CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

lunedì 7 maggio 2018

CMS: Anno straordinario per M&A europeo con +14% del valore delle operazioni e 929,3 miliardi di dollari

European M&A Study di CMS: i Seller tornano al centro dell'attenzione mentre il mercato registra l'aumento del valore delle operazioni europee di M&A nel 2017.

  • L'M&A europeo ha fatto registrare un anno straordinario nel 2017 rispetto al 2016 mentre l'attività di M&A a livello mondiale risulta diminuita del 3% in valore e dell'1% in volume.
  • I Seller hanno ottenuto un maggiore successo nel trasferire il rischio ai Buyer in operazioni di M&A che vedono coinvolte società private, rispetto a qualsiasi altro periodo dell'ultimo decennio.
  • Differenze marcate nell'allocazione del rischio tra Seller/Buyer permangono nella struttura delle operazioni americane e europee per l'M&A di società private.

7 maggio 2018 - CMS ha pubblicato la decima edizione annuale dell'European M&A Study 2018, in cui analizza oltre 3.650 operazioni di M&A seguite da CMS e confronta i deal del 2017, pari a 438 con quelli relativi al periodo 2010/2016, pari a 2.488. A fini comparativi, i dati sono stati suddivisi sulla base di quattro Regioni europee: il Benelux, l'Europa centrale e orientale, i Paesi di lingua tedesca e l'Europa meridionale. La Francia e il Regno Unito sono state invece, esaminate individualmente.

 

Il mercato europeo dell'M&A ha preservato la sua vivacità per tutto il 2017. Tale inaspettata tendenza si è manifestata in uno scenario di incertezza politica, anche in considerazione delle varie tornate elettorali nazionali che si sono tenute in Francia, Germania, Regno Unito e Paesi Bassi. Supportato da una solida ripresa economica a livello europeo, il valore complessivo delle operazioni in Europa è cresciuto del 14% rispetto al 2016 raggiungendo i 929,3 miliardi di dollari. I cambiamenti strutturali derivanti dalla politica dell'"America First" del Presidente Trump, e dalla Brexit, unitamente alla solida performance dell'economia nell'eurozona, continuano ad attrarre investitori esteri, in particolare dagli Stati Uniti e dall'Asia. I dati sulle operazioni previste per il 2018 indicano che i livelli di attività stanno continuando ad aumentare proseguendo il trend del 2017, e lasciano presagire un altro anno di crescita per l'M&A.

 

Secondo lo Studio, si sono verificati cambiamenti nell'allocazione del rischio tra le parti nel 2017 rispetto al 2016. La posizione dei Seller nel 2017 si è rafforzata grazie al maggior numero di operazioni "locked boxes", alle assicurazioni W&I e ai "liability cap" più bassi. 

 

L'Avv. Pietro Cavasola, Partner dello Studio e Responsabile del dipartimento Corporate M&A di CMS in Italia, ha commentato: "A partire dal 2010 CMS ha analizzato migliaia di operazioni in Europa, osservando significativi cambiamenti. Nel 2017 i Seller hanno sfruttato il vivace mercato dell'M&A riducendo il loro rischio nelle operazioni di cessione".

 

Boom nel settore W&I

Il panorama europeo delle operazioni nel 2017 ha aperto la strada al boom delle assicurazioni Warranty & Indemnity (W&I) che hanno beneficiato di una crescita ormai decennale. Nel 2017 il 14% di tutte le transazioni si è avvalso di coperture assicurative W&I, contro il 9% del 2016. Ciò si è verificato in particolare nelle operazioni di valore superiore a 100 milioni di euro.

Il settore con il maggior numero di deal che ha fatto ricorso a polizze W&I è quello del real estate e delle costruzioni, in cui il 42% delle operazioni ha utilizzato tale strumento.

 

Il maggiore ricorso alle "locked boxes"

L'uso delle "locked boxes" ha continuato a diffondersi, con dati che mostrano tale strumento presente nel 25% di tutte le operazioni in Europa nel 2017 contro il 23% nel 2016, con maggiore diffusione nelle operazioni di valore superiore a 100 milioni di Euro.

 

Diminuzione delle clausole liability cap

L'importo dei tetti previsti per gli indennizzi contrattuali è diminuito ed il 60% delle operazioni del 2017 ha avuto un liability cap inferiore alla metà del prezzo di acquisto. Ciò dimostra un incremento nel potere negoziale dei Seller, assecondato dalla crescita delle polizze assicurative W&I.

 

Differenze regionali

Lo Studio ha rivelato differenze notevoli nei meccanismi contrattuali in Europa. Ad esempio, con riferimento alla determinazione del prezzo, le clausole di earn-out hanno trovato applicazione mediamente nel 21% delle transazioni in Europa, ma con percentuali più alte nel Benelux, nel Sud Europa e nei Paesi di lingua tedesca, con percentuali rispettivamente del 30%, 33% e 28%, e molto più bassa in Francia (8%) e nel Regno Unito (15%).

 

Lo Studio ha inoltre evidenziato molteplici forti differenze tra Stati Uniti e Europa in relazione all'allocazione del rischio Seller/Buyer. Un esempio è l'inclusione delle clausole Material Adverse Change (MAC) nel 93% delle operazioni statunitensi rispetto solo al 13% dei deal europei. Nonostante le differenze, lo Studio prevede che le società statunitensi continueranno a puntare sull'M&A europeo a fianco dei dealer asiatici e dell'eurozona.

 

A commento della decima edizione, l'Avv. Cavasola ha dichiarato: "Siamo lieti di celebrare il decimo anniversario dell'European M&A Study di CMS, che ha dimostrato nel tempo di essere un utile strumento di consultazione per gli operatori del settore. I dati in esso riportati, riferiti ad esperienze concrete, forniscono alle aziende un benchmark cruciale in vista del loro impegno in operazioni future."

CMS

CMS è uno dei primi dieci studi legali internazionali per numero di professionisti (Am Law 2016 Global 100). Con 74 uffici in 42 paesi in tutto il mondo, per un totale di 7.500 professionisti e oltre 1.000 partners vanta una comprovata esperienza di consulenza a livello di giurisdizioni locali e internazionali e opera per conto di un'ampia gamma di aziende Fortune 500 e FT Europe 500, oltre che per la maggior parte delle società DAX 30. In Italia CMS è diventato sinonimo non solo di solidità, etica ed affidabilità ma anche di innovazione e rinnovamento. Con uffici a Roma e Milano, è attualmente composto da oltre 130 tra professionisti e collaboratori. Per maggiori informazioni: cms.law



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *