CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

venerdì 25 maggio 2018

Poltrone e carri: INGO S.p.A. nomina Carrera nuovo Managing Director

MARTINO CARRERA DIVENTA MANAGING DIRECTOR DI INGO S.P.A.

IL NUOVO GRUPPO MADE IN ITALY PUNTA A CONQUISTARE I MERCATI SANITÀ, PA, UTILITY E AUTOMOTIVE. 

 

Milano, 25 maggio 2018. Martino Carrera, ex Sales Director di Phonetica S.p.A. - oggi INGO S.p.A. - è il nuovo Managing Director e Board Member di INGO S.p.A., il Gruppo 100% Made in Italy nato recentemente dalla volontà di Marco e Beppe Durante di innovare e implementare in una logica di Gruppo quella catena di valore già alla base di Phonetica S.p.A., da 20 anni azienda leader nel mercato italiano nel settore dei servizi di relazione human to human.

Dopo la nomina di Marco Durante a nuovo CEO di INGO S.p.A., quella di Carrera rappresenta l'ulteriore tassello del mosaico della nuova società, che si pone l'obiettivo di diventare il partner di riferimento delle aziende per la gestione innovativa dei processi di relazione nei mercati verticali di Sanità, Utility, Banche, Automotive e Pubblica Amministrazione. A Carrera il compito di gestire operativamente le aree Sales, Marketing e Operation dell'azienda, partendo dalle solide fondamenta posate nel corso della sua esperienza pluriennale in Phonetica.

"La nuova struttura di INGO rappresenta l'ottimale risposta all'evoluzione del mercato, che richiede un'offerta sempre più integrata", ha dichiarato Carrera. "Grazie alle diverse società che la compongono, INGO potrà offrire ai suoi clienti competenze specializzate, elevati standard qualitativi e personalizzazione nella gestione della relazione", commenta Carrera.

Carrera è stato Responsabile Grandi Clienti di Phonetica S.p.A. dal gennaio 2009 a dicembre 2012, per poi ricoprire il ruolo di Sales Director dal Gennaio 2013 a Novembre 2017 occupandosi della definizione delle guideline strategiche commerciali, del coordinamento e dello sviluppo dei canali di vendita diretta, indiretta e della creazione di partnership per l'ampliamento della rete di vendita.

Dal 2004 al 2009 Martino ha ricoperto ruoli di KAM e consulenza in ambito TLC per aziende multinazionali di primaria importanza quali Alcatel Lucent e AAstra Group con attività di sviluppo commerciale verso i principali player nazionali (Telecom Italia, Fastweb) e nella gestione di grandi clienti su soluzioni complesse Enterprise e Carrier (PBX, Apparati dati, Hosted PBX, apparati ottici, IP, Application, Wireless, System Integration).


 

INGO S.p.A

Dall'esperienza di Phonetica S.p.A., da 20 anni leader in Italia nel settore delle relazioni human to human, nasce INGO S.p.A., il nuovo gruppo d'eccellenza dedicato allo sviluppo di servizi e soluzioni innovative per la gestione dei processi di relazione delle aziende, in grado di offrire semplificazione e ottimizzazione insieme a fiducia e affidabilità.

Dai servizi di contact center cross canale, allo sviluppo di software e digital solutions "human technology", ai percorsi consulenziali per esprimere il potenziale relazionale delle aziende: grazie alla specializzazione di competenze e processi, ogni società parte del Gruppo INGO è in grado di soddisfare le specifiche esigenze di ogni mercato, creando nuovo valore nelle relazioni integrandosi facilmente nei progetti più evoluti e complessi. Con oltre 300 clienti e quasi 900 progetti attivi, le società di INGO lavorano su diversi mercati quali ecommerce, healthcare, energy-utilities carrier e industry.



--
www.CorrieredelWeb.it

Ora è possibile calcolare e comunicare il ROI del welfare

GRANCHI & PARTNERS E MEDIATYCHE LANCIANO UNA NUOVA OFFERTA INTEGRATA DI MISURAZIONE & COMUNICAZIONE DEDICATA ALLE AZIENDE CHE ADOTTANO IL WELFARE 

Milano, 25 maggio 2018Granchi & Partners- società di consulenza e formazione - ha lanciato insieme a Mediatyche- agenzia specializzata, tra l'altro, nel comunicare la sostenibilità - una nuova offerta integrata di misurazione & comunicazione dedicata alle realtà aziendali che decidono di intraprendere un percorso di welfare.

L'offerta nasce da un'esigenza comune riscontrata nelle aziende: la necessità di valutare, misurare e valorizzare gli effetti delle iniziative di welfare e comunicarle ai principali stakeholder: Top Management, Dipendenti, Mercato e Opinione Pubblica.

Da oggi le aziende che intraprendono un percorso di welfare potranno quindi contare su un supporto a valore aggiunto, grazie al quale è possibile:

- calcolare il ROI (Ritorno sull'Investimento) del welfare, per misurarne la qualità, la portata e l'efficacia 

- misurare il livello di motivazione e di engagement dei dipendenti

- definire il livello raggiunto e stabilire i successivi obiettivi di miglioramento

- usare la comunicazione come leva per tradurre agli stakeholder il report tecnico generato al termine della consulenza sul calcolo del ROI: i messaggi vengono profilati su pubblici differenti, usando uno specifico linguaggio e i risultati ottenuti sono valorizzati rispetto ai diversi portatori di interessi (Top Management, Dipendenti e Opinione Pubblica). Questo avviene tramite il metodo P.O.S.S. 

"Si tratta di un'offerta che aiuta le aziende a migliorare se non a creare una Reputazione Etica e Sostenibile, che si può ottenere solo con una comunicazione dedicata, fatta di regole e approcci precisi e dettata dalle opinioni, aspettative e percezioni sviluppate nel tempo da clienti, dipendenti, fornitori, investitori e opinione pubblica" spiega Massimo Tafi di Mediatyche.

"Un progetto che aveva bisogno dell'unione di due expertise, quello di Granchi & Partners - che si distingue nel mercato della consulenza per l'integrazione delle tecniche e degli strumenti consulenziali con il Pensiero Sistemico - e quello di Mediatyche - che supporta le aziende nel "tradurre" report complessi in fatti comprensibili, posizionando la comunicazione come leva strategica fondamentale per promuovere la Sustainable Brand Reputation" commenta Guido Granchi AD di Granchi & Partners.

Dopo l'evento di presentazione che si è svolto a Milano nella sede di Gidp lo scorso mese, il prossimo appuntamento per raccontare l'offerta è a Roma il 31 maggio presso la sede di ENEL.

  

Mediatyche

Mediatyche è una compagnia di comunicazione nata a Milano nel 2011, specializzata in campagne e progetti di comunicazione integrati e multicanale con particolare riferimento ai temi della sostenibilitàUna realtà giovane ma che mette a frutto la pluriennale esperienza acquisita dai partner in molteplici campi della comunicazione aziendale: alla base del suo modello di lavoro, un approccio consulenziale, gruppi di lavoro multidisciplinari, un modo di pensare non convenzionale, un sistema integrato di marketing e comunicazione. Tra i vantaggi, una comunicazione fortemente orientata a sostenere gli obiettivi di business, e un pool di esperti con competenze complementari. Negli anni Mediatyche ha maturato una forte competenza a livello corporate e di prodotto nei mondi Green, IT, Consumer Tech, Pharma, Automotive, Associazioni e Consorzi, Non profit, mondo politico.

Granchi & Partners                   

Granchi & Partners è una società specializza nella progettazione ed erogazione di attività 

di formazione comportamentale, consulenza strategica e organizzativa e coaching. E'   caratterizzata da un approccio multidisciplinare che attinge a discipline quali il Pensiero Sistemico, la PNL, l'Intelligenza Emotiva, il Total Quality Management e il Project Management. Tale approccio ha consentito la creazione e la diffusione di modelli originali di intervento sui temi, nell'ambito della formazione, della Leadership, Problem Solving, Comunicazione, Negoziazione, Teamworking e Diversity Management tra gli altri.

L'integrazione del Pensiero Sistemico con le più moderne tecniche consulenziali permette ai consulenti Granchi & Partners di supportare Imprenditori e Top Manager nella definizione dei piani strategici aziendali e nella mappatura e ottimizzazione dei processi.

Granchi & Partners è inoltre specializzata, attraverso l'utilizzo di tecniche e strumenti avanzati di Economics e Statistics, nel calcolo di ROI (Return On Investment) e SROI (Social Return On Investment) di attività quali la Formazione, la CSR, il Welfare Aziendale, la Comunicazione Interna, la Pubblicità, Fiere ed Eventi. 



--
www.CorrieredelWeb.it

Poltrone e carriere. Maddalena Marino, Head of Ad Operations di Adglow Italia

Maddalena Marino, Head of Ad Operations di Adglow Italia

 

Adglow Italia continua a crescere: lo dimostra il recente ingresso di Maddalena Marino, nuova Head of Ad Operations, che sarà responsabile della gestione del team degli account e dei clienti. Maddalena, che riporterà al Sales Director Maurizio Boneschi, ha iniziato la sua esperienza lavorativa in una società di Performance Marketing per poi successivamente proseguire in Wavemaker dove ha maturato un'esperienza di oltre dieci anni come Media Manager sui principali clienti dell'agenzia occupandosi della pianificazione sia in Italia che all'estero dei settori Moda/Fashion, FMCG, Energia, Entertainment e Gaming.


"Siamo molto fieri dell'ingresso di Maddalena nel nostro team, sarà sicuramente una risorsa chiave per lo sviluppo e l'arricchimento dei servizi di consulenza che offriamo ai nostri clienti" afferma il Sales Director Maurizio Boneschi.


Adglow Italia, parte del network internazionale leader nel settore del social advertising e Marketing Partner di Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, Snapchat e Amazon, parteciperà al prossimo Netcomm Forum il 30 e 31 maggio con uno stand dedicato nei padiglioni del Mico, Milano. 


Il 30 maggio alle ore 12.30 presso la Sala Gialla 3, il team condurrà un workshop dedicato all'importanza di una strategia di social advertising nello sviluppo dell'e-commerce. In questa occasione verrà presentato un case study sul caso EasyCoop sviluppato in collaborazione con Facebook.

 


ADGLOW

Adglow è uno dei principali Marketing Partner di Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest, Snapchat  e Amazon, presente in più di 15 paesi tra Europa, USA, LATAM, Asia e Africa. Adglow è leader a livello globale nello sviluppo di soluzioni evolute dedicate a massimizzare il ROI delle attività di social advertising. Grazie alla DSP proprietaria ADAM e la consulenza di un team di centinaia di professionisti, offre ai brand e alle agenzie una risposta efficace alle esigenze di marketing sui social media.

 

ADGLOW ITALIA

Via Alberico Albricci 8

20139 Milano

+39 02 49526408 



--
www.CorrieredelWeb.it

Investimenti: uno studio indipendente conferma che lo storage INFINIDAT assicura un ROI del 125% in tre anni e che l’investimento si ripaga in soli 6 mesi

Uno studio indipendente conferma che lo storage INFINIDAT assicura un ROI 

del 125% in tre anni e che l'investimento si ripaga in soli 6 mesi

 

Milano, 25 maggio 2018  INFINIDAT, principale fornitoreindipendente di soluzioni di data storage enterprise, annuncia i risultati di uno studio sul Total Economic Impact™ (TEI) commissionato a Forrester Consulting volto a valutare il ritorno sull'investimento (ROI) per le imprese che implementano il sistema InfiniBox®. Per realizzare lo studio, Forrester ha intervistato – con colloqui face to face approfonditi - 8 clienti InfiniBox di grandi dimensioni che hanno confermato un risparmio aggregato di $14,3 milioni in spese di capitali, un periodo di payback inferiore ai sei mesi e un ROI del 125%.

 

Le aziende che hanno preso parte allo studio provenivano da mercati diversi – manufacturing, sanità, telecomunicazioni, servizi tecnologici e servizi finanziari –, disponevano di 65 sistemi InfiniBox e di 19 anni di esperienza combinata nell'utilizzo della piattaforma. I sistemi InfiniBox con il loro ampio range di funzionalitàsono utilizzati per indirizzare problematiche di ambienti mission-critical enterprise quali ambienti VMware consolidati, private cloud OpenStack e workload di Big Data e analytics, i quali supportano i requisiti di intelligenza artificiale e machine learning di prossima generazione.

 

Lo studio ha inoltre evidenziato:

• Risparmi in spese di capitali pari a $14,3 milioni. In media, i clienti intervistati hanno ridotto i costi del 50% rispetto alle loro precedenti decisioni di investimenti storage.
• Riduzione dei costi di downtime pari a $1,2 milioni. Il downtime non pianificato è stato pari a zero per tutti i clienti.
• Risparmi OPEX di $1,5 milioni con il modello Capacity on Demand (CoD). Il modello di prezzo flessibile di INFINIDAT supporta acquisti upfront combinati con la possibilità di acquisizione di spazio aggiuntivo in modalità Capacity on Demand. Con l'opzione CoD, le aziende pagano solo ciò che utilizzano, quando lo utilizzano.
• Risparmi di ore lavoro pari a $1,3 milioni. Avvalendosi degli strumenti di gestione offerti dalla piattaforma gli amministratori dello storage sono più produttivi ed efficaci.
• Risparmi energetici pari a $179.201. Su un periodo di tre anni i clienti hanno evidenziato risparmi significativi in termini di energia e raffreddamento.

 

"Le imprese si focalizzano su due iniziative principali: la trasformazione digitale del business e l'utilizzo efficace degli investimenti in infrastrutture IT", commenta Doc D'Errico, Vice President, Office of the CTO and Chief Marketing Officer in INFINIDAT. "Questo studio conferma che siamo in grado di accelerare queste iniziative trasformando l'economia del data storage e consentendo a imprese e cloud service provider di focalizzarsi maggiormente sul business e meno sull'infrastruttura".

 

Secondo i clienti intervistati per lo studio TEI, i costi di infrastruttura, in particolare quelli legati allo storage pre-esistente, erano cresciuti molto mentre le performance erano calate. Inoltre, dopo essersi resi conto che dopo i primi 3-4 anni i costi di manutenzione salivano alle stelle, queste aziende hanno espresso la necessità di migliorare le prestazioni, l'affidabilità e la scalabilità degli investimenti storage futuri.

 

Poiché l'infrastruttura storage è critica per l'operatività di qualunque business, il downtime ha un impatto particolarmente significativo. Per indirizzare questa esigenza, i sistemi InfiniBox di INFINIDAT dispongono di un'architettura self-healing progettata per assicurare una disponibilità 99,99999% che equivale a meno di 3 secondi di downtime l'anno.

 

Nessuno quindi degli 8 clienti intervistati ha dovuto fronteggiare un downtime rispetto ai 30-60 minuti annuali delle soluzioni storage precedenti. Secondo alcuni di essi, il downtime costa in media $11.667 al minuto, compreso il costo di fatturato non recuperabile (profitti lordi).

 

Tra gli altri vantaggi segnalati dai clienti vi sono:

• Il footprint ridotto ha permesso di posticipare l'espansione di tre data center di 2-3 anni
• La qualità del supporto ricevuto da INFINIDAT e un minor numero di interazioni di manutenzione rispetto a sistemi precedenti
• Il miglioramento della qualità di vita degli amministratori dello storage dovuto alla semplicità e affidabilità delle soluzioni INFINIDAT.

 

 


 

Infinidat

Le aziende che raccolgono, proteggono e analizzano le più grandi quantità di dati possono ottenere importanti vantaggi competitivi. Infinidat aiuta i clienti a raggiungere vantaggi di business a costi particolarmente ridotti, offrendo performance superiori al milione di IOPS, affidabilità del 99,99999% (7 nove) e oltre 5PB di capacità effettiva in un unico rack. L'automatizzazione di funzioni quali provisioning, gestione e integrazione applicativa permette di ottenere un sistema incredibilmente efficiente, oltre che semplice da implementare e gestire. Infinidat cambia il paradigma dello storage enterprise, riducendo le necessità di capitale, l'impegno operativo e la complessità. Semplicemente Infinidat è lo storage del futuro.



--
www.CorrieredelWeb.it

Mastercard - UEFA Champions League: Effetto 12° Uomo, i segreti dietro al tifoso perfetto e alle vittorie in campo

EFFETTO 12° UOMO: uno studio scientifico sui tifosi e i loro modi di festeggiare rivela il segreto che si cela dietro una vittoria calcistica

  • La ricerca, condotta con il supporto di psicologi sportivi e commissionata da Mastercard, sponsor ufficiale della UEFA Champions League, rivela come il tifo dagli spalti valga quanto un giocatore in più sul campo
  • Mastercard incoraggia i tifosi a mostrare come il calcio posssa generare qualcosa di davvero Priceless, condividendo sui social le loro celebrazioni dei goal segnati dalla propria squadra, con l'hashtag #StartSomethingPriceless

L'arma segreta di Liverpool F.C. e Real Madrid C.F. per questa finale di UEFA Champions League? Senza alcun dubbio i loro tifosi. 

Mastercard, sponsor ufficiale della UEFA Champions League, presenta la ricerca che prende in esame l'impatto che la tifoseria può avere sulle prestazioni della squadra in campo e sull'esito della partita e rivela come il tifo dagli spalti valga quanto un giocatore in più in partita.

 

Il ruolo di questo 12simo uomo è prezioso. Poter ascoltare e guardare con i propri occhi il pubblico sugli spalti che incita con canti, striscioni, sventolando le bandiere e le sciarpe della propria squadra, ha una grande influenza a livello psicologico sui giocatori in campo, aiutandoli e stimolandoli, fino ad aumentare dell'8% la loro prestazione. Per questo motivo l'effetto del tifo è paragonabile a un altro giocatore che scende in campo insieme agli altri.

 

Il team di psicologi dietro questa ricerca ha anche scoperto che ad una vittoria o ad una sconfitta sono associate celebrazioni diverse da parte dei giocatori. Rientrano nella categoria delle squadre vincenti al primo posto i giocatori che festeggiano con il famoso "aereoplanino", correndo per il campo a braccia aperte (82%), seguiti dai giocatori che festeggiano alzando il pugno (79%) e da quelli che si battono il petto (77%).

 

Inoltre, secondo la ricerca, le squadre che festeggiano abbracciandosi, scambiandosi il "cinque" o con una qualunque interazione fisica, hanno il 50% di possibilità in più di vincere. Mentre quelli che non festeggiano sono destinati il più delle volte a perdere (49%).

 

Bradley Busch, psicologo sportivo che ha contributo allo studio, e uno dei maggiori esperti del settore, svela il vademecum del tifoso Priceless in 5 mosse:

 

  1. Fierezza e volume alto – supportare la propria squadra con canti e urla può davvero stimolarla a dare il meglio (sino al 7% in più) e a superare l'affaticamento.
  2. Cantare, sempre –  più si canta e meglio è: le canzoni aiutano a mantenere l'atmosfera di festa, anche, e soprattutto, per i giocatori in campo.
  3. Mettere in mostra il proprio sostegno – striscioni, bandiere, magliette, qualunque segnale visivo che sia facilmente visibile dai giocatori li aiuta ad aumentare fino all'8% la loro prestazione.
  4. Sorridere – speranza, orgoglio e felicità sono le migliori chiavi motivazionali e basta un sorriso per includerle tutte. Questo aiuta i giocatori a giocare meglio e ad aumentare la prestazione del 12%.
  5. Indossare i colori della propria squadra - I tifosi delle due finaliste della UEFA Champions League 2018 dovrebbero indossare i colori della propria squadra: il rosso e il bianco (per ragioni diverse) sono associati alle migliori performance in campo.

 

Jeannette Liendo, SVP Marketing Europe Mastercard ha commentato: "Nella vita quotidiana siamo tutti sempre più distaccati gli uni dagli altri ed è affascinante vedere, invece, come interagire a livello fisico con i propri compagni di squadra mentre si festeggia sia la chiave del successo sul campo. Siamo orgogliosi di essere da più di 20 anni partner ufficiale della UEFA Champions League. Ci aspettiamo di assistere a qualcosa di davvero speciale dai tifosi che hanno aderito a #StartSomethingPriceless in vista della finalissima di Kiev il 26 maggio".

 


Redazione del CorrieredelWeb.it 


lunedì 21 maggio 2018

Contracta Costruzioni Italia con SACE (Gruppo CDP) e Deutsche Bank: USD 45,6 milioni per una nuova università in Ghana. 30 PMI italiane coinvolte


Contracta Costruzioni Italia con SACE (Gruppo CDP) e Deutsche Bank: USD 45,6 milioni per una nuova università in Ghana

 

30 PMI italiane coinvolte nelle forniture per la realizzazione del primo campus dedicato alle scienze agrarie e ambientali nel Paese

 

Con tassi di crescita intorno al 6%, il Ghana si conferma una delle economie più dinamiche del continente e offre opportunità per l'export Made in Italy in un'ampia gamma di settori

Milano/Somanya, 21 maggio 2018 – Contracta Costruzioni Italia (CCIT), SACE (Gruppo CDP) e Deutsche Bank, hanno perfezionato un'operazione di finanziamento destinata a supportare un contratto da 45,6 milioni di dollari per i lavori di costruzione della University of Environment and Sustainable Development di Somanya in Ghana.

 

Il contratto, finanziato attraverso l'intervento di Deutsche Bank con la garanzia di SACE, è stato assegnato dal Ministero dell'Istruzione della Repubblica del Ghana a Contracta Costruzioni Italia per la realizzazione del primo campus universitario dedicato allo studio delle scienze agrarie e ambientali, un ambito strategico per lo sviluppo dell'economia del Ghana che vede oltre il 20% del Pil generato dalle attività agricole.

 

CCIT, filiale italiana del gruppo brasiliano Contracta Engenharia, ha affidato le sub-forniture del progetto a circa 30 PMI italiane grazie alla loro elevata specializzazione e competitività in settori quali costruzioni, infrastrutture, arredo, macchinari per il fitness, elettrodomestici, apparecchi medicali e illuminazione.

 

"Questo progetto, che si realizzerà grazie all'intervento di Contracta, SACE  e Deutsche Bank, conferma l'importanza per il nostro Paese di fornire un'istruzione di qualità e una formazione professionale accessibile – ha dichiarato Matthew Opoku Prempeh, Ministro dell'Istruzione del Ghana –. Crediamo fermamente che gli interessi del Ghana siano meglio serviti da un'economia forte basata sulle competenze e le risorse a nostra disposizione, un'economia sempre meno dipendente dagli aiuti internazionali. La realizzazione di questa università attraverso una partnership strategica con attori internazionali di primo piano alimenta la nostra visione di un "Ghana Beyond Aid"". 

 

"Siamo sinceramente fieri di essere stati incaricati dal Ministro dell'Istruzione della Repubblica del Ghana della costruzione della nuova Università di Somanya – afferma Fabio Camara, fondatore con Francisco Rapuano ed Elio Sacco alla guida del Gruppo Contracta –. L'iniziativa completa il nostro ricco portafoglio di progetti e fa seguito alle importanti commesse brillantemente finalizzate nel paese, premiando la nostra strategia di internazionalizzazione con un ritorno degli investimenti tecnici, commerciali e finanziari destinati in questi anni alle filiali estere".

 

"Il continente africano si conferma sempre più strategico per le esportazioni del nostro Paese e le condizioni di finanziamento dei grandi progetti in corso nell'area sono determinanti per l'aggiudicazione dei contratti da parte delle imprese italiane. Questo è un progetto di bandiera per il Ghana, che conferma ancora una volta il cammino di crescita e sostenibilità intrapreso con successo da diversi anni, ma anche per il Made in Italy, con ben 30 PMI italiane altamente specializzate che contribuiranno ai lavori insieme a Contracta Costruzioni Italia. – ha dichiarato Simonetta Acri, Chief Sales Officer di SACE, che insieme a SIMEST costituisce il Polo dell'export e dell'internazionalizzazione del Gruppo CDP –. Ci auguriamo di poter replicare il successo di questa iniziativa con nuovi progetti in geografie ad alto potenziale per le piccole e medie imprese italiane". 

"Siamo molto soddisfatti di aver preso parte a questo importante progetto, che riassume al meglio il ruolo di Deutsche Bank come partner chiave di istituzioni, imprese e cittadini su scala globale" – ha aggiunto Paolo Maestri, Co-Head of Corporate Finance Italy and Head of Global Transaction Banking Italy di Deutsche Bank–. Si tratta infatti di un progetto pensato per produrre un impatto positivo su tutte le comunità coinvolte, mettendo insieme know-how ed eccellenze provenienti da diversi settori e da tre continenti, in un'ottica di sviluppo sostenibile".

 

Una volta completata, la nuova Università diventerà un punto di riferimento nel panorama accademico internazionale per lo studio e la ricerca nel campo della sicurezza alimentare e dello sviluppo sostenibile, contribuendo alla creazione di circa 2.400 posti di lavoro e allo sviluppo economico e sociale del Paese. Nonostante le dimensioni ancora contenute, infatti, il Ghana è una delle economie più dinamiche di tutto il continente con un Pil in costante crescita da oltre 20 anni (+5,9 nel 2017). Il Paese offre importanti occasioni anche per i beni Made in Italy nei settori delle costruzioni, oil & gas e macchinari per l'industria, in particolare per la trasformazione alimentare, con previsioni di crescita del nostro export intorno al 6,6% in media fino al 2020.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 14 maggio 2018

Ecommerce B2B: Fatture elettroniche: più sicurezza con la app Commerc.io dedicata all'e-commerce B2B

Un sistema dedicato all'e-commerce B2B

 

COMMERC.IOFATTURE ELETTRONICHE PIÙSICURE 

 

L'evoluzione e l'avanguardia proposta dalla startup vicentina di Enrico Talin: Commerc.io utilizza già il formato Ubl 2.1 per lafatturazione elettronica europea ed è ancora alla ricerca di nuovi investitori, che possono contare sulle agevolazioni fiscali per l'innovazione

 

 

VICENZA, 14 MAGGIO 2018 – Non solo acquisti online di beni e servizi tra aziende, attraverso un'app semplice ed economica, ma anche scambio di documenti e fatture elettroniche più sicure, utilizzando il sistema standard che si sta già diffondendo negli Stati Uniti e nel resto d'Europa (UBL 2.1). Commerc.io, la startup creata da Enrico Talin, imprenditore vicentino, ceo e co-fondatore dell'impresa, è la prima piattaforma di e-commerce B2B sulla blockchain - una catena tracciata, un database inviolabile condiviso da tutti i partecipanti della rete dove  tutti i documenti vengono cifrati e le informazioni allo stesso tempo non possono essere modificate - che punta a offrirepiù sicurezza al commercio B2B semplificando lo scambio, la condivisione di documenti tra aziende ed evitando le truffe online.

E, in un framework in cui l'e-documento è pronto al decollo ed entro fine anno dovrebbe divenire a tutti gli effetti obbligatorio, la soluzione proposta dalla startup vicentina rappresenta sicuramente un punto a favore per chi vuole fare impresa. Utilizzando il formato Universal Business Language versione 2.1, Commerc.io, infatti, si pone già all'avanguardia nel panorama della fatturazione elettronica, avvantaggiando il cliente nei tempi e semplificando le procedure. 

 

Blockchain promossa dalla Ue

 

L'Italia, rispetto agli altri Paesi europei, non ha ancora aderito alla partnership sulla blockchain promossa dalla Ue che vede il coinvolgimento di 22 membri, nonostante la tecnologia sia sempre più studiata, le sperimentazioni aumentino e ci sia maggior fiducia anche nel sistema delle criptovalute. L'Unione Europea, infatti, ha già investito oltre 80 milioni di euro in diversi progetti relativi ai registri distribuiti, con l'obiettivo di allocarne altri 300 entro il 2020. 

 

Detrazioni al 30% per il crowdfunding

 

Commerc.io, per poter portare avanti la propria idea, è ancora alla ricerca di alcuni sostenitori che supportino il progetto attraverso il crowdfunding, che permetterebbe alla startup di crescere e proseguire nel suo cammino. Gli stessi imprenditori che decidono di credere e investire in startup, peraltro, possono contare e usufruire degli incentivi e delle detrazioni fiscali che arrivano sino al 30 per cento sul totale dell'importo versato, contribuendo dunque ad accelerare il processo di innovazione del Paese.

 

Le tappe del progetto

 

Al momento Commerc.io si trova ancora in una prima fase operativa, che punta alla ricerca di finanziamenti e concentrata sul processo di semplificazione della tecnologia B2B e-commerceper distribuire una soluzione sul mercato che permetta l'accesso a un numero più grande di aziende di ogni dimensione. Una seconda tappa sarà quella di proteggere identità e firma, con una chiave sicura per previene attacchi forzati e assicurare anche le transazioni in totale sicurezza, mentre la terza, la fase della decentralizzazione, consentirà di archiviare i dati, rimuovere le duplicazioni dei file, tracciarne la cronologia, memorizzare solo il contenuto che interessa ai nodi attraverso un metodo peer to peerL'interfaccia di Commerc.io autenticherà digitalmente (tolkenizzazionequalsiasi documento, provando l'esistenza, data, autenticità e integrità dello stesso file. 

 

La Startup

 

Enrico Talin, imprenditore 47enne, ceo e co-fondatore di Commerc.io, si è laureato nel 1994 all'Ithaca College di New York in Marketing. Durante gli anni universitari ha avuto modo di conoscere e approfondire il mondo di internet e del web, comprendendone le illimitate potenzialità. Nel 1994, rientrato nella sua città natale, Vicenza (in Veneto) ha fondato Tradenet, la prima azienda di web software e-commerce B2B in Italia, con la quale, per oltre 15 anni, ha portato avanti progetti software personalizzati di e-commerce B2B destinati a grandi aziende italiane. Dal 2008 focalizza la sua attenzione su tecnologie di miglioramento della privacy tramite la crittografia, iniziando a interessarsi su una nuova tecnologia, chiamata blockchain, mentre nel 2010 lancia Zotsell, una delle app raccolta ordini mobile più scaricate nel mercato dell'e-commerce B2B. Tradenet, con questo software, sposta il suo modello di business da progetti personalizzati a prodotti parametrici destinati alle medie imprese. Nel gennaio 2018 Enrico, assieme a un gruppo di colleghi imprenditori, fonda Commerc.io, la prima piattaforma di e-commerce B2B sulla blockchain, rivolta a 250 milioni di piccole imprese in tutto il mondo.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *