha affermato Bill Nation di ProItalia.

"In quanto motociclista ed appassionato di moto, dei veicoli Energica apprezzo in particolare la straordinaria accelerazione e la coppia assolutamente lineare che offrono", ha continuato Nation: "E non ho dubbi sul fatto che sempre più motociclisti saranno d'accordo con noi. "

# # #

Energica Motor Company S.p.A.

Energica Motor Company S.p.A. è la prima casa costruttrice al mondo di moto elettriche ad elevate prestazioni e il costruttore unico della FIM Enel MotoE™ World Cup. Le moto Energica sono attualmente in vendita presso la rete ufficiale di concessionari ed importatori



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 25 maggio 2020

Motociclette elettriche, Energica: Il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Bilancio d’esercizio ed il bilancio consolidato al 31.12.2019. Confermati i risultati al 31/12/2019 con fatturato in crescita del 47%.

Energica: Il Consiglio di Amministrazione approva il Progetto di Bilancio d'esercizio ed il bilancio consolidato al 31.12.2019. Confermati i risultati al 31/12/2019 con fatturato in crescita del 47%.


 

Principali risultati consolidati al 31/12/2019

 

  • Fatturato pari a Euro 3,2 milioni, +47% rispetto a Euro 2,2 milioni al 31/12/2018
  • Valore della Produzione pari a Euro 5,7 milioni, +150% rispetto a Euro 2,3 milioni al 31/12/2018
  • EBITDA pari a Euro -4,7 milioni, in miglioramento rispetto a Euro -5,3 milioni al 31/12/2018
  • EBIT pari a Euro -7,6 milioni, in peggioramento rispetto a Euro -7,3 milioni al 31/12/2018
  • Risultato Netto pari a Euro -7,7 milioni rispetto a Euro -7,3 milioni al 31/12/2018.
  • Posizione Finanziaria Netta pari a Euro -0,3 milioni (Euro 2,8 milioni al 30/6/2019)
  • Confermate le aspettative di crescita per l'anno 2020, nonostante il periodo di chiusura per effetto della crisi sanitaria COVID-19

 


Il Consiglio di Amministrazione di Energica Motor Company, società leader a livello internazionale nel settore delle moto elettriche ad elevate prestazioni, già fornitore unico per il triennio 2019-2021 del campionato FIM Enel MotoE World Cup, si è riunito nella tarda serata di ieri e ha approvato il Bilancio consolidato del Gruppo e il Progetto di Bilancio d'Esercizio al 31 dicembre 2019, che sarà sottoposto all'approvazione dell'Assemblea Ordinaria degli Azionisti in data 24 giugno 2020 in prima e unica convocazione.

 

Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company, ha così commentato: "il 2019 è stato un anno caratterizzato da numerosi importanti eventi che hanno determinato una svolta significativa nella gestione aziendale, dall'avvio del primo campionato di MotoE, alla messa in produzione di nuovi modelli con performance decisamente superiori al mercato, fino all'espansione in tutto il mondo della rete commerciale che ad oggi conta 65 dealer e partnership di grande rilievo con OctoTelematics e Dell'Orto. Grazie al nostro impegno e alla passione per le nostre moto, siamo riusciti a soddisfare le aspettative con una crescita che prosegue con vigore anche nel corso dei primi mesi del 2020. Il fatturato nel 2019 è cresciuto del 47% mentre il risultato netto è sostanzialmente in linea con il precedente esercizio ma a differenza del 2018 contabilizza, in parte nelle immobilizzazioni e in parte a conto economico, i costi di ripristino del parco moto e attrezzature a seguito dell'incidente di Jerez senza includere tuttavia alcun rimborso che ci aspettiamo nell'anno in corso da parte delle compagnie assicurative. Nonostante il lockdown dovuto al Covid-19 che ci ha costretti ad arrestare la produzione per circa un mese, nei soli primi 4 mesi del 2020 abbiamo ricevuto un portafoglio ordini con un controvalore pari al 125% dell'intero 2019. Con l'aumento di capitale e il POC sottoscritto con Negma possiamo adesso garantire una produzione a pieno regime e soddisfare gli ordini per i nostri prodotti che si confermano unici a livello mondiale in termini di performance, tecnologia e design nel settore delle due ruote elettriche che, a differenza della mobilità tradizionale, dimostra di non risentire gli effetti della pandemia."

 

Principali risultati economico-finanziari consolidati al 31/12/2019

 

Il Fatturato è pari a Euro 3,2 milioni, con una decisa crescita del +46,8% rispetto a Euro 2,2 milioni dell'esercizio precedente. Il maggior contributo alla crescita è determinato dall'apporto dei ricavi da Moto E che incidono sul fatturato per circa il 25%.

 

Il Valore della Produzione registra una significativa crescita del +150% attestandosi a Euro 5,7 milioni rispetto a Euro 2,3 milioni al 31/12/2018. Il valore della produzione include i ricavi derivanti dalla vendita di motoveicoli, dalla gestione legata al campionato FIM Enel MotoE, variazione delle rimanenze (in aumento di Euro 1,5 milioni necessarie per far fronte all'incremento di ordini registrato soprattutto nell'ultimo mese dell'anno); inoltre è da segnalare un ricavo nella voce A5 del conto economico pari a 601 mila relativi allo storno dei cespiti persi per l'incidente di cui sopra.

 

Migliora l'EBITDA, negativo per Euro 4,7 milioni rispetto al risultato negativo per Euro 5,3 milioni dell'esercizio precedente, sostenuto dall'andamento dei ricavi totali che crescono più che proporzionalmente rispetto ai costi.

 

L'EBIT si attesta a Euro -7,6 milioni, in peggioramento rispetto a Euro -7,3 milioni al 31/12/2018.

 

Il Risultato Netto, con una perdita di Euro 7,7 milioni, è sostanzialmente stabile rispetto al risultato negativo per Euro 7,3 milioni al 31 dicembre 2018.

 

La Posizione Finanziaria Netta è negativa per Euro 0,3 milioni, rispetto a una PFN attiva per Euro 2,8 milioni al 30 giugno 2019. Ciò è dovuto anche al saldo delle forniture necessarie per gli investimenti per il ripristino del materiale andato bruciato con l'incendio.

 

Il Patrimonio Netto è pari a Euro 2,1 milioni (Euro 4,8 milioni al 31/12/2018 ed Euro 4,7 milioni al 30/6/2019).

 

 

Principali eventi societari avvenuti nel corso dell'esercizio 2019

 

L'anno 2019 è stato caratterizzato da numerosi importanti eventi che hanno determinato una svolta significativa nella gestione aziendale, dall'avvio del primo campionato mondiale di MotoE, alla messa in produzione di nuovi modelli con performance decisamente superiori al mercato, fino all'espansione in tutto il mondo della rete commerciale che ad oggi conta 63 dealer. Gli effetti positivi sono stati evidenti in termini di aumento del portafoglio ordini già negli ultimi mesi del 2019 e sono proseguiti nei primi mesi del 2020, nonostante la crisi sanitaria mondiale.

Di seguito i principali eventi del 2019:

 

  • FIM Enel MotoE™ World Cup: in occasione dei test IRTA presso il Circuito di Jerez per il campionato mondiale MotoE, la Società è stata oggetto di ingenti danni ai materiali da gara durante la notte tra il 13 e il 14 Marzo 2019. Grazie al costante lavoro del team tecnico Energica e all'accordo firmato con EnelX e Dorna Sports, la Società ha ripristinato in soli 3 mesi il parco moto e il materiale da gara, riuscendo ad avviare il 7 luglio 2019 in Germania il primo campionato mondiale di moto elettriche, per il quale Energica sarà fornitore unico anche per le successive 2 stagioni.

La stagione 2019 si è conclusa a Valencia con il trionfo del pilota italiano Matteo Ferrari del Team Trentino Gresini MotoE. Il campionato ha rappresentato una milestone di grande successo per Energica, che si è affermata a livello mondiale come leader nel settore delle due ruote elettriche di alta gamma ed elevate prestazioni. Per quanto riguarda il trattamento contabile dell'incidente di cui sopra si precisa che i materiali a suo tempo inseriti a cespite sono stati stralciati, le nuove moto sono state inserite tra le immobilizzazioni e l'anticipo ricevuto da Enel X per sostenere i costi di ripristino è stato inserito tra di debiti verso altri finanziatori. In ottemperanza al principi contabili non è stato iscritto alcun provento in quanto la pratica assicurativa è ancora in corso.

 

  • Partnership: nel marzo 2019 Energica ha siglato una partnership con Omoove, solution provider di tecnologie per la Mobilità Intelligente, società del gruppo Octo Telematics, primo provider globale nella fornitura di soluzioni telematiche e di analisi dei dati per il settore assicurazione auto. Grazie alla partnership, le moto Energica saranno dotate di connettività remota, che si aggiunge alla connettività locale short range, già attualmente disponibile, basata su tecnologia Bluetooth.

Nel Luglio 2019 Energica ha siglato un importante accordo con Dell'Orto, storica azienda produttrice di sistemi di iniezione elettronica, per la realizzazione e la commercializzazione di una nuova tipologia di Power Unit destinata a moto elettriche (EV) small size (range di potenza fino a 8/11kW) e medium size (range di potenza fino a 30 kW). Con Dell'Orto, a novembre 2019, la Società si è aggiudicata il bando promosso dalla regione Lombardia dedicato a "progetti strategici di ricerca, sviluppo e innovazione volti al potenziamento degli ecosistemi lombardi della ricerca e dell'innovazione quali hub a valenza internazionale", con un finanziamento a fondo perduto pari a Euro 2.730.182 , ovvero pari a circa il 40% degli investimenti che verranno effettuati per il progetto in un periodo di 30 mesi, la quota di finanziamento a fondo perduto r Energica sarà pari a 762.353 euro.

 

  • Evoluzioni di prodotto: grazie alla continua innovazione e agli investimenti in R&D, Energica ha introdotto evoluzioni disruptive sulla gamma moto MY2020 per il settore delle due ruote elettriche: power unit da 21,5 kWh, con il 60% di autonomia in più (fino a 400 km), coppia incrementata del 10% e il 5% di peso in meno. La Società ha partecipato all'EICMA 2019 presentando in anteprima i nuovi prodotti, accolti con grande entusiasmo.

 

  • Rete commerciale: al 31/12/2019 la Società contava 53 dealer in tutto il mondo, oltre a confermare l'ingresso nel mercato giapponese.

 

Eventi successivi alla chiusura dell'esercizio 2019

 

Anche i primi mesi del 2020 sono stati densi di operatività, con l'aumento significativo del portafoglio ordini e una attenzione ai prodotti Energica manifestata dal mercato tale da indurre la Società a pubblicare gli obiettivi attesi negli anni 2020-2022. La sostenibilità del piano di crescita sarà resa possibile grazie alle risorse finanziarie derivanti dal mercato finanziario e in particolare dall'accordo con Negma Group. La società ha inoltre pubblicato il Primo Report di Sostenibilità conforme ai criteri GRI a conferma di una gestione aziendale ispirata ai criteri ESG.

 

·       Crescita del portafoglio ordini: nei primi 4 mesi del 2020 il portafoglio ordini è cresciuto a ritmi sostenuti, con un controvalore in termini di fatturato pari a Euro 2,9 milioni, 125% rispetto all'intero 2019. Le moto consegnate al 20 maggio 2020 sono cresciute del 68% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

 

·         Rete commerciale: sono stati siglati 12 nuovi accordi commerciali nei primi 4 mesi, per un totale di 65 dealers in tutto il mondo.

 

·     Registrazione in Giappone: Il 27 marzo 2020, Energica ha ottenuto la registrazione Internazionale nr. 1449089 relativa al denominativo Energica sul territorio giapponese.

 

·       Obiettivi 2020-2022: a seguito della rapida evoluzione del business, il CdA ha confermato gli obiettivi di fatturato 2020 che si stima in crescita del 100% e fissato l'obiettivo di EBITDA positivo nel 2022.

 

·         Presentato il primo Report di Sostenibilità: il 5 marzo Energica ha presentato il primo Report di Sostenibilità 2019, elaborato nel rispetto degli standard GRI (Global Reporting Initiative), che costituiscono ad oggi lo standard più diffuso e riconosciuto a livello internazionale in materia di rendicontazione di informazioni di carattere non finanziario. Attraverso il primo Report di Sostenibilità, la Società ha avviato il processo per illustrare non solo il proprio modello di business e i risultati economico-finanziari, ma evidenziare in particolare come la gestione aziendale punti a creare un valore sostenibile, che duri nel tempo, a favore dei propri stakeholder. Il Report così rappresentato conferma la ricerca continua di innovazione che contraddistingue la Società e la volontà di offrire risposte sulle tematiche ESG (Environmental, Social, Governance). 

 

·         Aumento di capitale e POC Negma Group: l'11 maggio 2020 l'Assemblea degli Azionisti ha deliberato di aumentare il capitale sociale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell'art. 2441, comma 5, cod. civ., a pagamento, per massimi 4.123.600 (utilizzato la quota di riserve c/futuro aumento di capitale) mediante emissione di massime n. 2.499.152 azioni, anche in via scindibile, con godimento regolare e aventi le stesse caratteristiche di quelle in circolazione alla data di emissione, da liberarsi mediante utilizzo della riserva targata "Versamento Soci", in quanto riservato a CRP Meccanica S.r.l. e CRP Technology S.r.l., da liberarsi mediante utilizzo della riserva targata "Versamento Soci" ad un prezzo di emissione per azione pari a Euro 1,65 (di cui Euro 0,01 a titolo di valore nominale ed Euro 1,64 a titolo di sovrapprezzo). La società ha concluso un accordo con Negma Group per un'operazione finanziaria complessiva di Euro 7,5 milioni, di cui i primi Euro 0,5 milioni sotto forma di emissione di azioni ordinarie deliberata dal Consiglio di Amministrazione del 9 aprile 2020. L'Assemblea degli Azionisti ha altresì deliberato di (i) emettere un prestito obbligazionario convertibile in azioni Energica cum warrant di importo complessivo pari a Euro 7.000.000, incluso sovrapprezzo, da emettere in una o più tranche, con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell'art. 2441, comma 5, cod. civ. in quanto destinato a Negma Group Limited e, contestualmente, di aumentare il capitale sociale ai sensi dell'art. 2420-bis, comma 2, cod. civ., in via scindibile, con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell'art. 2441, comma 5, cod. civ, per un importo massimo pari a Euro 7.000.000, incluso sovrapprezzo, a servizio della conversione del prestito obbligazionario convertibile; e (ii) di emettere warrant da assegnare gratuitamente ai sottoscrittori del prestito obbligazionario convertibile e, contestualmente, di aumentare il capitale sociale, in via scindibile e a pagamento, con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell'art. 2441, comma 5, cod. civ., a servizio dell'esercizio dei predetti warrant per un importo massimo pari a Euro 1.700.000. Infine, l'Assemblea degli Azionisti ha altresì deliberato di prorogare sino al 22 giugno 2023 il termine della delega attribuita al Consiglio di Amministrazione in data 22 giugno 2018 ad aumentare il capitale sociale, in una o più volte, a pagamento e in via scindibile, per un ammontare pari a 20.000.000, mediante emissione di azioni ordinarie, prive del valore nominale, da offrire in opzione agli Azionisti della Società ai sensi dell'art. 2441, primo comma, cod. civ, nonché con esclusione del diritto di opzione, ai sensi dell'art. 2441, comma 5, cod. civ.. Si precisa che la suddetta delega era stata utilizzata per un ammontare pari a Euro 3.000.000.

 

 

Evoluzione prevedibile della gestione

 

ll 2020 è stato caratterizzato da un inizio promettente, con un forte interesse nella nuova gamma di moto MY2020, manifestatosi con una consistente crescita del portafoglio ordini e la necessità di aumentare la produzione per soddisfare tutte le richieste. Con l'emergere della pandemia Covid-19, in ottemperanza dei DPCM e delle disposizioni regioni, e nel rispetto della tutela della salute dei dipendenti, la Società ha interrotto la produzione in fabbrica dal 25 marzo al 28 aprile, sebbene siano proseguite in parte alcune attività in smart working per le aree amministrative, marketing e commerciale. Con la riapertura, sono state riavviate gradualmente le attività produttive rispettando i protocolli di sicurezza di distanziamento sociale, e riprese le consegne ai dealers e importatori di tutto il mondo. Al fine di allineare la velocità di crescita degli ordini con quella della capacità produttiva e allo stesso tempo garantire la continuità aziendale, l'Assemblea degli Azionisti ha deliberato di aumentare il capitale sociale come comunicato in data 11 maggio 2020.

 

 

Avviso di convocazione e documentazione

 

L'Avviso di Convocazione sarà pubblicato entro i termini e le modalità di legge e di statuto.

Il bilancio consolidato e di esercizio al 31 dicembre 2019 e la documentazione relativa alle materie all'ordine del giorno saranno messi a disposizione del pubblico nei termini e con le modalità previste dal Regolamento Emittenti AIM Italia, nonché sul sito internet della Società, sezione Investors-Relations.



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 23 maggio 2020

Uno spot per celebrare l’originalità degli italiani durante il lockdown

Il manifesto di Chiquita per celebrare l'originalità degli italiani

una campagna digital per ringraziare gli italiani che non si sono persi d'animo nemmeno durante il lockdown

 

Chiquita lancia un manifesto per celebrare l'originalità degli italiani che hanno dato prova di forza, voglia di fare e creatività anche durante questo periodo in cui sono stati costretti a una vita casalinga. In continuità con la campagna "originale, naturalmente", Chiquita ha lanciato nelle scorse settimane una social activation per chiedere agli italiani di raccontare la cosa più originale fatta durante il lockdown.

La grande partecipazione da parte degli utenti che, attraverso video e foto hanno raccontato i momenti più originali vissuti tra le mura domestiche, ha generato un film celebrativo.

 

Un'attività che rientra all'interno della più ampia campagna pensata per ringraziare tutti gli italiani, tutti i partner, gli impiegati e tutti gli attori della filiera di produzione e distribuzione, che hanno fatto in modo che le banane Chiquita fossero sempre disponibili ovunque e per tutti, anche in questo periodo difficile. La creatività – che porta la firma di Bitmama, agenzia creativa del gruppo Reply – ha visto riempire il vuoto lasciato da Miss Chiquita all'interno del celebre Bollino Blu, con i veri protagonisti di questi mesi: i dipendenti Chiquita, i coltivatori, i clienti, i rivenditori e soprattutto i medici e le famiglie che hanno fatto tornare il Paese dell'originalità ancora più forte, naturalmente.

 

La campagna, partita con una pianificazione sui principali quotidiani nazionali e locali, e poi estesa anche a livello globale, avrà il suo coronamento proprio con il lancio del video-manifesto nato dal racconto e dal vissuto degli italiani, contraddistinto dall'hashtag #unlockoriginality. Il contenuto verrà promosso a partire dal 20 maggio, attraverso una pianificazione sui principali canali digitali e social media e sarà un vero e proprio omaggio agli autori stessi, gli Italiani, che hanno tenuto sempre alta la bandiera dell'originalità e, ancora di più, quella del coraggio. La campagna si concluderà il 3 giugno 2020.

 

Credits

Bitmama

Executive Creative Director: Nicola Gotti

Creative Director: Valeria Fuso

Creative Director: Fabio Montalbetti

Senior Art Director: Alessandro Blengino

Copywriter: Ilaria Sandri

Social Media Strategist: Elena Loro

Account Executive: Lucia Sternini

Account Manager: Claudia Rapisarda

Account Director: Assunta Ciampa

Client Service Director: Abiye Ethiopia

 

Pianificazione

Local Planet



--
www.CorrieredelWeb.it

Pagobancomat entra in Samsung Pay

PagoBANCOMAT entra in Samsung Pay 

Il sistema di pagamento elettronico di Samsung aggiunge un nuovo tassello per pagare in modo semplice, veloce e sicuro, ampliando le proprie opzioni con il Circuito PagoBANCOMAT

 

Milano, maggio 2020 – Samsung Electronics Italia annuncia oggi che le carte del Circuito PagoBANCOMAT, che conta oggi 1,45 miliardi di pagamenti per un valore di circa 84 miliardi di euro, sono disponibili su Samsung Pay, il sistema di pagamento elettronico di Samsung, introdotto in Italia da marzo 2018. Le prime carte abilitate al servizio saranno quelle di Intesa Sanpaolo, UBI e Cassa Centrale Banca.

 

"Grazie all'abilitazione delle carte del Circuito PagoBANCOMAT, Samsung contribuisce ancora di più ai processi di trasformazione in atto nell'ambito dei pagamenti elettronici in Italia. E, oggi, segniamo un ulteriore passo in avanti verso la cosiddetta cashless society, che anche in Italia sta diventando sempre di più una realtà capace di apportare diverse tipologie di benefici concreti al sistema paese nel suo complesso. E con l'ampliamento costante dei servizi legati a Samsung Pay, la nostra azienda aggiunge un altro elemento chiave in direzione della trasformazione degli smartphone in strumenti pienamente mobile, in grado di migliorare concretamente la vita degli utenti e di contribuire ad accelerare la trasformazione digitale in Italia", dichiara Carlo Carollo, Vicepresidente della divisione Telefonia di Samsung Electronics Italia.

 

"Ora più di prima le nuove soluzioni elettroniche incontrano l'esigenza di pagamento digitale dei consumatori. L'ingresso in Samsung Pay è testimonianza di una forte determinazione di BANCOMAT S.p.A. nel perseguire gli obiettivi fissati con il piano industriale all'insegna di una sempre maggiore semplificazione e dunque anche digitalizzazione degli strumenti di pagamento. Da oltre trent'anni lavoriamo per garantire agli italiani la massima sicurezza nelle operazioni di pagamento con le carte. Ora con le nostre soluzioni digitali garantiamo anche maggiore tutela mettendo a disposizione strumenti che rispondono alle attuali esigenze di distanziamento sociale", dichiara Alessandro Zollo, Amministratore Delegato BANCOMAT S.p.A.

 

 

 

Samsung Pay

Samsung Pay è un sistema di pagamento elettronico contactless attraverso NFC, semplice e sicuro, disponibile per tutta la gamma di smartphone Samsung delle ultime generazioni, che consente di pagare dal proprio device e fare acquisti praticamente in qualsiasi esercizio commerciale che accetta le carte di credito, di debito o prepagate.

 

Sicurezza

Samsung Pay garantisce la sicurezza dei dati delle proprie carte di pagamento grazie a tre livelli di sicurezza. Innanzitutto, per autorizzare ogni transazione è necessario autenticarsi con l'impronta digitale o il PIN; effettua la tokenizzazione dei dati della carta di pagamento che, in questo modo, non compaiono mai nelle transazioni, né vengono memorizzati sul dispositivo; infine, la protezione dei dati avviene tramite la piattaforma Samsung Knox integrata nello smartphone.

 

Semplicità

Grazie a Samsung Pay qualsiasi pagamento avviene in maniera semplice e immediata. Per utilizzare il servizio basta accedere all'applicazione Samsung Pay registrandosi con le credenziali del proprio account Samsung, ed aggiungere la propria carta di pagamento - dall'app bancaria nel caso di PagoBANCOMAT. Il pagamento avviene in pochi secondi: si seleziona la carta che si vuole utilizzare, nel caso se ne abbia più di una, si utilizza la modalità di identificazione preferita (impronta digitale o pin), e si avvicina il proprio smartphone al POS.

Ma Samsung Pay non è solo un sistema di pagamento, in quanto offre una serie di vantaggi pensati per i clienti Samsung, sia per "eliminare" il portafogli fisico, sia per offrire loro diversi benefici, quali l'aggiunta di carte fedeltà, coupon e promozioni, uso facilitato per l'accesso alla metropolitana, acquisti online1 etc.



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 22 maggio 2020

Nesquik torna in TV con una nuova campagna

Nesquik torna in TV con una nuova campagna e lancia un sito totalmente rinnovato

I genitori, che hanno vissuto in quarantena con i figli, sono protagonisti dell'ironico spot del brand di Nestlé in onda fino al 30 maggio sulle principali reti.

Il sito Nesquik .it, con contenuti e grafiche del tutto nuove, invita genitori e bambini a trasformare la colazione in un momento magico.

 

Milano, 21 maggio 2020 – Nesquik torna On Air con una nuova campagna TV in onda fino al 30 maggio sui Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rete 4, Canale 5, Italia 1 e Mediaset Extra. Lo spot firmato da McCann Spain e adattato per il mercato Italiano da McCann Worldgroup Italia racconta in modo ironico i momenti trascorsi in famiglia durante la quarantena. La pianificazione dello spot, della durata di 20 secondi, è a cura del centro media Dentsu Aegis Network.

 

Con la nuova campagna il brand celebra, in chiave ironica, i genitori protagonisti principali dello spot che, armati di pazienza, hanno saputo inventare un nuovo modo di trascorrere il tempo in casa insieme ai propri figli in questi mesi di quarantena. Un ringraziamento per non avergli fatto rinunciare a momenti spensierati tra giochi, colori e balli, anche quando hanno messo a soqquadro la casa, e per avere scelto Nesquik come alleato per trasformare la colazione in un momento speciale. L'amplificazione della campagna sul digital e sui social è affidata a Live, la unit di McCann Worldgroup specializzata nella realizzazione di contenuti e attivazioni social.

 

Infine, il brand lancia sito di  Nesquik con contenuti nuovi fruibili dai bambini grazie anche a grafiche completamente rinnovate. Tra le diverse sezioni si segnala quella dedicata alla sostenibilità nella filiera del cacao e all'impegno del brand nel migliorare la vita degli agricoltori anche grazie a tecniche di coltivazioni più efficienti.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

COMUNICAZIONE, COME CAMBIA DOPO COVID-19 - CINQUE CONSIGLI UTILI

COME CAMBIA LA COMUNICAZIONE DELLE AZIENDE DOPO COVID-19

Daniela Testori, esperta di comunicazione e Ceo dell'omonima azienda, fornisce 5 consigli utili per aiutare le imprese a uscire dalla crisi  

Comunicare il cambiamento

Preferire un messaggio di utilità sociale ad uno orientato al profitto, quindi:
Optare per una comunicazione corporate e non di prodotto

Affidarsi a specialisti della comunicazione

Avere pronto un piano di comunicazione

«Anche la comunicazione ha le sue fasi- dichiara Daniela Testori - , si evolve in modo direttamente proporzionale all'attualità, a ciò che ci succede intorno. Oggi, dopo un lungo periodo di insicurezze, l'unica certezza è che il mondo è diverso da come l'avevamo lasciato e che il concetto di "distanziamento sociale" cambierà inevitabilmente anche il paradigma della comunicazione. I valori e l'attenzione alle persone, la straordinaria creatività made in Italy saranno i tre pilastri su cui si poggerà l'intero apparato della comunicazione. Noi abbiamo deciso di mettere a disposizione questo know how alle aziende che ci hanno scelto come partner e che in questo momento, più che mai, devono fare sapere che rappresentano un settore fondamentale per la ripresa del nostro Paese, una congiuntura cruciale che sta dimostrando di sapere colmare i gap che lo Stato non è in grado di colmare, grazie proprio all'innata capacità del popolo italiano di sapersi reinventare con estro e ingegno. In questo momento è importante che gli imprenditori abbiano consapevolezza che il nuovo modo di fare business su cui stanno puntando è strettamente collegato alla necessità di comunicarlo; è importante, per esempio, che comunichino cosa stanno facendo per adattarsi al nuovo concetto di business. Cosa che in passato era sconsigliata, ma adesso bisogna considerare che c'è bisogno di contaminare il mercato di buone prassi per contrastare i danni economici portati dal virus, attraverso il racconto di ciò che accade all'interno delle imprese. Passata l'emergenza è l'ora di avere pronti dei piani di comunicazione che tengano conto del mutato stato d'animo dei consumatori, dell'interpretazione del messaggio che arriva sia direttamente che implicitamente, degli effetti negativi che potrebbe avere il rilancio del marchio attraverso il prodotto in questo momento piuttosto che su una comunicazione corporate, da preferire di gran lunga per fare passare il messaggio che le aziende, sono disponibili a contribuire a risollevare le sorti e l'economia del Paese anche a scapito del profitto. Quindi come si diceva all'inizio bisogna puntare tutto su valori e attenzione alle persone. Per questo è necessario affidarsi a specialisti della comunicazione».

 

Testori Comunicazione è un'agenzia di comunicazione e organizzazione di eventi specializzata nello sviluppo della brand awareness di aziende e prodotti. È composta da un team dinamico, ha sede nel cuore di Milano e vanta vent'anni di esperienza nell'ambito della comunicazione. Con un portfolio di clienti italiani e internazionali nei più svariati settori, l'agenzia guidata da Daniela Testori lavora sul posizionamento di immagine, la comunicazione continuativa o mirata in occasione di eventi e singole iniziative che l'azienda decide di promuovere durante l'arco dell'anno. In contatto costante con i tecnici dell'informazione di tutti i media, da quelli tradizionali ai social network, Testori Comunicazione contribuisce a veicolare l'immagine dell'azienda in modo rapido, dinamico e di sicuro impatto mediatico.



--
www.CorrieredelWeb.it

L'Instagram di CRN vince il Silver Winner ai Muse Creative Awards 2020

L'INSTAGRAM DI CRN VINCE IL SILVER WINNER AI MUSE CREATIVE AWARDS 2020

Un riconoscimento internazionale all'eccellenza creativa e al carattere innovativo del canale CRN

Il profilo Instagram di CRN, storico cantiere navale e brand di Ferretti Group specializzato nella costruzione di yacht completamente custom, si è aggiudicato il premio Silver Winner ai Muse Creative Awards 2020, nella categoria Social Media.

Il prestigioso riconoscimento, istituito da International Awards Associate Inc. per premiare le eccellenze creative dei brand a livello internazionale, attesta l'innovatività e lo straordinario sviluppo creativo della pagina Instagram di CRN, ideata da Arachno Digital Agency.

Il social media ha saputo veicolare, con linguaggio moderno e immediato, l'essenza, l'heritage e i valori di un brand fatto di professionisti che si mettono completamente al servizio di un'idea per farla evolvere sino a creare one-off yachts che sono vere opere d'arte.

Immagini e video, selezionati con un'accurata ricerca e costruiti ad hoc, insieme alla massima attenzione al linguaggio e ai testi, sono gli elementi vincenti di una comunicazione che ha coinvolto attivamente la community e creato una forte empatia. La pagina racconta ogni giorno l'esperienza di vita a bordo e il mondo unico ed emozionante di CRN, nel quale la combinazione di idee, visioni e saperi, dà vita a capolavori che riflettono ed esaltano la personalità dell'Armatore.

Il concept del profilo Instagram nasce dalla cultura nautica di CRN, brand che persegue perfezione, meticolosa attenzione ai dettagli e totale flessibilità, per dare forma e sostanza ai desideri dell'Armatore. Questi valori, insieme a competenze tecniche e profonda expertise, ispirano il lavoro di project manager, ingegneri, project architect, interior designer e maestranze altamente qualificate che ogni giorno si adoperano per creare qualcosa di assolutamente esclusivo.

Deposit Solutions: +346% depositi dei risparmiatori italiani nella crisi Covid


ANALISI DI DEPOSIT SOLUTIONS: NELLA CRISI COVID-19

I RISPARMIATORI ITALIANI PRIVILEGIANO I DEPOSITI

 

·         Nel mese in cui è scoppiata l'emergenza Coronavirus gli italiani hanno depositato circa 17 miliardi di euro nei propri conti (+254% a marzo 2020 rispetto a marzo 2019 e +346% rispetto alla media dei precedenti dodici mesi)

·         Le principali economie europee hanno versato più denaro nei propri depositi, per un totale di 43 miliardi di euro a marzo 2020

·         Significative le differenze di comportamento dei risparmiatori nell'Eurozona fra la crisi finanziaria del 2008 e l'emergenza COVID-19

 

Milano, 22 maggio 2020 – All'insorgere dell'emergenza Coronavirus, i risparmiatori italiani, seguiti da quelli delle principali economie europee, hanno versato più denaro nei propri conti, con un valore pari a 43 miliardi di euro a marzo 2020, mese in cui è scoppiata la crisi Covid nell'Eurozona. Questo è il risultato che emerge da uno studio pubblicato oggi, sulla base dei dati divulgati dalla Banca Centrale Europea, da Deposit Solutions, piattaforma leader nell'Open Banking per i depositi.

 

In particolare, a marzo 2020, gli italiani hanno depositato 16,8 miliardi di euro nei propri conti, in aumento del 254% rispetto ai 6,6 miliardi nel marzo 2019 e con un incremento del 346% rispetto alla media mensile italiana dell'anno precedente (circa 4,85 miliardi di euro).

 

Inoltre, anche le restanti principali economie europee hanno versato più denaro nei propri depositi: nel dettaglio, i francesi hanno depositato oltre 19 miliardi di euro e gli spagnoli circa 10 miliardi di euro.

 

"In tempi di crisi profonde come quella attuale, sia i risparmiatori italiani, sia quelli esteri, si stanno rivolgendo a prodotti di risparmio, abbandonando asset class più rischiose e "abbracciando" la sicurezza garantita dei depositi. – ha commentato Ermanno Ciarrocchi, Chief Sales Officer Europe, Deposit Solutions – Dall'altro lato, le banche italiane ricevono, tramite questi, un finanziamento stabile, sicuro e prevedibile, particolarmente prezioso in tempi di volatilità e illiquidità del mercato dei capitali. Tuttavia, la capacità di attrarre raccolta diversificata e a termine sarà ancor più rilevante per affrontare l'intensità dello stress sull'economia reale e garantire il finanziamento a medio-lungo termine del mondo corporate".

 

Attualmente, presso le banche nell'Eurozona, sono depositati complessivamente oltre 7.800 miliardi di euro; solo negli ultimi due anni, ne sono stati aggiunti 750 miliardi. In particolare, le banche tedesche detengono il maggior ammontare di depositi con 2.400 miliardi di euro o quasi un terzo del totale.

 

Nei Paesi europei, inoltre, ci sono differenze significative di comportamento dei risparmiatori tra la crisi del 2008 finanziaria e quella attuale: ad esempio, Paesi Bassi, Francia e Spagna nel settembre 2008 hanno registrato decrementi nei propri depositi; nel marzo 2020, al contrario, tutti e tre i Paesi hanno visto un aumento dei propri depositi. Anche per quanto riguarda i depositi dei risparmiatori degli altri Stati nell'Eurozona, la crisi del Coronavirus non sta rappresentando una "fotocopia" del comportamento precedente: infatti, la raccolta netta di depositi era già diminuita costantemente nei mesi precedenti al settembre 2008 e aveva raggiunto il punto più basso con il fallimento della Lehman Brothers; nel 2020, invece, la crescita del volume dei depositi era già stabile prima della crisi e lo è rimasta anche al momento dell'esplosione del Coronavirus.

 

Informazioni sullo studio di Deposit Solutions

Per la pubblicazione dello studio "Resilience in crisis. European deposit flows: 2020 Coronavirus pandemic vs. 2008 financial crisis", Deposit Solutions si è basata su dati della Banca Centrale Europea, che sono stati ricercati, analizzati e valutati, per determinare l'andamento mensile relativo al volume dei depositi al dettaglio delle banche nell'Eurozona, nel periodo da gennaio 2008 a marzo 2020. I depositi al dettaglio sono definiti come depositi relativi a tutte le maturities dei nuclei domestici, ad esempio conti correnti, libretti di risparmio, depositi overnight o depositi a termine.

 

 

***************

 

Deposit Solutions

Deposit Solutions è una società FinTech riconosciuta a livello globale e una piattaforma Open Banking per i depositi. La sua tecnologia proprietaria Open Banking fornisce un'infrastruttura per il mercato globale dei depositi da 50 trilioni di dollari a beneficio di banche e risparmiatori. Deposit Solutions collega già più di 150 banche in 20 Paesi a più di 30 milioni di risparmiatori. Fondata nel 2011 da Tim Sievers, la società che ha l'headquarter ad Amburgo e filiali a Berlino, Londra e Zurigo, impiega un team di oltre 300 risorse. Deposit Solutions è sostenuta da investitori quali e.ventures, Vitruvian Partners, Greycroft, FinLab, Kinnevik, Peter Thiel, Top Tier Capital Partners, Angel Investor Stefan Wiskemann e Deutsche Bank AG.

giovedì 21 maggio 2020

Ecco OpenBar, app dedicata a tutte le persone a cui piace uscire per locali

OpenBar è un'applicazione mobile nata a Milano e dedicata al mondo Beverage e alla Bar Industry. Una piattaforma di riferimento per tutte le persone a cui piace uscire per locali.  
Ogni settimana tramite l'app tutti gli utenti hanno a disposizione un FreeDrink per sé e uno da regalare agli amici. L'obiettivo è quello di creare un vantaggio reciproco per Utenti e Bar partner. 

 

OpenBar sta per rilasciare la nuova versione dell'app. Le novità:

 

1.  Una sezione redazionale che parla del mondo dei locali in maniera trasversale: Eventi, Bars, Drink e News.

 

2.Uno Shop dove poter acquistare drink per sé e da regalare agli amici.

 

3.Un sistema di prenotazione utile per i locali al fine di far fronte alle nuove normative sul distanziamento sociale relative all'emergenza Covid19.

 

Queste nuove funzionalità permetteranno ai locali di attirare nuovi utenti, attivare un canale di vendita digitale e pianificare gli ingressi in modalità contingentata, così da ridurre i momenti di contatto con i clienti in rispetto delle normative vigenti. 

 

Openbar è scaricabile gratuitamente su AppStore e GooglePlay da fine giugno.

@openbar.app



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *