CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

giovedì 7 luglio 2016

Il Friuli Venezia Giulia in sella per solidarietà. Aperte le iscrizioni alla biciclettata benefica che lancia Ride to Moscow: 2.500 km sui pedali per gli orfani russi

Il 29 luglio a Staranzano (GO) la Ciclolonga apre l'iniziativa benefica dell'associazione GEOforCHILDREN accompagnando nella prima tappa i tre ciclisti che raggiungeranno Mosca in bicicletta

Tutto pronto per la grande attraversata benefica d'Europa. Partirà il 29 luglio da Staranzano (Go)  Ride to Moscow, progetto dell'associazione GEOforCHILDREN che vedrà Paolo Ferraris, Arturo Giustina e Alessandro Ferraris pedalare per 2.500 km fino a Mosca con un team al seguito di dieci persone.

L'obiettivo è di sostenere i ragazzi orfani della Russia. E per la prima tappa tutti potranno accompagnare i tre protagonisti fino al confine con la Slovenia in una biciclettata solidale.

In occasione della partenza del progetto, viene proposta con la collaborazione dell'ASD Pedale Ronchese la Ciclolonga, una pedalata di circa 50 km da Staranzano a Gorizia e ritorno che si concluderà con una grande festa solidale aperta a per grandi e piccini.

«È l'occasione per tutti di trascorrere una giornata di festa e contribuire concretamente alla raccolta fondi in favore degli orfani russi», premette il presidente dell'associazione Paolo Ferraris.

«Per sostenere il progetto Ride to Moscow abbiamo istituito il fondo "Una porta per la Vita" nel quale saranno versati tutti i soldi raccolti. I fondi serviranno per istituire un centro di orientamento per dare  ai ragazzi tra i 10 ed i 18 anni un aiuto concreto durante il loro percorso di crescita. Vorremmo mettere i ragazzi in contatto con la società esterna all'istituto dove sono cresciuti, puntando su due aspetti fondamentali: la scuola e il lavoro. Oltre alla possibilità di continuare gli studi, miriamo ad insegnare loro un mestiere, aiutandoli così ad inserirsi nella società. Crediamo che insegnare loro un mestiere e aiutarli a inserirsi nel mercato del lavoro sia molto importante per dare a questi giovani la possibilità di un futuro migliore e per metterli al riparo dai rischi di devianza, criminalità e tossicodipendenza».

Il programma della giornata di venerdì 29 luglio prevede alle 9.30 il ritrovo al campo da baseball dello Staranzano Ducks (via Atleti Azzurri d'Italia 2) per il saluto dei tre protagonisti. Quindi alle 10.30 la partenza della Ciclolonga. I partecipanti alla cicloturistica accompagneranno per circa  trenta chilometri fino a Gorizia i tre ciclisti, lo staff e i camper di supporto  di  Ride to Moscow, per poi rientrare a Staranzano dove ci sarà il pranzo per tutti. Nel pomeriggio, festa per bambini e ragazzi con attività di gioco e intrattenimento. Alla sera, grigliata, birra (grazie a Zorzini Import) e fiumi di musica con tre gruppi: la Fandango Band - tributo Ligabue, la Nicola Straballo band e la tribute band degli 883 Gli Anni d'Oro.

Per partecipare alla Ciclolonga è necessario versare la quota di iscrizione con la quale si sostiene direttamente il fondo solidale: 25 euro (quota standard che prevede pacco gara e pranzo all'arrivo) oppure 60 euro (quota sostenitore con kit donazione: pacco gara, maglia tecnica da ciclismo Ride to Moscow e pranzo all'arrivo). Tutti i soldi raccolti durante la giornata verranno impiegati per le attività di aiuto agli orfani russi da parte dell'associazione.
Per iscriversi:
http://geoforchildren.org/it/pedala-con-noi/ 

Alla realizzazione della Ride to Moscow figurano le aziende Geoclima, Starbene Group, l'agenzia di comunicazione EoIpso, Cussigh Bike, Granzon, Enervit, Radenska e Medicus  oltre alle associazioni ASD Pedale Ronchese e ASD Saranzano Ducks. Hanno inoltre dimostrato interesse all'iniziativa GMC Refrigerazione, Climetal, Data Est, Cool-Therm, Aussafer, Cesped, Al.ste, CAMI, Welcome Air-Tech, Klima-Therm, KFL, Rosenberg Italia, Enprom, Sea Trade International, Vniikholodmash-holding, Project Engineering, Clima Tech e Geoflange . Tutti gli aggiornamenti sull'iniziativa verranno pubblicati su www.geoforchildren.org .

GEOforCHILDREN nasce con l'obiettivo di aiutare i bambini sfortunati, orfani o abbandonati dai propri genitori che non possono prendersi cura di loro sostenendo le strutture che li accolgono e permettono loro di crescere in un ambiente sicuro e protetto. L'associazione non solamente raccoglie i fondi ma si assicura che questi vengano impiegati in favore dei bambini preoccupandosi direttamente dell'approvvigionamento di quanto necessario.

"Ogni viaggio, anche il più lungo, comincia da un piccolo passo": questa la filosofia che muove GEOforCHILDREN nel creare un cambiamento culturale per aiutare tutti i bambini affinché ogni bambino aiutato, ogni vita salvata rappresenti per tutti una vittoria e uno sprone a fare sempre di più.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *