Cerca nel blog

venerdì 29 maggio 2015

AGIRE. TERREMOTO NEPAL: OLTRE DUE MILIONI DI EURO RACCOLTI IN UN MESE

La stagione delle piogge peggiora le condizioni di vita degli sfollati e la situazione umanitaria.
LA RACCOLTA FONDI PROSEGUE FINO AL 31 OTTOBRE 2015.

Si chiude oggi, 29 maggio, la prima fase dell'appello AGIRE e EXPO Milano 2015 per il Nepal che ha fino ad oggi consentito di raccogliere oltre 2 milioni di euro di fondi privati.

"Gli italiani hanno risposto all'appello AGIRE e EXPO Milano 2015 per il Nepal donando oltre 1.300 mila euro. A questi si aggiungono i 739 mila euro che  le organizzazioni del nostro network hanno raccolto dai rispettivi sostenitori. Il totale delle donazioni ricevute supera quindi i 2 milioni di euro" dice Shelly Sandall, Presidente di AGIRE.  "Un risultato che ci permette di proseguire i nostri programmi umanitari anche oltre la prima emergenza. "
I fondi sostengono gli interventi di 7 organizzazioni non governative associate alla rete di AGIRE.

"Vogliamo che i nostri donatori siano certi che le risorse che ci hanno affidato arrivino a destinazione. Per questo da metà giugno saranno pubblicati sul sito di AGIRE anche i progetti a medio termine a cui destineremo i fondi e nei prossimi mesi sarà possibile seguirne la realizzazione attraverso report d'attività, immagini e testimonianze dal campo" conclude Sandall.
Il 91% di ogni euro ricevuto è destinato ai programmi di risposta all'emergenza delle organizzazioni. L'1% viene utilizzato per migliorare la qualità degli interventi umanitari attraverso attività di monitoraggio e valutazione dei programmi, realizzati da esperti internazionali esterni ed indipendenti, l'8% copre i costi del meccanismo di raccolta fondi congiunto.

Intanto in Nepal gli operatori umanitari corrono contro il tempo. L'arrivo dei monsoni è previsto il 5 giugno nella parte est del Nepal da dove poi si estenderanno fino all'area occidentale. La durata media della stagione delle piogge è di  105 giorni, periodo in cui le precipitazioni acute causano ogni anno inondazioni e frane in Nepal. Dal 25 aprile ad oggi sono già state segnalate oltre 3000 frane, un numero superiore a quello registrato negli ultimi 5 anni. Si prevede quindi che l'effetto combinato di piogge e terremoto renderà la situazione molto complessa.

Le condizioni climatiche peggioreranno le condizioni di vita di coloro che sono stati costretti dal terremoto ad abbandonare le proprie case, complicando la situazione igienico-sanitaria e rendendo maggiore il rischio di malattie respiratorie e gastro intestinali ma anche di malaria legata alla diffusione di zanzare.

Sempre più complesso il lavoro degli operatori umanitari: la percorribilità delle strade, soprattutto nelle aree di montagna, sarà ulteriormente ridotta e anche le consegne aeree saranno difficili per via di pioggia, vento e scarsa visibilità.

Di fronte a questa nuova sfida non si ferma l'impegno di chi si è mobilitato per sostenere i sopravvissuti al terremoto in Nepal. 

Fino al 31 ottobre 2015*
è possibile sostenere i programmi di risposta all'emergenza delle ONG di AGIRE donando attraverso i seguenti canali:

Numero Verde 800.132.870
On-line: con carta di credito, Paypal o PagoInConto (per clienti del gruppo Intesa Sanpaolo) sul sito www.agire.it
Banca: con bonifico bancario su conto corrente IBAN: IT79 J 03359 01600 100000060696 intestato ad AGIRE onlus, presso Banca Prossima, Causale: "Emergenza Nepal"
Posta: con bollettino postale sul conto corrente postale n. 85593614 o bonifico postale al seguente IBAN: IT 79  U 07601 03200 000085593614, intestato ad AGIRE onlus, Via Aniene 26/A - 00198 Roma, Causale: "Emergenza Nepal"

*I fondi raccolti da oggi e fino al 31 ottobre saranno oggetto di ulteriori allocazioni ai progetti già in corso.

Nessun commento:

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI