CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo





Cerca nel blog

venerdì 11 gennaio 2019

Monster Frozen: Paolo Venturini affronta la corsa nel luogo più freddo del mondo insieme al Parmigiano Reggiano

MONSTER FROZEN: IL PARMIGIANO REGGIANO CORRE CON PAOLO VENTURINI NEL LUOGO PIÙ FREDDO DEL PIANETA

 

L'atleta delle Fiamme Oro potrà contare sull'energia del Parmigiano Reggiano durante la sua corsa di 38 Km a – 60 C°.  L'impresa, mai tentata prima, si terrà tra il 17 e il 22 gennaio in Jakutia, Siberia orientale. Venturini: "Parmigiano Reggiano elemento base della mia dieta"

 

Parma, 11 gennaio 2019 – Il Parmigiano Reggiano sarà al fianco dell'atleta Paolo Venturini - in qualità di Main Sponsor - nella Monster Frozen: una corsa in solitaria di 38 chilometri che si terrà tra il 17 ed il 22 gennaio in Jakutia, il luogo abitato più freddo del pianeta, nella Siberia orientale.

Venturini, classe 1968, assistente capo della Polizia di Stato e atleta del gruppo sportivo delle Fiamme Oro, punta a coprire la distanza tra i villaggi di Tomtor e Ojmjakon in circa 4 ore. Le prove generali dell'impresa, mai tentata prima, erano state effettuate lo scorso febbraio a -43 C°, a gennaio però le temperature scendono ben oltre i -60 C°.

Tra i problemi principali da superare ci sarà quello della respirazione, poiché con l'umidità al 80% si inalano cristalli di ghiaccio, mettendo in pericolo gli alveoli polmonari ma prima ancora i denti. Anche la velocità di corsa va studiata: con un ritmo troppo elevato, il vento in faccia aumenterebbe il freddo percepito. Per questo motivo, il piano gara prevede di stare sotto i 10 Km/h per completare il tragitto in poco più di 4 ore.

Oltre alla preparazione atletica e all'abbigliamento, un altro aspetto fondamentale per la riuscita del progetto è l'alimentazione: «Molta pasta e Parmigiano Reggiano – spiega Venturini - sono alla base della mia dieta in vista della Monster Frozen data la loro facilità di digestione. Durante la gara mi alimenterò con Parmigiano Reggiano sia per l'apporto di sali minerali sia per il fatto che, anche se ghiacciato, si sbriciola e si può mangiare».

«Nel corso di questa impresa mai tentata prima – afferma Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano - Paolo potrà contare sul formaggio Parmigiano Reggiano per avere a disposizione tutta l'energia di cui avrà bisogno. Il Parmigiano Reggiano rappresenta un alleato unico degli sportivi e dei maratoneti, grazie ai suoi amminoacidi liberi, al suo calcio altamente assimilabile, ai sali minerali e alle proteine. Una riserva di energia ready-to-use prima, durante e dopo ogni sforzo fisico».




--
www.CorrieredelWeb.it

UNHCR: Elogio alla comunità di Torre Melissa per il soccorso in mare di un'imbarcazione di rifugiati

ELOGIO ALLA COMUNITA' DI TORRE MELISSA PER IL SOCCORSO IN MARE DI UN'IMBARCAZIONE DI RIFUGIATI

 

L'UNHCR, l'Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, elogia la comunità di Torre Melissa per aver soccorso un gruppo di rifugiati, 48 dei quali provenienti dal Kurdistan iracheno, la cui imbarcazione aveva naufragato davanti alla costa crotonese.

In un momento in cui la logica della politica spesso prevale sulla responsabilità verso il prossimo, la solidarietà e lo spirito di accoglienza dimostrate dal sindaco, dalle forze dell'ordine e da molti privati cittadini restituiscono il dovuto senso di umanità. 

L'UNHCR esprime inoltre dolore per la persona che risulterebbe ancora dispersa. L'episodio evidenzia ancora una volta la pericolosità dei viaggi che i rifugiati intraprendono per cercare protezione da persecuzioni, guerre e violazioni dei diritti umani.

L'Iraq è uno dei Paesi con il più alto numero di persone in fuga al mondo, con quasi 7 milioni che necessitano di assistenza umanitaria.

 

 

Roma, 11 gennaio 2019



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 8 gennaio 2019

Yape, il delivery robot guida l'innovazione italiana al CES di Las Vegas

Nuove versioni del veicolo, evoluzioni funzionali, sviluppo dei servizi, prestigiosi riconoscimenti internazionali, importanti progetti con alcuni tra i leader mondiali della logistica, della delivery e della grande distribuzione. Per YAPE, il sistema di consegne a guida autonoma ormai divenuto una vera e propria icona della tecnologia made in Italy, il 2019 sarà l'anno del definitivo decollo su scala globale. Un anno che il veicolo, nato e sviluppato da Yape S.r.l. all'interno del Gruppo e-Novia, inaugurerà al CES, il Consumer Electronics Show che si terrà a Las Vegas dall'8 all'11 gennaio. E all'interno della manifestazione più importante al mondo dedicata alla tecnologia, Yape con altre 5 iniziative imprenditoriali nate da e-Novia, la Fabbrica di Imprese, sarà uno dei protagonisti assoluti.

Dopo aver svolto un'impegnativa attività di testing in alcuni centri storici italiani, aver affinato le logiche di guida autonoma ed aver vinto recentemente il prestigioso «German Design Award», ora YAPE è pronto per nuove sfide. La prima delle quali ha a che fare con il suo sviluppo ingegneristico. Il modello iconico che abbiamo imparato a conoscere in questi mesi verrà presto affiancato da una sua evoluzione in grado di migliorare soprattutto gli standard tecnici, tra cui le sospensioni adatte ad ogni tipo di fondo stradale, la capacità di carico e l'isolamento termico per la food delivery. In questa nuova versione, con i primi mesi del 2019, il veicolo esordirà con alcune nuove iniziative progettuali in tre continenti, America, Asia ed Europa con i test nei punti vendita di un operatore della grande distribuzione, con un accordo con un operatore postale, con un operatore attivo nella last mile delivery di food e pacchi e con l'evoluzione della sperimentazione 5G di Vodafone a Milano insieme a Politecnico di Milano, Esselunga e Poste Italiane. Quest'ultima attività in particolare consente a YAPE di proseguire test nei quali, grazie alla comunicazione radio ad elevatissime prestazioni, con trasferimento di flussi video ad altissima definizione e latenze al millisecondo, il veicolo sperimenta una modalità di comprensione e controllo in tempo reale dell'ambiente circostante ed un'interazione con sistemi di analisi e supervisione distribuiti nel territorio. 


Le altre 5 iniziative imprenditoriali di e-Novia al CES
Assieme a Yape, e-Novia presenterà al CES di Las Vegas altre 5 iniziative imprenditoriali, due delle quali, anch'esse attive nell'area della Smart Mobility, già affermate a livello internazionale: si tratta di blubrake, pluripremiata scale-up che ha sviluppato un sistema di controllo elettronico che aumenta la sicurezza del ciclista durante la frenata, e e-Shock, azienda leader nell'applicazione dell'intelligenza artificiale alla dinamica dei veicoli. E-Shock in particolare presenterà bluchassis, un digital chassis che integra nel telaio dei veicoli leggeri destinati ad attività ricreazionali e quindi di limitata produzione, tutte le features legate alla guida autonoma accelerandone l'adozione. Le nuove iniziative imprenditoriali che verranno presentate al CES in anteprima saranno invece: WeArt, un anello che può consentire a chi lo indossa la condivisione piena delle sensazioni tattili (temperatura, texture, pressione) e, quindi, delle esperienze fisiche tangibili; Stem, un sistema di droni collegati, tra di loro e a una stazione a terra, con un sistema che ne consente il controllo e l'alimentazione continua, consentendo di superare gli attuali limiti di autonomia dei droni eleggendoli a sistemi ideali per le riprese destinate all'entertainment e al monitoraggio in situ; BluAgro, un sistema di monitoraggio dello stress delle piante che supporta l'agricoltore nella massimizzazione della produzione e nell'uso efficiente delle risorse.

«Con oltre 50 milioni di euro raccolti e 26 iniziative imprenditoriali avviate, in soli tre anni e-Novia è diventata una delle protagoniste più vitali ed intraprendenti dell'hi-tech made in Italy - commenta Vincenzo Russi, CEO di e-Novia –. Al CES di quest'anno parteciperemo con 6 aziende espressione delle nostre iniziative nell'area della Smart Transportation, della Mobility as a Service, della Smart Factory e del Med-Tech. Oltre a Yape, blubrake e e-Shock, tre realtà cha hanno dimostrato di saper nascere già grandi proiettandosi da subito in ambito internazionale, saremo presenti a Las Vegas con tre nuove iniziative: si tratta di invenzioni generate all'interno di e-Novia, in collaborazione con alcune delle più prestigiose Università italiane e con il tessuto produttivo del nostro Paese, che ora si confrontano alla pari con le realtà più evolute ed innovative al mondo, dimostrando che facendo leva sulle proprie capacità distintive, universitarie e industriali, l'Italia può giocare una partita globale anche nella produzione di alta tecnologia».

Cos'è Yape

YAPE, acronimo di Your Autonomous Pony Express, è il primo veicolo autonomo elettrico per lo urban delivery progettato e creato interamente in Italia. Ha caratteristiche che lo rendono unico e particolarmente adatto a muoversi negli spazi stretti e irregolari dei centri storici italiani ed europei, sia su marciapiede (a una velocità massima di 6 chilometri orari) sia su pista ciclabile (fino a 20 km orari) con un'autonomia di circa 80 km. YAPE viaggia su due ruote dotate di motori elettrici autonomi che minimizzano il consumo di energia massimizzando l'agilità di movimento e avendo la possibilità di effettuare rotazioni sul posto e di superare facilmente ostacoli come il bordo del marciapiede o le rotaie del tram. L'ecosistema YAPE è fondato su una piattaforma di gestione grazie alla quale un utente, tramite una app, può chiamare il robot (ad esempio sotto casa propria) e affidare il pacchetto al suo vano porta pacchi – con capacità di carico fino a 30 chilogrammi – indicando nella app il destinatario: l'indirizzo potrà essere determinato anche in modo automatico dalla posizione GPS del destinatario registrato alla piattaforma. La partenza e la consegna del pacco sono certificati da un sistema che di credenziali nello smartphone di mittente e destinatario abilitando l'apertura del vano soltanto alle persone autorizzate dalla piattaforma, la cui identità è verificata dal robot.


Che cos'è e-Novia

e-Novia è una «Enterprises Factory», che trasforma ricerca in prodotto, ricercatori in imprenditori, startup in imprese. La "Fabbrica di Imprese" quindi promuove, costituisce e sviluppa società innovative, ad alto valore tecnologico, attraverso la valorizzazione delle proprietà intellettuali sviluppate in collaborazione con i principali istituti di ricerca italiani e con le corporate internazionali e veicolati in progetti di start up attraverso la propria «linea produttiva» composta da due «anime»: la Invention Foundry e la Enterprise Foundry. La prima trasforma proprietà intangibile in invenzioni tangibili, la seconda trasforma invenzioni in imprese innovative. Al suo interno lavora un pool di circa 100 ingegneri (220 con tutte le imprese controllate e partecipate), designer e business expert, che vantano un know-how negli ambiti Sensing (Computer vision, Artificial Perception e Natural Language), Reasoning (Artificial Intelligence, Multi Sensor Fusion, Advanced Correlation Algorithms, Autonomous Decisions) e Acting (Human-Robotics Interaction, Smart Motion, Mechanic Biwiring). Oggi il portfolio di imprese di e-Novia conta 26 enterprises, tra controllate e partecipate, attive nelle aree strategiche della Smart Factory, Smart Transportation, della Mobility as a Service e del Med-Tech.
Inserita dal Financial Times tra le mille aziende europee che sono cresciute più velocemente negli ultimi tre anni e dal Inc. tra le cinquemila aziende europee a più rapida crescita, e-Novia continua a produrre numeri significativi, dai ricavi agli investimenti passando per il personale assunto, le imprese e i brevetti. Con una crescita del 90% rispetto al 2016, il 2017 per la Spa milanese si è chiuso con un fatturato di 5,8 milioni di euro, i capitali raccolti dalla sola e-Novia ammontano a circa 20 milioni, e con tutte le imprese del gruppo superano i 50 milioni, il team è giunto a oltre 100 persone nella sola e-Novia, superando le 220 persone per tutto il gruppo, 26 sono stati i progetti imprenditoriali fino ad oggi generati e più di 30 i brevetti internazionali depositati. 



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 29 dicembre 2018

LE VIE DEL PONTE: eventi e cultura sulle vie adiacenti a Castel S. Angelo, dal 29 dicembre a fine febbraio


Inaugura per fine anno LE VIE DEL PONTE, una serie di iniziative culturali che animeranno fino a fine febbraio le vie adiacenti a Castel Sant'Angelo

 

Sabato 29 dicembre – Ore 16
Piazza dell'Orologio, Roma
ETTORE CARUCCI – pianoforte
LUCA PIROZZI - contrabbasso

Lunedì 31 dicembre – Ore 16
Largo Ottavio Tassoni, Roma
ROMINA GARBINI – pianoforte

Ingresso libero

Via dei Banchi Nuovi, via di Panico, via del Governo Vecchio, Piazza dell'Orologio, via Orsini, Largo Tassoni sono LE VIE DEL PONTE che guardano Castel Sant'Angelo e che ospiteranno, fine a fine febbraio eventi musicali, artistici e culturali. Questa  l'iniziativa organizzata dalla Rete d'imprese V.E.S.T.A. per valorizzare la zona attraverso una reale atmosfera di partecipazione tra turisti, cittadini e commercianti.

"Il rione Ponte, il cui nome deriva dal pedonale Ponte Sant'Angelo, costruito da Adriano nel 134 d. C. si estende in realtà in un territorio molto più vasto che arriva fino a via della Pace e via dei Coronari, ma il nostro – dichiara Gianfranco Labib, presidente di V.E.S.T.A., di cui fanno parte oltre una trentina di attività della zona – è un piccolo passo per iniziare a far conoscere meglio il territorio, che si sviluppa su attività economiche le cui produzioni, fin dal Medioevo, attiravano cittadini, mercanti, pellegrini e turisti del gran tour. Ci auguriamo si possa tornare, tramite la rivitalizzazione dell'area attraverso piccoli eventi dal grande contenuto, a quella affluenza dettata dalla curiosità di scoprire il lavoro di un orafo, mosaicista, pellettiere, pittore, scultore, marmista, come di godere dello shopping, della  ristorazione e della recettività condividendo insieme un pezzo della nostra storia."

LE VIE DEL PONTE prenderà il via sabato 29 dicembre alle ore 16 in piazza dell'Orologio con il concerto del duo formato da Ettore Carucci al pianoforte e Luca Pirozzi al contrabbasso, in un repertorio di classici jazz che parte dagli anni Cinquanta fino ad arrivare ai nostri giorni e che toccherà compositori come Cole Porter, Duke Ellington, Hoagy Carmichael, Carlos Jobim, Jimmy Van Heusen, Bill Evans, Charlie Parker, John Coltrane e Miles Davis.
Per brindare insieme al nuovo anno, lunedì 31 dicembre la pianista Romina Garbini, in un "a solo" musicale caleidoscopico, tra standard mix di colonne sonore e classiche, si esibirà in Largo Tassoni, sempre alle ore 16.
L'ingresso è libero a tutti.

#leviedelponte

Infoline: +39 328 4112014



venerdì 28 dicembre 2018

Sopexa agenzia food dell'anno


Sopexa nominata agenzia Food dell'anno


Sopexa, agenzia di comunicazione internazionale leader nel settore del food and beverage, è la Food Communication Agency del 2018.

A decretarlo il Grand Prix des Agences de l'Année

 

Dicembre 2018. Sopexa - agenzia di comunicazione e marketing presente a livello globale - si è aggiudicata il premio Food Communication Agency of the Year 2018, assegnatole in occasione del 39° Grand Prix des Agences de l'Année, l'evento che premia ogni anno le migliori agenzie di comunicazione nei settori di competenza e che si è tenuto a Parigi lo scorso 10 dicembre.

Un approccio internazionale e un'expertise nell'enogastronomia di oltre trent'anni: è con queste premesse che Sopexa entra nel palmares del Grand Prix des Agences de l'Année.

Startup, PMI, ITI, associazioni, grandi gruppi e istituzioni, in ambito food and beverage ma anche nel settore del turismo, del tempo libero, del lifestyle, della salute e della cosmesi: oggi Sopexa vanta un portafoglio ampio e internazionale, con clienti provenienti da 42 Paesi in tutto il mondo. Un orientamento intrapreso a livello internazionale, ma che si rispecchia anche a livello locale. In Italia, il portafoglio di Sopexa comprende oggi clienti come Barilla, Assomela, il Consorzio di tutela vini Doc Sicilia, il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, il Consorzio Tutela Vini Collio, Assovini Sicilia e clienti internazionali come il Comité Interprofessionnel du vin de Champagne. Ma non solo territorio italiano, Sopexa Italia ha una lunga esperienza nella gestione di campagne di comunicazione e promozione attuate in Italia e all'estero come la campagna 3 Pecorini (Pecorino Romano DOP, Pecorino Sardo DOP, Fiore Sardo DOP), nella realizzazione di campagne cofinanziate dall'Unione Europea, oltre che nel coordinamento di progetti realizzati a livello internazionale per clienti come il Consorzio di Tutela del Grana Padano e il Consorzio del Prosciutto di Parma. 

 

Creato nel 1979 con lo scopo di distinguere le migliori agenzie di comunicazione e guidare gli inserzionisti a identificare i loro partner di comunicazione, evidenziandone le dinamiche di sviluppo, l'orientamento all'innovazione e la realizzazione di un prodotto d'eccellenza, il Grand Prix ha visto per la sua trentanovesima edizione una fitta partecipazione di agenzie di comunicazione, una selezione di imprese che hanno dimostrato di sapersi affermare in un mercato in fermento, con creatività e dinamismo. 

 

Creatività strategica, applicazioni multicanale, innovazione tecnologica e creazione di contenuti esperienziali ad alto tasso emozionale sono stati infatti alcuni dei driver giudicati indispensabili e che hanno guidato il Comitato del Grand Prix nella scelta dei vincitori.

 

Un'unica agenzia con sede in 24 Paesi, una presenza capillare a livello globale e un approccio sempre più "think global, act local": Sopexa si conferma ancora vero benchmark per il settore del food and beverage nel panorama internazionale.



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 22 dicembre 2018

Plantronics conclude il 2018 con un altro successo: una nuova soluzione cloud dedicata ai clienti e ai partner

PLANTRONICS CONCLUDE IL 2018 CON UN ALTRO SUCCESSO: UNA NUOVA SOLUZIONE CLOUD DEDICATA AI CLIENTI E AI PARTNER

La società rilascia la versione aggiornata di Plantronics Manager Pro e annuncia il successo di Polycom Device Management Services per i service providers

 

Milano, dicembre 2018 - Plantronics (NYSE: PLT), pioniere nella tecnologia e comunicazione audio, forte dell'entusiasmo dei partner verso la soluzione Polycom Device Management Service (PDMS-SP), ha annunciato oggi una nuova versione del software cloud based Plantronics Manager Pro. Queste soluzioni confermano l'impegno di Plantronics per aggiungere funzionalità, attraverso dati e analisi in cloud, che possano ottimizzare il lavoro dei professionisti IT e dei fornitori di servizi IT ottenendo il massimo dalle comunicazioni smart e dagli endpoint di collaboration.

 

Plantronics Manager Pro v3.12 è l'ultima versione della soluzione cloud based del leader di settore progettata per i professionisti IT. Questo software consente ai responsabili IT di gestire e supportare dispositivi audio da una postazione centrale.  Questo prodotto, inoltre, rafforza il processo decisionale IT grazie ad insight di valore che garantiscono comunicazioni coerenti ed eccellenti, oltre che elevate performance audio. La nuova versione espande il supporto dei dispositivi verso le più recenti cuffie enterprise Plantronics, serie Savi 8200 e Voyager 4200 UC, nonché la funzione My Habitat Soundscaping che aiuta gli amministratori IT e i dipendenti a gestire il rumore e le distrazioni nell'ambiente di lavoro.

 

Oltre all'estensione del supporto per i dispositivi, questa nuova versione aggiunge punti di dati contestuali alle informazioni critiche più importanti. I professionisti IT possono fornire all'intera azienda dati Plantronics per favorire e migliorare le esperienze di collaborazione dei dipendenti. Plantronics Manager Pro offre ora la possibilità di salvare, pianificare e scaricare report.  Inoltre, i clienti possono utilizzare l'app Plantronics appena rilasciata per Microsoft Power BI.

"Plantronics Manager Pro v3.12 rappresenta un ulteriore passo avanti nella creazione di uno strumento business-critical per ogni cliente che voglia sfruttare la potenza delle cuffie come concreti strumenti di collaborazione e produttività", ha affermato Tom Wesselman, Vice President e GM della Business Unit Software. "La nostra soluzione cloud based Plantronics Manager Pro aiuta i nostri clienti a guidare e gestire esperienze migliori per i dipendenti, offrendo una maggiore produttività."

 

In aggiunta a Plantronics Manager Pro, il Polycom Device Management Service viene utilizzato da oltre 250 fornitori di servizi in tutto il mondo: alcuni partner hanno già conseguito enormi risultati nei primi cinque mesi di disponibilità.

L'utilizzo di PDMS-SP consente ai provider di servizi di integrare i dispositivi audio e le analitiche Polycom nella customer experience dei clienti sui loro portali. I service provider beneficiano di un uptime migliorato e della capacità di anticipare e mitigare i problemi dei clienti, aggregare i dati analitici critici e personalizzare i dispositivi per soddisfarne le esigenze.

 

"I desk phone Polycom sono dispositivi intelligenti che utilizzano software per consentire fantastiche esperienze di comunicazione con i dipendenti e, grazie alla soluzione cloud PDMS-SP, rendiamo disponibile ai service provider un modo semplice per gestire centralmente e ottenere informazioni dai loro dispositivi audio Polycom", ha affermato Shawn Puddester, VP Global Service Providers. "I nostri clienti e partner stanno fornendo riscontri eccellenti, quindi possiamo continuare ad espandere e migliorare PDMS verso quella soluzione cloud olistica di cui hanno bisogno."

 

Informazioni su Plantronics

Plantronics è un pioniere dell'audio e un leader nel settore delle comunicazioni. La tecnologia Plantronics crea esperienze audio e di collaborazione ricche e naturali per le persone ed è possibile condividere e ascoltare buone idee ovunque e in qualsiasi momento. Il portafoglio di soluzioni di comunicazione e collaborazione integrate dell'azienda comprende cuffie, software, telefoni fissi, soluzioni di conferenze audio e video, analisi e servizi. Le nostre tecnologie sono utilizzate in tutto il mondo da consumatori e aziende e rappresentano una scelta di primo piano per ogni tipo di spazio di lavoro. 


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 20 dicembre 2018

illycaffè lancia la nuova illy Art Collection firmata da Matteo Attruia

illycaffè lancia la nuova illy Art Collection firmata da Matteo Attruia
 

Trieste, Dicembre 2018 – illycaffè, azienda leader globale nel segmento del caffè di alta qualità, presenta la nuova illyArt Collection firmata da Matteo Attruial'artista italiano noto per le sue opere ironiche ed eleganti realizzate attraversol'utilizzo di svariati mezzi espressivi, tra cui pittura, fotografia e riutilizzo di oggetti d'uso e soluzioni installative tra le più diverse.

 

Lavorando sull'iconica tazzina illy disegnata da Matteo Thun nel 1991, Attruia prende spunto dalla tecnica della lettera minatoriascomponendo la nuova illy Art Collection in 36 combinazionidi messaggi diversi, ognuno con un proprio significato, ma sempre positivoAbbinando di volta in volta le parole impresse sulle tazzine con quelle sui piattini, chiunque può personalizzare la sua coffee experience creando una frase diversa. Una scelta quella di Attruia non di carattere estetico o di decoro, ma che vuole rappresentare al meglio la contraddizione tra significato e significante, producendo un evidente cortocircuito espressivo.

 

"Con Matteo Attruia - spiega Massimiliano Pogliani, Amministratore Delegato di illycaffè  abbiamo voluto sottolineare l'aspetto del consumo del caffè legato alla socialità.Questa illy Art Collection, decorata con parole che il consumatore può combinare a piacimento per produrre messaggi di senso compiuto, rappresenta il luogo in cui si incontrano e si fondono i linguaggi dell'arte contemporanea con quelli dell'universo illy, producendo un'esperienza completa, sociale, visiva e tattile".

 

La illy Art Collection di Matteo Attruia sarà disponibile da metà dicembre nel formato da 1 tazza a 25 €.

 

illycaffè è un'azienda familiare italiana, fondata a Trieste nel 1933, che da sempre si prefigge la missione di offrire il miglior caffè al mondo. È il brand di caffè più diffuso a livello globale e produce un unico blend 100% Arabica, combinando 9 delle migliori qualità al mondo: ogni giorno vengono gustate 7 milioni di tazzine di caffè illy nel mondo in oltre 140 Paesi, nei migliori bar, ristoranti e alberghi, nei caffè e nei negozi monomarca, e naturalmente a casa. illy è considerato 'l'alfiere dell'espresso' e, grazie a tre innovazioni radicali, il leader nella scienza e tecnologia del caffè. Con la creazione in Brasile, nel 1991, del "Premio Ernesto Illy per il caffè espresso di qualità", illy è stato il pioniere dell'approvvigionamento diretto, basato su condivisione del know-how, riconoscimento ai coltivatori di un prezzo superiore per la migliore qualità e partnership siglate in base ai principi dello sviluppo sostenibile. L'azienda ha anche fondato l'Università del Caffè, che, con l'obiettivo di diffonderne la cultura a tutti i livelli, offre una preparazione accademica completa e pratica a coltivatori, baristi e amanti del caffè, per approfondire ogni aspetto del prodotto. Tutto ciò che è 'made in illy' viene arricchito di bellezza e arte, valori fondanti del marchio a cominciare dal logo, disegnato dall'artista James Rosenquist, fino alle tazzine che compongono la illy Art Collection, decorate da oltre 100 artisti internazionali. Nel 2017 l'azienda ha impiegato 1290 persone e ha un fatturato consolidato pari a €467milioni. Gli store e i negozi monomarca illy nel mondo sono circa 244 in 43 Paesi.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *