CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

venerdì 16 ottobre 2015

Per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione, WFP esorta il mondo a contribuire a realizzare #ZeroHunger

MILANO – In un discorso oggi all'evento per la Giornata Mondiale dell'Alimentazione in Italia, Ertharin Cousin, Direttrice esecutiva del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP), ha lanciato un appello all'intera comunità globale perché prenda l'iniziativa, facendo in modo che il mondo realizzi #ZeroHunger.

"Immaginate solo la sera in cui nel 2030 nessun bambino, donna o uomo andrà a letto affamato", ha detto Cousin alle celebrazioni promosse dall'Organizzazione per l'Alimentazione e l'Agricoltura delle Nazioni Unite. "A partire da adesso, ognuno di noi deve alzarsi in piedi, partecipare e fare la propria parte per il cambiamento, in modo da realizzare 'Zero Hunger' entro il 2030".

"Lavorando insieme, possiamo spingere per il cambiamento di cui il mondo ha bisogno – eliminare la povertà estrema, sostenere i piccoli produttori agricoli e garantire l'accesso a cibo nutriente tutto l'anno per le persone più vulnerabili investendo in programmi di protezione sociale", ha detto Cousin.

Cousin ha invitato ciascuno a segnare sul calendario la Giornata Mondiale dell'Alimentazione postando #ZeroHunger sui social media a sostegno della 'Sfida Fame Zero' del Segretario Generale ONU, che rappresenta l'obiettivo che ci accomuna tutti e il mondo che vogliamo. Il WFP incoraggia gli individui a unirsi alla nuova comunità Facebook e a cambiare il loro profilo con un luminoso/evidente cerchio bianco, simbolo dell'obiettivo Zero Hunger.

"Gli individui sono al centro della realizzazione dei 17 Obiettivi Globali – incluso l'Obiettivo 2, Zero Hunger – adottati a New York il mese scorso proprio grazie alla centralità delle persone nel processo che ha portato alla loro definizione. Dobbiamo lavorare tutti insieme per raggiungerli entro il 2030", ha spiegato Cousin.

Allo stesso tempo, il WFP ha lanciato una nuova campagna sui social media che mette le persone al centro del raggiungimento di Zero Hunger, dimostrando come le vite individuali possono essere trasformate. La campagna "One Future, #ZeroHunger", wfp.org/ZeroHunger  include anche un video dove si invita il mondo ad unirsi per l'OBiettivo 2.

Questo invito all'azione parte dall'impulso ricevuto dall'adozione dei 17 Obiettivi Globali che scadono nel 2030. Gli Obiettivi sono interconnessi e la fame e la malnutrizione non possono essere eliminati senza che ci siano progressi anche negli altri. L'Obiettivo Globale 2 recita: "Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare e una migliore nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile".

"I sette miliardi di persone nel mondo condivideranno il futuro. Quando vedo una bambina in un villaggio in Sud Sudan, penso che il nostro futuro è nelle sue mani", spiega Cousin. "Quella bambina deve mangiare dei pasti regolari e nutrienti, deve ricevere un'istruzione così che possa unirsi a tutti noi nella costruzione di un futuro senza fame. Ognuno di noi fa deve fare la propria parte per un mondo in pace e più prospero".

Sul sito web si possono trovare esempi su come ci si può impegnare nel raggiungimento di Fame Zero, per esempio, condividendo #ZeroHunger e unendosi ai gruppi di sostenitori online dove si potrà esprimere il proprio impegno e diffondere il messaggio.

Secondo il rapporto The State of Food Insecurity in the World 2015sono 795 milioni le persone che soffrono la fame oggi, 167 milioni in meno rispetto a dieci anni fa. Servirebbe un investimento annuale di 265 miliardi di dollari, equivalente allo 0,3 per cento del PIL mondiale, per accelerare i progressi e salvare innumerevoli vite umane, costruendo un futuro più sicuro entro il 2030. Un investimento nell'eliminazione della fame nel mondo porterebbe ad una significativa crescita della prosperità per tutti. 

#                              #                                 # 

Il WFP è la più grande agenzia umanitaria che combatte la fame nel mondo fornendo assistenza alimentare in situazioni di emergenza e lavorando con le comunità per migliorare la nutrizione e costruire la resilienza. Ogni anno, il WFP assiste una media di 80 milioni di persone in circa 80 paesi.

Il WFP in Afghanistan ha installato una linea diretta e riceve commenti, reclami e reazioni riguardo la distribuzione dell'assistenza alimentare WFP. Il numero è : 0790-555-544




--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *