Cerca nel blog

giovedì 4 maggio 2017

Telethon e Catawiki: una festa della mamma di solidarietà

Catawiki, un'asta di solidarietà per le mamme dei bambini con malattie genetiche rare

Una festa della mamma all'insegna della solidarietà è possibile, grazie alla campagna "Io per lei" di Fondazione Telethon supportata da un'asta su Catawiki.

Roma, 4 maggio 2017 – Le mamme saranno protagoniste il 14 maggio in occasione della festa a loro dedicata. Quest'anno però Fondazione Telethon e Catawiki danno la possibilità a tutti di offrire un regalo non solo alle proprie mamme, ma anche alle mamme dei bambini affetti da malattie genetiche rare.

Infatti, la campagna Io per Lei ideata da Telethon metterà in campo una rete di solidarietà collettiva per essere al fianco di queste mamme "rare" e una serie di iniziative per sostenere la ricerca su queste patologie, tra cui quella del tutto nuova di Catawiki.

Dal 28 Aprile al 1 Maggio mentre Telethon ha distribuito nelle piazze di tutta Italia i Cuori di biscotto, Catawiki ha lanciato una speciale asta di gioielli il cui ricavato sarà devoluto alla ricerca scientifica. Il progetto dell'asta tematica è statosviluppato assieme a DiamonDiamonD, partner della Fondazione Telethon. Sarà un'occasione per acquistare monili di pregio e celebrare la giornata della mamma con un pensiero di solidarietà.

L'asta, che si concluderà il 9 maggio, è visibile a questo link, catawiki.it/telethon, e propone diversi gioielli unici e speciali: tra questi spiccano oggetti davvero di pregio come un anello in oro giallo con smalto e diamanti forgiato come un fiore, i cui pistilli sono i diamanti, o un gioiello polifunzionale che si può utilizzare sia come ciondolo che come spilla. È in oro giallo e ha la forma di una graziosa colomba, il cui corpo è creato con una perla grigia coltivata, che conferisce una lucentezza particolare al gioiello.

I diamanti incastonati su oro bianco e l'occhio figurato da una pietra rossa vivacizzano e rendono ancor più originale l'oggetto. Originale quasi quanto un particolarissimo pendente in oro giallo con giaietto scolpito finemente a formare una testa di moro. Il giaietto è un materiale apprezzato da sempre per la sua lucentezza, i gioielli con giaietto erano i preferiti della Regina Vittoria, chissà che non lo sia anche di qualche fortunata mamma che lo riceverà in regalo!

A questo (https://we.tl/S9DM8ei2uZ) una gallery dei lotti più particolari proposti all'asta.
Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, la sua missione è arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza.

A proposito di questa collaborazione, Federico Puccioni, country manager di Catawiki Italia ha dichiarato: "Siamo veramente felici e onorati di poter partecipare ad un gesto così pieno di solidarietà, noi di Catawiki ci occupiamo di ridare vita a oggetti unici e speciali, ma non c'è nulla di più speciale che dare una mano a chi è in difficoltà. Per questo speriamo che grazie alla nostra collaborazione Telethon riesca a raggiungere il maggior numero di persone possibile e che, attraverso l'asta, si possano ottenere risultati concreti per la ricerca".

Informazioni su Catawiki
Catawiki è il sito d'aste online a più rapida crescita in Europa. Fondata nel 2008 da René Schoenmakers (CEO) e Marco Jansen (CTO) originariamente come community per collezionisti, Catawiki è poi diventato il primo sito per l'acquisto e la vendita di oggetti speciali. Dal 2011, Catawiki presenta aste settimanali attualmente in 80 diverse categorie, incluse auto d'epoca, arte, gioielleria, libri e orologeria. Nel dicembre 2015 Catawiki ha vinto il primo premio Deloitte Technology Fast500 come azienda europea a più rapida crescita. Le aste sono seguite da auctioneer specializzati che garantiscono la varietà e l'elevata qualità degli annunci. Il sistema di pagamento interno a Catawiki garantisce a venditori e compratori un metodo di pagamento semplice e sicuro.
    
Informazioni su Fondazione Telethon
Fondazione Telethon è una delle principali charity biomediche italiane, nata nel 1990 per iniziativa di un gruppo di pazienti affetti da distrofia muscolare.
La sua missione è di arrivare alla cura delle malattie genetiche rare grazie a una ricerca scientifica di eccellenza, selezionata secondo le migliori prassi condivise a livello internazionale.
Attraverso un metodo unico nel panorama italiano, segue l'intera "filiera della ricerca" occupandosi della raccolta fondi, della selezione e del finanziamento dei progetti e dell'attività stessa di ricerca portata avanti nei centri e nei laboratori della Fondazione. Telethon inoltre sviluppa collaborazioni con istituzioni sanitarie pubbliche e industrie farmaceutiche per tradurre i risultati della ricerca in terapie accessibili ai pazienti.
Dalla sua fondazione ha investito in ricerca oltre 475 milioni di euro, ha finanziato oltre 2.600 progetti con quasi 1.600 ricercatori coinvolti e più di 470 malattie studiate.
Ad oggi grazie alla Fondazione Telethon è stata resa disponibile la prima terapia genica con cellule staminali al mondo, nata grazie alla collaborazione con GlaxoSmithKline e Ospedale San Raffaele. Strimvelis, questo il nome commerciale della terapia, è destinata al trattamento dell'ADA-SCID, una grave immunodeficienza che compromette le difese dell'organismo fin dalla nascita. 
Per altre tre gravi malattie genetiche quali la leucodistrofia metacromatica, la sindrome di Wiskott-Aldrich e la beta talassemia, sono in corso studi clinici che stanno dando risultati promettenti, mentre sono oltre 20 le malattie genetiche per le quali all'interno degli istituti Telethon è in fase avanzata di studio o sviluppo di una strategia terapeutica mirata. Parallelamente, continua in tutti i laboratori finanziati da Telethon lo studio dei meccanismi di base e di potenziali approcci terapeutici per patologie ancora senza risposta.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI