Cerca nel blog

domenica 28 aprile 2013

Le migliori offerte per le crociere nel 2014

Se avete voglia di vedere il mondo sotto una luce diversa potrete esplorare le destinazioni più amate e scoprire nuove mete con una vacanza in crociera nel 2014. Dagli assolati mari dei Caraibi per assaporare i frutti di mare e provare la siesta niente è meglio di una delle crociere nel Mediterraneo, per un viaggio davvero indimenticabile e pieno di attività. Prenotate ora la vostra vacanza in crociera per il 2014 per accaparrarvi il posto migliore e la destinazione che più desiderate. Tutto il mondo è un palcoscenico - o almeno così sembra quando vi troverete a bordo della vostra nave da crociera. Qualunque sia la meta che solletica la vostra fantasia, creerete nuovi e meravigliosi ricordi che vivranno con voi per molto tempo dopo la vostra vacanza in crociera. Salite a bordo e godere di un viaggio di scoperta, proprio come più preferite. Il programma di viaggio nel 2014, con la sua crociera è così allettante che anche i crocieristi più esperti saranno sorpresi. Non importa che tipo di tempo fa qui per visitare un sito, per esempio, sull'isola caraibica di Barbados. Qualunque sia la meta che sceglierete, la crociera è sempre una vacanza ideale per tutti.

venerdì 26 aprile 2013

II° CORSO SULLA COLTIVAZIONE DEI TARTUFI
A distanza di un anno eccoci al secondo appuntamento dedicato alla COLTIVAZIONE DEL TARTUFO. L'obiettivo generale è aiutare gli aspiranti coltivatori di tartufi a minimizzare i rischi per l'avvio di questa attività.
La coltivazione del tartufo continua a riscuotere molto interesse non solo tra gli agricoltori professionisti. Tuttavia, si conoscono bene evidenti casi di insuccesso, ma è difficile avere dati reali sui casi di successo.
Quest'anno approfondiremo, grazie al contributo di esperti del settore, delle esperienze reali di coltivazione del tartufo cercando di capire meglio le cause sia dei successi che degli insuccessi.

L'obiettivo del corso è: produrre tarufi 
da impianti arborei coltivati


Per informazioni scrivere a info@fattoriasantavittoria.net
I temi trattati:
1- Terreno e ambiente adatti alla coltivazione del tartufo:
a- Le tartufaie naturali della Provincia d'Arezzo: I terreni e l'habitat dei tartufi in natura. b- Valutazione del luogo dove coltivare tartufi: flora e tartufi spontanei, microclima, caratteristiche (chimiche, strutturali ed orientamento) del terreno.
c- Test per l'autovalutazione preliminare del proprio terreno/ambiente.

2- Studi scientifici ed esperienze dirette sulle Tartufaie coltivate:
a- Esperienze di coltivazione dei tartufi in Umbria: casi di successo ed insuccesso e loro analisi.
b - Le pratiche colturali dall'impianto alla produzione alla luce dell'esperienza umbra: irrigazione, sarchiatura, potatura, pacciamatura concimazioni, inoculo sporale.
c- Statistiche di successo ed insuccesso e produttività di tartufaie coltivate e monitorate.
d- Cure colturali generali
3- Scegliere ed addestrare il cane da tartufi
a- Caratterstiche generali del cane da tartufi
b- Elementi base per l'addestramento del proprio cane da tartufi
c- Dimostrazione pratica

4- Le regole della raccolta e della commercializzazione
a- Normativa nazionale e locale.
b- L'associazione ATVA
Il corso sarà tenuto da esperti, che hanno dimostrato con i risultati, la loro professionalità.
Temi trattati e relatori
1- Apertura dei lavori.
Relatore: Andrea Cutini. Assessore allo sviluppo economico, ambiente, ecologia e energia, agricoltura, foreste e coordinamento attività promozionali. La coltivazione del tartufo in provincia d’Arezzo, la storia, lo stato dell’arte ed i suoi possibili sviluppi futuri.
2- Introdurre il tartufo in agricoltura.
Relatore: Giorgio Del Pace. Dir. CIA Arezzo. Come e perché avviare la coltivazione, opportunità e finanziamenti.
3- Terreno e ambiente adatti alla coltivazione del tartufo:
Relatore: Lorenzo Gardin Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali, consulente della Regione Toscana Settore tartuficoltura, ha completato nel 2012 su incarico della Provincia d'Arezzo la prima mappatura delle Tartufaie naturali della Provincia.
4- Studi scientifici ed esperienze dirette sulle Tartufaie coltivate:
Relatrice: Domizia Donnini, ricercatrice dell'Università di Perugia ha parteciapto alla pubblicazione del “Manuale di Tartuficultura – Esperienze di coltivazione dei tartufi in Umbria”.
5- Cure colturali generali.
Relatore: Giampaolo Vecchi. Titolare di Vecchi Vivai di Vigarano Mainarda, Ferrara, è il vivaista di fiducia dell’ATVA. Riflessioni sugli impianti da lui forniti in diverse parti d'Italia.
6- La scelta e l'addestramento del cane da tartufo.
Relatore: Luca Rondinini. Allevamento lagotto romagnolo “Campoleone”. Ha allevato e addestrato diversi campioni Italiani categorie Lavoro e Riproduzione.
7- Le regole della raccolta e della commercializzazione.
Relatore: Moreno Moroni Presidente ATVA (Associazione Tartufai delle Valli Aretine) e presidente dell’Urat (Unione regionale associazione dei tartufai toscani) Agricoltore, tartufaio, addestratore, in questa molteplice veste ha seguito negli anni il crescere del fenomeno tartufo in Toscana ed oggi nelle sue diverse cariche continua a fornire un contributo importante per la crescita della cultura del tartufo e della sua tutela.







RINGRAZIAMO TUTTI QUELLI CHE HANNO RESO POSSIBILE LA REALIZZAZIONE DI QUESTO PRIMO CORSO SULLA COLTIVAZIONE DEL TARTUFO.
PER RICHIEDERE CONSULENZA AI RELATORI O PER PROPORRE COLLABORAZIONI POTETE CONTATTARCI AI SEGUENTI RECAPITI:
Giorgio Del Pace: g.delpace@cia.it
Lorenzo Gardin: lorenzo@studiogardin.it
Giampaolo Vecchi: info@vecchivivai.it
Luca Rondinini: luca.rond@alice.it
Moreno Moroni: moroni.moreno@libero.it
Domizia Donnini: domizia@unipg.it
Mauro Pieri: info@fattoriasantavittoria.net
18 MAGGIO FATTORIA SANTA VITTORIA, FOIANO DELLA CHIANA AREZZO.

mercoledì 24 aprile 2013

SUONA FRANCESE: Concerto di primavera del PluralEnsemble (Villa Medici, 2 maggio)




Giovedì 2 maggio

Concerto di primavera del PluralEnsemble

Accademia di Francia a Roma – Villa Medici
Grand Salon
Roma
ore 20.30  


Ingresso libero fino ad esaurimento posti

Infoline  06 6761311


Nell'ambito del Festival Suona Francese, l'Accademia di Francia a Roma - Villa Medici presenta il concerto di primavera del PluralEnsemble, giovedì 2 maggio alle ore 20.30, parte del tour che ha visto il gruppo già impegnato a Madrid lo scorso 25 aprile presso l'Institut Français, e che sarà riproposto a Parigi nell'Espace Cardin il prossimo 15 maggio.

In tale ambito, i compositori, Samuel Andreyev (Casa di Velazquez),  Kenji Sakai (Casa di Velazquez),  Francesco Filidei (Villa Medici), Juan Pablo Carreño (Villa Medici) e Leilei Tian (Villa Medici) hanno creato un programma che rappresenta le tendenze più innovative della creazione musicale, senza alcuna esclusione di genere ed estetica.

Il PluralEnsemble, ensemble strumentale specializzato in musica del XX e del XXI secolo, è stato fondato nel 1998 da Fabian Panisello, suo attuale direttore, per contribuire allo sviluppo della musica contemporanea. Cercando di ottenere una qualità di interpretazione sempre più elevata, presenta, ogni anno, una stagione di concerti presso l'Auditorium Nazionale di Madrid e in tournée in Spagna e all'estero, alternando un repertorio solistico a quello per ensemble.

Il programma che il PluralEnsemble propone quest'anno, consente per la prima volta di ascoltare insieme i compositori borsisti all'Accademia di Francia a Roma - che hanno soggiornato a Roma nel 2012-2013 - e quelli della Casa di Velázquez, altra grande residenza artistica, creata dalla Francia all'estero.


Il programma della serata:

Juan Pablo Carreño
Mi fe naufraga (2013), creazione
per piccolo, oboe, clarinetto basso e elettronica
 
Anton Webern
Quattro pezzi per violino e piano opus 7 (1910)

Leilei Tian
The Hymn of the Pearl (2011)
per flauto, clarinetto, violino, violoncello e elettronica
 
Anton Webern
Tre piccoli pezzi per violoncello e piano opus 11 (1914)

Francesco Filidei
Finito ogni gesto (2010)
per flauto, oboe, clarinetto, violino, violoncello, percussioni
 
[Pausa]

Kenji Sakai
La naranja atraviesa la noche (2013), creazione
per percussioni solista, flauto, oboe, clarinetto, violino, violoncello, pianoforte e elettronica
 
Olivier Messiaen
Petites esquisses d'oiseaux n°3 "le rouge gorge" et n°4 "la grive musicienne" (1985)   
per pianoforte
 
Samuel Andreyev
With Regards to Last Week's Concert (2013), creazione
per pianoforte solista, flauto, clarinetto, violoncello, percussioni

Manuel de Falla
Concerto per piano e cinque strumenti



IIl  festival Suona francese è organizzato e promosso dall'Ambasciata di Francia in Italia e l'Institut français Italia, con il sostegno dell'Institut français, della Fondazione Nuovi Mecenati, della Sacem, del Ministère de la Culture et de la Communication e del Ministero dell'Istruzione e della Ricerca - Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.


Suona francese

Official Web site:
http://www.institutfrancais-italia.com/

Social Media:
https://www.facebook.com/Suona.francese
twitter.com/suonafrancese
#suonafrancese

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it


venerdì 19 aprile 2013

OMAT lancia il Manifesto per l'Italia Digitale

Presentato ufficialmente il Manifesto per l'Italia digitale, iniziativa che sta raccogliendo l'adesione dei maggiori player del settore e di chi crede in un'Italia più efficiente, smart e innovativa.   
 
Milano, 19 aprile 2013 - Si è conclusa con successo l'edizione milanese di OMAT, la principale mostra convegno italiana dedicata alla gestione delle informazioni digitali e dei processi aziendali, che si è svolta il 17 e 18 aprile presso l'Atahotel Executive.
Un ampio programma di conferenze e il coinvolgimento dei principali esperti del mondo digitale sono stati gli ingredienti fondamentali di una manifestazione che ha raggiunto quest'anno la quarantaduesima edizione, vero e proprio record per il settore. 
In particolare, OMAT Milano 2013 ha ospitato la presentazione del Manifesto per l'Italia Digitale.
Nato da un'idea del Professor Benedetto Santacroce e sostenuto da numerose personalità di primo piano nell'ambito della digitalizzazione, il Manifesto per l'Italia Digitale ha l'obiettivo di favorire lo sviluppo di un quadro normativo bloccato da troppo tempo in una situazione di stallo che non agevola l'attività di imprese e amministrazioni.
Uno strumento abilitante e indipendente, che si propone di aggregare tutti coloro che considerano l'innovazione un fattore chiave per un Paese più efficiente e competitivo, in Europa e nel mondo.
Il testo integrale del manifesto è disponibile all'indirizzo
www.omat360.it/manifesto, dove è anche possibile effettuare la propria sottoscrizione.
"Siamo particolarmente orgogliosi di aver ospitato a OMAT la presentazione ufficiale del Manifesto per L'Italia Digitale", ha dichiarato Domenico Piazza, Senior Partner di ITER (la società organizzatrice), "un progetto in cui crediamo fortemente e un impegno concreto per promuovere l'innovazione in un Paese che ha ancora tanta voglia di fare".
"
Il manifesto", sottolinea il Professor Santacroce, "vuole essere un primo contributo per far capire che la rivoluzione digitale che in Italia bisogna realizzare in tempi rapidi e con risultati effettivi passa anche dall'attuazione di normative abilitanti. Questo risultato, che segue una filosofia della politica dei piccoli passi, è ancora più positivo quando i provvedimenti possono per il loro specifico contenuto essere d'aiuto alle istituzioni e possono costituire il volano per il mercato".
 

Informazioni:

www.omat360.it/mi13
 

Be Racing festeggia i tre anni di attività con Eugene Laverty

Sabato 20 Aprile dalle 10.00 alle 19.00 si svolgerà l'Alpinestars Race Experience.
Ospite d'onore dello store Be Racing sarà Eugene Laverty del Team Aprilia Racing del campionato mondiale SuperBike

Via Vittime del Razzismo s.n.c.
 (EX via del Commercio s.n.c.)
26817 San Martino In Strada (LO).
Moltissime le promozioni e le offerte che Be Racing presenterà su tute, guanti e stivali.
In occasione dell'esclusiva giornata "Alpinestars Race Experience" tutti gli interessati potranno gratuitamente incontrare il noto pilota e prendere visione di tutta la gamma di prodotti racing del marchio, direttamente su un truck Alpinestars.

In esposizione le tute dei piloti della MotoGP: Stoner (versione speciale Repsol Anniversary), Pedrosa e Lorenzo.
Durante la giornata saranno inoltre presenti dei tecnici Alpinestars che illustreranno i prodotti racing a clienti e curiosi ed effettueranno la dimostrazione della tuta Racing Replica con Airbag.
Un evento interamente dedicato agli amanti della Superbike e del racing durante il quale verranno presentate tutte le novità del Marchio cinquantenario.

www.beracing.it


Indirizzo:
Be Racing S.r.l.
Via Vittime del Razzismo s.n.c.

(EX via del Commercio s.n.c.)

26817 San Martino In Strada (LO)                       Telefono: 0371 475203

lunedì 15 aprile 2013

Pierluca Ardito executive chef del “Nobis” ristorante del Grand Hotel La Chiusa di Chietri ad Alberobello



“Nuova cucina tutta mediterranea”


"Mediterraneo da scoprire" e`la filosofia del Nobis ristorante a la carte del Grand Hotel La Chiusa di Chietri, rinnovato nello stile, arricchito nella varietà di piatti e aperto al pubblico tutti i giorni.

Tutti gli ingredienti vengono dosati con grande sapienza dal team di cucina capitanato dal pluripremiato executive chef Pierluca Ardito.


Alla base di ogni piatto c'è la voglia di rivisitare la tradizione culinaria tipica dell'alimentazione mediterranea, fatta di accostamenti delicati che esaltano il palato e la percezione organolettica di ogni gusto.

Le materie prime vengono scelte con grande attenzione e cura affinché possano essere a chilometro zero, di alta qualità e quanto più naturali possibile, in una interconnessione molto forte tra piacere e salute. Infatti numerosissime ricerche effettuate in tutto il mondo vedono la cucina mediterranea come ricchissima di vitamine, sali minerali ed eccipienti indispensabili per preservare il corpo dall'invecchiamento precoce, per il controllo del peso e per mantenere un ottimo stato di salute.



Così secondo la tradizione ogni pietanza e` un vero e proprio risveglio dei sensi poiché con la sua bontà non solo racconta la storia antica di uno dei popoli che vive o ha vissuto le rive del Mediterraneo, ma inebria grazie ad accostamenti tra cereali, legumi, verdure, carni e pesce, tutti alimenti genuini alla base di questa cucina.
Lo chef Pierluca Ardito nonostante la sua giovane età ha maturato grande esperienza nell'uso di spezie ed erbe aromatiche che impreziosiscono ogni  piatto in modo del tutto speciale e gradevole.
Seguici su Facebook

Pierluca Ardito best awards

2012 Team Manager della Nazionale Italiana Cuochi
2011 Chef dell'anno (Solidus)
2006 Vicecampione del mondo tra i Team regionali "Culinary World Cup Expogast" -   
        Luxemburg
2005 medaglia d'oro "Salon Culinaire Mondial" - Basilea Svizzera
2004 medaglia d'Argento "Ika Olympiade der Koche"- Erfurt Germania
2003 e 2004 "Campione d'Italia" a squadre - Marina di Massa Italia
2002 medaglia d'Oro "Campionato Europeo di cucina" Salisburgo Austria
2001 medaglia d'Oro e d'Argento "Internazionali d'Italia" Marina di Massa Italia
 

venerdì 12 aprile 2013

BELLANNA E INVINCIBELLE, LE REGINE DELLA FESTA DELLE ORTENSIE


Bussolengo (Vr). Dal 13 al 28 aprile 2013 al Flover Garden Center la Festa delle Ortensie con esemplari rari e in esclusiva dal mercato americano.

Sabato 13 aprile 2013 corso didattico gratuito con Rita Paoli e degustazione del pregiato Tè all’ortensia.

Bianco, rosa, azzurro. In primavera i giardini riprendono vita e i colori delle ortensie con i loro fiori a cespuglio regalano splendidi scorci. Flover Garden Center di Bussolengo (Vr) dedica a questa pianta così nota, ma che nasconde molto segreti la Festa delle Ortensie: dal 13 al 28 aprile 2013 esposizioni di diversi esemplari, corsi didattici per imparare come coltivare e ottenere la massima fioritura da queste piante e…degustazioni di Tè. Si perché dall’altra parte del mondo il Tè all’ortensia è uno dei più ricercati e amati.

Ortensie in festa - Da giardino, rampicate, rifiorente, arbustiva. Dal 13 al 28 aprile 2013 negli spazi espositivi del Flover Garden Center di Bussolengo (Vr) sarà possibile ammirare tante specie di ortensie, da quelle più conosciute che vediamo fiorire nei nostri giardini ad altre più rare. In esclusiva per il mercato italiano, alla Festa delle Ortensie di Flover, saranno presenti alcune novità americane arbustive di Hydrangea, questo il nome scientifico dell’Ortensia: Bellanna, Invincibelle e Incrediball. La prima, dai colori chiari, ha rami particolarmente flessuosi, che la fanno incurvare fino a terra, rosa sono invece i fiori di Invincibelle, nata da un incrocio di Bellanna, mentre Incrediball vanta enormi cespugli fioriti bianchi.
Sabato 13 aprile 2013, alle 15.00, presso Flover di Bussolengo, Rita Paoli, collezionista ed esperta di hydrangee, terrà un corso didattico aperto a tutti gli appassionati che vorranno conoscere la storia e i segreti di queste bellissime piante e imparare a mettere in pratica gli accorgimenti necessari per avere un’ortensia perfetta.

L’Ortensia tra Oriente e Occidente - Non solo un fiore. Dall’ortensia deriva anche un Tè molto pregiato, che si potrà assaporare sabato 13 aprile 2013 assieme a Rita Paoli, attenta a spiegarne tutte le caratteristiche e particolarità ai partecipanti. Famoso e raro deriva da una famiglia di ortensie ed è usato in Giappone in particolari celebrazioni. E' dolce con ricordi di liquirizia, persistente e avvolgente.
La Festa delle Ortensie di Flover richiama a una delle feste nazionali del Giappone, Hana Matsuri, la festa dei fiori che cade ogni anno l’8 di aprile e con la quale si celebra la nascita del Buddha. La cerimonia si basa su un rito chiamato Kambutsu-è, durante il quale la statua viene lavata con tè dolce (amacha) ottenuto da foglie di particolari tipi di ortensie. La miniatura del Buddha, in bronzo, viene piazzata al centro di un fiore di loto e tutti devono versare un po’ di questo infuso sulla statua per tre volte, con un cucchiaio di bambù. Il tè dolce rappresenta l’acqua pura versata sulla testa del Buddha dai draghi.
L’infuso viene fatto con foglie seccate di particolari hydrangee, le cui foglie sono ricche di una sostanza naturale edulcorante che dà all’infuso il caratteristico sapore dolciastro tanto da essere usate come dolcificante prima dell’introduzione dello zucchero. Nel passato la gente pensava che questo tè avesse poteri magici: usavano l’amacha come inchiostro per scrivere delle formule magiche, che poi venivano appese al portone di casa per tenere lontani serpenti e insetti.

Info: www.flover.it; tel. 045 6770100 - info@flover.it

Alleviare la sofferenza da insonnia

Forse la regola più importante per le persone che soffrono di insonnia è quello di mantenere un rigoroso ritmo sonno-veglia, anche durante il fine settimana. Se non si riesce a dormire una notte, alzarsi al vostro solito orario la mattina successiva e non fare mai alcun tipo di sonnellino per cercare di recuperare un po’ di sonno. Se si schiaccia un pisolino infatti, si avrà più difficoltà a dormire la notte successiva, e in tal modo non si fa altro che aggravare la vostra insonnia.

E 'meglio lasciare perdere e il sonno arriverà in modo così naturale la notte dopo che sarà più facile riuscire a dormire la notte successiva. Stabilire un rituale può anche essere utile per gli adulti. Ma per combattere efficacemente l’insonnia può essere utile anche fare un bagno caldo almeno due ore prima di coricarsi, che è un modo meraviglioso per rilassare il corpo e renderlo pronto per dormire.

Per la maggior parte delle persone infatti, fare un bagno troppo ravvicinato al momento di coricarsi può essere addirittura stimolante e può ritardare il sonno (naturalmente anche in questo caso ci sono sempre delle eccezioni, da sperimentare con il tempo se è necessario).

giovedì 11 aprile 2013

A Varese la comunicazione industriale prende il volo

Dopo il successo della scorsa edizione, torna anche quest’anno l’appuntamento con il PROFIBUS & PROFINET Day, la giornata convegnistica organizzata da Consorzio PNI (PROFIBUS Network Italia) in programma il prossimo 17 aprile nell’emozionante Parco e Museo del Volo - Volandia, a pochi passi dall’aeroporto di Malpensa.


L’evento sarà volto ad approfondire i temi e le innovazioni nell’ambito della comunicazione industriale, sia per il settore manifatturiero che del processo; una giornata all’insegna di tecnologia ed innovazione, grazie agli interventi di personalità di rilievo del mondo accademico e di illustri ospiti che presenteranno casi di successo. Tra questi, il Dott. Maurizio Brancaleoni, vice presidente di ANIMA-Confindustria e presidente di UNI Valvole Industriali, presenterà due casi significativi nel campo della difesa dell’ambiente e nella produzione di energia elettrica; l’Ing. Marco Vecchio, segretario AssoAutomazione-ANIE affronterà il tema del wireless nella comunicazione industriale; l’Ing. Giuseppe Galbiati, chief engineer di Mandelli Sistemi, presenterà un’esperienza relativa all’applicazione di PROFIBUS DP ai centri di lavoro dell’azienda; l’Ing. Claudio Locatelli, voce autorevole di Italcementi Group, condividerà infine quanto sperimentato dalla sua azienda sull’utilità dei bus di campo per la produzione del cemento.

Al termine dei lavori, gli ospiti saranno imbarcati per un'emozionante visita al parco e museo dedicato al sogno del volo - Volandia, nell'area delle storiche Officine Aeronautiche Caproni. Un tuffo nella storia dell'aeronautica e dello spazio, per oltre 60.000 mq di archeologia industriale; la conclusione perfetta di una giornata all'insegna della tecnologia.

Come di consueto, esperti ed operatori del settore saranno a disposizione per rispondere alle domande dei partecipanti ed approfondire i temi di interesse.

La partecipazione all’evento è gratuita, previa registrazione, ed aperta a tutti gli interessati. Sono disponibili gli ultimi posti. Per consultare il programma dettagliato ed iscriversi all’evento visitare il sito www.profi-bus.it.



Per ulteriori informazioni:

Consorzio PNI

PROFIBUS Network Italia

info@profi-bus.it

domenica 7 aprile 2013

Spumanti e vini Franciacorta

Franciacorta è un vino spumante prodotto in Lombardia con la dicitura DOCG e realizzato con uve coltivate entro i confini del territorio della Franciacorta, sulle colline di una serie di comuni a sud del Lago d'Iseo in provincia di Brescia. E 'stato premiato DOC già nel 1967, e la denominazione è stata estesa poi anche tra vini fermi rossi e bianchi. Dal 1995 la classificazione DOCG ha applicato esclusivamente agli vini spumanti della zona.

Con le sue direttive, il Franciacorta è diventato il primo DOC e nel 1990, il Consorzio per la Tutela del Franciacorta è stato costituito per determinare e stabilire i codici di autoregolamentazione, con una graduale riduzione delle rese e l'eliminazione dell'uso di Pinot grigio, diventando l’ente considerato responsabile per la supervisione del vino Franciacorta DOCG nel 1995. Dal 1 ° agosto 2003, Franciacorta è stato l'unico vino italiano non obbligato a dichiarare la sua denominazione DOCG sull'etichetta, allo stesso modo dello Champagne, al quale è consentito di escludere dalle sue etichette la dicitura DOC.

 Dal 1996 al 2006, la vendita di Franciacorta è cresciuta da 2.9 a 6.7 milioni di bottiglie. La distribuzione delle coltivazioni di vigneti di Franciacorta è così composta: 85% Chardonnay, 10% Pinot nero e il 5% Pinot bianco.

venerdì 5 aprile 2013

Berlucchi, la sostenibilità è da oggi condivisa

La sostenibilità diventa esperienza condivisa: è da oggi on line il primo e unico sistema per il monitoraggio on line del fotovoltaico nel mondo del vino.

Si tratta di un progetto della Guido Berlucchi di Borgonato in Franciacorta, che conferma così la sua attitudine pionieristica - suoi il primo Franciacorta, nel 1961, e il primo rosé metodo classico italiano, Max Rosé, creato nel 1962.

Si accede al monitor dal sito www.berlucchi.it, tramite il logo "Berlucchi Green".

L'applicazione è collegata al grande impianto installato sulla cantina di vinificazione, sistema che produce il 39% dell'elettricità utilizzata in cantina (dato 2012).

Il monitor permette di visualizzare la produzione energetica quotidiana dell'impianto e quella registrata dal suo avvio nel 2011, insieme alle emissioni di anidride carbonica evitata, i barili di petrolio non consumati, gli alberi a medio fusto risparmiati.

I numeri visualizzati sono importanti, e fanno riflettere sull'urgenza di trovare alternative vere, concrete in tema energetico.

Il monitor, realizzato dalla web agency Ocho Durando, mostra anche i dati meteo della stazione di rilevamento nel vigneto Brolo, attiguo alla sede storica, e un approfondimento sulle tematiche "verdi", dalla fertilizzazione mirata fino al risparmio idrico e al progetto ITA.CA, grazie al quale l'azienda ha recentemente ottenuto la certificazione ISO.

L'impianto fotovoltaico, composto da 2.600 pannelli, è stato realizzato dalla cooperativa sociale onlus Cantiere del Sole di Brescia.

La cooperativa promuove l'integrazione di soggetti socialmente svantaggiati, che con l'attività lavorativa possono apprendere nuove abilità e riacquistare dignità.

 

www.berlucchi.it

mercoledì 3 aprile 2013

Marianna Casciello Handmade: borse, abitini sartoriali ed accessori alla moda realizzati a mano

Ago e filo, ferri o crochet e tanta, tanta fantasia. Sono questi i protagonisti principali di un’arte, quella del cucire, che, pur tramandandosi di generazione in generazione, di madre in figlia, sempre più raramente riesce a imporsi nella moda di tutti i giorni.

Con lo scopo di contrapporsi a questo meccanismo che tende a rendere seriale la produzione di abiti e a dare luogo ad una moda nella quale lo stile si configura come un’espressione sempre più predefinita e meno personale,Marianna Casciello ha creato una linea di prodotti sbarazzina e giovanile che fanno proprio della loro fattura artigianale quel quid in più che li rende un indumento capace di distinguersi da tutti gli altri.

I capi contrassegnati dall’emblema Marianna Casciello Handmade, infatti, sono realizzati singolarmente in maniera artigianale e secondo le modalità più tradizionali facenti capo all’arte del cucito. Tale peculiarità rende ognuna di queste realizzazioni una vera e propria opera unica ed irripetibile.

Marianna Casciello è una stilista fuori dagli schemi, alla quale va il merito di aver creato praticamente dal nulla una realtà che oggi è un punto di riferimento in termini di stile e di qualità. Le sue creazioni si mettono in luce per il loro stile molto personale ma mai eccentrico, frutto del genio di una stilista che ha fatto del suo amore per la cura del vestire il tratto distintivo che rende uniche e speciali le sue creazioni.

La semplicità dell’immagine dei prodotti Marianna Casciello Handmade si traduce in un’azienda "umana", grazie alla quale il pubblico può interagire a mezzo mail con la stilista con lo scopo di proporre le idee migliori per la creazione di nuovi abiti.

Ma la linea di prodotti che recano l’effige di Marianna Casciello non si limita ad includere i soli abiti e le solite borse: infatti, il ricco catalogo Marianna Casciello Handmade, consultabile e scaricabile dal sitowww.mariannacasciello.it, è ricco di numerosissime proposte, tra le quali spiccano la vasta scelta di borse e sciarpe.

Nonostante gli elevatissimi standard qualitativi, i prodotti Marianna Casciello Handmade sono davvero alla portata di tutte le tasche; parimenti, anche il suo sito internet, pur curato ed estremamente gradevole, appare essere particolarmente semplice da consultare: infatti, accanto ad ogni prodotto in vendita è posto un pratico ed evidente comando che rimanda al proprio personale carrello. Il pagamento della merce acquistata può essere effettuato tramite paypal ed eventuali modifiche o richieste particolari possono essere inviate direttamente dal sito a Mariana Casciello.

Il sito consente inoltre di registrarsi alla sua newsletter e di rimanere costantemente aggiornati su tutte le news relative al negozio online.
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI