Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

lunedì 30 gennaio 2017

Più Vita, campagna per i bambini poveri in Italia fino al 18 febbraio

SMS e chiamate solidali al 45521 fino al 18 febbraio 2017

Più Vita "Completa il futuro" dei bambini poveri in Italia

Campagna per costruire un futuro senza discriminazioni per i minori in condizioni di disagio nel nostro Paese 

8 famiglie su 100 con almeno un minore che non arrivano a fine mese e 1 bambino su 10 che vive in condizioni di povertà assoluta e non può avere accesso a un'alimentazione sana, un'abitazione riscaldata, servizi sanitari di qualità, a un'istruzione adeguata.
Sono questi i dati sulla povertà che riguardano il nostro Paese: se si considerano anche tutti i bambini che a causa delle condizioni economiche della famiglia sono costretti a rinunciare ad attività extrascolastiche e formative come gite culturali, sport e vacanze, in totale sono 3 milioni i minori a rischio di esclusione sociale. 

Per costruire un futuro senza discriminazioni per questi bambini Più Vita onlus, organizzazione che lavora per la cooperazione e l'educazione allo sviluppo nei paesi del Sud del mondo, interviene anche in Italia con il progetto "Completa il futuro", che è possibile sostenere fino al 18 febbraio con un SMS o una chiamata da rete fissa al 45521.

Con i fondi raccolti, in particolare, l'associazione sosterrà quattro strutture che si occupano di infanzia in condizioni di disagio in Italia attraverso il finanziamento delle "Liste di solidarietà", elenchi di beni e servizi necessari per continuare a tutelare i bisogni fondamentali dei minori assistiti.
Prodotti per l'igiene personale e la pulizia, prodotti alimentari, "assegni sanitari" per visite e analisi mediche, libri, cancelleria, supporti multimediali per lo studio, costi per le attività sportive e quanto serve a garantire a bambini e ragazzi una corretta alimentazione, un'assistenza sanitaria adeguata e un percorso formativo completo e ricco di stimoli culturali diversi.

A essere sostenute saranno, in particolare, a Roma la casa famiglia "Iqbal Masih", per minori tra i 4 e i 16 anni, e due scuole situate in quartieri difficili, l'istituto comprensivo statale "Mahatma Gandhi" di San Basilio e la Scuola Primaria e dell'Infanzia Carlo Evangelisti di Montespaccato; a Monza la comunità alloggio "Millesoli" che accoglie bambini fra i 7 e i 17 anni.
Queste strutture fanno parte della Rete di solidarietà, creata da Più Vita onlus per sostenere le attività di case famiglie, centri educativi e di accoglienza e scuole situate in contesti difficili, coinvolgendo cittadini, aziende, fondazioni ed enti pubblici.

Secondo la Banca Mondiale un anno in più di scuola può contribuire ad aumentare il futuro salario di un bambino tra il 10 e il 20%, mentre investire nei programmi di nutrizione favorisce l'incremento del PIL di un Paese almeno del 2%. Garantire anche ai minori più vulnerabili il diritto allo studio e uno stile di vita sano e dignitoso è quindi essenziale per sconfiggere la povertà e offrire a tutti le stesse opportunità e le stesse possibilità di realizzare i propri sogni.

Numero solidale: 45521
Periodo: fino al 18 febbraio 2017
Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da tutti i cellulari personali TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile e CoopVoce e di 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone, TWT e Convergenze. Sarà di 2 o 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM, Infostrada e Fastweb.



--

Nuova LIMITED EDITION per Nutella. La campagna a cura di Ogilvy.

Per Nutella la nuova LIMITED EDITION unica e speciale. La campagna a cura di Ogilvy.


Nutella conosce così bene i suoi consumatori che dopo averli chiamati per nome, dopo aver portato i loro messaggi e dopo aver parlato il loro dialetto, ha voluto fare qualcosa in più: celebrarli uno ad uno.

Nasce così la nuova edizione speciale: milioni di vasetti tuttidiversi, ognuna con un codice identificativo unico e una grafica irripetibile, realizzate grazie a una tecnologia innovativa che si basa sullo sviluppo grafico di un pattern da cui, grazie allo zoom e a tecniche di rotazione randomiche, si ottengono milioni di combinazioni diverse. Proprio come ognuno di noi: diversi, e per questo motivo unici. 

A sostegno dell'iniziativa, una campagna firmata da Ogilvyche copre tutti i media in modo integrato. A partire dal formato 20" in tv su tutte le reti nazionali, che ritrae tanti personaggi comuni ma speciali. Perché, con le loro differenze, rendono il mondo più ricco e colorato. La colonna sonora, che è anche il claim della campagna, è "Come te non c'è nessuno", il celebre brano di Rita Pavone, reinterpretato dalla cantautrice Lidia Schillaci. 

È proprio il brano il fil rouge della campagna, che in radio viene dedicato direttamente agli ascoltatori dalla voce di Lidia. 

E sui social diventa una dedica da trasmettere a chi più amiamo: perché qui gli utenti, a loro volta, possono rivolgere un messaggio unico a qualcuno per loro speciale, creando su Facebook un video di 18 secondi personalizzato con le foto che raccontano il loro legame. 
"Questa campagna ha esaltato le competenze di reale integrazione della nostra agenzia. Ogni media viene attivato nel rispetto della sua grammatica - dalla TV al video web, dalla radio a Facebook - grazie al lavoro di team specialistici, le cui professionalità verticali sono state orchestrate all'interno di un concept veramente unico, neanche a dirlo, come noi non c'è nessuno." dichiara Paolo IabichinoChief Creative Officer di Ogilvy & Mather Italy.

La pianificazione è a cura di ZenithOptimedia

Il film si può vedere sulla pagina del sito dedicata al progetto https://www.nutella.com/it/it/come-te-non-c-e-nessuno

Credits:
Chief Creative Officer: Paolo Iabichino, Giuseppe Mastromatteo
Group Head of Digital & Business Development: Michael Berger
Client Creative Director: Lavinia Francia 
Copywriter Team: Carlotta Schoen, Laura Massei
Art Director Team: Andrea Guzzetti (Senior), Massimiliano Corradini, Vanessa Anfossi
Head of Planning: Alessia Vitali
Social Team: Nicola Pavan (Social Media Strategist), Beatrice Lopez (Community Manager)
Account Team: Daniele Bacigalupi (CSD), Simone Zanelli (Director), Gianpaolo Volpe Pasini
Senior Project Manager: Stella Stasi 
Developer Team: Paolo Drovetti (Senior Front End Developer), Kushan Gunasinghe (Front End Developer), Francesco Vinci (Software Developer), Marco Crotta (System Administrator)
Producer Team: Francesca D'Agostino (Senior), Alessia Bagni
Casa di Produzione: Collateral
A proposito di Ogilvy
Ogilvy & Mather Italy è l'agenzia italiana di Ogilvy & Mather, uno dei maggiori network di comunicazione al mondo con più di 500 uffici in 126 paesi. È stato nominato: Network of the Year a Cannes per il quinto anno consecutivo (2012, 2013, 2014, 2015, 2016); e Network of The Year agli EFFIEs Worldwide come agenzia più efficace al mondo nel 2012, 2013 e 2016; Global Agency of the Year da Adweek nel 2016. Offre servizi a 360° a marche internazionali e locali attraverso le strutture specializzate: Ogilvy & Mather Advertising in branding e advertising; OgilvyOne in digital e customer engagement; Soho Square in ContinuousCommerceÔ e Digital ConsultingOgilvy DeLuxe in fashion, luxury e lifestyleSocial@Ogilvy in social media marketing e comunicazione; Neo@Ogilvy in digital media; GeometryGlobal in brand activationOgilvy Healthworld in comunicazione per l'area salute-benessere; H&O in creative production e implementation marketing; Ogilvy Change in Behavioural Sciences; Aida Partners Ogilvy PR, l'agenzia affiliata per le public relations. Ogilvy & Mather fa parte del gruppo WPP.



Milano, 30 gennaio 2017


--

Webranking 2016-2017 Europe: Le società europee sono pronte all’era della comunicazione stile Trump?

La comunicazione corporate nell'era di Trump

Brexit, fake news e i tweet di Trump hanno segnato l'anno appena concluso e dimostrano alle aziende che il vecchio modo di fare comunicazione è passato. Creare una comunicazione credibile sul proprio sito corporate e saper instaurare un dialogo sui social media è fondamentale ormai per qualsiasi azienda. Da 20 anni la ricerca Webranking indaga come comunicano sul digitale le aziende europee.

Scarica il report per scoprire come le più grandi aziende europee comunicano sui canali digitali.

In un contesto di business sempre più competitivo, Webranking analizza a quale livello le maggiori aziende Europee soddisfano, attraverso la comunicazione sui canali digitali, le aspettative degli stakeholder rispetto a trasparenza e capacità di instaurare un dialogo. La ricerca ha valutato le prime 500 società per capitalizzazione a livello europeo, tra le quali sono state incluse 22 aziende italiane.


Principali risultati italiani: 4 aziende si confermano nella top10

La ventesima edizione della ricerca premia le società che da anni credono nella comunicazione corporate sul digitale e che migliorano in modo costante. Snam, vincitrice anche della classifica italiana, conquista il primo posto in Europa grazie a un continuo miglioramento di punteggio che l'ha portata quest'anno a superare ogni record con 93,6 punti su 100. Snam è seguita dalla finlandese Wärtsilä (87,9) e da Eni (87) che lo scorso anno era in prima posizione.



Al quarto posto sale Generali seguita da Telecom Italia TIM al quinto. Tra le prime 50 entrano anche Terna, Luxottica e UniCredit. Mediobanca è la società italiana che scala il maggior numero di posizioni (+29). Il punteggio medio delle società italiane supera di quasi 10 punti quello dell'intero campione (52,2 punti rispetto a 42,7).

"La maglia rosa della trasparenza si conferma italiana, un dato positivo perché dimostra che le aziende italiane possono competere a livello europeo. Spero che questo possa essere uno stimolo per quelle aziende che ancora non hanno cominciato a investire nella trasparenza sul digitale" commenta Joakim Lundquist, rappresentante di Comprend in Italia e fondatore di Lundquist.

Webranking definisce le informazioni di base che le aziende quotate devono presentare per soddisfare le richieste degli stakeholder, per questo si comporta come uno "stress test". La metà del campione italiano supera questo test, a fronte di solo il 28% dell'intero campione.

Società italiane incluse nella classifica Webranking Europe 500

 
Posizione 2016-2017 Società Punteggio 2016-2017
1 Snam 93,6
3 Eni 87
4 Generali 83,4
5 Telecom Italia TIM 79,5
24 Terna 66,2
28 Luxottica 64,1
48 UniCredit 59,3
89 ENEL 55
104 Intesa Sanpaolo 53,5
114 Mediobanca 52,5
131 Leonardo-Finmeccanica 51,2
164 FCA 48,8
175 Campari Group 48,1
260 STMicroelectronics 40,7
265 Poste Italiane 40
316 Cnh Industrial 37,2
341 Tenaris 36
342 Atlantia 35,9
374 Mediolanum 34
407 Exor 31,3
444 Ferrari 27
468 Prada* 23,1

*considerata nella ricerca europea sebbene quotata ad Hong Kong

Per maggiori informazioni sulle edizioni italiane della ricerca Webranking

Webranking Italy Listed: http://bit.ly/WRItaly16

Webranking Italy Non-Listed: http://bit.ly/WRItalyNonListed16

Principali risultati europei: segnali di miglioramento nella comunicazione corporate digitale

Aumentano le società europee che superano la metà del punteggio massimo (dal 25% al 28%), considerato come limite minimo per fornire una buona comunicazione ai propri stakeholder. Anche il punteggio medio aumenta, sebbene in modo contenuto (+ 0,8 punti). Guardando ai risultati per area geografica, le aziende del Nord Europa si confermano come le più trasparenti, con ben 9 aziende nelle top20.  



Top 10 Webranking Europe 500 edizione 2016-2017
Posizione 2016-2017 Società Punteggio 2016-2017
1 Snam 93,6
2 Wärtsilä 87,9
3 Eni 87
4 Generali 83,4
5 Telecom Italia 79,5
6 SEB 78,9
7 SCA 77,7
8 Fortum 76,3
9 Skanska 75,5
10 Stora Enso 74,5
 
La classifica completa è disponibile nel nostro Whitepaper 
Cosa è la ricerca Webranking
In un contesto di business sempre più competitivo, Webranking indaga come le maggiori società in Europa soddisfano le aspettative degli stakeholder in termini di trasparenza e dialogo attraverso i canali digitali.

La ricerca è condotta dalla società svedese Comprend in collaborazione con Lundquist. La classifica europea include le maggiori società quotate europee per capitalizzazione. Per tenere conto delle aspettative crescenti e dell'evoluzione nell'utilizzo degli strumenti digitali, i criteri Webranking sono aggiornati ogni anno in base a questionari inviati agli stakeholder finanziari e a professionisti in cerca di nuove opportunità di lavoro. 

Joakim Lundquist, CEO Lundquist

Mons Gianni Carrù in visita presso le Catacombe di S. Antioco in Sardegna

Il giorno 25 gennaio 2017, il Segretario della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, Mons. Giovanni Carrù, si è recato in Sardegna, presso le catacombe di S. Antioco, per verificare di persona l’esito dei lavori svolti all’interno del cimitero nel corso del 2016, promossi dalla Commissione e guidati dall’Ispettrice locale, Dott.ssa Anna Maria Nieddu.


Nel corso della visita presso le catacombe di S. Antioco, Mons. Carrù ha voluto verificare l’adeguatezza del nuovo impianto elettrico, insieme all’idoneità strutturale del percorso interno al monumento, in modo da appurare le oggettive condizioni di conservazione dei suoi ambienti e delle sue gallerie.
Gli interventi appena conclusi, così come quelli che saranno intrapresi nel corso del 2017, mirano alla restituzione integrale e globale della catacomba, in modo che possa essere fruibile anche per un pubblico non addetto ai lavori archeologici. Il nostro obiettivo -ha poi avuto modo di spiegare Mons. Gianni Carrù- è quello della conservazione, finalizzata alla conoscenza del patrimonio archeologico sottoposto alla nostra tutela, che si contraddistingue per oltre 500 unità monumentali distribuite su tutta l’Italia insulare e peninsulare.

Sono queste, in effetti, le motivazioni che già nel 2013 mi avevano convinto -continua Mons. Carrù- a stipulare una Convenzione di gestione della catacomba con la Parrocchia di S. Antioco, firmata dal Cardinale Presidente, Gianfranco Ravasi, e da me, in qualità di Segretario della Pontificia Commissione. Tale iniziativa, che abbiamo fortemente voluto e promosso ha fatto registrare un sensibile incremento degli ingressi rispetto agli anni precedenti, favorendo la riscoperta di un monumento, quale è quello della Catacomba di S. Antioco, di straordinario interesse per la storia del cristianesimo delle origini.
Fonte: Daily Focus

Communication for Future Award: per le iscrizioni c’è tempo fino al primo febbraio

Promosso dall’associazione World Communication Forum, il premio prevede una categoria per i professionisti della Comunicazione e un’altra per le aziende e quest’anno riserva una sezione speciale ai giovani laureati


Ginevra, 30 Gennaio 2017 - La fase d’iscrizione al Premio Communication for Future (C4FAwards) promosso dall’associazione World Communication Forum sta per scadere: c’è tempo fino al 1 febbraio.
Professionisti della comunicazione provenienti da tutto il mondo hanno ancora pochi giorni a disposizione per iscriversi e prender parte ai prossimi C4F Communication for Future Awards.
I vincitori dell’edizione 2017 della manifestazione saranno premiati il 14 marzo alla WCF Geneva Week durante il gala dinner in programma all’Hotel Beau-Rivage.
Lanciato nel 2011 con l’obiettivo di contribuire alla crescita della comunità di professionisti nata col World Communication Forum, nel corso degli anni il premio ha acquisito una valenza  internazionale. 
Il suo scopo è tributare un riconoscimento a quei comunicatori la cui professionalità ha avuto un impatto significativo sul settore della comunicazione e sulla società. Quest’anno un premio speciale sarà riservato ai giovani comunicatori e avrà due categorie:  “Idea of the Future” e “Technology of the Future”.
Con lo scopo di contribuire attivamente allo sviluppo di moderne comunicazioni pubbliche in tutto il mondo, quest’anno Communication for Future Awards ha deciso di facilitare la partecipazione di studenti laureati in Comunicazione garantendo loro un’iscrizione gratuita per la categoria “New Generation Comms”.
I C4F Davos Communication for Future Awards sono stati conferiti in passato a diversi professionisti della comunicazione, tra cui: Paul Holmes, fondatore di The Holmes Report (UK), James Gillies, ex responsabile della Comunicazione del CERN (Svizzera), Alfred Koblinger, fondatore di BBDO (Austria), Leandro Herrero, managing partner di "Viral Change" (UK), Anne Villemoes, responsabile della Comunicazione Corporate di Danish Crown (Denmark), Volker Stoltz, fondatore del Global Communication Institute (Germany) e molti altri http://c4fdavosaward.com/C4F-Winners
I progetti presentati saranno giudicati da una giuria di professionisti che annovera Alfred Koblinger, CEO di BBDO Holding (Austria) come presidente dei C4F Personal Awards e Rana Nejem, Direttore of YARNU (Giordania), come presidente dei C4F Corporate Awards.

sabato 28 gennaio 2017

MIGRANTI, UNICEF E INTERSOS ASSISTONO 130 MINORI STRANIERI TRATTI IN SALVO A CATANIA



È di 251 minori, di cui oltre 200 minori stranieri non accompagnati (MSNA), il 17% sul totale dei 1475 migranti tratti in salvo, il bilancio del primo mese di attività degli operatori del progetto condotto da UNICEF e INTERSOS sulle navi della Guardia Costiera.

Roma, 28 gennaio 2017 – 778 migranti tratti in salvo, di cui 130 minori, in massima parte non accompagnati (MSNA). È il bilancio dello sbarco avvenuto questa mattina nel porto di Catania, il terzo e numericamente più consistente salvataggio portato a termine dall'avvio del progetto di protezione e assistenza in mare dei minori stranieri lanciato da UNICEF e INTERSOS in accordo con la Guardia Costiera.

A un mese dall'avvio della collaborazione, sono cinque le missioni di soccorso in mare (due delle quali di pattugliamento) nel corso delle quali gli operatori del progetto UNICEF - INTERSOS hanno assistito un totale di 251 bambini e ragazzi, di cui oltre 200 non accompagnati (MSNA), pari al 17% dei 1475 migranti tratti in salvo. Gli operatori specializzati e i mediatori culturali del progetto UNICEF-INTERSOS sono stati impegnati in attività di individuazione, informazione e protezione dei minorenni migranti non accompagnati.

Per tutte le persone tratte in salvo, una volta a bordo, il primo passo è la raccolta dati da parte degli ufficiali della Guardia Costiera, che chiedono a ciascun migrante l'età e la nazionalità e ne annotano il sesso. È durante questa fase che il personale UNICEF e INTERSOS affianca l'equipaggio e raccoglie i dati relativi ai migranti che si dichiarano minori.

Dopodiché avviene lo screening sanitario attraverso il quale i casi urgenti (la patologia maggiormente riscontrata è l'ipotermia causata dal freddo) o sospetti vengono separati dal resto del gruppo per procedere alle medicazioni e cure. A seguire si procede con la distribuzione di coperte, vestiti, acqua calda zuccherata, dei pasti e Dignity Kits.

A bordo delle navi "Diciotti", "Dattilo" e "Gregoretti" sono stati allestiti spazi per i bambini con giochi, libri e colori, gestiti dagli operatori UNICEF e INTERSOS per rendere il viaggio verso la terra ferma il più sereno possibile per i più piccoli.

Per quel che concerne la procedura di sbarco, a terra gli operatori UNICEF e INTERSOS affidano i minori non accompagnati alle autorità competenti, che stabiliscono il loro collocamento nei centri di accoglienza.

"Questo progetto – afferma il Responsabile Migrazione di INTERSOS Cesare Fermi – rappresenta un importante sviluppo dell'impegno che INTERSOS porta avanti da anni per la tutela dei minori stranieri che arrivano nel nostro Paese. Quando parliamo di minori, e in particolare di minori non accompagnati, costretti ad affrontare in solitudine il difficile e pericoloso viaggio verso l'Europa, la protezione è la priorità numero uno. Anche questo mese parliamo di numero impressionanti: quasi il 20% dei migranti tratti in salvo sono minori, per la stragrande maggioranza non accompagnati. Per questo è decisivo che l'assistenza psicosociale e la tutela dei loro diritti, a cominciare dalla corretta certificazione dell'età, inizi già a bordo delle navi".

"I bambini e gli adolescenti che affrontano la traversata del Mediterraneo, e prima di questo altre durissime e traumatiche prove, hanno diritto alla massima protezione e assistenza possibili" aggiunge il Presidente dell'UNICEF Italia Giacomo Guerrera. "Siamo orgogliosi di poter affiancare la Guardia Costiera in queste missioni che salvano ogni anno decine di migliaia di vite umane e rendono davvero onore al nostro paese".

L'accordo tra UNICEF, Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia, e INTERSOS, l'organizzazione umanitaria italiana in prima linea nelle emergenze, ha l'obiettivo di incrementare l'assistenza ai minorenni stranieri non accompagnati che giungono sul territorio nazionale. Questa collaborazione – è la speranza delle tre realtà coinvolte - rappresenta lo spirito di solidarietà che deve animare tutti coloro che hanno a cuore le sorti dei bambini e delle bambine del mondo.



INTERSOS è un'organizzazione umanitaria italiana, che opera in tutto il mondo a favore delle popolazioni in pericolo, vittime di calamità naturali, conflitti armati e fenomeni di esclusione estrema.  

Con i propri operatori umanitari, INTERSOS porta soccorso nell'emergenza alle popolazioni civili, con particolare attenzione ai gruppi meno protetti (donne e bambini). Fornisce alimenti e generi di prima necessità, soddisfa esigenze fondamentali come il diritto all'educazione e alla salute. 

Attualmente INTERSOS è attiva con oltre 100 progetti in 19 Paesi, e con 1500 operatori impegnati sul campo.





www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.