Cerca nel blog

giovedì 25 febbraio 2016

Fino al 2 marzo Antonio Conte all'asta per Fondazione Don Gnocchi

Fino al 2 marzo su eBay il CT azzurro Antonio Conte si mette all'asta per Fondazione Don Gnocchi.

Continua l'impegno dell'allenatore della Nazionale a sostegno di CARE Lab, un servizio innovativo che trasforma la terapia in gioco.


Un'asta speciale per sostenere la riabilitazione dei bambini della Fondazione Don Gnocchi: è quella che coinvolge l'allenatore della Nazionale di Calcio Antonio Conte, testimonial della Fondazione e protagonista dello spot televisivo della nuova campagna di raccolta fondi.

Fino al 2 marzo sarà infatti possibile aggiudicarsi su ebay.it alcuni oggetti ufficiali della Nazionale Italiana di Calcio autografati dal CT azzurro: la maglia da allenatore, la divisa indossata nello spot a sostegno della campagna, una maglietta da gioco e un pallone.

Questi ultimi due premi, in particolare, saranno consegnati ai vincitori direttamente da Antonio Conte e autografati in occasione di un incontro che sarà organizzato dopo gli Europei di giugno 2016.

Per partecipare all'asta basta collegarsi e iscriversi al sito ebay.it e rilanciare sul prezzo di partenza, che per tutti i premi è di € 1.

Il ricavato dell'asta a sostegno di CARE Lab, l'innovativo progetto messo a punto dalla Fondazione Don Gnocchi per riabilitare i bambini con problemi neuromotori attraverso il gioco, grazie alle più moderne tecnologie e all'utilizzo della realtà virtuale.

CARE Lab (Computer Assisted Rehabilitation) è stato realizzato dai ricercatori del Centro IRCCS "S. Maria Nascente" di Milano della Fondazione Don Gnocchi, nell'ambito dello sviluppo e validazione di metodi, modelli e strumenti innovativi per la migliore efficacia dell'attività clinica e riabilitativa, sempre più vicina alla quotidianità del bambino.

L'utilizzo appropriato e controllato delle tecnologie - nascoste agli occhi dei bambini - trasforma gli ambienti delle terapie in spazi apparentemente solo di gioco, stimolando la partecipazione attiva e le motivazioni dei piccoli pazienti, con conseguenti miglioramenti delle loro capacità motorie.

I bambini sono accolti in una stanza multimediale hi-tech, attrezzata con strumentazione audio-video all'avanguardia per permettere loro di svolgere un'attività di riabilitazione motoria e cognitiva sotto forma di gioco interattivo, presentato in una realtà virtuale semi-immersiva. L'attività dei pazienti viene rilevata tramite sensori nascosti e l'elaborazione delle informazioni fornisce le misure quantitative necessarie al monitoraggio dei programmi riabilitativi personalizzati.

Una stanza di controllo e supervisione consente agli operatori di supportare l'azione del bambino, personalizzando e adattando gli esercizi ai bisogni e alle caratteristiche di ciascuno.

Una terza stanza - low-tech - consente la riabilitazione attraverso attrezzature, come la consolle di videogiochi, simili a quelle presenti nel contesto domiciliare: in questo modo il bambino può proseguire a casa parte dell'attività terapeutica svolta nel Centro.

I fondi raccolti in particolare, verranno utilizzati dalla Fondazione Don Gnocchi per completare la sensorizzazione del pavimento della stanza hi-tech (per rilevare le forze di interazione con il terreno da parte del bambino e tracciare percorsi terapeutici personalizzati); per l'acquisizione di un sistema di eyetracking che consente di rilevare contemporaneamente l'immagine osservata dal bambino e il punto di fissazione degli occhi e valutare così uno spettro più ampio di disturbi attentivi e dell'apprendimento; e per sviluppare nuovi scenari e giochi nel contesto della riabilitazione domiciliare.

Fino al 6 marzo, inoltre, sarà possibile sostenere il progetto CARE Lab di Fondazione Don Gnocchi anche inviando un sms solidale al 45502.


--

Nessun commento:

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI