CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

giovedì 30 aprile 2020

Energica Motor Company: Aggiornamenti sulla gestione Confermato trend di crescita degli ordini con focus nel territorio U.S.

Energica Motor Company: Aggiornamenti sulla gestione Confermato trend di crescita degli ordini con focus nel territorio U.S.

 

Modena, 30 Aprile 2020

 

Energica Motor Company, società leader a livello internazionale nel settore delle moto elettriche ad elevate prestazioni, già fornitore unico per il triennio 2019-2021 del campionato FIM Enel MotoE World Cup, comunica un aggiornamento in merito al valore del portafoglio ordini(1) alla data odierna che, nonostante le condizioni complesse di mercato e la chiusura del reparto produttivo dal 25 marzo al 28 aprile, registra una crescita di oltre il 125% rispetto al fatturato relativo alla vendita veicoli realizzato nel 2019, attestandosi a 2,9 milioni di Euro.

 

Nonostante la chiusura aziendale ai sensi del DPCM del 22 marzo 2020, la Società ha dunque registrato un'ulteriore crescita rispetto a quanto comunicato in data 18 febbraio 2020. In aggiunta, la Società ha provveduto a consegnare il 23% degli ordini ricevuti prima della chiusura, e l'obiettivo è consegnare i restanti entro la fine del mese di luglio. A seguire saranno evasi gli ordini in corso o di futura acquisizione nei prossimi mesi.

 

Si conferma la crescita del marchio anche nel territorio statunitense da cui proviene il 41% dell'attuale portafoglio ordini, di cui il 50% è già arrivato oltreoceano, ed è in consegna ai clienti finali in questi giorni.

 

Si precisa che a favore del percorso di crescita, la Società ha sottoscritto con Negma Group in data 15 aprile un accordo per la sottoscrizione di un aumento di capitale di 500 mila euro e di un Prestito Obbligazionario Convertibile, fino a 7 milioni di euro.

 

Come si evince da quanto sopra Il presente comunicato intende dare informazione unicamente in questo periodo di pandemia mondiale. Facendo seguito a quanto comunicato in data 18 febbraio, Energica fornirà informazione periodica relativamente agli ordini ricevuti nel mese di giugno e di dicembre a partire dal 2020. Le date della comunicazione volontaria periodica saranno inserite nel calendario finanziario presente sul sito della Società.

 

(1)Si intende il totale degli ordini con consegna nell'anno, includendo anche quanto ad oggi già consegnato e quindi fatturato (i dati non sono stati assoggettai a revisione legale)


Energica Motor Company S.p.A. è la prima casa costruttrice al mondo di moto elettriche ad elevate prestazioni e il costruttore unico della FIM Enel MotoETM World Cup. Le moto Energica sono attualmente in vendita presso la rete ufficiale di concessionari ed importatori  



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 28 aprile 2020

Energica Motor Company: al via la Fase 2 con la ripresa della produzione

Energica Motor Company: al via la Fase 2 con la ripresa della produzione.

  

Energica Motor Company, società leader a livello internazionale nel settore delle moto elettriche ad elevate prestazioni, già fornitore unico per il triennio 2019-2021 del campionato FIM Enel MotoE World Cup, in riferimento alla nuova interpretazione datata 26 Aprile del DPCM del 10 Aprile art.2 comma 7, in cui è stata accolta la proposta del Governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, per far ripartire le imprese e i distretti del settore manifatturiero la cui attività sia di rilevanza strategica per l'economia nazionale, incluse le aziende che hanno produzione e vendita rivolte prevalentemente all'esportazione, comunica ufficialmente la ripresa, da domani 28 aprile 2020, dell'attività produttiva graduale su singolo turno, che anticiperà la riapertura totale dell'attività industriale.

 

Come da indicazione di cui sopra, a seguito della comunicazione inoltrata in data odierna al Prefetto competente, Energica potrà ripartire con la produzione in quanto impresa orientata in modo prevalente alle esportazioni (circa il 95% di export nel 2019). La riapertura sarà svolta nel rispetto delle regole di distanziamento e sicurezza e in particolare del "protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro" del 24 aprile.

 

"Le settimane di lock-down trascorse non hanno fermato il nostro cuore pulsante. L'emergenza sanitaria tuttora in corso ha certamente alimentato il senso di consapevolezza collettivo e messo in luce l'importanza del nostro Made in Italy manifatturiero", afferma Livia Cevolini, CEO Energica Motor Company SpA.

"In questi giorni abbiamo definito una roadmap per una riapertura graduale e in piena sicurezza che partirà martedì 28 Aprile. L'organizzazione della ripresa coinvolgerà, in questa prima fase, la sola area produttiva che opererà su turno singolo regolare rispettando i protocolli di sicurezza per distanziamento sociale. A partire da Lunedì 4 maggio si lavorerà su doppio turno e riapriranno il reparto Sport Production e R&D a supporto della produzione. Il programma di rientro continuerà nelle settimane seguenti coinvolgendo tutte le altre aree. Rimarrà confermato lo smart working per le attività di progettazione meccanica ed elettronica, amministrative, marketing e sales. Ovviamente la nostra ripresa graduale conferma ed amplia le misure di tutela già applicate prima della chiusura: ogni dipendente sarà attrezzato con mascherine chirurgiche e guanti e verranno applicati i metodi di disinfezione delle merci in ingresso e in uscita. Questo è un momento cruciale per la ripresa e lo affrontiamo con lo spirito "Energica" di sempre. Non possiamo permetterci distrazioni, errori o pause: ora è il momento di andare in full "fast charge", continua Cevolini.

 

"Moltissimi clienti hanno continuato a darci fiducia anche nel periodo di lock-down", afferma Giacomo Leone, Energica Sales & Field Marketing Director.",

"Ora tocca a noi rispettare la fiducia e avviare le consegne che ci consentiranno di far ripartire il nostro mercato nel più breve tempo possibile." continua Leone.

 

# # #

Energica Motor Company S.p.A.

Energica Motor Company S.p.A. è la prima casa costruttrice al mondo di moto elettriche ad elevate prestazioni e il costruttore unico della FIM Enel MotoE™ World Cup. Le moto Energica sono attualmente in vendita presso la rete ufficiale di concessionari ed importatori. 



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 27 aprile 2020

5 giochi erotici di coppia per divertirsi con il proprio partner in quarantena, secondo JOYclub

5 giochi erotici di coppia per divertirsi con il proprio partner in quarantena, secondo JOYclub

● È importante ascoltare e sperimentare con il proprio il partner durante questa "convivenza forzata" al fine di prendersi cura della relazione e non stressarsi troppo.
● Il body painting, la scatola magica o i baci bendati sono attività diverse per conoscersi meglio come coppia, divertendosi in ogni momento

Milano, 27 aprile 2020. La community di JOYclub basata sulla libertà sessuale, vede la quarantena come una grande opportunità per dedicare più tempo alla coppia. Ascoltare, imparare e sperimentare sono azioni semplici che possono avere un impatto molto positivo sulla relazione e, allo stesso tempo, aiutare a gestire meglio questa situazione di confinamento (nelle mura domestiche).

Joyclub vuole aiutare gli italiani a reinventarsi e divertirsi durante la quarantena e, a questo scopo, offre ai suoi iscritti l'upgrade gratuito alla versione premium. Grazie a questa iniziativa, tutti i membri possono essere contattati online senza restrizioni e vedere tutte le immagini e i video per maggiorenni.
In più, ecco qualche consiglio per sperimentare e giocare insieme al proprio partner:

1. I baci bendati. Questo gioco è caratterizzato da un piccolo alone di mistero. Una persona deve bendarsi, facendo il giro più volte. Nel frattempo, l'altra deve nominare varie parti del corpo e la persona con gli occhi coperti dovrà baciare l'area menzionata senza usare le mani per posizionarsi.
2. Body painting. Per cominciare, bisogna creare la giusta atmosfera: accendendo qualche candela per profumare la stanza... A differenza delle altre, in questa attività si comincia già nudi, dipingendo il corpo del partner come se fosse una tela.
3. Il gioco dei dadi. Questo gioco è molto semplice. A ciascuno sono assegnati i numeri pari o dispari. Quando si lancia il dado, la persona che vince viene legata al letto e riceve piacere per cinque minuti; sono consentiti sesso orale, penetrazione, carezze o massaggi.
4. Giochi erotici con foglietti e scatole. Per questa attività servono due recipienti o vasetti, nel primo saranno inseriti dei bigliettini con i nomi di parti del corpo e nell'altro bigliettini con diverse azioni. Il giocatore estrarrà un foglietto da ciascun recipiente e dovrà compiere l'azione indicata. Più si usa creatività e immaginazione, più divertente sarà il gioco.
5. La scatola dei misteri. Questo gioco permetterà di conoscere meglio il proprio partner e le esperienze che vorrebbe vivere. È una variante del precedente, ma in questo caso ognuno scriverà fantasie diverse su un foglio, le introdurrà in una scatola o in un contenitore. Quindi, uno dei due pescherà uno dei desideri e se entrambi saranno d'accordo, lo realizzeranno. Il gioco finirà quando tutti i desideri saranno stati esauditi.

"Molte coppie hanno il coraggio di provare nuove esperienze per migliorare e mantenere forti le loro relazioni nel tempo. Questo periodo di quarantena, è il momento migliore per sperimentare e vivere nuove avventure con il proprio partner." - ha dichiarato Manuel Binternagel, di JOYclub




About
JOYclub è la community con più di 3 milioni di iscritti per tutti coloro che vogliono vivere in modo aperto la sessualità. La loro mission è quella di rafforzare la self-confidence dal punto di vista sessuale e creare occasioni di scambio e di vere esperienze.


Image Source: JOYclub/Getty


--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 26 aprile 2020

BURGER KING RIAPRE 40 RISTORANTI: AL VIA IL DELIVERY E PASTI DONATI AI PIU’ BISOGNOSI

BURGER KING® RIAPRE 40 RISTORANTI: AL VIA IL DELIVERY E PASTI DONATI AI PIU' BISOGNOSI

Nell'attesa della fase 2, Burger King® annuncia la riapertura graduale di alcuni ristoranti della catena che effettueranno il servizio di home delivery affidato ai principali operatori del settore. "Siamo pronti per ripartire - afferma Andrea Valota, Amministratore Delegato di Burger King® Restaurants Italia - e in questa fase vogliamo raggiungere i nostri clienti, che potranno quindi riprendere a ordinare i nostri menu per vederseli recapitare direttamente a casa, ma allo stesso tempo vogliamo essere anche un servizio utile per i più bisognosi già colpiti duramente da questa crisi. Ogni giorno faremo arrivare pasti caldi a comunità e famiglie grazie alla collaborazione con le più importanti organizzazioni, Croce Rossa Italiana, Caritas, CSV e la Food Policy del Comune di Milano che con la loro rete capillare, arrivano dove c'è effettivo bisogno. Voglio ancora ringraziarle tutte per il supporto alla distribuzione delle materie prime e dei pasti in fase di chiusura e per lo straordinario servizio che ogni giorno i volontari garantiscono a numerosissime persone in difficoltà".

L'11 marzo scorso, prima del decreto governativo, Burger King® aveva disposto la chiusura temporanea dei ristoranti diretti a tutela della salute dei suoi lavoratori e clienti. Con la riapertura di 4 ristoranti Burger King® a Milano, che si aggiungono a Roma, Bologna, Torino, Genova ed altre province italiane, l'azienda riprende dunque parzialmente la sua attività in oltre 40 dei 220 locali presenti in Italia. 

"Dopo aver anticipato responsabilmente la chiusura rispetto alle disposizioni del DPCM – afferma Andrea Valota, Amministratore Delegato di Burger King® Restaurants Italia - ora annunciamo una graduale ripresa della nostra attività, nel pieno rispetto delle normative.  Lo facciamo in maniera responsabile per garantire la piena sicurezza dei nostri clienti e dipendenti: abbiamo infatti innalzato le già rigide procedure di igiene, aumentando la frequenza di pulizia di cucina, attrezzature e superfici, dotando il personale di mascherine e guanti, proceduto alla sanificazione di tutti i nostri ristoranti e previsto precise procedure di distanziamento. Ora, in maniera altrettanto responsabile sia nei confronti dei nostri dipendenti che franchisee, e per fornire una spinta all'economia in generale, vogliamo ripartire. Lo facciamo da subito attraverso il servizio di delivery, ma speriamo di poter attivare presto anche altre forme quali l'asporto e il Drive Through (asporto in auto): in particolare quest'ultimo annulla del tutto il contatto diretto fra personale e cliente, che quindi può usufruire di un comodo servizio, totalmente contactless, in piena sicurezza. Anche in questo senso vorremmo essere un servizio utile per tutti quei lavoratori che nonostante il lockdown, lavorano, ma non sanno dove poter mangiare".

Per sapere dove ordinare tramite il servizio delivery basta utilizzare le principali app del settore, che segnaleranno le città dove il servizio è già attivo e che si aggiorneranno man mano, o cercare attraverso il proprio CAP sulla app di Burger King®.


--
www.CorrieredelWeb.it

Coronavirus, calcio: Due italiani su tre sono contrari alla ripresa dei campionati


Coronavirus, calcio: Due italiani su tre sono contrari alla ripresa dei campionati

·        Anche fra i tifosi la maggioranza è contraria alla ripartenza, lo rivela un sondaggio di IZI con Comin & Partners.

·        Chi è contrario alla ripresa ritiene che non sarebbe sicura dal punto di vista sanitario (49%) o che il calcio non debba essere privilegiato nell'accesso a test e tamponi (35%).

·        Per quasi l'80% la decisione sulle sorti dei campionati deve essere presa dal Governo.


Roma, 26 aprile 2020 – La maggioranza degli italiani, il 64%, è contraria alla ripresa dei campionati di calcio professionistici. La motivazione prevalente, per quasi la metà dei contrari, è che giocare non sarebbe sicuro dal punto di vista sanitario, mentre un terzo crede che rappresenti un settore come tutti gli altri e quindi non debba essere privilegiato l'accesso a test e tamponi. È quanto emerge da un sondaggio condotto da IZI in collaborazione con Comin & Partners.

Dello stesso avviso sono quanti si dichiarano "molto" o "abbastanza" tifosi di calcio, che rappresentano quasi il 60% degli intervistati. Anche fra questi oltre la metà (51%) è contraria al riavvio dei campionati, sia pure a porte chiuse.

Solo un terzo (36%) si dichiara favorevole alla ripartenza di campionati. Fra questi la metà lo ritiene un volano di crescita economica troppo importante per il Paese.  Mandare avanti i campionati, poi, per il 26% significa evitare che la crisi infligga un duro colpo anche alle società professionistiche. Solo al 19% dei favorevoli interessa, invece, che sia assegnato un vincitore. Secondo il 4% degli italiani, infine, il calcio a porte chiuse non sarebbe vero calcio.

A decidere le sorti dei campionati nel nostro Paese dovrebbe essere il Governo per il 77% degli italiani mentre per il 15% l'ultima parola spetterebbe alla Figc e per il restante 8% al Coni.

Fra gli appassionati di calcio il 70% ha dichiarato che nei due mesi di quarantena ha sentito molto o abbastanza la mancanza delle partite. La voglia di calcio tuttavia non è stata colmata in alcun modo dal 44% dei tifosi, mentre il 24% ha visto vecchie partite in televisione, il 17% video in rete e il 15% ne ha parlato con gli amici al telefono o in chat.

Il sondaggio è stato effettuato sui residenti in Italia e il campione ha incluso 1006 persone intervistate in modalità Cati-Cawi. Le Interviste sono state realizzate tra il 24 e il 25 di aprile.

Comin & Partners è una società di consulenza strategica di comunicazione e relazioni istituzionali con un'esperienza consolidata nella pianificazione e nella gestione di grandi operazioni aziendali, attività di reputation management, campagne di comunicazione, stakeholder engagement e scenari di crisi. Fondata nel 2014, oggi è presente a Roma e Milano.

IZI è una società specializzata nella valutazione economica e finanziaria, negli studi di fattibilità di progetti di investimento pubblici, e più in generale negli studi di carattere metodologico ed applicativo nel settore economico e sociale. Nel corso degli anni ha ampliato le proprie competenze nel campo delle ricerche di mercato e dei sondaggi politici e d'opinione.



--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 25 aprile 2020

COVID-19 | FASE 2: ARRIVA IL VADEMECUM DI PREVENZIONE DI CONFCULTURA PER MUSEI E OPERATORI CULTURALI

EMERGENZA COVID-19: IN VISTA DELLA FASE 2 

ARRIVA IL VADEMECUM DI PREVENZIONE DI CONFCULTURA

PER MUSEI E OPERATORI CULTURALI 

REDATTO DALLA FONDAZIONE ITALIA IN SALUTE

 

Roma, 23 aprile 2020 - In vista dell'approssimarsi di una possibile riapertura dei luoghi della cultura, con il passaggio alla "fase 2" dell'emergenza da Covid-19, ConfCultura mette a disposizione di musei e operatori un prontuario con le linee guida per la prevenzione del contagio, formulato dagli esperti della Fondazione Italia in Salute, il cui comitato scientifico è presieduto dal Prof. Walter Ricciardi, attuale consulente del Ministero della Salute per l'emergenza Coronavirus.

Il documento, la cui redazione è stata curata da Fidelia Cascini, responsabile del Programma di Ricerca della Fondazione, è reso disponibile gratuitamente online da ConfCultura - associazione che aggrega le più importanti imprese private che si occupano della gestione e dello sviluppo dell'ecosistema culturale - e ha lo scopo di promuovere l'adozione di misure organizzative e comportamentali per contenere la diffusione del Covid-19 e operare in sicurezza nei luoghi di culturaquali musei, siti e parchi archeologici.

"ConfCultura intende offrire, con il prontuario, soluzioni condivise per una ripresa veloce, tutelata e sicura. Per superare questa nuova fase, le imprese sono pronte a scendere in campo al fianco delle Istituzioni, nell'ottica di un'efficace e quanto mai necessaria partnership tra pubblico e privato. È per questo che negli scorsi giorni abbiamo rivolto alle Istituzioni italiane ed europee un appello per la creazione di un doppio team di lavoro composto da esperti di scenari e imprese culturali, chiedendo inoltre un sostegno concreto e unitario all'ecologia culturale, attraverso un nuovo Manifesto di Ventotene fondato sulla cultura" ha dichiarato Patrizia Asproni, Presidente di ConfCultura.

 

"Abbiamo accolto con entusiasmo la richiesta di ConfCultura di realizzare un prontuario di regole per garantire la sicurezza sanitaria nei musei. L'obiettivo è di assicurare la ripresa dell'attività museale nel nostro Paese garantendo al contempo la sicurezza dei visitatori e degli operatori del settore. È fondamentale progettare la cosiddetta 'fase 2' a partire da un settore strategico come quello della cultura" ha dichiarato Federico Gelli, presidente di Fondazione Italia in Salute.


Qui il link al vademecum: 

http://www.confcultura.it/pdf/Linee_Guida_Covid19.pdf




ConfCultura, fondata nel 2001, è l'aggregazione delle imprese private che si occupano della gestione e dello sviluppo dell'ecosistema culturale, accompagnando il settore attraverso investimenti e operatività con un approccio innovativo ed avanzato delle aziende associate che rappresentano tutti i comparti della filiera vasta: dal ticketing alle mostre, dalle assicurazioni ai trasporti, dall'editoria al multimediale, al merchandising, al design, al turismo culturale.


La Fondazione Italia in Salute (FIIS) nasce nel 2018 con l'obiettivo di sostenere e rafforzare la tutela del diritto alla salute e la cultura della prevenzione operando secondo principi di equità, efficienza e trasparenza. La Fondazione elabora proposte normative e azioni di orientamento delle policy pubbliche. Svolge attività di networking per sviluppare partnership nazionali ed internazionali e crea sinergie con istituzioni governative a livello mondiale. Si dedica all'elaborazione di progetti di ricerca scientifica e rivolge particolare considerazione a iniziative volte a superare le criticità del Servizio Sanitario Nazionale.



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 24 aprile 2020

In quarantena un italiano su due naviga sul web senza uno scopo; disturbi per chi passa troppo tempo sui social




 

Italiani, in quarantena uno su due naviga sul web senza uno scopo.

E troppo tempo sui social network compromette riposo e autostima.

 

In isolamento passiamo sempre più tempo davanti a smartphone, pc e tablet, navigando senza un obiettivo: un'indagine di YouGov commissionata da Readly, l'app che offre accesso illimitato a oltre 5.000 riviste digitali,

evidenzia gli effetti negativi sul benessere mentale.

 

Milano, 23 aprile 2020 – Nell'isolamento di queste settimane, al netto delle attività lavorative o di studio, il 56% degli italiani ritiene di trascorrere spesso del tempo online senza dedicarsi ad attività significative, per alleviare la noia. Il dato emerge dall'indagine Readly, il servizio di abbonamento digitale alle riviste, che ha commissionato la ricerca a livello europeo all'Istituto di Analisi YouGov[1]. Lo studio ha coinvolto un campione di oltre 1000 italiani nel periodo 19-24 marzo, e riporta quindi le risposte relative al periodo di lockdown nel nostro Paese.

 

In particolare, più di un quarto degli intervistati tra i 18 e i 39 anni afferma di sperimentare effetti negativi quando trascorre molto tempo sui social media, lamentando problemi del sonno e perdita di autostima, rispettivamente nel 35% e nel 33% dei casi.

 

Per mantenere il proprio benessere mentale, gli Italiani intervistati cercano in questo periodo di dormire a sufficienza, di dedicarsi alla lettura di libri o riviste, tradizionali o in digitale, e all'esercizio fisico. Queste, nel dettaglio, le cinque migliori abitudini identificate dagli intervistati per mantenere il proprio benessere mentale nel periodo di quarantena:

        Riposare: 64,5%

        Leggere: 47,5%

        Fare esercizio fisico: 45%

        Mantenere una dieta sana: 41%

        Fare meditazione: 15%

 

"Non sorprende che prendere del tempo per sé, per riposare o per fare esercizio fisico sia considerato come un modo per mantenere lucidità e pensieri positivi. Vediamo inoltre che anche la lettura è per gli italiani un modo per rinvigorire la propria salute mentale. Leggere riviste in questo periodo non è solo significativo in termini di informazione, ma può essere di stimolo per il nostro cervello. Contrariamente a scorrere passivamente i social media o guardare la TV, i contenuti delle riviste possono ispirare e attivare le persone", afferma Marie Sophie Von Bibra, of Growth per l'Italia di Readly.

 

Readly ha rilevato una crescente attività sulla propria app nelle ultime settimane. I download sono aumentati in modo significativo tutti i paesi: +62% nel mese di marzo, rispetto a marzo 2019 e + 21% rispetto a febbraio 2020.

 

In particolare, sulla piattaforma Readly nel mese di marzo, rispetto a febbraio, le seguenti categorie hanno visto un incremento di lettura maggiore nel nostro Paese: 

        Interior Design e Arredamento: +56%

        Parole crociate e sudoku: +53%

        Giardinaggio: +36%

        Fitness: +36%

        Politica e attualità: +30%

Readly è un servizio in abbonamento digitale che consente l'accesso illimitato a circa 5000 riviste italiane e internazionali tramite un'unica app. Fondata da Joel Wikell in Svezia nel 2012, Readly è oggi una delle principali aziende nel mercato degli abbonamenti a riviste digitali in Europa, con utenti in 50 paesi. In collaborazione con circa 800 editori in tutto il mondo, Readly sta digitalizzando l'industria delle riviste. L'obiettivo è portare la magia dell'editoria periodica nel futuro, consentendo la scoperta e la sopravvivenza di contenuti di qualità. Nel corso del 2019 Readly ha distribuito oltre 120.000 periodici, che sono stati letti 83 milioni di volte.



[1] Il sondaggio è stato condotto dall'istituto di analisi YouGov nel periodo 19-24 marzo 2020 per un totale di 7379 interviste CAWI a persone di età pari o superiore a 18 anni in Svezia, Regno Unito, Germania, Italia e Paesi Bassi. Per l'Italia sono state intervistate 1034 persone.






--
www.CorrieredelWeb.it

Be: Valore della Produzione pari a 152 €/mln. EBITDA +9,8% ed EBT +10,4% vs 2018

Be: Valore della Produzione pari a 152 €/mln. EBITDA +9,8% ed EBT +10,4% vs 2018

 

 

Il Consiglio di Amministrazione di Be Think Solve, Execute (in breve Be) quotata sul Segmento STAR di Borsa Italiana ha approvato in data odierna il progetto di Bilancio di Esercizio e Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2019 e convocato l'Assemblea dei soci.

 

"La crescita dei ricavi 2019 - al netto della componente di attività cedute nel 2018 - è in aumento dell'11,7% anno su anno. La crescita dell'EBITDA, al netto dell'impatto dell'IFRS16 e dei profitti una tantum per vendite di attività nel 2018, è in aumento del 39,2% anno su anno - afferma l'Amministratore Delegato Stefano Achermann. Il raggiungimento di un livello di EBITDA superiore a 25 milioni di euro è il risultato di una robusta crescita - pari al 39% anno su anno al netto delle componenti straordinarie del 2018 - che rafforza la fiducia nel raggiungimento dell'obiettivo di redditività su base stand alone, EBITDA pari a 35 €/mln, del Piano Industriale 2020-2022. Al momento, nonostante l'emergenza sanitaria, stiamo registrando un flusso sostenuto e continuo di domanda di servizi professionali da parte dell'industria finanziaria in tutta Europa. È naturale che vi sia una necessità crescente di specialisti nella gestione dei canali digitali e dei nuovi media insieme ad una più generale urgenza di supporto per ripensare intere parti del modello distributivo e di governo.

I nostri professionisti/e stanno dando un importante prova di loro stessi. Oltre 1.300 risorse lavorano per la maggior parte in remoto o - laddove necessario - garantendo la presenza per assicurare servizi essenziali su progetti ad alta criticità o nella gestione di sistemi "core". Questa brutta esperienza ci renderà più forti e più capaci cosi come, siamo convinti, l'intero sistema paese riuscirà ad aver ragione di questo momento di difficoltà".

 

Principali risultati consolidati al 31 dicembre 2019

 

Il Valore della Produzione è pari a € 152,3 milioni rispetto ad € 150,2 milioni nell'esercizio 2018. Le aree di attività Business Consulting e ICT registrano rispettivamente ricavi totali per € 112,7 milioni (€ 106,6 milioni al 31 dicembre 2018) e € 39 milioni (€ 43,1 milioni al 31 dicembre 2018) con la crescita ordinaria della componente ICT in recupero rispetto ai ricavi una tantum realizzati nel 2018. Il valore della produzione realizzato dalle controllate estere si attesta nel totale a € 58,3 milioni (pari al 38,3% sul totale ricavi), rispetto a € 59,1 milioni registrati nell'esercizio 2018.

Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) si attesta a € 25,9 milioni, in crescita del 9,8% rispetto al 2018 (€ 23,6 milioni) con un EBITDA margin del 17,0% contro il 15,7% dell'anno precedente. L'applicazione dell'IFRS16 ha portato un impatto positivo di € 2,8 milioni.

L'EBIT è pari a € 12,2 milioni, in crescita del 8,6% rispetto al 2018 (€ 11,3 milioni). L'EBIT margin si attesta all'8% contro il 7,5% nel 2018. Escluso l'impatto negativo di € 0,12 milioni dell'IFRS16 la crescita anno su anno è stata del 9,59%.

L'EBT è pari a € 11,1 milioni, in crescita del 10,4% rispetto a € 10,1 milioni dell'esercizio 2018. Escluso l'impatto negativo di € 0,27 milioni dell'IFRS16 la crescita anno su anno è stata del 13,05%.

L'Utile netto di pertinenza del Gruppo è pari a € 6,1 milioni, in crescita dell'11,1% rispetto a € 5,5 milioni dell'esercizio 2018.

L'Indebitamento Finanziario Netto ante IFRS16 è di € 2,2 milioni (Posizione Finanziaria Netta € 0,9 milioni positiva al 31.12.2018), dopo aver distribuito dividendi nel corso del 2019 per € 2,9 milioni, acquisito azioni proprie per € 2,3 milioni ed avuto esborsi netti per M&A e per € 3,2 milioni.

L'applicazione del principio contabile IFRS16 ha comportato al 31 dicembre 2019 la registrazione di debiti finanziari per diritti d'uso pari a € 9,2 milioni al 31 dicembre 2019, che, sommati all'indebitamento finanziario netto di cui sopra, danno luogo a un indebitamento netto complessivo post IFRS16 pari a € 11,4 milioni.

 

Risultati Capogruppo Be S.p.A.

 

La Capogruppo registra ricavi complessivi pari ad € 5,9 milioni (€ 6,8 milioni al 31 dicembre 2018) e Utile netto pari a € 5,2 milioni (€ 1,7 milioni al 31 dicembre 2018). L'Indebitamento Finanziario Netto è pari a € 15,0 milioni (€ 4,4 milioni al 31 dicembre 2018).

 

Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura del periodo

 

La prima parte dell'anno ha visto un buon avvio delle attività con forte tensione positiva sul mercato delle risorse. La domanda è sostenuta ed al momento non impattata dall'epidemia di Covid19.

In linea con quanto stabilito dal DPCM del 09/03/20 la maggior parte dell'azienda lavora in modalità "smartworking" e sono state potenziate le dotazioni tecnologiche a supporto dell'operatività remota. La continuità è ovunque garantita. I siti di nearshoring sono stati attivati, per ogni eventuale necessità, sui centri di competenza in Polonia ed in Romania, ma al momento non vi è stato motivo alcuno per il trasferimento di attività. Be è in costante contatto anche con le Autorità ed i presidi sanitari per monitorare l'evoluzione delle misure necessarie al contenimento dell'epidemia, con la salute dei suoi clienti e dei suoi dipendenti come priorità assoluta. Alla data della pubblicazione del presente comunicato non vi sono fatti di rilievo di necessaria comunicazione. Il calendario finanziario 2020, così come comunicato, è attualmente confermato.

Tutto il Gruppo Be sosterrà con il massimo impegno lo sforzo del Sistema Italia nel tornare al più presto al massimo livello di competitività.

 

Evoluzione prevedibile della gestione

 

Il gruppo è molto focalizzato sulle attività "core" e sullo sviluppo di nuovi segmenti di business. Nei primi tre mesi dell'anno massima attenzione è stata quindi dedicata allo sviluppo di nuove attività ed al potenziamento dell'eco-sistema clienti, risorse umane e patrimonio di conoscenze. L'emergenza sanitaria da Covid19 sta ulteriormente accelerando i processi di ridisegno del Gruppo Be in una logica di azienda ad elevata resilienza e capace di lavorare in modalità distribuita. Al momento riteniamo di confermare gli obiettivi annuali e quelli del Piano Industriale 2020-2022.

 

Destinazione dell'utile di esercizio

 

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di sottoporre all'Assemblea degli Azionisti di Be di destinare l'utile di Be, risultante dal bilancio della Società chiuso al 31 dicembre 2019 e pari ad € 5.204.303,77, come segue:

  • € 260.215,19 a Riserva Legale;
  • € 4.944.088,58 ad Utili a Nuovo.

 

Il Consiglio di Amministrazione di Be propone altresì all'Assemblea degli Azionisti di Be di distribuire un dividendo lordo pari a € 0,023 per azione (con esclusione delle azioni proprie in portafoglio), attingendo agli Utili a Nuovo. A fronte del dividendo che verrà posto in pagamento in data 20 maggio 2020 - data stacco cedola n. [10] il 18 maggio 2020 e record date il 19 maggio 2020 - il "dividend yield", calcolato sul valore dell'ultimo giorno di negoziazione del 2019, risulta pari al 1,83%.

 

Dichiarazione consolidata di carattere non finanziario 2019

 

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre approvato, ai sensi del Decreto Legislativo n. 254/2016, la dichiarazione consolidata non finanziaria relativa all'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019, predisposto come relazione distinta dal Bilancio d'esercizio.

Nell'ambito della dichiarazione consolidata non finanziaria, redatta in conformità ai Global Reporting Initiative Sustainability Reporting Standards (GRI Standards), è stata presentata una descrizione delle politiche, delle performance e dei rischi relativi a tematiche rilevanti in ambito ambientale, sociale, attinenti al personale, al rispetto dei diritti umani, alla lotta contro la corruzione attiva e passiva. Da segnalare nel 2019:

  • l'accelerazione della crescita degli organici già avviata nel 2018 e che ha visto raggiungere i 1.320 dipendenti, con +153 unità (+13%) vs 2018 e +206 unità (+18%) vs 2017 con risvolti positivi sull'occupazione sia in Italia che all'estero;
  • l'incremento della formazione su tutto il personale ed in particolare sui consulenti più giovani;
  • il maggiore impegno nella riduzione dei consumi di carta ed energia elettrica nonché delle emissioni ambientali.

 

Altre delibere del Consiglio di Amministrazione riunitosi in data odierna

Approvazione della Relazione sul Governo Societario e gli Assetti Proprietari al 31 dicembre 2019 e della Relazione in materia di remunerazione e compensi corrisposti al 31 dicembre 2019

 

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì approvato la Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari, redatta ai sensi dell'art. 123-bis del D. Lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998 e sue successive modifiche e integrazioni (il TUF), e la Relazione in materia di remunerazione e compensi corrisposti, redatta ai sensi dell'art. 123-ter del TUF, che saranno rese disponibili nei termini di legge presso la sede della Società, il meccanismo di stoccaggio autorizzato eMarket STORAGE disponibile all'indirizzo www.emarketstorage.com gestiti da Spafid Connect S.p.A. e sul sito internet della Società http://www.be-tse.it, sezione "Investors - Sistema di Governance - Assemblee", contestualmente alla pubblicazione del progetto di bilancio d'esercizio, del bilancio consolidato al 31 dicembre 2019 e della dichiarazione di carattere non finanziario 2019.

 

Proposta di autorizzazione all'acquisto e alla disposizione di azioni proprie

 

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì approvato in data odierna la proposta di sottoporre all'Assemblea l'autorizzazione all'acquisto e alla disposizione di azioni proprie, previa revoca dell'autorizzazione deliberata dall'Assemblea ordinaria del 18 aprile 2019.

La richiesta di autorizzare il Consiglio di Amministrazione all'acquisto e disposizione di azioni proprie è motivata dall'opportunità di dotare la Società di un valido strumento che permetta alla stessa di perseguire le seguenti finalità:

(i) l'alienazione e/o la permuta di azioni proprie in vista e/o nell'ambito di accordi con partner strategici che rientrano nella strategia di sviluppo della Società;

(ii) l'esecuzione di operazioni di investimento coerenti con le linee strategiche della Società;

(iii) la destinazione (in tutto o in parte) delle azioni proprie, a discrezione del Consiglio di Amministrazione, all'attuazione di piani di incentivazione basati su azioni della Società a favore di amministratori e/o dipendenti investiti di funzioni chiave della Società o delle società dalla stessa controllate.

Le principali caratteristiche del programma proposto sono le seguenti: (i) le azioni potranno essere acquistate fino alla scadenza del diciottesimo mese a decorrere dalla data della delibera assembleare che avrà adottato la relativa deliberazione; (ii) le operazioni di acquisto potranno essere eseguite sul mercato, in una o più volte, anche su base rotativa nel rispetto dei limiti di legge, sui mercati regolamentati secondo modalità operative stabilite nei regolamenti di organizzazione e gestione dei mercati stessi e concordate con Borsa Italiana S.p.A., nonché in conformità ad ogni altra applicabile normativa, ovvero con modalità diverse, ove consentito dalle disposizioni di legge o regolamentari di volta in volta applicabili al momento dell'operazione. Gli acquisti verranno in ogni caso effettuati in conformità alle condizioni regolate dalla disciplina pro tempore vigente, recante le condizioni relative alle negoziazioni di azioni proprie, in termini di prezzi di acquisto e di volumi giornalieri, nonché alle prassi di mercato ammesse, di tempo in tempo vigenti. Le operazioni di acquisto potranno essere effettuate anche attraverso il ricorso a procedure di offerta pubblica di acquisto o di scambio ai sensi dell'art. 144-bis, comma 1, lettera a), del Regolamento Consob n. 11971/1999, previa delibera del Consiglio di Amministrazione in conformità alla normativa vigente; (iii) ) il prezzo unitario d'acquisto e di alienazione delle azioni proprie sarà stabilito di volta in volta per ciascuna operazione, in considerazione dell'ammontare del capitale sociale e del patrimonio netto, tenuto anche conto della flessibilità necessaria in questo genere di operazioni, come segue: (a) ad un prezzo minimo non inferiore al 10% (diecipercento) rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione; (b) ad un prezzo massimo non superiore al 10% (diecipercento) rispetto al prezzo di riferimento che il titolo avrà registrato nella seduta di Borsa del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione.

 

Convocazione dell'Assemblea degli azionisti

 

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì deliberato di convocare l'Assemblea degli azionisti della Società in sede ordinaria presso la sede legale della Società in Roma, Viale dell'Esperanto n. 71, il giorno 22 aprile 2020, alle ore 10:00 in prima convocazione e, occorrendo, in seconda convocazione per il giorno 23 aprile 2020, stessi ora e luogo, per discutere e deliberare sul seguente ordine del giorno:

 

1. Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019 della Società, comprensivo della relazione del Consiglio di Amministrazione sull'andamento della gestione, della relazione del Collegio Sindacale, e della relazione della Società di Revisione; presentazione del bilancio consolidato al 31 dicembre 2019; presa d'atto della dichiarazione di carattere non finanziario di cui al Decreto Legislativo 30 dicembre 2016, n. 254; delibere inerenti e conseguenti;

2. Deliberazioni relative alla destinazione del risultato dell'esercizio 2019; delibere inerenti e conseguenti;

3. Relazione sulla remunerazione: delibere relative alla prima sezione ai sensi dell'art. 123-ter, commi 3-bis e 3-ter, del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e delibere relative alla seconda sezione ai sensi dell'art. 123-ter, comma 6, del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58;

4. Nomina del Consiglio di Amministrazione della Società, previa determinazione del numero dei suoi componenti; determinazione della durata e dei relativi compensi; delibere inerenti e conseguenti;

 

5. Autorizzazione all'acquisto e disposizione di azioni proprie a sensi del combinato disposto degli artt. 2357 e 2357-ter c.c. nonché dell'art. 132 del D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58, previa revoca dell'autorizzazione deliberata dall'Assemblea Ordinaria degli Azionisti in data 18 aprile 2019; delibere inerenti e conseguenti.

 

Si segnala che, a causa dell'emergenza Covid-19, a scopo di contrastare la diffusione del virus, la Società potrà adottare misure di prevenzione in ordine alla partecipazione all'Assemblea, nel rispetto di quanto dovesse essere eventualmente disposto dalle previsioni di legge e regolamentari pro-tempore vigenti. Di tali eventuali misure e delle altre decisioni che dovessero essere assunte dalla Società relativamente all'Assemblea in ossequio alle applicabili disposizioni normative sarà data pronta informativa ai Signori Azionisti. Si ricorda peraltro che i Signori Azionisti possono rilasciare delega per la partecipazione e il voto in assemblea al rappresentante designato dalla Società.

Ogni informazione riguardante le modalità ed i termini:

(i) per l'intervento ed il voto in Assemblea;

(ii) per l'esercizio del diritto di porre domande prima dell'Assemblea e del diritto di integrare l'ordine del giorno o di presentare ulteriori proposte di delibera su materie già all'ordine del giorno;

(iii) per l'esercizio del voto per delega;

(iv) di reperibilità delle proposte di deliberazione, delle relazioni illustrative su ogni materia prevista all'ordine del giorno e dei documenti che saranno sottoposti all'Assemblea;

(v) per la nomina dei nuovi membri del Consiglio di Amministrazione;

sono riportate nell'avviso di convocazione il cui testo integrale, unitamente alla documentazione relativa all'Assemblea, sono pubblicati nei termini e secondo le modalità di legge sul sito internet della Società www.be-tse.it (sezione: "Investors - Sistema di Governance - Assemblee") al quale si rimanda.

 

Indipendenza e autovalutazione

 

Il Consiglio di Amministrazione ha altresì (i) verificato il mantenimento in capo a tutti gli amministratori dei requisiti necessari per continuare a ricoprire la carica e dei requisiti indipendenza in capo agli amministratori Claudio Calabi, Davide Dattoli, Gianluca Ferrari, Cristina Spagna e Paola Tagliavini e (ii) preso atto della relazione di autovalutazione redatta dal Collegio Sindacale avente ad oggetto, inter alia, la valutazione dell'operato di tale organo nell'esercizio trascorso, nonché la verifica dei requisiti di indipendenza, professionalità e onorabilità in capo ai sindaci.

.

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Manuela Mascarini, dichiara, ai sensi dell'art. 154-bis, comma 2 del D. Lgs. 24 febbraio 1998 n. 58, che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato stampa corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

********

About Be.

Il Gruppo Be, quotato sul segmento STAR di Borsa Italiana, è tra i principali player italiani nel settore Consulting. La società fornisce servizi di Business Consulting e Information Technology. Grazie alla combinazione di competenze specialistiche, avanzate tecnologie proprietarie ed esperienza consolidata, il Gruppo supporta primarie istituzioni finanziarie, assicurative e industriali internazionali nella creazione di valore e nella crescita del business. Con più di 1.300 dipendenti e sedi in Italia, Regno Unito, Germania, Austria, Spagna, Svizzera, Romania, Polonia e Ucraina, il Gruppo ha realizzato nel 2019 ricavi per 152,3 milioni di €.



--
www.CorrieredelWeb.it

IR TOP CONSULTING: SMARTINVESTOR DAY CON FOCUS SUL SETTORE TECH & INNOVATION DI AIM ITALIA



IR TOP CONSULTING: SMARTINVESTOR DAY CON FOCUS SUL SETTORE TECH & INNOVATION DI AIM ITALIA

LE SOCIETA' QUOTATE ANTARES VISION, NVP, MATICA FINTEC, EXPERT SYSTEM presentano i risultati 2019 e le prospettive strategiche

 

Milano, 23 aprile 2020

 

IR Top Consulting, boutique finanziaria leader in Italia nella consulenza direzionale per Capital Markets (quotazione in Borsa e Corporate Finance) e IR, organizza giovedì 30 aprile lo #SMARTInvestorDay, dedicato al settore Tech & Innovation, un evento in diretta streaming dedicato agli investitori, ai giornalisti e alla comunità finanziaria. Parteciperanno gli Amministratori Delegati di Antares Vision, Emidio Zorzella, NVP, Massimo Pintabona, Matica Fintec Sandro Camilleri, Expert System, Stefano Spaggiari che presenteranno i risultati FY2019 e l'evoluzione strategica del proprio business model.

L'evento, accessibile su piattaforma Zoom, sarà aperto alle ore 11 da una overview sul settore Tech & Innovation AIM Italia di Anna Lambiase, Ceo e Founder di IR Top Consulting.


Anna Lambiase, fondatore e CEO, IR Top Consulting: "La tecnologia rappresenta uno dei settori più rappresentativi di AIM Italia per numero di società quotate e sta assumendo sempre maggiore rilevanza alla luce delle implicazioni legate al Covid-19. Il focus sul settore tecnologico del mercato AIM ci aiuterà a capire meglio i trend del comparto in un'ottica di trasparenza e disclosure verso il mercato finanziario".


***

IR Top Consulting, è la boutique finanziaria leader in Italia nell'Advisory per la quotazione in Borsa su AIM Italia, l'Equity Research indipendente e le Investor Relations. Affianca gli imprenditori nel percorso di IPO con un team composto da professionisti con alte competenze di finanza, normativa, comunicazione e mercati azionari. PMI CAPITAL è la prima piattaforma informativa verticale su AIM Italia, di proprietà di IR Top Consulting. L'Osservatorio AIM Italia elaborato dall'ufficio studi IR Top Consulting monitora il mercato attraverso l'analisi dei dati sulla raccolta di capitale, i risultati economico finanziari e i multipli di mercato.




--
www.CorrieredelWeb.it

Exquisa va in onda con Tania Cagnotto!

EXQUISA PRESENTA

"UN TUFFO NELLA BONTÁ"

LO SPOT INAUGURALE DELLA SUA PRIMA CAMPAGNA TV 

IN ONDA CON L'INIMITABILESLANCIO DI

TANIA CAGNOTTO!

 

Protagoniste specialità sane e genuinedai Formaggi di latte fresco agli Hummus Vegetali di Ceci NOA, un trionfo di qualità e sapori in cui viene voglia di tuffarsi!

 

 

22 aprile 2020Exquisa, Specialista dei Freschi Cremosi, andrà inonda per la prima volta da domenica 26 aprile con uno spot tvcon una campagna che vede protagoniste le specialità della tradizione lattiero-casearia e degli Hummus NOA, la linea vegana nata dalla costante attenzione di Exquisa verso le nuove esigenze del consumatore, promossi in "sincro" dalla Brand Ambassador Tania Cagnotto.

 

Nella nuova strategia di comunicazione le due categorie coesistono nello stesso messaggio come emblematica espressione del pay off di Exquisa, "La Bontà va condivisa": una varietà di proposte molto diverse, ma ugualmente deliziose e di qualità premiumconquistano al primo assaggio gratificando molteplici gusti ed esigenze e coronando una convivialità sempre più dinamica e spontanea. Un'esperienza che nelle occasioni più varie invoglia a immergersi in un mondo di sapori nuovi e genuini…ea "tuffarsi" nella bontà.

 

Lo spot, che ha una durata di 15', inizia con la voce fuori campo di Tania Cagnotto ed il suo prodigioso tuffo nel Fresco Cremoso delle Prealpi Bavaresi, che diventa metafora di uno stile di vita attivo improntato al benessere: una scelta consapevoleall'insegna della qualità e del piacere di immergersi nella bontà di sapori freschi, sani e genuiniAl gustoso formaggio spalmabile si affianca a seguire l'Hummus di Ceci NOA, mentre golosi abbinamenti suggeriscono nuove modalità di "dipping" per le due linee che, seppur diverse, sorprendono con lo stesso trionfo di bontà!

 

 

La campagna andrà in onda da domenica 26 aprile con una pianificazione tv che prevede 117 spot sui canali Rai1, Rai2, Rai3,Rai4, Rai News, Rai Premium, Rai Movie fino al 02.05. Proseguirà anche on line e on air livello nazionale

 

Progetto e Direzione Artistica: Robilant Associati

Produzione Video: Cicciotun

Produzione Audio: Extra Vitali

 

 

 

 

COMPANY PROFILE 

EXQUISA appartiene al Gruppo Karwendel, fondato in Baviera nel 1909 da una famiglia di imprenditori locali, oggi alla sua terza generazione: un impegno di oltre 100 anni nella trasformazione del latte per ottenere prodotti di assoluta qualità e freschezza. Presente in Italia da 15 anni con la sua sede a Bolzano, EXQUISA è stata la prima azienda a lanciare il formaggio fresco spalmabile Senza Lattosio sul mercato italiano. La sua produzione è particolarmente indicata per una dieta sana ed equilibrata, nel rispetto di elevati standard di freschezza, naturalità, affidabilità, genuinità e innovazione, che sono gli stessi principi guida dell'azienda bavarese. Dall'esordio nel mondo dei formaggi spalmabili negli anni Sessanta, nascono i Freschi Cremosi delle Prealpi Bavarese, i Fiocchi di Latte Freschi, le Soffici Mousse di formaggio Miréele basi fresche Mulino Bertotti e, nella costante attenzione rivolta alle nuove esigenze del consumatore, l'azienda valica i confini del mondo lattiero caseario, specializzandosi nel sapiente impiego di ingredienti vegetali per la produzione degli Hummus Vegetali NOA a base di ceci. Un'evoluzione che oltre a decretare EXQUISA "Specialista dei Freschi Cremosi", arricchisce una gamma di prodotti sempre più varia, ideale per la creazione delle più svariate proposte dolci e salate e per soddisfare i gusti più diversi.

EXQUISA distribuisce i suoi prodotti attraverso i canali GDO, Discount e Food service, ed è uno dei marchi che collabora maggiormente con i più noti distributori italiani nella realizzazione di prodotti Private Label.



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *