Cerca nel blog

martedì 25 ottobre 2016

Public Affairs Advisors: Il Rapporto #No2.0 è scaricabile dal sito Powerzine.it

Da una parte un fronte del no sempre più compatto, “istituzionalizzato” e capace di sfruttare al meglio il web e i social media. Dall’altra un “vuoto comunicativo” da parte di chi promuove le opere da realizzare.
Il quadro che emerge dalla seconda edizione del rapporto “#NO2.0 – Come il dissenso comunica sul Web: Rapporto sui fenomeni di opposizione a infrastrutture, grandi reti e investimenti industriali visti dalla Rete“, presentato il 20 ottobre a Roma e realizzato da Fleed Digital Consulting (agenzia di comunicazione corporate, specializzata nel monitoraggio e nell’analisi della rete) e Public Affairs Advisors (società di consulenza strategica specializzata nelle relazioni istituzionali, nello stakeholder engagement e nei progetti di accettabilità), appare sempre più diffuso e guidato.

Lo studio, che ha analizzato oltre 100 mila fonti Web in lingua italiana da maggio 2015 ad aprile 2016, è integralmente scaricabile da oggi assieme ai materiali del convengo al seguente link
Al convegno del 20 ottobre ha preso parte Paolo Boccardelli, Professore di Economia e gestione delle imprese e Strategia d’impresa presso la LUISS Roma e Direttore della LUISS Business School, che ha presentato la relazione su “Gli effetti economici del No”, mentre hanno animato la tavola rotonda Giovanni Buttitta, Direttore Relazioni Esterne e CSR Terna, Massimo Bruno, Responsabile Affari Istituzionali Enel, Luigi De Vecchis, Vicepresidente Huawei Italia, Fulvio Lino Di Blasio, DIrector EY Financial e Monica Tommasi, Presidente Amici della Terra.
LE PRINCIPALI EVIDENZE
• No Triv (contro la ricerca di idrocarburi nel nostro Paese) è il movimento di protesta più attivo, con 206.081 discussioni e oltre 55mila tweet con hashtag #notriv
• 91,2% dei contenuti sui movimenti di opposizione proviene dai social network
• Dei primi dieci account di Twitter per numero di Tweet prodotti sui temi mappati, ben sette sono riferibili al Movimento 5 Stelle
• La Puglia è la regione dove si è registrato il maggior numero di discussioni: oltre 66mila, soprattutto in ambito No Triv
• Tra i temi che hanno generato maggiori volumi: il referendum abrogativo sulla durata delle concessioni per l’estrazione di idrocarburi in mare sostenuto dal movimento No Triv; le proteste in Val di Susa e l’assoluzione di Erri de Luca (entrambe legate alla protesta No Tav); la crisi del comparto olivicolo seguita alla diffusione del batterio Xylella e le contromisure – spesso controverse – adottate per arginarne la diffusione
• Tra gli hashtag più citati: #notriv, con oltre 55mila citazioni; #notav, con quasi 52mila citazioni; #stoptrivelle, con oltre 40mila citazioni.
PANEL DELL’ANALISI E NUMERI 1
• 12 mesi l’arco di rilevazione: 1 maggio 2015 – 30 aprile 2016
• Oltre 100.000 fonti Web monitorate
• 35 movimenti di opposizione territoriale mappati
• Totale discussioni web rilevate: 412.657 (con una media di 34.000 al mese)2
• 370mila i tweet rilevati nell’arco di tempo preso in esame
1 La recente modifica apportata da Facebook alla propria interfaccia di programmazione (indicata con l’acronimo API: Application Programming Interface) ha limitato fortemente la possibilità di lettura da parte degli strumenti automatici di monitoraggio dei contenuti social pubblicati dagli utenti su questo canale. Non è stato quindi possibile parametrare quantitativamente i dati relativi a Facebook con quelli della precedente edizione del Rapporto.
2 I numeri si riferiscono alle discussioni web che citano almeno una delle keyword oggetto di monitoraggio.
FontePowerzine.it

Nessun commento:

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI