Cerca nel blog

martedì 21 marzo 2017

BRAND Festival: Jesi Capitale del Brand per una settimana

Oltre 400 persone fra imprenditori e comunicatori da tutta Italia che si ritroveranno il 2 Aprile al Teatro Pergolesi di Jesi


A Jesi dal 26 marzo al 2 aprile, sette giorni dedicati al tema dell'Identità: personale, del territorio e delle aziende. Una settimana di incontri sulla comunicazione e sul marketing, con al centro lo sviluppo di strategie di Branding, nazionali e locali.

Apre il 26 marzo a Jesi (AN) la prima edizione del Brand Festival, un evento nato con l'intento di creare un momento di discussione, confronto e progettazione sul tema del Brand nei suoi molteplici aspetti: personale, territoriale, aziendale.


Durante la settimana del Brand Festival di Jesi negli antichi palazzi della città medioevale marchigiana, si svolgeranno workshop, laboratori, convegni, presentazioni ed incontri per professionisti, commercianti, aziende e appassionati. E il 2 Aprile il teatro storico Pergolesi si trasformerà per un giorno nel cuore nazionale della comunicazione, con un parterre di relatori di fama internazionale e case history italiane di successo.


"E' una iniziativa importante per la città – Massimo Bacci, Sindaco di Jesi – perché ne esalta la vocazione imprenditoriale. Mettiamo a disposizione monumento e contenitori per fare cultura e accogliere guru e comunicatori che vogliono ragionare su come un brand può rilanciare un territorio".


Saranno centinaia le persone coinvolte nei diversi appuntamenti della settimana dedicata al Brand Festival fra imprenditori, esperti di marketing e comunicatori. Il 2 Aprile al teatro Pergolesi ci saranno oltre 400 professionisti della comunicazione, con 35 agenzie di tutte le Marche che interverranno per discutere di Brand e comunicazione con le imprese del territorio e con alcuni fra i più importanti esperti del settore in Italia. Un vero movimento culturale sull'Identità che cercherà di affrontare il presente e il futuro della comunicazione e delle strategie di marketing.


"Non è un caso che Jesi – afferma Luca Butini, Assessore alla Cultura del Comune di Jesi – che è stata sempre una città nel saper fare, ora si debba misurare con la sua identità. Soltanto così potremmo avere ambizioni per il futuro, perché dobbiamo ragionare sulla cultura del Brand e digitale".


Si parlerà di Visual Merchandising, Marketing Turistico, Type Design, Look Style, Rebranding, Reputazione sui Social, Social media Intelligence, Linkedin for business, Marketing culturale, Identità territoriali e molto altro.

Il calendario offre contenuti e occasioni di formazione, con l'obiettivo di discutere e approfondire il tema dell'identità e di come comunicarla.

"Il Brand Festival nasce da una visione e da un'esigenza – commenta Graziano Giacani, ideatore del Festival- creare un'occasione di confronto e di crescita (culturale e non solo) su un tema fondamentale per far emergere la propria realtà: l'Identità quale elemento strategico di comunicazione. Un progetto nato all'improvviso grazie soprattutto ai tanti amici e collaboratori che hanno subito creduto nell'iniziativa. Un'idea che in pochi mesi si è trasformata in un evento a carattere nazionale che per un'intera settimana invaderà le strade e i palazzi di Jesi".

Tanti gli appuntamenti del ricco programma che animerà la città intera e lascerà importanti spunti di riflessione sul valore della Marca oggi più che mai.


Alcuni appuntamenti di rilievo

28 marzo Ore 18:00 Palazzo Comunale

Convegno – L'identità post sisma

Ricostruire gli scenari economico / sociali nei luoghi colpiti dal sisma

Emanuele Frontoni - Università Politecnica delle Marche

Marco Marcatili - Nomisma, Massimiliano Colombi – Innothink


29 marzo Ore 16:00 Palazzo Pianetti
Convegno – Musei senza frontiere. In collaborazione con Coordinamento ICOM Marche
I Musei nella loro dimensione materiale e immateriale quali centri propulsore territoriale e attrattori strategici sia sul piano turistico che economico.
Valentino Nizzo - Archeologo-Direttore del Museo Archeologico Nazionale Etrusco di Villa Giulia
Romina Quarchioni - Curatrice collezione di arte antica e moderna


31 marzo Ore 18:00 Palazzo della Signoria

Incontro – Si può cambiare un brand? La risposta è.. TIM

Strategie e tecniche di re-branding

a cura di Stella Romagnoli (Brand Strategy, Corporate & Internal Identity)


E poi l'evento principale di domenica 2 aprile al Teatro Pergolesi.


È una giornata unica nel suo genere, con un intero teatro che si trasforma in una grande piazza di discussione sul tema del Brand. Sul palco centrale alcuni fra i più importanti comunicatori italiani fra cui Marco Montemagno (in video conference), Elio Carmi, Alessandro Ubertis, Alex Orlowski, Riccardo Scandellari e gli ideatori della pagina Facebook Chiamarsi Bomber. Nei palchetti ci saranno le imprese di comunicazione delle Marche che si incontreranno e metteranno a confronto sul tema della comunicazione, in Italia e nelle Marche. Infine in platea le aziende ed i professionisti del settore. Anche il momento del pranzo domenicale è studiato nei minimi dettagli: si andrà infatti al Mercato delle Erbe con un buffet di sapori marchigiani organizzato dal Istituto Marchigiano Tutela Vini.


"Si tratta di un evento unico nel suo genere, sette giorni dedicati al Brand e all'importanza di una consapevolezza dell'Identità quale cuore di ogni strategia di comunicazione – continua Graziano Giacani-. Un appuntamento pensato per tutto il territorio e reso possibile grazie al contributo e al sostegno dell'Amministrazione Comunale, dell'Assemblea Legislativa delle Marche, di CNA Ancona, dell'Istituto Marchigiano Tutela Vini e di JCube Incubator. Oltre a Unicom, Fausto Lupetti Editore, Fondazione Pergolesi Spontini e gli sponsor tecnici Digitall e Ricciarelli".

Il programma completo è disponibile sul sito www.brandfestival.it dove c'è la possibilità di prenotare il proprio posto sia per l'appuntamento a teatro che per i workshop specifici.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI