CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

domenica 29 settembre 2019

Fondazione Enasarco: una cassa “Social” - I numeri della comunicazione digitale premiano agenti di commercio e consulenti finanziari per i contatti Enasarco sui social.


Fondazione Enasarco, una cassa "Social"

I numeri della comunicazione digitale premiano agenti di commercio e consulenti finanziari per i contatti Enasarco sui social media. Bene anche App, sito ufficiale e newsletter

 

I follower degli account Enasarco su LinkedIn, Facebook e Twitter sono complessivamente oltre 13.000, un numero di tutto rispetto, considerati l'area di appartenenza, il bacino di utenza e la circostanza che i profili aperti sui vari canali sono molto giovani: nati nel 2016, sono gestiti direttamente e più efficacemente dall'Ente soltanto a partire da aprile 2017.

Se considerati separatamente i numeri sono ancora più interessanti e soprattutto permettono di considerare i singoli utenti, al netto di sovrapposizioni tra i vari canali social.

Nel dettaglio, il profilo Facebook della Fondazione Enasarco piace a circa 4.700 utenti ed è seguito da quasi 4.800 follower. Meno consistente la platea di Twitter con 565 Follower, più che compensata dall'ottima performance su LinkedIn, dove l'Ente raggiunge gli oltre 7.700 follower, una platea interamente professionale e quindi maggiormente in target rispetto alla propria attività.

Questi numeri fanno della Fondazione Enasarco la Cassa italiana più presente e più seguita sui Social network.

 

Non solo Social. La comunicazione digitale di Enasarco risulta performante anche attraverso altre vie come l'App, su cui a pochi mesi dalla sua progettazione hanno effettuato con successo il login 13.980 utenti, la Newsletter "Enasarco Magazine" indirizzata a oltre 54.000 destinatari e il sito Web di Enasarco che nel 2019 è arrivato a toccare i 50.000 utenti unici al mese.



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 28 settembre 2019

Il portfolio ecosostenibile di Fulgar conquista Première Vision



Première Vision – 17-19 Settembre 2019

 

L'INNOVAZIONE INCONTRA L'ECOSOSTENIBILITÀ:

IL PORTFOLIO GREEN DI FULGAR CONQUISTA LA  

FIERA DI PARIGI

 

A Première Vision, Fulgar protagonista delle proposte più innovative con i suoi filati altamente tecnologici e sostenibili: EVO®, Q-NOVA® e AMNI SOUL ECO®.

 Ingredienti chiave per le migliori collezioni di tessuti d'avanguardia

 

 

Parigi, 27 Settembre 2019 – Innovazione in armonia con la natura. Sono sempre più le collezioni presentate in anteprima al salone Première Vision arricchite con i filati green firmati Fulgar.

Eccellenza del Made in Italy e leader internazionale del settore tessile nella produzione di filati man made innovativi ed ecosostenibili, Fulgar è in prima linea a Première Vision con il suo esclusivo portfolio.

 

Fulgar rappresenta un nuovo modo di fare filati, in una sintesi perfetta tra performance e ambiente che sposta più in là frontiera della sostenibilità.


EVO® by Fulgar è l'innovativo filato di origine organica certificato DIN CERTCO, interamente ricavato dall'olio di ricino, una risorsa totalmente rinnovabile che non richiede elevati quantitativi di acqua né sottrae terra coltivabile per usi alimentari. EVO® è ultra-leggero, super stretch e altamente traspirante, si asciuga velocemente e non si stira, gode di proprietà termiche e batteriostatiche naturali. Tutte qualità che lo rendono specialmente versatile e perfetto per l'impiego nei diversi settori dell'abbigliamento. I suoi plus distintivi inoltre garantiscono massimo comfort e prestazioni uniche nel pieno rispetto della natura.


Q-NOVA® by Fulgar è una poliammide 6.6 ecosostenibile 100% Made in Italy ottenuta da materie prime rigenerate. Attraverso un processo meccanico, gli scarti di produzione selezionati vengono rivalorizzati e rigenerati sotto forma di polimero, per poi passare alle lavorazioni successive. Numerose le certificazioni green ottenute nel corso degli anni - Global Recycled Standard, Ecolabel EU e l'inserimento all'interno dell'HIGG INDEX, l'indice di valutazione dell'impatto ambientale dell'intero ciclo di vita di un capo messo a punto dalla SAC (Sustainable Apparel Coalition).

Oggi Q-NOVA® by Fulgar offre ancora di più: attraverso uno speciale ingrediente, inserito all'interno della stessa poliammide, è stato sviluppato un innovativo sistema di tracciabilità definito ID (diminutivo di Identity) che permette di verificare in ogni momento l'autenticità dell'origine riciclata del filato da parte delle associazioni dei consumatori e degli enti ministeriali. È già in fase di studio un'ulteriore evoluzione di ID che permetterà nel giro di qualche anno, attraverso un apposito scanner e un'etichettatura dei capi, di identificare direttamente sul punto vendita l'origine eco del filato da parte dei consumatori.


AMNI SOUL ECO® è la poliammide 6.6 biodegradabile che permette di realizzare capi in grado di decomporsi rapidamente una volta terminato il loro ciclo di vita. La speciale composizione facilita, nelle condizioni di discarica anaerobica, l'accesso e la digestione del materiale di scarto da parte dei batteri, accelerando il processo di biodegradazione. Amni Soul Eco® viene eliminato dal pianeta in circa 5 anni, mentre le altre fibre impiegano decenni per decomporsi. Morbidezza, comfort, qualità tintoriale, traspirabilità e l'esclusiva caratteristica Easy Care sono solo alcuni dei benefici di questa innovativa fibra eco-friendly.


Brand e produttori di tessuti all'avanguardia sempre più spesso scelgono i filati green firmati Fulgar per realizzare innovativi tessuti ecosostenibili. A Première Vision è stato infatti possibile scoprire in anteprima le ultime collezioni realizzate con gli innovativi filati green Fulgar nei booth, tra gli altri, di Alto Milanese, Borgini, Clerici Tessuti, Eusebio, Fantasie Tricot, Fieratex, Fiveol, Gipitex, Iluna, Jackytex, Luxury Jersey, Maglificio Brugnoli, Maglificio Ripa, Olmetex, Pontetorto, Serates, Sofileta, Tessitura Colombo, Tessitura Corti.



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 27 settembre 2019

Aquae Septimae: domani e domenica, rievocazioni storiche all'ombra dell'Acquedotto Romano

Rievocazioni storiche all'ombra dell'Acquedotto Romano, con la manifestazione Cultura Municipio VII - Aquae Septimae

Sabato 28 e domenica 29 settembre, nel Parco La Torre del Fiscale, l'Associazione Culturale Officina Romana Parabellum - Cohors II Praetoria ricostruisce un antico castro e riporta in vita i soldati romani

 

 

Un salto indietro nel tempo di circa 2000 anni. Sabato 28 e domenica 29 settembre, la manifestazione Cultura Municipio VII - Aquae Septimae, a cura dell'Assessorato municipale alle Politiche culturali, e organizzata da DBG Management & Consulting, ospita le rievocazioni storiche dell'Associazione Culturale Officina Romana Parabellum - Cohors II Praetoria.

 

L'appuntamento è presso Casale Torre del Fiscale, nel Parco La Torre del Fiscale, all'interno del Parco degli Acquedotti, dalle ore 16 alle ore 18. All'ombra dell'Acquedotto, sarà ricostruito una sezione di castrum, l'accampamento militare romano, verranno riprodotti spaccati di vita militare e alcune delle attività che il soldato romano svolgeva quotidianamente.

 

Gli eventi organizzati dall'Associazione sono noti tra gli appassionati di storia e della Roma Antica per l'accuratezza con la quale vengono preparati, con ogni dettaglio minuziosamente ricostruito fedele agli originali o, addirittura, con l'inserimento di oggetti autentici, appartenuti a soldati romani.

 

Per l'intero weekend, inoltre, sarà possibile visitare la mostra Visionaire à porter: l'acqua come opera d'arte, nata da un'idea di Barbara Molinario e organizzata dall'Associazione Road to green 2020, che proporrà una serie di collage digitali realizzati dall'artista siciliana Elettra Nicotra, appositamente per l'Associazione, tutti sul tema dell'acqua.

 

Spazio anche ai più piccoli, con il laboratorio creativo a cura di Sbottonando, ogni giorno, dalle 16:30, aperto a bambini dai 6 ai 10 anni, durante il quale si realizzeranno bijoux con materiali di riuso, spiegando l'importanza dell'economia circolare.



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 26 settembre 2019

'Contagious Live Italy, svelato il programma dell'evento del 9 ottobre dedicato alla brand bravery'

  

Contagious Live Italy, svelato il programma dell'evento del 9 ottobre dedicato alla brand bravery

 

Appuntamento al MUBA di Milano con una giornata interamente dedicata al coraggio, organizzata da WingageLa mattinata sarà dedicata agli speaker di Contagious, nel pomeriggio spazio alle testimonianze italiane. Sul palco Barbara Cominelli (Microsoft),Gabriella Crafa (Diversity), Graziano Giacani (Brand Festival),Federico Garcea (Treedom), Patrizia Manganaro (Everis), Elisa Mereatur (Pastiglie Leone), Diego ParassoleCarola Salvato(GWPR), Mario Verna (Ssang Yong). Tra i partner inoltre Assorel, ADCI, YouGov, Moglia, Visual Stories; media partner è Brand News.

 

Milano26 settembre 2019. Si avvicina l'appuntamento con la prima edizione di Contagious Live Italy, l'evento in programma il 9 ottobre a Milano, presso il MUBA (Museo dei Bambini), organizzato da Wingage in partnership con Contagious UK.

L'intera giornata sarà dedicata al tema della brand bravery, affrontato da diversi punti di vista attraverso testimonianze italiane e internazionali. La mattinata (9-13) sarà dedicata agli speaker di Contagious: a salire sul palco saranno il fondatore Paul Kemp-Robertson, insieme a George Wyndham (team editoriale) e Katrina Dodd (Head of Trends).

Si parlerà tra l'altro dell'affascinante concetto di 'agile long termism'; delle sfide che pone l'incontro tra creatività eintelligenza artificiale; di come vengono affrontati in azienda i valori che dividono e di come gli HR si comportano rispetto alle dichiarazioni valoriali dell'azienda. E ancora: spunti dall'ultimo Festival Internazionale della Creatività di Cannes, per guardare al futuro pieni di nuove idee. 

L'ultima sessione della mattinata sarà incentrata sulle caratteristiche di una comunicazione 'coraggiosa', tra linguaggi per dipendenti e messaggi per consumatori. Sarà anche l'occasione per presentare l'edizione italiana del libro di Paul Kemp-Robertson e Chris Barth 'Brand Bravery. I dieci comandamenti del coraggio', pubblicato da GueriniNext(prefazione di Annalisa Galardi).

Il pomeriggio (14.30-18) sarà tutto italiano, per dare insieme una forma al coraggio tutto made in Italy di fare impresa, integrare le diversità, abbattere i muri della comunicazione.

Aprirà la sessione Barbara Cominelli (Microsoft), raccontandoci la svolta valoriale di Microsoft avviata dal nuovo Amministratore Delegato, Satya Nadella, che vede l'empatia e l'empowerment al centro della mission aziendale.

In un interessante botta e risposta Elisa Mereatur (Pastiglie Leone) e Graziano Giacani (Brand Festival di Jesi) si confronteranno sui temi dell'identità dei brand e sulle tradizioni aziendali rispetto a questa necessità.


Patrizia Manganaro (Everis) e Francesca Vecchioni (Diversity) porteranno all'attenzione della platea il tema dell'inclusione, riflettendo sul coraggio necessario per mantenere e raccontare la coerenza valoriale dei brand. 

 

Mario Verna di Ssang Yong si e ci chiede se il settore automotive è coraggioso, mentre Carola Salvato (GWPR), parlerà di consapevolezza, spiegando perché le persone consapevoli agiscono e lavorano meglio. 

 

Federico Garceacofounder di Treedom, racconterà come questa operazione nata piccola e italiana sia diventata felicemente grandee internazionale. Oggi Treedom è infatti una BCorp profit che pianta alberi in tutto il mondo, la cui crescita può essere tracciata e seguita a distanza.

 

A far sorridere la platea penserà Diego Parassole, "comico serio" che, mixando contenuti e divertimento, animerà una palestra del coraggio svelando alcune delle trappole mentali che ci impediscono di abbandonare le strade già note.  

 

I dati di YouGov presenteranno il punto di vista degli italiani su alcuni fenomeni globali; alcuni "FantaCasi" di Wingagemostreranno come si può esercitare la creatività a partire da un dato mentre Moglia, tipografia torinese che sa come interpretare la creatività dei clienti, mostrerà le varie forme che il coraggio può avere. Visual Stories terrà traccia visiva di tutto quel che accadrà durante la giornata, con le bellissime tecniche di graphic recording.  

 

L'evento è realizzato con il sostegno dei seguenti partner: Assorel- Associazione Italiana delle Imprese di Comunicazione e Relazioni Pubbliche, ADCI - Art Directors Club Italiano, Brand Festival di Jesi, GWPR, Moglia, Pastiglie Leone, Treedom YouGovVisual Stories, SsangYong. La Media Partnership è affidata a Brand News, testata di riferimento nel mondo della comunicazione, dei media e del marketing.

 


 

CONTAGIOUS LIVE ITALY. L'incontro dove il coraggio contagia i brand. 
9 ottobre 2019 – dalle ore 9 alle 18 
Milano, MUBA (via Enrico Besana 12)

PARTNER: 

ADCI – Art Directors Club Italiano
Assorel Associazione Italiana delle Imprese di Comunicazione e Relazioni Pubbliche

Brand Festival di Jesi

GWPR
Moglia

Pastiglie Leone

Ssang Yong
Treedom
YouGov
Visual Stories
Media Partner: Brand News


RELATORI:

Contagious:
Paul Kemp Robertson

Katrina Stirton-Dodd
George Wyndham

Barbara Cominelli, Microsoft

Francesca VecchioniDiversity

Graziano Giacani, Brand Festival, 
Federico GarceaTreedom

Patrizia Manganaro, Everis
Elisa Mereatur, Pastiglie Leone

Diego Parassole
Carola Salvato, GWPR

Mario Verna, Ssang Yong



--
www.CorrieredelWeb.it

Giornata europea delle lingue, 8 genitori su 10 sono disposti a impartire ai loro figli un'educazione bilingue

GIORNATA EUROPEA DELLE LINGUE, 8 GENITORI SU 10 SONO DISPOSTI A IMPARTIRE AI LORO FIGLI UN'EDUCAZIONE BILINGUE

Permette di avere un approccio più elastico alla realtà, ha effetti positivi sull'attenzione, riduce il declino delle funzioni cognitive e garantisce una carriera internazionale. Sono questi alcuni dei benefici che secondo gli esperti un'educazione bilingue può avere se impartita sin dalla tenera età: da ricerche internazionali è emerso che 8 genitori su 10 sono propensi a far apprendere ai loro figli una seconda lingua.

Imparare una seconda lingua può sembrare un processo difficoltoso per via di numerose parole sconosciute e di una struttura grammaticale completamente diversa. Per questo motivo gli esperti consigliano un'educazione bilingue in età precoce, trend ormai seguito dal 75% dei genitori americani, come dimostrato da una ricerca pubblicata dal New York Times. E ancora, secondo una ricerca di Psychology Today, il periodo migliore per apprendere una seconda lingua va dalla nascita all'età prescolare, periodo in cui il cervello è ancora plastico e ricettivo. Ma quali sono i benefici di un'educazione bilingue in età precoce? Secondo gli esperti permette di avere un approccio più elastico alla realtà, riduce il declino delle funzioni cognitive e garantisce ottime opportunità lavorative. Secondo un'indagine americana pubblicata dalla CNN, essere bilingue rappresenta una delle skill più richieste dalle grandi aziende e i lavoratori bilingue riescono addirittura a guadagnare il 20% in più rispetto a coloro che fanno soltanto riferimento alla lingua madre.

"La primissima infanzia rimane un momento unico e privilegiato per creare le basi per l'apprendimento della seconda lingua in modo spontaneo e iniziare un'educazione bilingue – spiega Eva Balducchi, co-fondatrice del Baby College di Monza – Nella nostra scuola i bambini sono protagonisti di esperienze concrete di apprendimento basate sul curriculum bilingue britannico e italiano, con l'obiettivo di preservare e valorizzare entrambi i patrimoni linguistici e culturali. Vivere in un ambiente dove si respira quotidianamente la lingua inglese attraverso il significato di un'espressione, il valore di una frase o di un semplice invito rappresenta l'unico vero modo per apprendere una seconda lingua spontaneamente, senza nessun tipo di costrizione".

 

Ma un'educazione bilingue viene vista ancora oggi in Italia con diffidenza a causa dei falsi miti creatisi nel corso degli anni. Uno dei più popolari riguarda la possibile confusione dei bambini nell'apprendimento di due lingue, smentito da numerosi studi che hanno dimostrato come il cervello sia per natura multilingue. E ancora, secondo alcuni apprendere due lingue richiede uno sforzo eccessivo, con una ricaduta sul piano dello sviluppo cognitivo. Mito sfatato da una ricerca della American Academy of Pediatrics, secondo cui i bambini sono dotati di una predisposizione innata per l'acquisizione del linguaggio. Ma non è tutto, perché è stato accertato da una ricerca pubblicata sul Washington Post che l'apprendimento simultaneo di due lingue non abbia alcuna controindicazione sulle condizioni psicologiche dei bambini e non produce effetti indesiderati.

Dello stesso pensiero è Luca Hubbard, Bilingual Language Coordinator presso il Baby College di Monza: "Attorno al bilinguismo regna purtroppo un alone di pregiudizi e timori, spesso alimentati da una mancanza di informazione. In realtà, numerose ricerche scientifiche condotte a livello internazionale hanno evidenziato i numerosi vantaggi che l'apprendimento di una seconda lingua fin dalla più tenera età può apportare a livello cognitivo e nella vita quotidiana. Il bilinguismo infantile è diverso dall'apprendimento di una seconda lingua in età adulta: è un processo spontaneo che ha luogo se il bambino ha abbastanza occasioni di sentire due lingue e motivazione ad usarle".

 

Ecco infine i benefici di un'educazione bilingue in età infantile secondo gli esperti:

  • Migliora l'attività cerebrale: diversi studi dimostrano come il bilinguismo abbia effetti positivi sul cervello dei bambini, che riesco ad adattarsi meglio all'ambiente circostante.
  • Sviluppa le capacità di problem solving: l'abitudine a rapportarsi in due lingue permette alla mente dei più piccoli di affrontare senza timore i cambiamenti e cercare nuove soluzioni.
  • Permette di apprendere in maniera più facile altre lingue: il bambino bilingue sviluppa naturalmente una conoscenza più approfondita della struttura linguistica.
  • Favorisce l'attenzione e la concentrazione: l'educazione bilingue impone di esercitare continuamente un'attenzione selettiva, sviluppando ulteriormente la capacità di concentrazione.
  • Aumenta l'empatia: diversi studi hanno dimostrato come i bambini che parlano più lingue hanno una maggiore empatia e un rispetto verso le differenze altrui.
  • un boost alla carriera: arricchire il proprio curriculum con la lingua inglese è fondamentale per avere nuove opportunità lavorative. 

·         Stimola la creatività: l'educazione bilingue stimola il pensiero creativo e la manualità del bambino.




--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 25 settembre 2019

Skyscanner guarda al futuro e rinnova il suo brand


Skyscanner guarda al futuro e rinnova il suo brand

Svelato il nuovo brand e la nuova mission mentre Skyscanner arriva a 100milioni di utenti mese

 

Milano, 24 settembre 2019 - Oggi Skyscanner annuncia un significativo rinnovo del suo brand a livello globale caratterizzato da un nuovo vibrante brand e da una mission audace: per guidare la trasformazione globale verso viaggi moderni e sostenibili

Il nuovo brand prende in prestito l'ispirazione dai bellissimi luoghi presenti in tutto il mondo, ricchi di colori, diversità e ottimismo. È caratterizzata da un mix di fotografia straordinaria e illustrazioni accattivanti, oltre a un carattere tipografico ridisegnato e un nuovo luogo per simboleggiare il viaggio e le sensazioni che evoca. Viene lanciata su app store, desktop, mobile web e canali social proprietari in 52 mercati in tutto il mondo.

Il logo incorpora quattro elementi principali che si combinano per formare la sua estetica: ottimismo, sostenibilità, idee e luoghi da scoprire. I raggi radianti rappresentano l'ottimismo del sole e l'innovazione che Skyscanner ha aperto la strada nel settore dei viaggi. Il semicerchio incarna la terra e la freccia in basso al di sotto illustra un luogo evidenziato su una mappa.

Il nuovo carattere tipografico (Relative) è chiaro e semplice, e rispecchia l'approccio di Skyscanner nell'aiutare i viaggiatori, mentre la palette è costruita attorno a un audace colore guida, Sky Blue, che rappresenta chiarezza e ottimismo. La tavolozza di supporto dai colori caldi e naturali rappresenta le ricche tonalità che si trovano nelle destinazioni di tutto il mondo.

Il rinnovo del brand coincide inoltre con il raggiungimento di questa significativa pietra miliare dei 100 milioni di utenti mese, dimostrando ulteriormente la posizione leader di Skyscanner nel settore dei viaggi. L'audace e nuova mission di guidare la trasformazione globale verso viaggi moderni e sostenibili si basa su oltre 15 anni di avanguardia nel settore dei viaggi e dell'innovazione, originariamente come pionieri nella ricerca di voli e ora attraverso i viaggi, aiutando le persone a trovare e prenotare le migliori opzioni per voli, hotel e noleggio auto.

La mission dimostra un impegno a continuare a innovare e nello stesso tempo a settare la nuova via, al fine di anticipare e soddisfare le esigenze sia dei viaggiatori moderni di oggi sia dei viaggiatori di domani.

I viaggiatori moderni di oggi desiderano un'esperienza mobile, senza interruzioni e senza stress. Le app di Skyscanner hanno 90 milioni di download e il 60% degli utenti ora interagisce con il brand tramite un dispositivo mobile. E i viaggiatori desiderano sempre più esplorare il pianeta e allo stesso tempo proteggerlo. I viaggiatori di domani si aspetteranno questo automaticamente e Skyscanner si impegna a renderlo una realtà, avendo già mosso i primi passi nel viaggio sostenibile sia mostrando ai viaggiatori le opzioni di volo a basse emissioni sia aderendo all'iniziativa di viaggio sostenibile del Duca del Sussex, Travalyst.

Joanna Lord, Chief Marketing Officer at Skyscanner dichiara: "Oggi non vedevo l'ora di lanciar il nostro nuovo brand! È bellissimo –  ed è qualcosa di molto più profondo di un semplice aspetto rinfrescato. Questa nuova piattaforma ci consente di focalizzarci nuovamente sulla mission di Skyscanner e nello stesso tempo anche di indicare più chiaramente dove stiamo andando. Come azienda cerchiamo sempre di fare di più e di fornire i migliori servizi e prodotti, prima era così per i voli e ora lo è per l'intero viaggio. Questo è un momento estremamente emozionante per Skyscanner mentre guardiamo al futuro".

Il prossimo anno verranno lanciate campagne pubblicitarie a livello globale che promuoveranno il marchio rinnovato e la missione di Skyscanner.


 

Note 

Skyscanner ha collaborato con l'agenzia di design e branding KOTO

 

Chi è Skyscanner

Fondata nel 2003, Skyscanner è un'azienda leader nel mondo dei viaggi, dedicata ai viaggiatori e a rendere le loro prenotazioni viaggi le più semplici possibili. Skyscanner aiuta ogni mese più di 100 milioni di persone in 52 paesi e in oltre 30 lingue a trovare la migliore opzione di viaggio per voli, hotel e autonoleggi. Skyscanner è disponibile su desktop, mobile web e la sua apprezzata app (Android/iOS) è stata scaricata 90 milioni di volte. Lavorando con 1200 partner di viaggio, la missione di Skyscanner è di guidare la trasformazione globale attraverso viaggi moderni e sostenibili.

Skyscanner conta più di 1000 impiegati negli uffici di Barcellona, Budapest, Edimburgo, Glasgow, Londra, Miami, Pechino, Shenzen, Singapore e Sofia.



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 24 settembre 2019

VIRALIZE prima classificata tra le società italiana nel Deloitte Technology Fast 500 EMEA 2018.

VIRALIZE prima classificata tra le società italiana nel Deloitte Technology Fast 500 EMEA 2018.
La controllata del Gruppo Vetrya ha registrato il miglior tasso di crescita nei ricavi.
Il ranking, giunto alla sua 18° edizione premia gli sforzi e la dedizione delle società ad alto contenuto tecnologico negli ultimi 4 anni.

Milano, 24 settembre 2019 – Viralize, società del Gruppo Vetrya [VTY.MI], gruppo italiano leader riconosciuto nello sviluppo di servizi digital, piattaforme cloud computing, soluzioni applicative e servizi broadband, si posiziona prima tra le società italiane inserite nella prestigiosa classifica dei Deloitte Technology Fast 500 EMEA.
Il programma, giunto alla sua 18° edizione e organizzato ogni anno da Deloitte in tre continenti - Nord America, EMEA e Asia-Pacifico - premia gli sforzi e la dedizione delle società ad alto contenuto tecnologico che hanno registrato il più alto tasso di crescita dei ricavi negli ultimi 4 anni e comprende per la sola regione EMEA aziende provenienti da 24 Paesi, con un tasso di crescita medio del 969%.
Viralize, con un tasso di crescita pari a 2423% si posiziona prima tra le 9 società italiane presenti in classifica (40° nel ranking complessivo), seguita da Eurostep Srl, FiloBlu S.p.A., Across S.r.l., Young Digitals S.p.A, MailUp S.p.A., Amped S.r.l., Digital Angels e BeGear S.r.l..
"Un altro importante riconoscimento per il nostro gruppo. - ha commentato Luca Tomassini, Fondatore, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo Vetrya - Raggiungere la prima posizione nella Deloitte Technology Fast 500 è un rilevante risultato per Viralize e per tutte le persone del nostro gruppo. È la conferma della bontà del nostro piano industriale, che sta guardando sempre di più al mercato internazionale su cui continuare ad innovare per costruire il futuro di vetrya".


--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 23 settembre 2019

Gillette Bomber Cup featuring Fortnite: Ospiti e appuntamenti alla Milan Games Week 2019

GILLETTE BOMBER CUP featuring FORTNITE: TRE GIORNATE RICCHE DI APPUNTAMENTI NELL'AREA GILLETTE IN MILAN GAMES WEEK 2019

Tra gli ospiti presenti Cicciogamer89, Ambassador del torneo, insieme ad altre importanti icone del panorama gaming italiano come Kekkobomba, Los Amigos e J0k3R

Milano, 23 settembre 2019 – Gillette fa il suo debutto alla Milan Games Week 2019 con la prima stagione della Gillette Bomber Cup, uno dei più grandi tornei di Fortnite con licenza ufficiale, entrando appieno nell'arena del mondo degli eSports. 

"Dopo il successo della campagna Shave like a Bomber, la Gillette Bomber Cup nasce con l'obiettivo di sostenere e affermare i valori degli eSport in Italia", dichiara Gennaro D'Ambrosio, Assistant Brand Manager Gillette. "Vediamo gli eSport come una naturale evoluzione dello sport. Per questo Gillette sostiene gli appassionati e i professionisti di quella che consideriamo essere una categoria sportiva a tutti gli effetti".

L'agenda delle tre giornate di Milan Games Week 2019 si preannuncia ricca di appuntamenti e ospiti all'area Gillette: dopo il successo delle prime fasi di qualificazione per concorrere alla finale della Gillette Bomber Cup, inizia il conto alla rovescia per l'ultimo Last Chance Qualifier e Grand Final che si terranno dal vivo, rispettivamente il 27 e il 28 settembre.

Presenti alcuni dei più grandi nomi del panorama gaming italiano che si alterneranno durante le giornate: primo fra tutti Cicciogamer89, Ambassador dell'iniziativa, insieme a Kekkobomba, Los Amigos e J0k3R.

L'iniziativa è in collaborazione con PG Esports, società leader in Italia nell'organizzazione di eventi dedicati al gaming competitivo.

Partner tecnico dell'evento Predator, che con la sua serie di prodotti dedicati al Gaming contribuirà a un'esperienza di gioco completa e professionale.

Gli appuntamenti

Milan Games Week 2019 - Padiglione "Radio 105 Esports Show" n°16

Venerdì 27 settembre, 12:00 - 18:00                                                                                                                       

Torneo Last Chance Qualifier - 4 match di qualificazione

Ospiti presenti che si alterneranno durante la giornata:

J0k3R, Los Amigos e Kekkobomba

Nel pomeriggio:                                                                                                                         

Meet&Greet con J0k3R e Los Amigos

***

Sabato 28 settembre, 12:00 - 18:00                                                                                                                              

Dalle 12:00, Grand Final - I 4 vincitori degli Open Qualifier insieme ai 40 del Last Chance Qualifier si uniranno ad altri 12 giocatori invitati tra i più importanti pro-players nel panorama italiano

Ospiti presenti che si alterneranno durante la giornata:

Cicciogamer89, Kekkobomba, J0K3R e Los Amigos

Nel pomeriggio:                                                                                                                          

Meet&Great con Cicciogamer89, Kekkobomba, J0K3R e Los Amigos

***

Domenica 29 settembre, 12:00 - 18:00                                                                                                     

Free Game

Ospiti presenti che si alterneranno durante la giornata:

J0K3R, Los Amigos e Kekkobomba

Nel pomeriggio:                                                                                                                             

Meet&Great con Kekkobomba e J0K3R                         



--
www.CorrieredelWeb.it

Nasce la rete delle Piccole botteghe sfuse indipendenti

Nasce la Rete delle Piccole Botteghe Sfuse Indipendenti

24 negozi disseminati su tutto il territorio nazionale e 32 proprietari che hanno preferito la collaborazione alla concorrenza

Collaborazione invece che concorrenza, sfuso al posto di confezionato, filiera corta anziché grande distribuzione. Sono queste le idee basilari che hanno unito molti piccoli negozi di sfuso italiani fino alla creazione di una rete nazionale indipendente. Una rete informale che si contraddistingue appunto per le ridotte dimensioni (si tratta spesso di realtà a conduzione familiare), per la proposta ecologica di vendere prodotti sfusi e per la scelta di rimanere indipendenti dalle grandi catene o dai franchising.
«I primi passi per la creazione della Rete sono stati fatti nel 2017 – spiega uno dei proprietari – e dalle prime 4 botteghe che hanno iniziato a collaborare siamo pian piano cresciuti fino ad arrivare alle odierne 24, e abbiamo ogni giorno molte richieste di nuovi ingressi da vagliare».
Le Piccole Botteghe Sfuse Indipendenti, attualmente rappresentate da 23 donne e 9 uomini, si incontrano sui social media e quotidianamente si scambiano informazioni sui fornitori, sulle normative, sulle problematiche legate alla vendita sfusa, ma anche sulle strategie di marketing o sulle tendenze del mercato. «Ogni tanto poi ci raccontiamo qualche aneddoto divertente sulla vita in bottega – dice un'altra proprietaria – o semplicemente ci facciamo gli auguri per nascite e compleanni. Del resto siamo persone vere, non macchine».
Quello che accomuna le diverse botteghe della rete paradossalmente è anche quello che le distingue: ciascuno è libero di scegliere i propri fornitori, privilegiando i piccoli produttori del territorio quando questo è possibile. «A differenza di un franchising che ti impone di prendere necessariamente i prodotti scelti dalla casa madre – dice una terza imprenditrice – noi scegliamo i contadini delle campagne intorno a noi, i laboratori di pasticceria delle vicinanze e gli apicoltori della provincia o della regione. E sono spesso loro a venire da noi oppure noi ad andare da loro, in un continuo scambio di consigli e informazioni che è davvero impagabile».
Oggi i negozi hanno deciso di uscire allo scoperto con una pagina Facebook (Rete Botteghe Sfuse) per raccontare ai propri referenti, non solo clienti ma anche vecchi e potenziali nuovi fornitori, la propria esperienza di successo continuando ad ampliare la collaborazione e l'offerta. E le richieste che stanno già arrivando di nuove botteghe desiderose di entrare a far parte della rete si moltiplicano ogni giorno, anche se non tutte hanno già i requisiti essenziali per l'ingresso, a cominciare dai due anni di attività e da un'offerta che preveda almeno il 70% di prodotti sfusi (per alcune botteghe si parla di un catalogo di oltre 500 prodotti sfusi).


Lista botteghe in ordine alfabetico:
A TUTTO SBALLO, VERBANIA
AL NEGOZIO, COLLEGNO (TO)
AL NETTO, AREZZO
ALTERNATIVA SFUSA, MONZA
BIO AL SACCO, PISA
BOTTEGA GRANEL, GRUGLIASCO (TO)
DESI SFUSERIA, SIRMIONE (BS)
ETTOGRAMMO, VERONA
GREEN GO, FIRENZE
IL GRANAIO DI EVA E NADIA, VICENZA
LA BOTTEGA DI SILVIA, BOLOGNA
LA BOTTEGA SFUSA, PADOVA
LA BUONA TERRA, SCHIO (VI)
LO SPACCIO TUTTO SFUSO, VIAREGGIO
NATURALE, CERNUSCO LOMBARDONE (LC)
PAPAVERI DI MARE, LIVORNO
RESTO SFUSO, ROMA
SFUSA LA SPESA SENZA IMBALLO, SANREMO
SFUSO PER NATURA, FERRARA
SOLO PESO NETTO, FRENZE
SPRECO ZERO, RIMINI
TUTTO SFUSO, VENARIA REALE (TO)
VERDE SFUSO, COMO
VIVANDA, SAN MARINO


--
www.CorrieredelWeb.it

Google protagonista al Festival del Giornalismo digitale

Google protagonista al Festival del Giornalismo digitale

Richard Gingras, Vice President News di Google, ospite d'eccezione all'ottava edizione di Glocal, il festival in programma a Varese dal 7 al 10 novembre

 

L'evoluzione dei media è costante e continua: siamo nel pieno di un cambiamento tecnologico che sta rivoluzionando le logiche tradizionali del fare informazione. Qual è il futuro  delle news all'interno di questa rivoluzione digitale? E quale sarà il futuro del giornalista nel nuovo ecosistema dell'informazione? La risposta viene affidata a Richard Gingras, Vice President News di Google, ospite d'eccezione di Glocal, il festival del giornalismo digitale in programma dal 7 al 10 novembre a Varese.
Per il secondo anno, Glocal rinnova la collaborazione con Google, che si conferma tra i main partner dell'ottava edizione del festival, e sarà protagonista di cinque incontri.
Vice Presidente delle News in Google, Richard Gingras è un profondo conoscitore del mondo giornalistico e delle dinamiche digitali. Il suo intervento, in programma alle 14 di sabato 9 novembre, sarà una conversazione con Mario Calabresi (già direttore di Repubblica) sul futuro del giornalismo, tra locale e globale, e sul valore delle notizie locali in un mondo digitale. Glocal presenta così un'occasione unica per analizzare l'evoluzione dell'informazione con uno degli artefici del grande cambiamento in atto.

Nei quattro giorni del Festival ci saranno però altri incontri promossi in collaborazione con Google: dai seminari di formazione gratuita sugli strumenti per il giornalismo digitale con Clara Attene, Teaching Fellow del Google News Lab, ad alcuni approfondimenti sulla Google News Initiative (GNI), il progetto avviato da Google per supportare il giornalismo di qualità nella sua transizione al digitale. A presentarli, Riccardo Terzi, Head of News partnership di Google in Italia e CEE.

Grazie a questa collaborazione, per la prima volta in Italia saranno presenti i protagonisti di alcune delle realtà del mondo dell'informazione sostenute dalla Google News Initiative: l'8 novembre (ore 14) i fondatori di Chicas Poderosas, Noteworthy e The enemy condivideranno sul palco di Glocal le loro esperienze giornalistiche e di collaborazione con Google in una riflessione aperta con Annalisa Monfreda (direttrice Donna Moderna) e Marco Tedeschini Lalli. Introdurrà l'incontro Riccardo Terzi.

Questi gli appuntamenti all'interno del Festival che avranno Google come protagonista

Giovedì 7 novembre
h 14:00 Strumenti di Google per la ricerca e la verifica di informazioni
h 16:00 Ricerca dati e data visualization con gli strumenti di Google

Venerdì 8 novembre
h 14:00 Locale e globale a braccetto: Google News Initiative un progetto per il giornalismo. Esperienze in corso e modalità per accedere
h 17:00 Locale e globale a braccetto: tavola rotonda sui nuovi progetti GNI

Sabato 9 novembre
h 14:00 Google e il futuro dell'informazione
con Richard Gingras intervistato da Mario Calabresi

Tutti gli incontri di Glocal sono validi per il conseguimento dei crediti per la formazione professionale continua dei giornalisti. Per iscrizioni consultare la piattaforma Sigef.




--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 22 settembre 2019

Ufficio Studi HYPE: Come spendono i Millennials? Ce lo dice l’hashtag

E' stata realizzata su oltre 317.000 clienti attivi della fascia d'età di interesse ed è resa possibile dalla funzione "Controllo delle spese": tramite l'app è possibile tenere traccia di tutti i pagamenti e ricevere statistiche, notifiche e report mensili in merito alle proprie spese. Creare notifiche personalizzate e utilizzare #hashtag per raggruppare gli acquisti e tracciarli più velocemente.

HYPE è una soluzione di light banking per una gestione semplice ed efficiente del denaro che funziona attraverso una semplice app mobile. 

Presente sul mercato dal 2015, ha anticipato la risposta alla crescente necessità del pubblico di accedere ai servizi bancari in modo completamente nuovo e integrato ad altri servizi a valore aggiunto. . In poco tempo ha superato i 700 mila clienti e cresce al ritmo di oltre 2.000 nuovi Clienti al giorno.

 

Come spendono i Millennials? Ce lo dice l'hashtag

Attraverso la funzionalità di HYPE che consente di "taggare"
le transazioni, l'Ufficio Studi HYPE ha analizzato i trend
che guidano la spesa degli Under 30 italiani

  • Con oltre 11 milioni di euro di transato, la categoria Abbigliamento e Accessori guida i trend di spesa
  • Negli acquisti esperienziali, al primo posto le transazioni per Vacanze e Turismo, decisamente superiori a quelle per la pratica sportiva
  • Gli acquisti dei Millennials sono a-gender: maschi e femmine rispondono agli stessi trend di spesa
  • 33 anni l'età media degli Hypers, cresciuti del 300% nel 2018: le loro abitudini di gestione del denaro e dei pagamenti sono dettate da innovazione, velocità, sicurezza
  • HYPE è la soluzione di light banking per una gestione semplice ed efficiente del denaro che funziona attraverso un'app mobile e conta oggi oltre 700 mila clienti attivi, che crescono al ritmo di 2 mila ogni giorno. L'età media degli Hypers è di 33 anni e la crescita della clientela è trainata dagli utenti tra i 18 e i 29 anni (che solo nel 2018 sono aumentati del 300%)

Sono il target più ambito, la fascia di consumatori che agni azienda si impegna a conquistare: i Millennials, i nati tra il 1987 e l'anno 2000, oltre a essere una categoria sociologica sono infatti un'interessantissima e iper-monitorata categoria economica, capace non solo di muovere i consumi oggi, ma soprattutto di creare e dettare quelle tendenze che consentono a un prodotto o a un servizio di affermarsi e crescere. A livello globale, infatti, i Millennial non solo rappresentano il gruppo demografico più numeroso del mercato (secondo i demografi del Pew Research Center sono circa 2,3 miliardi di persone; in termini assoluti, l'India, la Cina, gli Stati Uniti, l'Indonesia e il Brasile rappresentano quasi la metà dei Millennial del mondo), ma hanno da un elevato potenziale di spesa (entro il 2025 costituiranno il 75% della forza lavoro globale), e soprattutto possiedono l'abilità di influenzare le preferenze di tutte le altre categorie di consumatori, fissando così delle tendenze globalmente riconosciute come modello da seguire.

LE TENDENZE DEGLI HYPERS

Leggere oggi le loro abitudini di spesa e di acquisto è quindi un elemento fondamentale per riflettere su quelli che potranno essere, nel medio e lungo periodo, i settori di consumo più promettenti. Una prospettiva per andare a decifrare le tendenze di consumo di domani è quella che passa attraverso i dati raccolti dall'Ufficio Studi HYPE, la soluzione di light banking per una gestione semplice ed efficiente del denaro che funziona attraverso un'app mobile e conta oggi oltre 700 mila clienti attivi, che crescono al ritmo di 2 mila ogni giorno. L'età media degli Hypers è di 33 anni e la crescita della clientela è trainata dagli utenti tra i 18 e i 29 anni (che solo nel 2018 sono aumentati del 300%). Sono loro i più assidui utilizzatori di una delle funzioni più smart e innovative della app, quella che dà la possibilità all'utente di "taggare" con un hashtag ogni acquisto effettuato con HYPE, archiviando così spese e movimenti per categorie. Grazie a questo sistema, ricercare le spese registrate con lo stesso hashtag è semplicissimo, e in questo modo è possibile tenere sotto controllo in maniera semplice i propri movimenti.
Aggregando gli hashtag più utilizzati per categorie merceologiche e di servizi, l'Ufficio Studi di HYPE ha analizzato verso quali categorie merceologiche e di servizi si orienta oggi la spesa degli Hypers Millennials italiani. 

UNDER 30

 

 

Top 10 obiettivi under 30 (12-29 anni)

Numero di transazioni

Ammontare 
(euro)

Abbigliamento e Accessori

24.368

11.092.628

Elettronica e Software

8.920

5.693.026

Viaggi e Vacanze

6.779

4.908.270

Veicoli e Trasporti

4.768

11.827.462

Rimborsi

2.232

1.611.060

Ristoranti e Caffe'

2.177

1.899.496

Intrattenimento

2.020

543.269

Sport e Hobbies

1.914

1.968.008

Regali e Donazioni

1.889

493.070

Casa

1.429

3.546.434

Fonte: Ufficio Studi HYPE. Periodo: aprile 2018-maggio 2019

BENI, PIU' CHE ESPERIENZE
Al primo posto per numero di transazioni (e al secondo per ammontare complessivo di spesa) si posizionano gli acquisti per abbigliamento e accessori, al secondo posto l'acquisto di strumenti di elettronica e software: un dato che sottolinea come in Italia il bene materiale abbia ancora un'attrattività molto forte e guidi le tendenze d'acquisto, e offre una chiave di lettura differente rispetto, per esempio, a uno studio effettuato da PWC a livello globale secondo il quale il 52% dei consumatori della generazione Millennial spende i propri soldi non per assicurarsi il possesso di beni materiali, ma per acquisti di servizi di tipo esperienziale. 
Un'«economia dell'esperienza» che si ritrova, nei dati dell'Ufficio Studi HYPE, a partire dalla terza posizione, e riguarda principalmente transazioni relative alla categoria viaggi e turismo, cui  seguono le spese per la ristorazione, l'intrattenimento e la pratica sportiva.
Un percorso di consumi che vede poche variazioni se si analizzano in parallelo lo spaccato maschile e quello femminile degli under 30 italiani:

Top 10 obiettivi under 30 (12-29 anni) donne

Numero di transazioni

Ammontare 
(euro)

Abbigliamento e Accessori

1.870

575.617

Viaggi e Vacanze

739

344.414

Veicoli e Trasporti

343

255.451

Elettronica e Software

298

147.919

Regali e Donazioni

218

45.440

Rimborsi

188

89.223

Ristoranti e Caffe'

182

77.742

Casa

135

429.143

Cura del corpo

106

36.801

Intrattenimento

99

20.473

 

Top 10 obiettivi under 30 (12-29 anni) uomini

Numero di transazioni

Ammontare 
(euro)

Abbigliamento e Accessori

18.902

9.066.592

Elettronica e Software

8.113

5.266.071

Viaggi e Vacanze

4.583

3.639.030

Veicoli e Trasporti

3.770

11.155.909

Intrattenimento

1.739

476.108

Rimborsi

1.677

1.293.442

Sport e Hobbies

1.647

1.922.027

Ristoranti e Caffe'

1.642

1.639.089

Regali e Donazioni

1.237

320.518

Casa

1.028

1.880.264

Fonte: Ufficio Studi HYPE. Periodo: aprile 2018-maggio 2019

MILLENNIALS E GENERAZIONE X A CONFRONTO

Altra particolarità italiana riguarda la vicinanza tra i dati relativi ai Millennials e quelli che indicato le occasioni d'acquisto degli over 30: anche a trainare le spese della generazione più senior si ritrovano, per numero di transazioni, la categoria Abbigliamento e Accessori e la categoria Elettronica e Software, in sostanziale continuità con le opzioni degli under 30. Non emerge quindi un "balzo generazionale", perché? La spiegazione più plausibile può essere data dal fatto che, indipendentemente dall'età, l'Hyper è in ogni caso quello che statisticamente si definisce un «utente evoluto», che ha scelto una piattaforma di gestione del denaro e di pagamento full digital e a prevalente utilizzo da mobile. Una scelta «culturale», più che tecnica, e che quindi va al di là delle consuete suddivisioni generazionali.

HYPE è una soluzione di light banking per una gestione semplice ed efficiente del denaro che funziona attraverso una semplice app mobile. Presente sul mercato dal 2015, ha anticipato la risposta alla crescente necessità del pubblico di accedere ai servizi bancari in modo completamente nuovo e integrato ad altri servizi a valore aggiunto. Aprire un conto HYPE è estremamente facile. Basta scaricare l'app, inserire il proprio nome, cognome, codice fiscale e e-mail su cui si riceverà il codice di attivazione, inviare una foto del documento di identità. Questo è già sufficiente per registrarsi e in pochissimo sarà operativo e in pochi giorni si riceverà gratuitamente anche la carta di pagamento fisica associata all'IBAN del conto (circuito Mastercard). Da subito l'hyper potrà caricare il conto attraverso bonifico o carta di credito, quindi controllare e gestire il proprio denaro fino a un massimo di €2.500 di deposito con HYPE START (completamente gratuito e tendenzialmente affiancato a un conto primario), e fino a €50.000 di deposito con HYPE PLUS, per chi desidera farne il proprio conto primario, con addebito automatico di utenze e abbonamenti, e nuovi servizi finanziari e assicurativi dedicati (al costo di un solo euro al mese). A maggio 2019 Hype ha superato la soglia dei 700 mila clienti attivi.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *