Cerca nel blog

mercoledì 3 febbraio 2016

Immigrazione: Save the Children sostiene #tuttigiuperterra per focalizzare l’attenzione sul dramma dei migranti e sulla necessità di accoglienza e sostegno

Delle 54mila persone arrivate via mare in Europa dall'inizio dell'anno, 1 su 4 sono bambini, decine di loro hanno perso la vita
 

Save the Children sostiene con forza e rilancia  l'appello di Unicef Italia #tuttigiuperterra rivolto ai calciatori della seria A e B italiana per sensibilizzare l'opinione pubblica mondiale sulle tragedie che ogni giorno si susseguono nel Mar Mediterraneo.

La scorsa settimana, a Larissa in Grecia, i calciatori di due squadre della seconda serie, l'Ael e l'Acharnaikos, hanno messo in scena un sit-in rimanendo seduti in campo qualche minuto dopo il fischio d'inizio. Un gesto simile, ripetuto dai calciatori delle serie maggiori in Italia, sarebbe di grande impatto per attirare l'attenzione sul dramma delle popolazioni migranti e sulla necessità di accoglienza e sostegno, soprattutto dei più vulnerabili come i bambini e le loro famiglie e i minori non accompagnati.

Nel 2016, più di 54mila persone hanno attraversato il mare per raggiungere le coste europee, più di 1 su 4 sono bambini, solo in un mese sono già quasi 400 le persone morte o disperse mentre tentavano la traversata del Mediterraneo. "Chiediamo ai calciatori delle squadre italiane di partecipare a questa iniziativa, e a tutte le persone di mobilitarsi condividendo un selfie che li ritragga seduti per terra insieme all'hashtag #tuttigiuperterra sui propri canali social" ha dichiarato Filippo Ungaro Direttore Comunicazione, campagne e volontari di Save the Children Italia.

"I governi europei dovrebbero fare di più per dare un'accoglienza dignitosa e umana alle persone in fuga dalla guerra e tutti noi, con un semplice gesto simbolico, possiamo ricordare loro l'obbligo morale che hanno".

Nessun commento:

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI