Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

domenica 31 gennaio 2010

Presentazione del libro di Eugenio Campus "IL PETTINE SENZA DENTI" a Cossoine

Presentazione del libro di Eugenio Campus "IL PETTINE SENZA DENTI" a Cossoine
Il romanzo che svela i segreti dei poligoni militari, dove tutto muore: ambiente, animali e persone

presentazione libro il pettine senza denti a Cossoine
Domenica 31 gennaio 2010, ore 17, presso il Centro di Documentazione Pietrina Cossu, in via Vittorio Emanuele a Cossoine, si terrà la presentazione del libro/inchiesta "IL PETTINE SENZA DENTI" di Eugenio Campus (ediz. Applidea) e discussione sui luoghi dove si snoda la storia.

Interverranno:
Eugenio Campus, autore
Mariella Cao, portavoce per la Sardegna del comitato "Gettiamo le basi"
Massimo Coraddu, esperto scientifico


libro il pettine senza denti
Da un episodio avvenuto alla fine del '400 nelle campagne dell'odierna Villasimius, che segna la vita della contessa Violante Carroz, si sviluppano le trame di tre storie, ambientate negli stessi luoghi della Sardegna ma in epoche diverse .
Stefanina, Eleonora e Emiliano, una casa diroccata nelle campagne di Quirra e un pettine senza denti: passato e futuro si rincorrono, si sovrappongono e si risolvono in un crescendo di inquietanti rivelazioni, fatte di intrighi, equivoci e soprusi .
Il pettine senza denti è una denuncia dell'impiego di proiettili all'uranio impoverito, tuttora smentito dalle autorità militari, che ha portato drammatiche conseguenze sulla popolazione civile e militare dei luoghi interessati all'area del Poligono Interforze del Salto di Quirra, ma anche una denuncia dell'indifferenza con cui quella vasta area viene ceduta in affitto, senza alcuna verifica dell'uso che ne viene fatto, a chiunque desideri effettuare test bellici o civili, nonostante l'impiego di sostanze dannose all'ambiente e alla salute di chi ci vive.

poligono interforzeIl Salto di Quirra, in Sardegna, sede di un grande poligono sperimentale dove gli animali, gli abitanti e i militari si ammalano e muoiono, è il luogo che unisce i tre protagonisti del romanzo.

Il Poligono Sperimentale e di Addestramento Interforze del Salto di Quirra (P.I.S.Q.) sorge in quella parte di terriorio compreso tra Cagliari e Nuoro, nella parte sud-orientale dell'isola, dove si estende un vasto altopiano chiamato "Su Pranu", geograficamente conosciuto come "Salto di Quirra".
La base è divisa in due grandi sottosistemi: un "poligono a terra", con sede a Perdasdefogu, dove si trova il Comando, e un "poligono a mare", con sede a Capo San Lorenzo, dove ha sede il distaccamento del P.I.S.Q. L’utenza utilizza l’uno o l’altro dei sottosistemi disponibili a seconda del tipo di attività operativa che è chiamata a svolgere.
Il "poligono a terra" occupa una superficie di circa 12000 ettari e si estende su tutta quella zona del Salto di Quirra che, dai confini sud orientali dell’abitato di Perdasdefogu arriva sin quasi ai margini della Baia di Capo San Lorenzo, distante in line d'aria circa 20 km.
Il "poligono a mare", invece, occupa una superficie di circa 2000 ettari e si estende per quasi 50 km lungo il tratto sud orientale della costa sarda, compreso fra Capo Bellavista, a nord, e Capo San Lorenzo, a sud.

Eugenio Campus denuncia, traendo spunto dalla storia, l’impiego di armi e missili che devastano l’ambiente e che possono provocare gravi patologie alla popolazione, disinformata sui rischi che corre.

Eugenio Campus è nato a Mardulizzi (RC) il 26 maggio 1970.
I genitori, entrambi sardi, padre maestro elementare e madre medico condotto, furono allontanati dalla Sardegna per le idee rivoluzionarie di matrice marxista-leninista che ispirarono alcuni tentativi di trasformare l’isola in una Cuba del Mediterraneo, e furono trasferiti in quel piccolo centro della Calabria, dove tuttora vivono.
A ventinove anni Eugenio Campus risponde al richiamo della sua terra, la Sardegna, e dopo dieci anni trascorsi in mare a bordo di navi mercantili sulle rotte asiatiche, si trasferisce a Villasimius, dove attualmente risiede e dove svolge la sua attività principale di scrittore. Ha due fratelli e una sorella, Alessandro, Valerio e Carla.
Si è diplomato al liceo scientifico statale “Enrico Fermi” di Bagnara Calabra e nell’anno accademico 2002-2003 ha conseguito con lode la laurea in Filosofia, discipline Etnoantropologiche, presso l’Università degli Studi di Cagliari, con una tesi sui commerci tra le sponde mediterranee del popolo dei Shardana.
Nella cittadina di Mardulizzi ambienta la prima parte del suo romanzo d’esordio, Anima Mediterranea, edito da Applidea, dove descrive le sensazioni e i sapori di quell’angolo di terra calabrese. Scritto nel 2004, “Anima mediterranea” è un giallo psicologico carico di suggestioni raccolte durante le sue esperienze vissute in Calabria, in Russia e a Roma. Il secondo romanzo, “Il pettine senza denti”, ambientato in Sardegna, è stato pubblicato nel 2008, sempre da Applidea. È un romanzo di denuncia, dove oltre a descrivere uno scenario distopico per i cambiamenti climatici e le nuove scelte energetiche, racconta gli intrecci e gli interessi legati all’attività che si svolge presso il poligono interforze di Quirra, dove militari provenienti da diversi paesi del mondo provano, tra le altre, armi all’uranio impoverito.

per contatti: http://www.eugeniocampus.it/ - eugenio.campus@tiscali.it

sabato 30 gennaio 2010

Ma che razza di mondo è?


venerdì 29 gennaio 2010



29 Gennaio, giorni della merla. Fuori nevica. Fiocchi sottili, quasi impalpabili, chissà se avranno vita breve e si scioglieranno entro domattina, oppure si ostineranno fino a coprire tutta Milano con una coltre bianca. Musica degli Yellow Jackets tutto intorno in quadra sound. E' un buon momento per una riflessione Saturnina, sulla giustizia sulle leggi, sul mondo di oggi. Saturno è vecchio anzi vecchissimo, si muove lentamente, ha tutta l'esperienza del vissuto, e dovrebbe quindi essere anche il più saggio?
No, è più che altro pessimista, è il suo rivale Giove, quello ottimista, quello gioviale, generoso bambinone, ad incarnare le energie della vera saggezzza. In questo periodo Saturno e Giove sono stranamente amici, vanno d'accordo, giocano a carte con il mondo degli uomini, l'uno vestito dalla rigida Bilancia, l'altro dai mutevoli Pesci. Nel loro gioco immortale Saturno fa piombare la carta del Giudizio:
IL TAROCCO NUMERO XX
E' il numero 10 che si sdoppia, come se divino e l'umano armonizzato ormai coincidessero. E l'unico Signore del Tempo adatto a giudicare il mondo di oggi. Saturno strombazza le sue critiche crude e spietate, per risvegliare i dormienti, ma poco ottiene. Questo è il mondo migliore che ci possiamo aspettare, lo sa anche lui. Nessuno ormai crede più al suo messaggio apocalittico, il Giudizio Universale non c'è. Ma non smette di dare fiato alle trombe. E se tutti dormono, lui no. Cerca incessantemente di stanare i mostri della ragione, di allontanare da noi il sonno od oblio della coscienza, l'ignoranza. L'unica vera morte. In fondo il suo discorso è: La buona novella è sempre dietro l'angolo per un'entità in perenne movimento e in divenire. Ciò che sembrava morto ritorna, ciò che sembrava in letargo ha un nuovo risveglio. Le vecchie scorie sono lavate via.

E' l'adattarsi al tempo è necessaria virtù.

"Nessuna nuova - buona nuova". A volte è così, ma intanto l'attesa può snervare. Non c'è ricambio. Il passato, morto e sepolto, appare come una porta chiusa. Si aspetta un segno, un'ispirazione dall'alto: niente. Bisogna ancora attendere, armati di pazienza. Forse, però, è solo un problema di comunicazione. La palla passa a Giove, tenero e burlone come il mondo di oggi, adolescenziale.

Giove risponde con l'immagine del TAROCCO NUMERO X LA RUOTA DELLA FORTUNA

Il Dieci è l'unità a livello superiore, nonché la somma dell'uno con lo zero, ma anche dei primi quattro numeri: 1+2+3+4 = 10, che esprime il tutto, che per i pitagorici era rappresentato da dieci punti posti a piramide.
Il cammino è circolare e si richiude su se stesso: insomma è l'eterno ritorno all'Uno attraverso il divenire della manifestazione nel suo crescere e calare. Su per l'incessante vortice della ruota, una sfinge ci interroga per sapere se siamo pronti ad abbracciare il nostro vero destino personale, secondo la nostra natura, oppure se vogliamo solo lasciarci impersonalmente trascinare dal divenire della ruota.
Com'è noto, Edipo risolse l'indovinello del mostro che diceva:
Quadrupede cammino /nel mio primo mattino;
uso due gambe sole/allor chè alto il sole;
ma di altra gamba, dopo/ che il sol discese, ho d'uopo.

Abbracciare il proprio destino di UOMO, ha un caro prezzo.
In questo arcano si scende e si sale: ogni punto della ruota è un'occasione irripetibile. Il mondo gira e le medaglie mostrano il loro rovescio ad ogni istante: inutile farsi impressionare dalla bruttezza del mondo di oggi basta lasciarsi attrarre dall'altrettanto onnipresente bellezza.

SENTENZA: IL BENE VA BENE. VALORE ASTROLOGICO: SAGITTARIO E PESCI
Fra i violenti Centauri solo il saggio Chirone, precettore e guaritore, seppe dominare gli istinti. Giove è il segno dell'avventura, che tuttavia rispetta le regole e può persino essere bigotto e materialista.

La fortuna ed il coraggio vanno spesso insieme.

La fortuna aiuta gli audaci, perciò è bene cogliere l'attimo fuggente. Ciò che era diminuito non poteva che ricrescere e ora bisogna battere il ferro finché è caldo; ma la fortuna sarà breve: tutto scorre. Varia è la sorte, volubile e leggera: quel che veste il mattino spoglia la sera.
Questa carta indica le possibilità illimitate dell'essere. E qundo non c'è fortuna la palla ritorna a Saturno l'eterna lotta tra il bianco ed il nero
E si sa. Il tempo è galantuomo.

venerdì 29 gennaio 2010

Romanticismo con Melaspasso



Fra un paio di giorni arriverà il momento che tutti gli innamorati aspettano; San Valentino. Ricevere regali è sempre molto bello, ma diventa sempre più difficile trovare le idee regalo azzeccate in grado di soddisfare tutti i gusti. Una bella idea potrebbe essere regalare un week end romantico. Ma dove trovare tante proposte e alternativa valide? Basta visitare il portale Melaspasso.

Per romanticoni incalliti, sognatrici e uomini d'altri tempi, Melaspasso propone innumerevoli ed originali esperienze per festeggiare in modo insolito il giorno degli innamorati. Una cena a lume di candela, un percorso benessere di coppia, un romantico volo in mongolfiera, un fine settimana nella città di Romeo e Giulietta e molto altro.

Emozioni uniche per chi vive d'amore. Regali originali che colpiranno il cuore del vostro partner. Trasformatevi in cupido regalate un sogno tutto romantico!

Per maggiori info:

Servizio Clienti telefonico al nr.: 899.032.083 (0,62 € centesimi/minuto iva compresa dai telefoni fissi).

Ecolamp illumina il Carnevale di Venezia

 

Ecolamp illumina il Carnevale di Venezia


29/01/2010. Sarà il Carnevale 'Sensation 2010' il palcoscenico delle iniziative educational e di comunicazione di Ecolamp, consorzio per il recupero e il trattamento delle sorgenti luminose esauste. Obiettivo: diffondere il comportamento virtuoso della differenziazione dei rifiuti luminosi, in particolare delle lampadine a basso consumo energetico.

La scelta di appoggiare Venezia è legata innanzitutto all'interesse e all'attenzione che da sempre la città ha dimostrato nei progetti di Ecolamp e il Carnevale è sicuramente il periodo migliore, data l'affluenza, per riuscire a coinvolgere e sensibilizzare il pubblico sull'importanza della raccolta delle lampadine a basso consumo.

La partnership ha dato vita a un progetto che vuole valorizzare la bellezza della città, soprattutto in quei giorni, cogliendone le potenzialità. Ecolamp sarà presente, per gli undici giorni del Carnevale, con sei Temporary Store dislocati nei principali sestieri, presso i quali sarà possibile trovare informazioni riguardanti il Consorzio e le sue attività.

All'interno di una struttura situata in Campo St. Angelo, verrà inoltre allestita la mostra 'Lamp&RiLamp'. I visitatori saranno accompagnati, attraverso un percorso polisensoriale suddiviso in cinque moduli, in un viaggio di sensibilizzazione e conoscenza.

E' stato inoltre bandito il concorso fotografico 'Love Game', che invita a cercare le due mascotte di Ecolamp, Voltonio e Bidonia, 14 pupazzi animati per la città, a fotografarle e a inviare la foto al sito easyecolamp.it. I fotografi parteciperanno a un'estrazione finale di un soggiorno a Venezia durante la Regata Storica in calendario a settembre. La partnership prevede inoltre operazioni di comunicazione classica sia istituzionale sia educational. Ogni iniziativa e evento del Consorzio sarà presente nel programma ufficiale o sul sito del Carnevale.

Infine, lunedì 15 febbraio si terrà presso il Palazzo del Comune una conferenza stampa nella quale verrà presentata la partnership tra Ecolamp e il Comune di Venezia, nonché i dati di raccolta dall'avvio delle operazioni attraverso le isole ecologiche comunali, con il servizio Extralamp e i collection point destinati agli installatori. Alla conferenza interverranno il direttore generale di Ecolamp, Fabrizio D'Amico, l'Assessore all'Ambiente del Comune di Venezia, Pierantonio Belcaro, e il presidente di Venezia Marketing & Eventi Piero Rosa Salva.

Grace Kelly a Roma, a due passi dall'Hotel Centrale

Fino al 28 febbraio 2010 a Palazzo Rupoli, in Via del Corso a Roma, si tiene un'interessantissima retrospettiva dal titolo "Gli Anni di Grace Kelly, Principessa di Monaco". La mostra ripercorre la vita di una delle icone del ventesimo secolo, star di Hollywood e Principessa di Monaco, tragicamente scomparsa in un incidente d'auto nel 1972.
Tra le immagini della mostra, oltre ai suoi elegantissimi abiti ed alle foto di celebri fotografi, gli organizzatori hanno creato un filmato che raccoglie le migliori sequenze dei suoi film più famosi, tra cui "La finestra sul cortile" di Alfred Hitchcock..
Il tutto a pochi metri dal centro dell'Urbe, dove è sito l'Hotel Centrale, in grado di offrire la bellezza di un edificio storico, la comodità di una posizione centralissima ed un servizio apprezzato da tutti i clienti... senza dimenticare il prezzo, con un giusto rapporto costo beneficio !

giovedì 28 gennaio 2010

Avvio corso di Grafica 2D (Photoshop, Illustrator) e DTP (Xpress, inDesign) - Istituto Quasar di Roma

Avvio corso di Grafica 2D (Photoshop, Illustrator) e DTP (Xpress, inDesign)

dell’Istituto Quasar di Roma

 

Abbiamo il piacere di comunicare che è in partenza il corso di  Grafica 2d & DTP Photoshop, Illustrator, xPress

 

Edizione serale, nei giorni martedi' e giovedi' con orario 18,00>21,30


Le lezioni si svolgeranno nella sede dell'Istituto Quasar, in Via Nizza 152 - Roma, in aule attrezzate con un PC o MAC per ogni studente, a partire dal 4 febbraio 2010

 

Per info:

Istituto Quasar,

Via Nizza 152, 00198 – Roma

Tel. +39 06 8557078; 06 85301487

orientamento@istitutoquasar.com;

www.istitutoquasar.com

 

mercoledì 27 gennaio 2010

Passoscuro, un polo biologico nella riserva del litorale romano

Un esperimento pilota per dimostrare che il Parco può essere il luogo di una agricoltura moderna e pulita, e di una piena integrazione fra la protezione della natura e la valorizzazione delle attività produttive sostenibili? E' l'idea lanciata in un incontro avvenuto a Passoscuro, nel cuore della Riserva, con Fulco Pratesi, gli agricoltori della zona, esperti e medici, e i cittadini


Passoscuro, punto di riferimento del biologico, nel Lazio?

E' stata una festa di colori e profumi la giornata dedicata all'agricoltura biologica che l'Associazione Ludus del 157° CD di Torrimpietra, ha organizzato, sabato 23 gennaio 2010 a Passoscuro, nel comune di Fiumicino (Roma).

Il BIO-ASSAGGIO d'INVERNO ha rappresentato il primo appuntamento del ciclo "SAPORI e INCONTRI a PASSOSCURO" e si è svolto in un trionfo di zucche e palloncini, tra bancarelle di ortaggi, frutta, formaggi, vino, prodotti equosolidali, manufatti degli scolari della scuola elementare, ed ha raggiunto lo scopo di informare e fare dibattere i cittadini su importanti tematiche sociali.

"Il 2010 è stato dichiarato dall'ONU l'anno internazionale della biodiversità - ha ricordato Fulco Pratesi, aprendo i lavori - e l'Italia che, in Europa, ne è il Paese più ricco, la sta velocemente perdendo." Secondo gli ultimi dati sono infatti a rischio di estinzione il 68% dei vertebrati terrestri, il 66% degli uccelli, il 64% dei mammiferi, il 76% degli anfibi e l'88% dei pesci d'acqua dolce. "Occorre salvaguardare l'ambiente, ma anche la nostra salute, ecco perché, nella mia piccola azienda agricola, dopo che una mia agricoltrice ha avuto un tumore, ho adottato i metodi dell'agricoltura biologica. Ora, la signora sta bene e porta avanti l'azienda con energia."

La testimonianza del fondatore del WWF ITALIA è stata suffragata anche da Giulia Maria Crespi, Presidente del FAI Ambiente che applica sui suoi terreni l'agricoltura biodinamica e dai tecnici agronomi intervenuti. I vari Specialisti si sono trovati d'accordo su tutte le varie tematiche ed ecco alcuni dati emersi:

- Marco Papi, agricoltore da tre generazioni e apicoltore, ha riferito: "Sulle colture industriali come la colza le nostre api non volano più, invece, sulle coltivazioni bio la diversità di fioriture e la ricchezza di biodiversità favorisce ed incrementa la vita. A professionisti come noi non sfugge la differenza di sviluppo agricolo tra solo 30 anni fa ed oggi." "Un giorno, mentre diserbavo il terreno, usando alghe vegetali, mio figlio mi disse: "Papà sento odore di mare". Durante questi trattamenti non ho bisogno di maschere e posso tenere il bambino accanto a me, cosa che non potrei fare se il diserbante fosse chimico."

- "L'epoca prebellica è stata dominata dalle malattie infettive e quella attuale è caratterizzata dalle malattie degenerative e tumorali." - ha detto il prof. Bruno Fedi, primario oncologo, sottolineando il rapporto fra alimentazione e salute - "Gli abitanti del Caucaso, delle Ande, dell' alto Sudan, non esposti ad inquinanti, sono pressoché immuni da patologie oncologiche; invece le donne giapponesi, emigrate in USA, si ammalano di cancro al seno, malattia che prima non conoscevano. L' inquinamento, anche alimentare, è infatti responsabile per la massima parte dei tumori (passati, in un secolo, dal 2% ad 1 caso di morte su 3), ma anche di diabete, arteriosclerosi, allergie (fino alla recente M.C.S.), stipsi e patologie del sistema circolatorio."

- Concorde sull'importanza di alimentare i bambini con prodotti naturali e possibilmente biologici, è stato anche il Dr. Giuseppe Morino ,Responsabile dell'Unità di Dietologia Clinica dell'Ospedale del Bambino Gesù.

- "Il ruolo di chi acquista e consuma cibo, il nostro ruolo, non deve essere passivo all'interno della catena produttiva; la nostra responsabilità e le nostre scelte sono un cardine fondamentale. Occorre essere consapevoli e prendere decisioni che vadano ad influire fattivamente sul mercato e la produzione del cibo." "Sono sempre molto vicino a chi organizza incontri come il vostro, per portare sul territorio problematiche e proposte concrete che vanno nella direzione di un mondo buono, pulito e giusto" Ha sottolineato Carlo Petrini, Presidente di Slow Food.

- La prof.ssa Orietta Viola vice-Preside dell'IIS (Istituto di Istruzione Superiore) "Leonardo da Vinci" e l'agronomo Prof. Barrale dell'Istituto Tecnico Agrario di Maccarese hanno raccontato di come l'Istituto, nelle sue serre-laboratorio, stia studiando e sperimentando tecniche sempre più naturali e biologiche.

- L'Assessore alle Attività Produttive di Fiumicino Dott.ssa Francesca Martini e il Dirigente della stessa area, Dott. Galli, hanno mostrato grande interesse ad iniziare una collaborazione con l'Istituto Agrario sui temi dibattuti.

Un cittadino ha addirittura proposto ai Rappresentanti del Comune, di far divenire Passoscuro un polo biologico.

Anche se, come ha suggerito l'agronomo Dott. Donato Ferrucci, per stimolare maggiormente chi produce, è necessario incentivare economicamente il biologico, lo slancio e lo sforzo compiuto attualmente dalle aziende bio è ammirabile sia per lo fatica degli operatori sia per i vantaggi ottenuti.

Tali metodi di coltura determinano infatti: il mantenimento delle fertilità dei suoli, la biodiversità animale e vegetale, la ricchezza di acque, che ruscellano pure sui terreni, e la mancanza di emissioni tossiche, nell'aria.

Tutti valori aggiunti e di interesse collettivo insieme alle produzioni vegetali ed animali prive di residui. Eppure, proprio in questi giorni è arrivata dagli Stati Uniti la notizia di una proposta di legge che, per una mozione presentata dalle multinazionali della chimica, tende a mettere fuori legge l'agricoltura biologica.

Nell'incontro di Passoscuro è stato anche comunicato in anteprima che, grazie all'immediata campagna del Comitato Scientifico Equivita, il Provvedimento per il via libera agli OGM, che nei giorni scorsi il Governo aveva deciso di dare, è stato ritirato. Il Ministro Zaia, sollecitato dai comunicati diffusi da Equivita, ha, almeno per il momento, opposto un netto rifiuto.


Al termine del dibattito, tutti gli intervenuti (famiglie, insegnanti, bambini, rappresentanti di Associazioni ed Enti, addetti ai lavori, rappresentanti della Pubblica Amministrazione, tra i quali anche l'Assessore alla Cultura e Istruzione Gino Percolo) in un'atmosfera allegra e rilassata, hanno partecipato al BIO-ASSAGGIO d'INVERNO, il momento della degustazione dei prodotti biologici donati da molte aziende locali e cucinati dai Ristoranti, dai genitori e dalle insegnanti della Scuola Elementare di Passoscuro.

Ma altro che assaggio!


C'erano tavoli coperti di crostate, alle carote, ai cavoli rapa e ed altre verdure, risotti alla zucca, torte rustiche, lasagne zucca e verza, frittate, formaggi con il miele, biscotti, torte e tanto, tanto altro ancora e tutto biologico.


Nelle strade di Passoscuro si sta parlando dell'evento e si può affermare che la Ludus sia pienamente riuscita nell'intento di far collaborare Scuola, Istituzioni e Territorio.

Il 17 giugno 2008, Vandana Shiva, in un'intervista a Il Resto del Carlino, dichiarava: "Bisogna uscire dalla società della crescita a dismisura per entrare in una dimensione più sostenibile. Abbiamo bisogno di un commercio più equo. Ecco che allora il biologico può aiutare ad entrare a contenere lo sviluppo sfrenato. Il biologico è anche l'unica situazione per sfamare il mondo".


Per raggiungere questo traguardo c'è ancora molto, molto da fare, ma intanto per cominciare, nel litorale romano, nel bel territorio di Passoscuro in molti si sono già prenotati per un BIO-ASSAGGIO di PRIMAVERA.


Cominciano i preparativi per una nuova installazione di Israele Oggi


Quattro mesi fa circa, per l'esattezza il 17/09/2009, si svolgeva a Verona l'annuale manifestazione di design e arredo interni dal titolo “Abitare il Tempo”. Durante la manifestazione l'architetto Gianni Veneziano ha presentato il progetto “Nowhere” mostrando dei pannelli semitrasparenti di grandi dimensioni per il pavimento e le pareti, creati con le foto realizzate da Maurizio Turchet (ispiratore di “Israele Oggi” un progetto di comunicazione sviluppato tra le attività dell'Associazione amicidisraele.org) , in occasione del centenario della fondazione di Tel Aviv 100.
L'installazione ha riscosso un grande seguito tra il pubblico e la stampa e sarà tra gli elementi dei prossimi eventi Israele Oggi.
E proprio a seguito del successo del progetto Nowhere, prosegue la collaborazione con lo tra Israele Oggi e lo Studio veneziano+team (uno studio multidisciplinare per l’architettura, arte, design e grafica nato nel 2008 e con come soci fondatori Gianni Veneziano e Luciana Di Virgilio) che ha realizzato il progetto di allestimento per le prossime installazioni di Israele Oggi.

Regali alternativi per San Valentino



Conoscete i cofanetti regalo? Non sono altro che la  nuova frontiera dei regali. Forse già questo Natale ve ne siete resi conto che andando in giro per centri commerciali impazzano questi "cofanetti regalo". Ma cosa sono? In cosa consistono? E soprattutto offrono dei vantaggi rispetto al tradizionale "regalo".

Abbiamo scelto di analizzare i cofanetti del Brand Emozione per cercare di rispondere ai quesiti posti. L'idea parte da un concetto fondamentale basato su un background di svariati anni di esperienza legata al mondo delle idee regalo: regalare qualcosa che piace è davvero difficile. Si evita di regalare le solite banalità quali maglioni che non piacciono, noiosi dopobarba o collant fuori moda.Soprattutto se non conoscete bene i gusti del destinatario i cofanetti regalo non sono altro che dei veri e propri depliant da sfogliare. Sono tematici ( Week end romantico, Week end benessere, Week end di Charme, Azione e Motori, Natura eAvventura, Degustazioni e Gourmet, Relax, Keeds e Teen) e permettono a chi li riceve di scegliere un’esperienza a suo piacimento tra decine e decine di possibilità.

Per maggiori info
Emozione3 per i privati
Tel. 199 240 422
Fax. 045 8198413
info@emozione3.it
Emozione3 per le aziende
Tel. 199 240 422
Fax. 045 8198413
corporate@emozione3.it

Apple presenta il suo nuovo tablet

Apple nella serata di oggi ha presentato il suo nuovo e rivoluzionario prodotto, si tratta di un tablet con interfaccia touchscreen in grado di far girare applicazioni e giochi e consentire all'utente di leggere ebook, ascoltare musica e visualizzare video.
Il nome del prodotto è Apple iPad.

martedì 26 gennaio 2010

Ecolamp: Centri Raccolta per sorgenti luminose esauste

Ecolamp organizza Centri Di Raccolta di apparecchiature elettriche esauste

 

Ha preso il via, sino al 31 gennaio 2010 la nuova campagna per il recupero e lo  smaltimento delle sorgenti luminose fluorescenti del Consorzio Ecolamp. In vista dell'abbandono definitivo delle lampadine a incandescenza, previsto per il 2012, si moltiplicano le iniziative di sensibilizzazione. A detta di molti, risparmio nel portafoglio, 60 € l'anno, ed ambientale, ma per altri benessere e salute non sono così sicuri.

Si chiama Ecolamp, come il Consorzio che gli da il nome, è verde e lo si può incontrare nelle isole ecologiche delle proprie città. Non è il solito bidone, come recita il claim del manifesto scelto per pubblicizzare l'iniziativa. Immagini evocative e suggestive, dove "l'attore principale" vi campeggia al centro e da qui diffondendo una luce bianca illumina lo skyline di una città i cui grattacieli, disegnati con i profili di "eco lampadine", interrompono un orizzonte buio e nero.
Storia particolare quella delle lampadine a basso consumo che merita di essere raccontata dal suo epilogo. Per essere rispettosi dell'ambiente e di stili di vita più sostenibili per una volta è infatti utile misurarsi in un piccolo gioco al rovescio, provando a rispondere per primi ai quesiti che normalmente o non ci poniamo o a cui cerchiamo una soluzione frettolosa in seguito a quella che ci sembrava la decisione più saggia al momento della scelta. Quindi partiamo dai titoli di coda. Dove porto le lampadine a risparmio energetico a fine ciclo? Perché dovrebbe essere cosi importante saperlo? Il corretto smaltimento di qualsiasi apparecchiatura elettronica o illuminotecnica è un dovere, in quanto spesso contengono  sostanze nocive e velenose e nei casi migliori non sono immediatamente biodegradabili e riciclabili. Inoltre in un'ottica complessiva bisognerebbe chiedersi quanto costa in termini ambientali non solo l'utilizzo di un elettrodomestico, ma anche analizzarne i costi di produzione, smaltimento o riuso. Quindi per rispondere al primo punto interrogativo è utile sapere che sul mercato esistono differenti tipi di lampadine a basso consumo e se è vero che queste consumano l'80% in meno rispetto a quelle ad incandescenza [qui è possibile trovare le diverse caratteristiche], c'è da tenere conto che necessitano di un'energia maggiore per la costruzione (una a incandescenza da 75W consuma 0,9kWh per la produzione, una LFC da 15W, 3,4kWh). In questo caso però la durata di vita nettamente superiore, 1000 ore contro 6000 portano a 5,4kWh l'energia consumata per una produzione equivalente, compensando l'inconveniente. Nei bulbi a incandescenza il 90% dell'energia consumata si trasforma in calore, mentre le LFC (lampadine compatte fluorescenti) trasformano in luce il 75 – 80% dell'energia. Queste ultime contengono però sostanze tossiche, metalli pesanti (da 3 a 5 mg di mercurio), fosforo, materiali plastici e circuiti elettronici, quindi devono essere trattate attraverso la raccolta differenziata (obbligatoria per legge, quanti di noi lo sanno?) e "rottamate" in appositi centri di raccolta (D. Lgs. 185/07), tra cui i punti vendita dove però spesso queste non vengono accettate (e sul prezzo d'acquisto è compresa una tassa per lo smaltimento), in quanto non sanno come smaltirle! Un bel paradosso, fatta la legge, disattesa la stessa. E allora non resta che portarle nelle isole ecologiche della propria città, dove ad accoglierle troveranno il bidone Ecolamp.
Ultimamente oltre ai benefici ambientali, anche quelli economici, a fronte di un investimento iniziale maggiore, delle LFC sono molto pubblicizzati, anche se esistono altre tecnologie. Un ennesimo quesito che potremmo porci, perchè? Rammentando che i maggiori produttori europei, Philips e Osram, sono anche i maggiori fabbricanti di LFC. In uno degli ultimi numeri della rivista Altroconsumo, un test ha evidenziato come l'utilizzo di lampade a basso consumo generi un risparmio di 11 € per punto luce all'anno, mediamente un'abitazione consta di 6 punti luce, per cui sulla bolletta annuale si potrebbero sottrarre oltre 60 €.
Appurati i benefici economici e ambientali di questa tecnologia esistono eventuali voci fuori dal coro e di che natura? Senza prendere le parti di nessuno in queste righe, ma riportando solo i contrappunti in merito, è qui forse utile fare una rapida carrellata su possibili allarmi in merito alla salute lanciati da alcune associazioni. Per il Gruppo Italiano LES, che si occupa di una patologia cronica e invalidante della pelle poco conosciuta, il Lupus Eritematoso Sstemico, le LFC sono dannose per i soggetti cui è stata diagnosticata tale malattia. Tra i possibili pericoli, anche secondo il centro indipendente francese CRIIREM, le LFC genererebbero inquinamento elettromagnetico e l'assidua vicinanza a sorgenti di "elettricità sporca", per l'American Journal of Industrial Medicine aumenta di 5 volte il rischio di contrarre il cancro. Le LFC non a doppio guscio (anche alcune alogene) emettono radiazioni UV-B, radiazioni tche si pensa siano una delle tante cause di tumori alla pelle. 
Quindi conoscenza e coscienza anche per l'ambiente, perché di questo ha bisogno, così facendo in futuro le domande che ci porremo abbracceranno uno scenario decisamente più ampio di quello immediato divenendo risposte più consapevoli. Ad esempio ci si potrebbe domandare se esistono altre tecnologie o espedienti, finché non avremo fugato i nostri eventuali dubbi. Come ad esempio le lampadine a LED, durata di 4 volte maggiore rispetto alle LCF, e iniziare a pensare a interventi di risparmio energetico per il proprio alloggio. 

Approfondimenti

Fonte: Ecolamp.it, Altroconsumo n° 233 – gennaio 2010, Aduc.it

KeyEnergy: Convegno KyotoClub "Dopo Copenhagen. Le sfide energetiche e ambientali del 2020". Roma, 12 febbraio 2010


KEY ENERGY, IV Fiera Internazionale per l'Energia e la Mobilità Sostenibili
Rimini, 3-6 Novembre 2010
ha il piacere di segnalare il

Convegno annuale del

Kyoto Club

Dopo Copenhagen.

Le sfide energetiche e ambientali del 2020

Con il Patrocinio del Comune di Roma e del Ministero dell'Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare

Roma, Sala della Protomoteca (Campidoglio)
Venerdì 12 febbraio 2010

(orario: 09,30-13,30)

L'Accordo di Copenaghen, con il quale si é concluso nella capitale danese, lo scorso dicembre, il vertice delle Nazione Unite sui cambiamenti climatici, è stato il frutto di un'intesa politica promossa da alcuni Stati (tra i quali Stati Uniti, Brasile, India, Cina e Sudafrica). È stato riconosciuto dalla gran parte dei paesi con una decisione che letteralmente "prende nota" della sua esistenza, ma non lo adotta formalmente.

L'Accordo riconosce che l'aumento della temperatura media globale non dovrà superare i 2°C rispetto ai valori pre-industriali e può essere considerato un primo passo che dovrà essere poi trasformato in uno strumento legalmente vincolante in Messico nella prossima conferenza mondiale sul clima (Cancún, 29 novembre - 10 dicembre 2010).

Sappiamo tuttavia che gli impegni dichiarati oggi dai paesi industrializzati ed emergenti al 2020 porterebbero ad una concentrazione di gas serra in atmosfera tale da provocare un aumento molto superiore ai 3 °C, con conseguenti notevoli danni ambientali ed economici per tutta la comunità mondiale.

Il convegno annuale del Kyoto Club, "Dopo Copenhagen. Le sfide energetiche e ambientali del 2020", che si svolgerà a Roma il giorno 12 febbraio, presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio, ha l'obiettivo di analizzare i risultati di Copenhagen e capire quali sono i margini per un accordo legalmente vincolante a fine anno, grazie anche alla presenza di relatori che rappresentano i paesi chiave nella trattativa quali Stati Uniti, Cina, India e Regno Unito.

Per programma e iscrizioni: Kyoto Club


______________________________

Clementina Taliento
Ufficio Stampa Kyoto Club
tel. 06 45439791 fax 06 45439795
e-mail:
ufficiostampa@kyotoclub.org
www.kyotoclub.org

diffusione a cura www.CorrieredelWeb.it

Corso base di Fotografia digitale dell'Istituto Quasar di Roma

Corso base di Fotografia Digitale

dell’Istituto Quasar di Roma

 

Il corso base adesso comprende il fotoritocco digitale, oltre alle consuete tecniche fotografiche fondamentali.

Il corso è aperto a tutti. Presentazione il 27 gennaio alle 17.30

 

Imparare a fotografare non è solo questione di tecnica e di tecnologia, ma di comprensione dei concetti fondamentali. Creatività ed esperienza completano il percorso. Ma un buon fotografo non può fermarsi allo scatto: deve anche saper lavorare nel ritocco e nella correzione degli errori o nelle imperfezioni di scatto.

Il nostro corso comprende tutto questo: concetti base, lunghezze focali, tempi, esposizione, sensibilità, temperatura del colore, inquadratura, scelta del soggetto. E poi acquisizione, ritocco e stampa.

In particolare approfondiremo le foto architettoniche, i ritratti, la foto macro, sia in interna che in esterna e molto altro ancora.

12 lezioni per scoprire insieme il meraviglioso mondo della fotografia.

 

E' gradito l'uso della propria macchina fotografica anche non professionale. Insieme potremo scegliere la macchina reflex se vorrete.

 

Frequenza una volta a settimana.

Docenti: Riccardo de Antonis, Marco Cassiano.

Se volete saperne di più sul Coordinatore del corso, guardate la sua intervista su YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=rQVIGo5iOQQ

 

Per info:

Istituto Quasar,

Via Nizza 152, 00198 – Roma

Tel. +39 06 8557078;

www.istitutoquasar.com

 

Importante collaborazione di Rittal con ANIE per la realizzazione del volume 'Quadri bordo macchina'

Il quadro bordo macchina rappresenta la principale interfaccia tra l’equipaggiamento elettrico e l’operatore; per questo motivo, è indispensabile che risponda a requisiti di sicurezza, qualità e affidabilità ben precisi, tali da garantire un’assoluta tranquillità di utilizzo. Consapevole di ciò, Rittal ha contribuito alla realizzazione della brochure tecnica “Quadri bordo macchina. Caratteristiche, prescrizioni e normativa”, realizzata dalla Federazione ANIE, Associazione Energia, Gruppo Quadri Bassa Tensione.

In questo modo Rittal, in qualità di produttore leader di quadri e sistemi di automazione e membro del Gruppo “Quadri BT” di ANIE, ha voluto condividere con gli operatori del settore la propria competenza tecnica.

La brochure è infatti il frutto della collaborazione di alcune tra le principali aziende nel panorama industriale italiano e si propone di rispondere alle numerosissime richieste di informazioni rivolte all’associazione dagli operatori del settore - progettisti, costruttori, assemblatori.

Per questa ragione, la brochure offre una panoramica completa sul tema, a partire dall’illustrazione delle regolamentazioni nazionali ed internazionali di riferimento, dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti che realizzano quadri elettrici. Accanto a queste, sono fornite anche interessanti informazioni sulle caratteristiche dei materiali impiegati per le diverse destinazioni d’uso. La pubblicazione, illustra poi applicazioni particolari e conclude con una rassegna delle principali FAQ sul tema.

La brochure, che sarà distribuita gratuitamente alle principali fiere di settore, è reperibile nella sezione pubblicazioni del sito internet di ANIE.

lunedì 25 gennaio 2010

Giornale 2duerighe: la carta scompare

La nuova realtà  del digitale: non si leggerà  più la carta, ma solo l'elettronico! Il giornale 2duerighe e la casa editrice Liber Iter sono un esempio 

Ormai il mondo è rivolto all'elettronica, sentiamo musica convertita in file, immagini convertiti in file ed ormai siamo ad una svolta anche per la carta stampata, i giornali elettronici e gli eBook sono il futuro della cultura letteraria. 

Fino a pochi anni fa pensare di leggere sul computer era una cosa assurda. Le obiezioni più  frequenti riguardavano la difficoltà di lettura a schermo, la disabitudine a stare davanti al computer. In poco tempo tutto questo è cambiato, Chiunque lavori in un ufficio ha dovuto suo malgrado  imparare come si lavora con un PC e le nuove opportunità sia di svago che di navigazione in internet hanno allargato enormemente il raggio di fruitori del computer al punto che è difficile trovare una famiglia che non ne abbia almeno uno. 

Quando il giornale 2duerighe ha iniziato la sua avventura non sperava certo di moltiplicare in breve tempo i propri lettori, ma questo è accaduto e ora ha ben 90.000.000 di pagine lette, con  articoli che redazioni da tutto il mondo fanno giungere nelle nostre case grazie a questo giornale. Le potenzialità del giornale on line sono superiori di quelle del giornale in carta perché non ha confini materiali. Il numero di articoli inseriti è enorme e di tutti i generi accontentando utenti dagli interessi più diversificati. Tutto questo lavoro è alle spalle del giornale 2duerighe al quale lavorano un gran numero di collaboratori tra giornalisti e lettori stessi, tutti all'opera per portare informazione e cultura. 

Lo stesso discorso vale per la casa editrice Liber Iter che è partita in sordina con la convinzione che il libro elettronico rappresentasse il futuro del libro. Intorno c'era il deserto, silenzio assoluto su un prodotto che in realtà è stato pensato da almeno dieci anni. Ora finalmente le cose si stanno muovendo. Hanno fatto da apripista i giornali elettronici che in un certo senso hanno abituato le persone ad  accedere allo scritto sul computer ed ora ecco aumentare l'interesse per il libro elettronico al punto che sono nati nuovi lettori, gli eReader, che facilitano la fruizione al prodotto. 

Tutto questo fervore ha dato luogo a dei prodotti ben precisi. Il giornale 2duerighe infatti si è avvalso della casa editrice Liber Iter per proporre ai propri lettori prima una pubblicazione d'arte del Dott. Leonardo Echeoni,   frutto di anni di esperienza nel settore, e successivamente ha fatto pubblicare l'opera di un grande autore e poeta, Michele Cennamo, inviando ai suoi abbonati il poema 'Attraverso un vetro' come strenna natalizia.

Il riscontro è stato enorme,  sono arrivate oltre trentamila mail tra apprezzamenti e i ringraziamenti L'operazione ha avuto la doppia valenza di promuovere la lettura su computer, ma anche la lettura della poesia che da un po' di tempo è caduta nell'oblio a causa della confusione sulla qualità del prodotto. Ora la lettura del poema di Michele Cennamo ha offerto a molti l'occasione di avvicinarsi nuovamente a questa espressione dello spirito per condividere sensazioni e sentimenti.

Lo stesso vale per l'opera di Leonardo Echeoni che nella semplicità dell'impostazione, vuole riavvicinare all'arte chi non ha mai acquisito i mezzi per conoscerla e poterne godere. 

Tutto questo voluto e promosso dal giornale telematico 2duerighe e dalla casa editrice Liber Iter il cui intento primario è far si che lo spirito umano continui a trovare ragioni di crescita culturale in un mondo ormai rivolto solo all'arida materialità della quotidiana sopravvivenza dimenticando la vera essenza dell'esistere.

R-evolution HD: l'indurente che non fa polvere

Da Technokolla il primo e unico prodotto per la blindatura che riduce sensibilmente le emissioni polverose. Grazie alla tecnologia HD più tutela per la salute degli operatori e ambienti di lavoro più puliti.

Quando si parla di blindatura, gli esperti di edilizia sanno che questa operazione nella posa di pavimenti industriali significa polvere, che si respira, che irrita gli occhi e la pelle degli operatori.

Fino ad oggi non c'erano che le usali protezioni, ma dai laboratori Technokolla arriva il primo e l'unico indurente per lo spolvero che abbatte le emissioni polverose.

R-evolution HD è una “rivoluzione” pulita che tutela la salute dei lavoratori e mantiene gli ambienti di lavoro più puliti e salubri. In modo particolare nei cantieri chiusi, come capannoni industriali, garage, scantinati, le polveri che si vengono a creare ristagnano a lungo creando notevoli disagi: il cemento irrita gli occhi, le vie respiratorie e la pelle e nel lungo periodo può avere effetti sensibilizzanti. Un altro elemento che compone queste polveri è il quarzo che con l'esposizione prolungata può provocare la silicosi.

Grazie alla tecnologia High Definition, R-evolution HD risolve gran parte dei problemi legati allo spolvero, infatti, la sua speciale formulazione riduce sensibilmente le emissioni pulverulente che provocano così tante difficoltà.

A differenza di altri prodotti, R-evolution HD riduce i consumi grazie una dispersione minima nell'ambiente e garantisce una elevata resistenza all'usura.

Alla famiglia “dei senza polvere” - gli adesivi Techno-One HD e Technostar-HD e l'impermeabilizzante Rasolastik ADV HD - si aggiunge così un altro membro.

Per maggiori informazioni sui prodotti Technokolla, fra cui adesivi per pavimenti, collanti per l'edilizia e stucchi, visita il sito http://www.technokolla.com


Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: bonati@layoutweb.it
http://www.layoutweb.it

A San Valentino benessere per due

Alla Beauty Farm Alhambra tante proposte per passare la festa degli innamorati fra hammam, massaggi, trattamenti. In più una notte gratis con le offerte del Grand Hotel Terme Astro.

Fiori e cioccolatini non mancano mai a San Valentino, ma perché non regalarsi una “fuga d'amore” nel regno del benessere? La Beauty Farm Alhambra invita le coppie a scegliere fra tre pacchetti benessere per rilassarsi e passare insieme momenti unici.

Baci & Carezze – Kisses&Hugs
(durata: 3 notti 4 giorni)

Dolcetti e spumante danno il benvenuto agli innamorati in una delle 115 stanze del Grand Hotel Terme Astro, il complesso che ospita il centro benessere. Poi, si inizia con l'hammam “Bagni di Istanbul”: l'antico rito del bagno di vapore viene riproposto secondo l'uso della tradizione marocchina, per rilassare e purificare corpo e mente. Passando attraverso stanze a temperature diverse – Tepidarium, Calidarium, Frigidarium – a poco a poco si dimenticano stress e fatica, la pelle elimina tossine e impurità e insieme si ritrovano nuova energia e vitalità.
Il pacchetto prevede anche un massaggio dolce, un trattamento viso al miele e una doccia solare. E a proposito di dolcezza, gli innamorati possono immergersi insieme nella vasca dei suoni sommersi e farsi cullare dall'abbraccio dell'acqua tiepida, le luci soffuse e la dolcezza della musica.

Oltre ai golosi buffet pomeridiani, domenica 14 gli chef del ristorante Delle Calle cucineranno una cena con uno speciale menu “afrodisiaco” e poi musica dal vivo per ballare fino a tarda notte.
Dulcis in fundo, l'omaggio della One Day Card, che dà diritto a uno sconto del 10% su tutti gli acquisti fatti all'Outlet Fidenza Village.

Coccole & Carezze – Cuddles&Caresses
(durata: 2 notti e 3 giorni)

Prima si brinda a San Valentino in camera con spumante e dolci, poi si aprono le porte della Beauty Farm Alhambra. Le coppie possono abbandonarsi ai piaceri dell'hammam con il percorso “Bagni di Istanbul”, lasciarsi inebriare dai profumi dell'aroma massaggio, tonificare dai getti caldi e freddi della doccia polinesiana e infine perfezionare l'abbronzatura con la doccia solare.

Oltre ai golosi buffet pomeridiani, domenica 14 gli chef del ristorante Delle Calle cucineranno una cena con uno speciale menu “afrodisiaco” e poi musica dal vivo per ballare fino a tarda notte.
Dulcis in fundo l'omaggio della One Day Card, che dà diritto a uno sconto del 10% su tutti gli acquisti fatti all'Outlet Fidenza Village.

Benessere in giornata – One Day Love Spa
(offerta valida nelle giornate dall'8 al 12 febbraio)

Un'intera giornata per coccolarsi e soprattutto farsi coccolare dallo staff della Beauty Farm Alhambra. Insieme si entra all'hammam per iniziare il percorso “Vapori d'Oriente”, che nel Tepidarium prevede l'uso di uno speciale sapone nero per purificare la pelle. Il Calidarium è il luogo deputato al gommage per rendere l'epidermide morbida e setosa, infine, una sosta vivificante nel Frigidarium. Rigorosamente a due anche l'immersione nella vasca dei suoni sommersi, dove abbandonarsi alle sensazioni del mix di suoni delicati, luci e acqua tiepida. Ultima coccola l'aroma massaggio, che unisce i benefici del tatto con quelli dell'olfatto.

Al termine dei trattamenti di bellezza, un succulento pranzo a quattro portate al Ristorante delle Calle attende lui&lei, con la possibilità di scegliere fra quattro primi e quattro secondi e di servirsi a buffet per antipasti e dolci.


Ma non è tutto. Il Grand Hotel Terme Astro regala una notte a scelta fra venerdì 12, sabato 13 oppure domenica 14 febbraio a tutti gli innamorati che scelgono l'hotel e centro benessere per passare San Valentino. Tre le formule disponibili: “Primi baci”, “Baci Rubati”, “Baci Appassionati”; tutte prevedono un buffet pomeridiano con tisane calde e biscottini, una cena romantica a lume di candela e in camera una bottiglia di spumante e dolcetti insieme al set di oli essenziali Astro, per un sensuale massaggio in coppia, oltre alla One Day Card, il buon sconto del 10% per fare shopping all'Outlet Fidenza Village.
Scegliendo il pacchetto “Baci rubati” o “Baci Appassionati”, è previsto anche l'ingresso al percorso hammam “Bagni di Istanbul”.

Per avere maggiori informazioni e dettagli, vi invitiamo a visitare il sito http://www.beautyfarmalhambra.it

Contatti:
Layoutweb, Layout Advertising Group
Public Relation Department
Simona Bonati
E-mail: bonati@layoutweb.it
http://www.layoutweb.it

Bene-xant, bellezza e benessere… e riparti di slancio!Dedicato agli sportivi, questo nuovissimo integratore a base di Astaxantina Naturale (BioAstin)

Dedicato agli sportivi, questo nuovissimo integratore a base di Astaxantina Naturale (BioAstin) e vitamina E aiuta a ritrovare la giusta energia e contrastare con efficacia i radicali liberi.


Una regolare attività fisica aiuta corpo e mente a ritrovare forma ed armonia.
Lo sport riduce il rischio di attività cardiovascolari, abbassa la pressione arteriosa, rafforza il tessuto connettivo di cartilagini, legamenti, tendini ed ossa. Non da ultimo, promuove uno stato di generale benessere.
Lo sport, però, è anche fatica e dispendio di energie, soprattutto in caso di sforzo eccessivo e prolungato.
E’ ormai risaputo che attività ad elevata intensità e particolarmente stressanti aumentano la produzione di radicali liberi. Un eccesso di queste sostanze di scarto non solo ci rende più vecchi più precocemente, ma può essere un fattore di rischio per disturbi di varia natura tra cui infezioni, infiammazioni, malattie degenerative e cardiovascolari.
Gli antiossidanti sono le sostanze naturali - in gran parte di origine vegetale ed in alcuni casi di provenienza minerale o animale – di cui il nostro organismo dispone per difendersi.
Normalmente contenuti negli alimenti, possono risultare carenti se la dieta non è bilanciata.
In questo caso, allora, avremo bisogno di ricorrere ad un aiuto in più: gli integratori.
Sportivi “della domenica” o atleti, tutti troveranno in Bene-xant, il nuovissimo integratore a base di astaxantina naturale e vitamina E, la soluzione efficace per ritrovare energia e slancio, anche in caso di allenamenti ad alta intensità.
Bene-xant migliora la forza e la resistenza, previene l’affaticamento muscolare e articolare, consente tempi di recupero più rapidi, riduce i danni alle membrane cellulari e al DNA.
Numerosi studi hanno dimostrato che l’astaxantina naturale è tra i più potenti antiossidanti attualmente conosciuti (molto superiore rispetto ad altri carotenoidi “tradizionali”, come il betacarotene).
Completamente privo di OGM, pesticidi ed erbicidi, Bene-xant è un prodotto unico, di eccellente qualità.

È venduto in flaconi da 60 capsule di gelatina molle, utili per un trattamento di due mesi.
Ogni capsula contiene 4 mg di astaxantina naturale, pari alla dose giornaliera raccomandata (RDA).
Il prezzo al pubblico è 39,95 euro/flacone.
Da oggi Bene-xant è a disposizione di tutti coloro che desiderano dare una sferzata al proprio benessere.
Per scoprire di più sul prodotto e come acquistarlo, vi invitiamo a visitare il sito www.startingline.it per l'acquisto diretto o a scrivere a ordini@startingline.it

STARTINGLINE – Chi siamo
Startingline SpA è un'azienda italiana giovane e dinamica che in poco tempo è riuscita a sviluppare una vasta gamma di prodotti destinati al mercato alimentare: dolcificanti, integratori dietetici, semilavorati alimentari, prodotti per l'infanzia, biologici e per gli sportivi.

ESPERIENZA
L'esperienza maturata nel settore alimentare e dietetico ci ha permesso di affermarci in tutto il mondo quali fornitori e partner di catene di supermercati, industrie farmaceutiche ed alimentari.
I nostri clienti hanno trovato nella nostra proposta di outsourcing l'opportunità di realizzare i propri prodotti in tempi brevi, senza affrontare investimenti ed avvalendosi semplicemente del nostro know-how.
Alla Startingline curiamo ogni aspetto del prodotto: dalla selezione delle materie prime, alla progettazione e realizzazione, fino alla consegna presso il Cliente.

MISSION
Innovazione è la nostra vocazione.
Attenzione alle richieste del mercato e ricerca della soluzione più adatta alle esigenze del cliente sono il nostro tratto distintivo.
Capacità di sviluppare e realizzare prodotti a marchio privato, i nostri punti di forza.

DOVE SIAMO
I nostri uffici e stabilimenti sono a Nerviano, da cui esportiamo verso un numero considerevole di mercati mondiali: Stati Uniti, Canada, Messico, Venezuela, Colombia, Ecuador, Cile, Perù, Bolivia, Norvegia, Regno Unito, Irlanda, Francia, Belgio, Portogallo, Olanda, Grecia, Italia, Europa dell'Est, Turchia, Sud Africa, Etiopia, Singapore, Australia e Nuova Zelanda.

venerdì 22 gennaio 2010

2010 ANNO DELLA BIODIVERSITA'. WWF INCONTRA MASSIME CARICHE DELLO STATO PER ALLEANZA A SOSTEGNO DELLA BIODIVERSITA' - LUNEDI' 25 IL PRESIDENTE NAPOLITANO RICEVE I RAPPRESENTANTI PRATESI E LEONI



2010 - ANNO DELLA BIODIVERSITA'

 

IL WWF INCONTRA LE MASSIME CARICHE DELLO STATO

PER UN'ALLEANZA A SOSTEGNO DELLA BIODIVERSITA'

 

LUNEDI' 25 IL PRESIDENTE NAPOLITANO RICEVE I RAPPRESENTANTI

PRATESI E LEONII

 

   Da lunedì prossimo il WWF avvia una serie di incontri con le massime cariche dello Stato, a partire dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per indicare una road map di interventi affinchè il nostro Paese compia tutti i passi necessari per confermare e difendere il patrimonio di biodiversità di cui l'Italia detiene il primato europeo. Entra così nel vivo la campagna del WWF per l'Anno della Biodiversità, appuntamento lanciato dall'ONU che prevede già il  26 e il 27 prossimi a Madrid la Conferenza dei paesi europei impegnati nel fissare entro marzo il target "biodiversità" per l'Europa per il Post 2010.

   Il calendario di scambi istituzionali del WWF prevede poi colloqui ufficiali tra la delegazione,composta dal Presidente onorario, Fulco Pratesi, e dal Presidente, Stefano Leoni, con il Presidente della Camera, on. Gianfranco Fini (26 gennaio, ore 14.00), con il rappresentante del Coordinamento delle Regioni, Silvio Greco (26 gennaio, ore 10). Anche il Ministro dell'ambiente, della tutela del territorio e del mare, on. Stefania Prestigiacomo, ha confermato che fissera' a breve un incontro con il WWF per confrontarsi approfonditamente sul percorso che dovra' portare entro il 2010 alla definizione della Strategia nazionale della biodiversita'.

   Già fissati per la prossima settimana anche alcuni appuntamenti con i rappresentanti delle Regioni tra cui il Presidente della Regione Toscana, Claudio Martini con il Presidente WWF, Stefano Leoni (29 gennaio, ore 13.00); quest'ultimo assume un'importanza particolare poiché la Regione Toscana è stata la prima e unica amministrazione regionale ad aver preso l'impegno di dotarsi di un proprio Piano di Azione per la Biodiversita'. Per la sua redazione è stato avviato nel 2008 uno specifico progetto congiunto Regione Toscana, Direzione Protezione della Natura del Ministero dell'Ambiente e WWF. Nel Calendario degli incontri regionali, appena avviato, sono già previsti: mercoledì 27 il WWF incontrerà il Presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi, per la Campania sono previsti il 25 l'incontro con l'assessore all'agricoltura e il 27 con l'assessore all'ambiente, per la Calabria il 27 con gli assessori all'ambiente e all'agricoltura, per la Liguria il 3 febbraio con l'assessore all'ambiente e all'agricoltura.    

   In occasione dei singoli incontri il WWF presenterà un pacchetto di proposte istituzionali ed uno speciale Calendario della Biodiversità che evidenzia gli appuntamenti principali che nel 2010 vedranno il nostro paese impegnato sia al livello nazionale che internazionale su questo tema. Ecco un'anticipazione di alcune delle proposte WWF indicate come prioritarie per l'Italia: la definizione di una Strategia Nazionale della Biodiversità, preceduta da un'apposita Conferenza preparatoria; la definizione nell'ordine del giorno del Parlamento di una Legge quadro sulla biodiversità che contempli anche l'istituzione di un apposito Fondo per la biodiversità; la considerazione della biodiversità quale patrimonio facente parte integrante della ricchezza della Nazione.

   Il WWF ricorda che 16 anni ci separano dal 1994 quando il nostro Paese ha ratificato la Convenzione Internazionale sulla Biodiversità (CBD). L'Italia è stato anche il primo Paese europeo ad aderire nel 2004 al Countdown 2010 e nell'aprile 2009, nell'ambito del G8 Ambiente, ha  promosso la Carta di Siracusa per la biodiversità. Il nostro è il Paese europeo più ricco di biodiversità con 57.468 specie animali (8,6% endemiche) e 12.000 specie floristiche (13.5% endemiche), ma molto di questo patrimonio si sta perdendo: attualmente sono a rischio il 68% dei vertebrati terrestri, il 66% degli uccelli, il 64% dei mammiferi e l'88% dei pesci di acqua dolce. L'Italia, pur di fronte a questo progressivo depauperamento del patrimonio naturale nazionale, non è tra i 168 Paesi (l'87% delle parti che hanno sottoscritto la CBD) che si sono dotati di una propria Strategia nazionale per la conservazione della biodiversità. In Europa su 27 Paesi membri solo 5 non hanno ancora adottato una propria Strategia nazionale per la biodiversità (oltre all'Italia: Cipro, Grecia, Malta e Lussemburgo), mentre 6 sono già alla seconda revisione di questo importante strumento.

  

Corsi in Arredamento di interni e Arte dei Giardini dell'Istituto Quasar di Roma

Corsi in Arredamento di interni e Arte dei Giardini

dell’Istituto Quasar di Roma

 

La nuova edizione 2009 - 2010 dei corsi in Arredamento di interni e Arte dei Giardini, fiori all'occhiello dell'offerta didattica da molti anni, in versione diurna e serale con frequenza bisettimanale, inizieranno a Febbraio. Entrambi i Corsi prevedono, previo superamento degli esami regionali, il rilascio di una qualifica professionale ufficiale valida in Italia e U.E. I corsi saranno presentati a tutti gli interessati, in quattro date distinte a fine gennaio, presso la sede dell’Istituto.

 

Si specifica che le classi sono a numero chiuso.

 

Arte dei Giardini

 

Edizione diurna:
Presentazione: martedì 26/01/2010 ore 11.00
Termine iscrizioni: 05/02/2010
Durata: dal 23/02/2010 al 15/07/2011
Frequenza: Martedì e Venerdì - ore 9.20 - 13.00

 

Edizione serale:
Presentazione: mercoledì 27/01/2010 ore 18.30
Termine iscrizioni: 05/02/2010
Durata: dal 10/02/2010 al 15/07/2011
Frequenza: Mercoledì e Venerdì - ore 18.00 - 21.30

 

Arredamento di interni

 

Edizione diurna:

Presentazione: 25/01 ore 11.00

Termine iscrizioni: 25/01/2010

Durata: dall' 8 Febbraio 2010 al 15 luglio 2011

Frequenza: Lunedì e Giovedì - ore 9.20 - 13.00

 

Edizione serale:

Presentazione: 28/01 ore 18.30

Termine iscrizioni: 28/01/2010

Durata: dall' 15 Febbraio 2010 al 15 luglio 2011

Frequenza: Lunedì e Giovedì - ore 17.50 - 21.30

 

Per info:

Istituto Quasar,

Via Nizza 152, 00198 – Roma

Tel. +39 06 8557078;

www.istitutoquasar.com

 

 

 

 

 

giovedì 21 gennaio 2010

KeyEnergy-KyotoClub: Convegno "Dopo Copenhagen. Le sfide energetiche e ambientali del 2020".


KEY ENERGY, IV Fiera Internazionale per l'Energia e la Mobilità Sostenibili
Rimini, 3-6 Novembre 2010
ha il piacere di segnalare il

Convegno annuale del

Kyoto Club

Dopo Copenhagen.

Le sfide energetiche e ambientali del 2020

Con il Patrocinio del Comune di Roma e del Ministero dell'Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare

Roma, Sala della Protomoteca (Campidoglio)
Venerdì 12 febbraio 2010

(orario: 09,30-13,30)

L'Accordo di Copenaghen, con il quale si é concluso nella capitale danese, lo scorso dicembre, il vertice delle Nazione Unite sui cambiamenti climatici, è stato il frutto di un'intesa politica promossa da alcuni Stati (tra i quali Stati Uniti, Brasile, India, Cina e Sudafrica). È stato riconosciuto dalla gran parte dei paesi con una decisione che letteralmente "prende nota" della sua esistenza, ma non lo adotta formalmente.

L'Accordo riconosce che l'aumento della temperatura media globale non dovrà superare i 2°C rispetto ai valori pre-industriali e può essere considerato un primo passo che dovrà essere poi trasformato in uno strumento legalmente vincolante in Messico nella prossima conferenza mondiale sul clima (Cancún, 29 novembre - 10 dicembre 2010).

Sappiamo tuttavia che gli impegni dichiarati oggi dai paesi industrializzati ed emergenti al 2020 porterebbero ad una concentrazione di gas serra in atmosfera tale da provocare un aumento molto superiore ai 3 °C, con conseguenti notevoli danni ambientali ed economici per tutta la comunità mondiale.

Il convegno annuale del Kyoto Club, "Dopo Copenhagen. Le sfide energetiche e ambientali del 2020", che si svolgerà a Roma il giorno 12 febbraio, presso la Sala della Protomoteca del Campidoglio, ha l'obiettivo di analizzare i risultati di Copenhagen e capire quali sono i margini per un accordo legalmente vincolante a fine anno, grazie anche alla presenza di relatori che rappresentano i paesi chiave nella trattativa quali Stati Uniti, Cina, India e Regno Unito.

Per programma e iscrizioni: Kyoto Club


______________________________

Clementina Taliento
Ufficio Stampa Kyoto Club
tel. 06 45439791 fax 06 45439795
e-mail:
ufficiostampa@kyotoclub.org
www.kyotoclub.org

diffusione a cura www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.