CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

sabato 12 marzo 2016

PROFUGHI: INTERSOS INTERVIENE IN GRECIA “EMERGENZA OGNI GIORNO PIÙ GRAVE, LANCIAMO APPELLO PER UNA MOBILITAZIONE UMANITARIA”



Sono 132.177 i profughi arrivati in Grecia da Gennaio 2016. L'anno precedente, nello stesso periodo erano stati 3.200. Ogni giorno si registrano in media 2mila arrivi. Sono i numeri di un'emergenza umanitaria che si aggrava di giorno in giorno. 
Attualmente 14.000 persone sono bloccate a Idomeni, tra Grecia e Macedonia, nel centro temporaneo che ne dovrebbe ospitarne al massimo 1.500. La situazione nel centro è drammatica, le condizioni igieniche scarse, gli alloggi insufficienti, i servizi primari non bastano. Sono in totale tra 30 e 50mila i profughi attualmente presenti sul territorio greco, e nuovi campi profughi, di cui tre già ospitano tra 2.000-3.000 persone, stanno nascendo lungo tutto l'asse che collega Salonicco, a Policastro e al confine macedone.
Il 91% di questi profughi è in fuga da Afghanistan, Iraq e Siria, paesi colpiti da conflitti, e hanno, quindi, diritto, in base alle convenzioni internazionali, allo status di rifugiato.  

La chiusura delle frontiere e la volontà di bloccare la rotta balcanica come via di transito sta esasperando questa situazione e la drammatica condizione di migliaia di persone, di cui il 60% per certo sono donne e bambini, in fuga da contesti di conflitto e violenze.

INTERSOS, già operativa in Serbia e in Italia nell'assistenza ai rifugiati e ai profughi in transito, ha avviato un intervento di supporto alla risposta umanitaria in Grecia. Nella prima fase dell'intervento, con un team mobile, composto da due mediatori culturali, un medico, un paramedico, un logista e un coordinatore, e in collaborazione con le organizzazioni greche ARSIS e Solidarity Now, lo staff INTERSOS fornirà prima assistenza medica e servizi comunitari ai profughi bloccati sul territorio greco nell'area tra Salonicco e Idomeni.

"Quanto sta avvenendo in questi giorni nei paesi dell'Unione Europea ci riporta a momenti bui della nostra storia – afferma il Direttore Generale di INTERSOS Kostas Moschochoritis. L'inadeguatezza delle risposte, insieme al cinismo e alla miopia di molti governi, sta rendendo la situazione sempre più grave. Per questo, come organizzazione umanitaria italiana, accanto al nostro impegno quotidiano sul campo, vogliamo lanciare anche un appello alla mobilitazione civile, per diffondere la conoscenza di quanto sta avvenendo, fare pressione perché si riaffermi il principio di umanità nelle scelte politiche e per chiedere che si moltiplichino i canali di aiuto nei confronti di donne, uomini e bambini che hanno messo in gioco tutto per sfuggire a guerre e violenze". 

"L'incidenza e la portata di questo afflusso migratorio verso l'Europa, attraverso la rotta balcanica, non sono casuali. Non si tratta di un fenomeno inaspettato, la crisi umanitaria che si sta verificando ha cause prevedibili, legate alle scelte politiche perseguite fino ad oggi dai governi europei. Stiamo intervenendo in Grecia perché le condizioni umanitarie a cui sono costretti i profughi hanno raggiunto una gravità inaccettabile," spiega Cesare Fermi, Direttore del Programma Migrazioni INTERSOS. "La scelta di utilizzare un team mobile per fornire assistenza umanitaria alle persone in transito, lungo la rotta balcanica, ci permette di essere più velocemente operativi dove c'è bisogno, di adattare l'intervento ai rapidi cambiamenti nei percorsi migratori e soccorrere i profughi anche in zone più isolate."

Si può sostenere l'intervento di INTERSOS in Grecia, donando:
- con bonifico bancario alla Banca Popolare Etica con le coordinate bancarie
Codice IBAN: IT 07 U 05018 03200 000000 555000.
- Con conto corrente postale N: 87702007 intestato a INTERSOS, via Aniene 26/A, Roma. 
- Con carta di credito, on line https://www.intersos.org/dona-ora/?id_donation=6000

INTERSOS, organizzazione umanitaria italiana impegnata nell'assistenza a popolazioni in fuga da conflitti e catastrofi ambientali in 17 paesi nel mondo, ha avviato un programma operativo dedicato alle migrazioni, per essere in grado di rispondere ai crescenti bisogni di profughi, migranti e richiedenti asilo in Europa. Dal 2011, a Roma, è operativo un centro notturno che accoglie minori stranieri in transito, e garantisce loro protezione. Nel 2014 è stato avviato a Crotone un progetto di assistenza medica gratuita per migranti, richiedenti asilo e persone in difficolta. Da luglio 2015, un team mobile INTERSOS è operativo in Serbia, lungo i confini con Croazia e Ungheria, per fornire assistenza ai profughi in transito verso i paesi dell'Europa del nord.


--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *