CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

venerdì 9 ottobre 2015

Nobel Pace, Amnesty: tributo alla lotta tunisina del Quartetto per il dialogo nazionale per i diritti e le libertà

Il conferimento del premio Nobel per la pace al Quartetto per il dialogo nazionale tunisino è un giusto tributo al lavoro dei suoi membri nel rafforzamento della società civile e dei diritti umani in una società che ancora lotta con l'eredità di decenni di repressioni e maltrattamenti, ha dichiarato oggi Amnesty International.

L'organizzazione ha lavorato insieme a tre dei quattro membri del Quartetto, che da decenni sono in prima linea nella lotta per la difesa dei diritti umani dei tunisini, e difeso apertamente i loro diritti.

"Questo è un importante riconoscimento al ruolo fondamentale che la società civile può svolgere in un paese che esce da anni di dittatura e di violazioni dei diritti umani", ha affermato Salil Shetty, segretario generale di Amnesty International. "Queste organizzazioni erano continuamente minacciate dal governo prima della rivolta del 2011 e hanno mostrato grande coraggio in un clima di repressione. Negli anni difficili da allora sono rimaste salde nell'esprimersi a favore dei diritti umani e dello stato di diritto. Mentre l'ombra di attacchi dei gruppi armati sovrasta la Tunisia, questo riconoscimento da parte del Comitato per il Nobel è un segnale di speranza per un paese che affronta sfide enormi per il futuro."

Un membro del Quartetto, l'Unione generale tunisina del lavoro (UGTT, Union Générale Tunisienne du Travail), ha coraggiosamente combattuto per migliori condizioni di lavoro, anche per le donne, in un momento di grave disoccupazione in Tunisia, un detonatore importante per le sollevazioni di massa del 2011.
Un altro, la Lega tunisina per i diritti dell'uomo (LTDH, La Ligue Tunisienne pour la Défense des Droits de l'Homme), è uno dei più vecchi gruppi per i diritti umani in Africa e nel mondo arabo e fu continuamente perseguitato sotto il presidente Ben Ali.

Il terzo, l'Ordine degli Avvocati tunisino (Ordre National des Avocats de Tunisie), ha continuato a lavorare nonostante la repressione e i tentativi di essere messo a tacere.

Ulteriori informazioni
Nel gennaio 2014 la Tunisia ha adottato una nuova Costituzione che contiene importanti garanzie per i diritti umani sebbene le autorità continuino a limitare arbitrariamente la libertà di espressione e di associazione.

Amnesty International è stata insignita del premio Nobel per la pace nel 1977.




--

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *