CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Marketing & Comunicazione

Cerca nel blog

giovedì 31 luglio 2014

Gaza: Save the children, quasi un milione di bambini intrappolati senza elettricità, acqua e servizi medici a causa dell’esaurimento di carburante


Le strutture sanitarie sono al collasso per l'incremento di parti prematuri, casi da trauma e mancanza di medicine.

Elettricità e acqua si stanno esaurendo e le famiglie di Gaza stanno affrontando il completo collasso dei servizi essenziali. Le strutture sanitarie sono particolarmente colpite e alcuni ospedali hanno carburante necessario a far funzionare i generatori di elettricità solo per altri 4-5 giorni. Un milione di bambini rischia di rimanere intrappolato in una zona di guerra senza accesso all'elettricità, all'acqua o ai servizi medici.

Allo stato attuale, in seguito agli attacchi aerei sull'unica centrale elettrica di Gaza, i residenti stanno ricevendo energia elettrica per un massimo di due ore al giorno, se non per niente. Non sono stati consegnati rifornimenti idrici e le pompe per liquame non funzionano, ed esso si riversa nelle strade causando serie preoccupazioni per la possibile diffusione di malattie nei rifugi sovraffollati.

"In ospedale abbiamo carburante forse per una settimana al massimo e se finisce dovremo fermare il nostro lavoro. Sarà davvero un disastro. Il nostro è uno dei pochi ospedali che sta lavorando in quest'area. Se questa guerra continua, a Gaza tutto collasserà", denuncia Yousef al-Sweiti, Direttore dell'ospedale al-Awda, supportato da Save the Children nel nord di Gaza.
Le strutture sanitarie di Gaza sono state attaccate e sono già oltre il limite per l'elevato numero di casi da trauma, l'aumento di parti prematuri e per la scarsità di forniture di medicinali.

David Hassel di Save the Children dichiara: "Il gigantesco sforzo che si sta facendo negli ospedali di Gaza, con dottori e infermieri che cercano di salvare le vite dei bambini in condizioni disperate, sottolinea l'assoluta necessità di un cessate il fuoco duraturo. Le organizzazioni umanitarie debbono avere la possibilità  di portare cibo, acqua, medicine  e carburante – di cui c'è estremo bisogno – per alleviare le sofferenze dei bambini".
"Il completo collasso del sistema sanitario e delle infrastrutture a Gaza sarebbe catastrofico per i bambini che stanno già pagando con le loro vite: ogni ora muore un bambino".

Save the Children condanna qualsiasi distruzione di infrastrutture civili, compresi gli attacchi alle scuole e chi li compie ne dovrà risponde.
Save the Children fa appello alla comunità internazionale affinché risponda alla guerra in corso contro i bambini mettendo in campo tutta la sua influenza diplomatica per fermare questo bagno di sangue e fare sì che le parti in conflitto concordino misure di lungo periodo che fermino questa assurda spirale di violenze, compresa la fine del blocco.


Per sostenere l'intervento di Save the Children a Gaza:
http://www.savethechildren.it/gaza

Mons. Dal Covolo: Gesù dice: “Là dove è il tuo tesoro, lì è il tuo cuore."

Ad “Ascolta si fa sera”, il programma di informazione religiosa di Rai Radio 1, la meditazione diMons. Dal Covolo, Rettore lateranense. Dal Covolo: “Gesù dice: “Là dove è il tuo tesoro, lì è il tuo cuore. Gesù Cristo ci propone se stesso e il suo Vangelo. Seguendo lui – egli ci promette – avremo il centuplo quaggiù e l’eternità”.
Enrico Dal Covolo, Rettore lateranense_480 
Enrico Dal Covolo, Rettore lateranense
Pubblichiamo la meditazione di monsignor Enrico dal Covolo, Rettore Magnifico della Pontificia Università Lateranense, per la puntata di domenica 27 luglio del programma di informazione religiosa “Ascolta si fa sera” di Rai Radio 1.
E’ capitato nel 1867. Nell’Africa meridionale, precisamente nel Transvaal, un mercante passava per un villaggio. Vicino alle ultime case, c’era un gruppo di ragazzi che giocavano nella sabbia.
Uno di loro teneva in mano un oggetto che brillava al sole. Il mercante, incuriosito, fermò il suo cavallo, e chiese: “Che cos’hai nella mano?”.
“Una pietra!”, rispose il ragazzo ridendo. Il mercante estrasse dalla tasca qualche pallina di vetro colorato, e disse: “Dammi quella pietra, e io in cambio ti darò un sacchetto di belle palline colorate, come queste”.
Il ragazzo molto volentieri scambiò la sua pietra luccicante con il sacchetto di palline variopinte.
Il mercante corse subito dal gioielliere nella città più vicina, gli mostrò la pietra e gli chiese: “Che cosa è?”. Il gioielliere inforcò il monocolo, ed esaminò la pietra in tutte le sue sfaccettature; poi, pieno di meraviglia, esclamò: “Ma è un grande, preziosissimo diamante!”. “Grazie!”, rispose il mercante nascondendo la propria emozione. Non volle rispondere alle domande sulla provenienza di quella pietra, e di come ne fosse venuto in possesso.
Poi raccolse i soldi che aveva, tornò al villaggio, e acquistò tutto il campo dove giocavano i fanciulli. Ci trovò molti altri diamanti.
Il primo diamante, quello che gli aveva dato il ragazzino, era il più grosso di tutti, e venne poi collocato come un pezzo di inestimabile valore all’Esposizione Internazionale di Parigi.
Perché vi ho raccontato questo episodio? Perché il Vangelo di oggi racconta una parabola di Gesù, che dice più o meno la stessa cosa.
In altro contesto, invece, Gesù dice: “Là dove è il tuo tesoro, lì è il tuo cuore”.
Qual è il mio tesoro, e dove è il mio cuore? Per che cosa – o per chi – sarei capace di lasciare tutto il resto, pur di conquistarlo?
Gesù Cristo ci propone se stesso e il suo Vangelo. Seguendo lui – egli ci promette – avremo il centuplo quaggiù e l’eternità.

FONTE: Zenit

Gaza, Amnesty: necessaria indagine indipendente sull'attacco alla scuola di Jabaliya


L'attacco della notte del 29 luglio contro una scuola elementare della Striscia di Gaza, che ha causato almeno 20 morti e decine di feriti, puo' costituire un crimine di guerra e, secondo  Amnesty International, dev'essere oggetto di un'indagine indipendente.

La scuola gestita dall'Unrwa (l'agenzia Onu per i rifugiati palestinesi) nell'affollatissimo campo profughi di Jabaliya, ospitava oltre 3000 sfollati.

Sulla base dei frammenti di artiglieria raccolti sul posto, l'Unrwa ha dichiarato che la scuola e' stata colpita da un attacco israeliano, nonostante l'agenzia avesse per 17 volte comunicato le coordinate della scuola all'esercito israeliano.

Dall'8 luglio, quando e' iniziata l'operazione militare israeliana "Margine protettivo", sono state colpite sei scuole gestite dalle Nazioni Unite a Gaza.

"Se l'attacco alla scuola dell'Unrwa di Jabaliya fosse il risultato dell'azione dell'artiglieria israeliane, si tratterebbe di un attacco indiscriminato e come tale di un crimine di guerra. L'artiglieria non dovrebbe mai essere usata contro obiettivi situati in zone densamente abitate e il suo uso puo' essere considerato tutto meno che idoneo a portare a termine un cosiddetto attacco chirurgico" – ha dichiarato Philip Luther, direttore del Programma Medio Oriente e Africa del Nord di Amnesty International.

"Mentre il numero delle vittime civili continua a crescere in modo allarmante, Israele ha l'obbligo di prendere tutte le precauzioni possibili per proteggere i civili. E' assurdo che persone che avevano seguito gli avvisi dell'esercito israeliano a lasciare le loro case siano state ferite e uccise nottetempo in quello che pensavano fosse un riparo sicuro presso una scuola delle Nazioni Unite" – ha aggiunto Luther.

E' inevitabile che il ripetuto uso dell'artiglieria in zone fittamente abitate porti a uccisioni e ferimenti illegali di civili e al danneggiamento o alla distruzione di edifici civili, al di la' dell'obiettivo designato. Le forze israeliane hanno usato tattiche sconsiderate del genere in passato, come durante l'operazione Piombo fuso del 2008-2009, che causo' la morte di circa 1400 palestinesi, in maggior parte civili.

In tre occasioni l'Unrwa ha denunciato di aver rinvenuto razzi ammassati dai gruppi armati palestinesi all'interno di sue scuole che in quel momento non erano adibite a rifugi. Amnesty International ha chiesto ad Hamas e a tutti i gruppi armati palestinesi di non mettere a rischio i civili nascondendo munizioni in strutture delle Nazioni Unite e in altri edifici civili.

L'attacco alla scuola delle Nazioni Unite e' giunto il giorno dopo quello che ha gravemente danneggiato l'unica centrale elettrica di Gaza, per la cui riparazione occorrera' almeno un anno.

"Questo attacco, che ha privato di energia elettrica e acqua corrente la popolazione di Gaza e numerosi ospedali avra' conseguenze catastrofiche sul piano umanitario e con ogni probabilita' costituisce un crimine di guerra. Non puo' esservi alcuna giustificazione per colpire una struttura civile che fornisce servizi cruciali alla popolazione civile. Gli effetti devastanti di questo attacco potrebbero costituire una punizione collettiva nei confronti della popolazione di Gaza" – ha proseguito Luther.

"Il Consiglio Onu dei diritti umani, la settimana scorsa, ha istituito una commissione d'inchiesta per indagare sulle violazioni del diritto internazionale umanitario nel conflitto in corso. In profondo contrasto con le esperienze dei precedenti conflitti di Gaza, questa volta le indagini sui possibili crimini di guerra devono dare un risultato: portare i responsabili di fronte alla giustizia" – ha concluso Luther.

                                                                            

Roma, 31 luglio 2014

Per maggiori informazioni:

Documento di domande e risposte sul conflitto Israele/Gaza
http://www.amnesty.it/Conflitto-Israele-Gaza-domande-e-risposte

Appello "Stati Uniti: basta armare Israele!"
http://www.amnesty.it/usa-basta-armi-israele

GSF Fotovoltaico Puglia pronti a investire nelle rinnovabili

Fotovoltaico Puglia, Global Solar Fund, il fondo opera nel settore del fotovoltaico italiano, riparte dalla trasparenza annunciando un’attività di verifica e di riqualificazione degli asset di proprietà. E’ tempo di voltare pagina e di superare le difficoltà per poter tornare ad investire in Italia dopo aver recuperato la credibilità necessaria. GSF è il secondo operatore in Italia per potenza installata nel fotovoltaico, con 140 MW di impianti fotovoltaici in Puglia e in Campania.
Fotovoltaico Italiano Global Solar Fund_480
SI RIPARTE DALLA TRASPARENZA – Global Solar Fund, che opera nel settore del fotovoltaico italiano, prevalentemente in Puglia, annuncia un’attività di verifica e di riqualificazione degli asset di proprietà. “Trasparenza” è la parola chiave, nei confronti di tutti gli stakeholder, istituzionali e non, a cui si affianca un’altra parola eloquente: “discontinuità”.
Il binomio Suntech-Puglia in passato ha risentito di forti criticità. Oggi Giuseppe Tammaro, manager voluto dagli azionisti cinesi della Suntech per gestire la complessa fase di rilancio del Global Solar Fund, parla di attività di verifica e di riqualificazione degli asset di proprietà, incentrata sulla trasparenza, nell’ottica di riprendere gli investimenti nel comparto del fotovoltaico.
Giuseppe Tammaro, l’ad, ha dichiarato: “Siamo certi di poter superare brillantemente le attuali criticità e riprendere a investire in Italia nelle rinnovabili, perché crediamo che nel Paese ci siano ancora spazi per lo sviluppo di progetti di qualità”.
E’ tempo di voltare pagina, dunque, e di superare le difficoltà per poter tornare ad investire in Italia dopo aver recuperato la credibilità necessaria. GSF resta comunque il secondo operatore in Italia per potenza installata nel fotovoltaico, con 140 MW di impianti fotovoltaici in Puglia e in Campania.
LA VICENDA SUNTECH IN PUGLIA – Era il mese di novembre del 2013: la Suntech crolla, con l’istanza di bancarotta e il delisting, l’uscita da Wall Street. In Italia la Suntech arriva attirata anche dagli incentivi e sceglie la Puglia, le operazioni sono seguite dal Global Social Fund, fondo del Lussemburgo che la Suntech controlla per l’88%. Il resto è controllato da una società offshore di Shi nelle British Virgin Islands, la Best (Regent) Asia Group, e da una società di Singapore, la Gsf Capital, dello spagnolo Javier Ignacio Romero Ledesma, un personaggio chiave, che va a caccia in Italia di contatti utili a sviluppare il business.
Dall’Italia arrivano 6,5 milioni di euro, sotto forma di incentivi. Peccato che in Puglia però siano sorti troppi parchi, il che mette in allarme i magistrati: impianti al di sotto di 1MW nascondono progetti molto più grandi? Non solo, i bund tedeschi di Romero erano fasulli.
Anche la Suntech adesso è contro di lui e lo accusa – mentre partono gli arresti per truffa – di aver usato la Gsf Capital come cassa personale, sottraendo 16,8 milioni di euro per pagare una finanziaria inglese, la stessa che avrebbe concesso i bund. A marzo 2013 Romero e la Suntech arrivano ad un accordo: la Gsf Capital esce dal Global Solar Fund, Romero non ha responsabilità. Ma la Suntech è crollata.

FONTE: GreenBiz

mercoledì 30 luglio 2014

“PORTAMI CON TE” LA CAMPAGNA ESTIVA CONTRO L’ABBANDONO DI FRECCIA 45


FRECCIA 45
contro ogni forma di sfruttamento animale 


CAMPAGNE IN CORSO:
CONTRO il laboratorio

Aptuit-Glaxo
- Sezione VERONA -
Follow on Twitter
Freccia45org
Friend on Facebook

Forward to Friend

FRECCIA 45
SOSTIENICI
dando voce a chi non può parlare

www.freccia45.org

NO HARLAN
Contro la multinazionale
implicata nella vivisezione
www.noharlan.org

GLI ULTIMI
Il rifugio dei fuori casta
per roditori salvati
dalla vivisezione

www.gliultimi.org
 


Lecco, 30 Luglio 2014 - Partirà ad inizio agosto la campagna nazionale "PORTAMI CON TE" contro l'abbandono, con la messa in onda sui canali MEDIASET, dello spot realizzato dall'Associazione Lecchese FRECCIA 45, in collaborazione con RADIO BAU & CO. di Radio Monte Carlo, Radio 105 e Virgin Radio.

Il progetto realizzato dall'Associazione no profit di protezione attiva da anni nella lotta per i diritti degli animali, è interamente NO PROFIT ed è stato ideato e realizzato da UBIK, Visual Effects – CRACKARTOONS.

Sono giunti i mesi più caldi dell'anno, si pensa alle vacanze ed al relax e, come ogni anno, si ripropone il dramma degli abbandoni: l'attenzione si rivolge a cani e gatti, anche se in realtà migliaia di altri animali (dai conigli, alle tartarughe, agli animali esotici) subiscono spesso la stessa fine, andando praticamente incontro ad una morte certa. Questo atteggiamento è perseguibile legalmente ed ogni anno, le associazioni animaliste di tutto il mondo, organizzano campagne contro l'abbandono estivo. Per fortuna sono ormai diverse le soluzioni che si possono proporre ai proprietari degli animali, dalle pensioni, ai pet sitter, all'andare in vacanza con i quattro zampe: gli enti turistici si sono adeguati alla necessità di proprietari e animali adattando le strutture, ed è così che si trovano hotel e spiagge a misura di cane. Eppure, ogni anno, in Italia vengono abbandonati 50.000 cani, i quali oltre a rischiare la propria vita, rappresentano anche una delle cause di incidenti stradali.

"PORTAMI CON TE" è una campagna pubblicitaria anti abbandono patrocinata dal Ministero della Sanità con protagonisti RINGO (dj e conduttore televisivo), ERIKA (cantante) e con il supporto musicale della notissima band STADIO, che hanno aderito al progetto con il brano "Un disperato bisogno d'amore", tutti insieme per sostenere ed incentivare a portare gli amici animali in vacanza e continuare la battaglia contro gli abbandoni.
 
Copyright © 2014 FRECCIA 45 
All rights reserved.
La nostra mail:

Arriva il fondo di solidarietà contro le perdite d’acqua


Basteranno 15 euro all'anno per proteggersi dalle rotture accidentali, che provocano spesso alti consumi. Adesione facoltativa e massima trasparenza sulla gestione

 

Si chiama "Fondo Fughe Acqua" ed è il nuovo strumento che il Gruppo Hera mette a disposizione dei propri utenti per proteggerli dagli oneri dovuti ai maggiori consumi causati dalle perdite d'acqua accidentali e occulte sulla rete privata. Quelle perdite che si verificano cioè sulla rete di proprietà del cliente (ad esempio su aree verdi) e che possono provocare consumi anomali anche di notevole entità.

 

Si tratta di un fondo di solidarietà che, grazie a un piccolo contributo di tutti, può aiutare chi si trova a dover saldare importi considerevoli. E' già stato sperimentato con successo nelle province di Rimini e Ravenna, dove è attivo da diversi anni. Il fenomeno, del resto, giustifica questa misura, che diventa ora realtà in tutti i territori in cui è Hera a gestire il servizio idrico: le perdite occulte sono almeno 10 mila all'anno sul territorio gestito da Hera e sono per lo più rotture di tubi e guasti agli impianti interni.

 

In caso di fuga, viene rimborsato l'intero importo riferito ai volumi che eccedono dell'80% la media consumi degli anni precedenti, con un limite di 10 mila euro in un biennio. La soglia dell'80% funziona da "franchigia" ed è stata scelta perché è il limite entro il quale, statisticamente, consumi più alti della media non sono riconducibili a eventi straordinari. La quota annuale di adesione è di 15 euro per contratto e dell'iniziativa e delle sue modalità di attuazione è stato preventivamente informato anche l'ente regionale di regolazione, Atersir.

 

I clienti acqua  di Hera troveranno nelle prossime bollette, a partire da quelle in arrivo alla fine di luglio, un dépliant informativo con il Regolamento completo che è comunque disponibile ai propri sportelli e scaricabile dal sito www.gruppohera.it/fondofugheacqua.

 

 


Bari: partita la campagna di raccolta fondi "Un gelato per Telethon" con il comico Sardella dei Mudù, testimonial dell'iniziativa

Bari, 30 luglio 2014. Si chiama "Un gelato per Telethon" la campagna di raccolta fondi che, promossa da "Crema Bianca" di Bari in collaborazione con BNL Gruppo BNP Paribas, ha lo scopo di raccogliere fondi a favore della ricerca scientifica e la cura delle malattie genetiche.



L'iniziativa di beneficenza è partita ieri presso il punto vendita "Crema Bianca" di Bari - in via Abate Gimma n. 57, altezza via Sparano -  in occasione del lancio del gelato al nuovo gusto di aloe vera, che sarà presentato da Umberto Sardella, il famoso attore e comico barese - noto al pubblico per la sitcom Mudù in onda su Telenorba 7 e Telenorba 8 -.



Conosciuta fin dai tempi antichi per le sue leggendarie virtù terapeutiche, l'aloe vera ha ottimi benefici sull'organismo: oltre a essere un'alleata della pelle grazie alle sue capacità rigeneranti, l'aloe vera potenzia e riattiva le difese immunitarie, disintossica e depura l'organismo - solo per citare alcune delle sue proprietà -.



La campagna di raccolta fondi - che durerà sino a fine agosto - consente di degustare gratuitamente il gelato all'aloe vera, il gelato del benessere, e con l'acquisto del gelato artigianale e naturale Crema Bianca la metà della somma incassata sarà devoluta a Telethon.
 


L'appuntamento di ieri, che è stato arricchito dalla piacevole sorpresa di Sardella che ha intrattenuto il pubblico con gag divertenti, è stata l'occasione giusta per gustare un gelato salutare dal valore sociale.



Un connubio, quello fra il gelato e la beneficenza, che Crema Bianca di Bari ha deciso di sposare sin dalla sua apertura: il 30 giugno scorso è terminata la campagna di raccolta "un gelato per la ricerca scientifica" - per ogni due gelati acquistati, il valore del secondo è stato donato a Telethon -. 



«Ringrazio Gianni Latrofa di Crema Bianca per il sostegno al progetto Telethon - dichiara il coordinatore BNL per TELETHON Gioacchino Leonetti - e per contribuire alla sensibilizzazione sui temi della ricerca, sostenibilità e solidarietà».



Crema Bianca nasce nel 2011 a Conversano (BA) dal desiderio di Gianni Latrofa di produrre e rendere disponibile  a tutti un gelato naturale, sincero, altamente digeribile  e buono al palato. Nel 2013, una cordata di imprenditori sposa  il progetto e ciò favorisce lo sviluppo con l'apertura di un punto vendita a Torre a Mare e a maggio scorso un terzo a Bari, nel cuore del capoluogo pugliese. Punto di forza di Crema Bianca è la passione per il gelato naturale, nella continua ricerca di ingredienti e nuove ricette per proporre sempre nuovi gusti per il piacere del palato e il benessere del corpo - si passa dai gusti più classici ai più ricercati, con quelli alla frutta fresca che variano con le stagioni -. 

Il gelato Crema Bianca si caratterizza per: l'utilizzo di ingredienti naturali come la farina di semi di carrube e guar  che danno densità al gelato garantendo la cremosità; l'uso di bassi contenuti di zuccheri e di grassi buoni naturalmente presenti nella panna fresca e nel latte di alta qualità che assicurano sempre una alta digeribilità; la conservazione in pozzetti chiusi "come una volta", l'unico modo per mantenere la refrigerazione costante e preservare le caratteristiche naturali del gelato al riparo da luce e aria. Il sogno imprenditoriale  di Gianni Latrofa e dei suoi amici imprenditori è di rendere disponibile il gelato Crema Bianca ovunque e  partendo da Bari, portare in tutto il mondo la bontà del gelato italiano naturale e che fa bene.

Francesco Totti Goal - Real Madrid vs AS Roma 0-1 2014 Live

Totti - Best Goal Ever (Cucchiaio Inter-Roma 2-3 by Caressa)

martedì 29 luglio 2014

Partita Interreligiosa per la Pace - da Ufficio Stampa 3M



                                                                            


 

3M SOSTIENE LA PARTITA DELLA PACE

MULTICULTURALITA' DI UN'AZIENDA GLOBALE PER FAVORIRE L'INCONTRO TRA RELIGIONI

 

Milano, 29 luglio 2014 - 3M, azienda leader nel mondo nel campo dell'innovazione e della tecnologia, è lieta di annunciare il proprio sostegno alla Partita della Pace, prima partita interreligiosa voluta fortemente da Papa Francesco.

"Per noi è un grande onore partecipare ad un evento unico come la Partita per la Pace – ha dichiarato Maurizio BottaAmministratore Delegato di 3M in Italia.

Crediamo nella promozione di tutti i valori che aggreghino ed integrino culture e religioni differenti e, come azienda globale, sosteniamo tutte le iniziative che favoriscono il dialogo e l'incontro tra persone di tutto il mondo.

3M oggi dà lavoro a oltre 89 mila persone nel mondo ed è presente in 70 nazioni. Interculturalità e dialogo tra i dipendenti sono i valori che connotano l'azienda.

3M è un'azienda fatta di persone che lavorano per le persone – continua il dott. Botta ogni giorno i nostri dipendenti, che lavorano in team multi-nazionali e multi-culturali e si arricchiscono quindi delle diversità degli altri, trasformano le idee in prodotti utili ed ingegnosi per migliorare la vita delle persone di tutto il mondo.

Tra i valori alla base della nostra responsabilità sociale d'impresa c'è il supporto alla comunità sociale e il sostegno alla formazione continua e alla condivisione delle conoscenzeconclude Botta. Per questo abbiamo creduto nel valore di un'iniziativa come la Partita della Pace la cui raccolta fondi sarà destinata a due importanti fondazioni che si occupano di bambini socialmente svantaggiati e della creazione di una rete educativa mondiale.

  

3M

3M cattura il potenziale delle nuove idee e lo trasforma in migliaia di prodotti utili e ingegnosi. La nostra cultura della collaborazione creativa produce un flusso continuo di tecnologie efficaci, che rendono la vita migliore. 3M è l'impresa innovativa che non smette mai di progettare il futuro.

Con un fatturato globale di 31 miliardi di dollari nel 2013, 3M da' lavoro a 89.000 persone nel mondo  ed  è presente con proprie sedi in oltre 70 paesi. 3M ha da poco superato il traguardo dei 100.000 brevetti registrati, che fanno riferimento a 47 piattaforme tecnologiche. Il portafoglio di 75 mila prodotti si articola in cinque principali aree: Salute, Industria, Consumo, Sicurezza e Grafica, Elettronica ed Energia.

In Italia 3M ha una presenza forte, consolidata in oltre 50 anni di attività: una sede eco-sostenibile a Pioltello-Milano e una a Roma, tre unità produttive, un centro di distribuzione. 3M Italia impegna mille persone, ha un fatturato di oltre 446 milioni di euro e una vastissima gamma di soluzioni tecnologiche innovative.

Per ulteriori informazioni www.3Mitalia.it

 

Impara l’Inner Game™ dal padre del Coaching

Apprendere dal padre del Coaching  gli elementi fondamentali che stanno alla base del Gioco Interiore per imparare a vincere nella vita.

Tim Gallwey padre del Coaching, Inner GameCastenaso (BO) - dal 15 al 17 novembre 2014 Timothy Gallwey terà il prossimo corso di “Fondamenti di INNER GAME™” organizzato dalla INNER GAME™ International School - Italia.

Chi è Timothy Gallwey?
Tim Gallwey ha trovato l’essenza del Coaching: liberare le potenzialità di una persona perché riesca a portare al massimo il suo rendimento, aiutarla ad apprendere piuttosto che limitarsi ad impartirle insegnamenti.”
Sir John Whitmore

Con il corso “Fondamenti di INNER GAME™”, si trascorrono tre giorni insieme al padre del Coaching per apprendere come uscire dagli schemi e liberare il proprio potenziale raggiungendo livelli di performance inaspettati.

Che cos’è l‘INNER GAME™?
L’avversario che si nasconde nella nostra mente è molto più forte di quello che troviamo dall’altra parte della rete.”
Timothy Gallwey

Un metodo semplice, diretto ed efficace che consente a chiunque di imparare ad ascoltarsi, osservare se stessi e le situazioni in modo nuovo e funzionale, sviluppare una concentrazione efficace, raggiungere l’eccellenza nella propria attività.

Perché dovrebbe interessarmi l’INNER GAME™?
Ogni gioco si compone di due parti, un gioco esterno e uno interiore. Il primo si gioca contro l’avversario; l’altro non si gioca contro qualcuno, ma dentro la mente del giocatore stesso.”
Timothy Gallwey, “Il Gioco Interiore nel Tennis”, ed. Ultra, 2013

Non c’è scelta per l’Essere Umano: la causa di problemi personali e professionali - nella maggior parte dei casi - parte da un blocco: l’impossibilità del proprio potenziale naturale di esprimersi pienamente. Questa dinamica viene descritta da Tim Gallwey con la formula “P=p-i”, dove la Performance (P) è uguale al proprio potenziale (p) in un dato momento, meno le interferenze che ci condizionano (i). Di conseguenza, per migliorare la performance abbiamo solo due modi: sviluppare il potenziale attraverso esperienze pratiche, e ridurre le interferenze, cioè i dubbi, le convinzioni e le credenze che ci ostacolano l’espressione delle nostre abilità.

Per chi è il corso “Fondamenti di INNER GAME™”?
Il corso è destinato a Coach, Psicologi, Counselor, Imprenditori, Manager, Professionisti, Terapeuti, Formatori, Educatori, Atleti e Allenatori sportivi che intendono apprendere ed utilizzare il metodo dell’ INNER GAME™ nella propria attività professionale, e a tutti coloro che desiderano applicare i principi dell’INNER GAME™ per migliorare la propria vita.

Come posso saperne di più?
www.theinnergame.it/percorso-completo-certificazione-internazionale

Email: segreteria@theinnergame.it

lunedì 28 luglio 2014

Carovana del Cuore sulle spiagge italiane


Per tutta l'estate sulle spiagge italiane 
torna la Carovana del Cuore

Un mondo migliore è possibile
è il messaggio della campagna di sensibilizzazione della Fondazione Patrizio Paoletti


Da luglio a settembre i litorali italiani, sia tirreni che adriatici, ospiteranno per il decimo anno di fila le ormai note "magliette arancioni" dei giovani volontari della Fondazione Patrizio Paoletti, che porteranno a turisti, cittadini e frequentatori delle spiagge il messaggio della campagna Carovana del Cuore.

130mila persone raggiunte, 10 progetti sociali avviati nel Sud del mondo, quasi 1 milione di pasti distribuiti a uomini, donne e bambini in condizioni di indigenza.
Sono questi i risultati di una campagna e di un messaggio che la Fondazione Paoletti vuole dare a tutti: è possibile fare qualcosa e credere in un mondo migliore, ricordando così nella vita di tutti i giorni che un impegno a favore delle persone emarginate non è fatto solo di parole ma di risultati e realtà.
"Vivi Appassionatamente" è quindi il messaggio che i volontari porteranno nelle spiagge a chi sosterrà la campagna, donando in cambio un braccialetto arancione in ricordo di tale impegno.

I dettagli della campagna e il calendario completo con tutte le tappe della Carovana del Cuore è disponibile su carovanadelcuore.org/calendario


Nel corso degli anni la "Carovana del Cuore" ha ricevuto oltre 200 patrocini da parte di Ministeri, Regioni, Province, Comuni ed Enti (università e associazioni). Nel 2008 la campagna è stata inoltre premiata con la Medaglia d'argento della Presidenza della Repubblica "per il contributo significativo alla formazione di una cultura fondata sul valore della solidarietà e sempre più attenta alla tutela e al rispetto della dignità della persona, principi cardine del nostro ordinamento costituzionale".

FONDAZIONE PATRIZIO PAOLETTI
Nasce nel 2000 ad Assisi per volontà di Patrizio Paoletti che, sensibile alle tematiche dell'educazione e dello sviluppo, riunisce attorno a sé un gruppo di pedagogisti, psicologi, sociologi, oltre che imprenditori sensibili all'idea di educazione come atto comunicativo. Tra i progetti realizzati in questi 14 anni di attività, lo studio e lo sviluppo delle tecnologie interiori applicate all'infanzia, alle relazioni d'aiuto, ai contesti famigliari, scolastici e d'emergenza. Obiettivo della Fondazione è promuovere il benessere sociale e la crescita personale, attraverso due concetti fondamentali: l'educazione e la ricerca. Grazie all'educazione è infatti possibile produrre un innalzamento della qualità della vita dell'individuo, nell'interesse generale della società. Nel campo della ricerca invece, la Fondazione è attiva in ambito neuroscientifico e psicopedagogico, con particolare attenzione allo studio del funzionamento del processo di apprendimento.




--
Redazione del CorrieredelWeb.it

Bari: al via la campagna di raccolta fondi "Un gelato per Telethon"



Bari, 28 luglio 2014. Si chiama "Un gelato per Telethon" la campagna di raccolta fondi che, promossa da "Crema Bianca" di Bari in collaborazione con BNL Gruppo BNP Paribas, ha lo scopo di raccogliere fondi a favore della ricerca scientifica e la cura delle malattie genetiche.


L'iniziativa di beneficenza partirà domani 29 luglio alle 17 presso il punto vendita "Crema Bianca" di Bari - sito in via Abate Gimma n. 57, altezza via Sparano -  in occasione del lancio del gelato al nuovo gusto di aloe vera, che sarà presentato da Umberto Sardella, il famoso attore e comico barese - noto al pubblico per la sitcom Mudù in onda su Telenorba 7 e Telenorba 8 -. 


Conosciuta fin dai tempi antichi per le sue leggendarie virtù terapeutiche, l'aloe vera ha ottimi benefici sull'organismo: oltre a essere un'alleata della pelle grazie alle sue capacità rigeneranti, l'aloe vera potenzia e riattiva le difese immunitarie, disintossica e depura l'organismo - solo per citare alcune delle sue proprietà -.


La campagna di raccolta fondi - che durerà sino a fine agosto - consentirà di degustare gratuitamente il gelato all'aloe vera, il gelato del benessere, e con l'acquisto del gelato artigianale e naturale Crema Bianca la metà della somma incassata sarà devoluta a Telethon.


L'appuntamento di domani, che sarà arricchito dalla piacevole sorpresa di Sardella che intratterrà il pubblico con gag divertenti, sarà l'occasione giusta per gustare un gelato salutare dal valore sociale.


Un connubio, quello fra il gelato e la beneficenza, che Crema Bianca di Bari ha deciso di sposare sin dalla sua apertura: il 30 giugno scorso è terminata la campagna di raccolta "un gelato per la ricerca scientifica" - per ogni due gelati acquistati, il valore del secondo è stato donato a Telethon -.


«Ringrazio Gianni Latrofa di Crema Bianca per il sostegno al progetto Telethon - dichiara il coordinatore BNL per TELETHON Gioacchino Leonetti - e per contribuire alla sensibilizzazione sui temi della ricerca, sostenibilità e solidarietà».


Crema Bianca nasce nel 2011 a Conversano (BA) dal desiderio di Gianni Latrofa di produrre e rendere disponibile  a tutti un gelato naturale, sincero, altamente digeribile  e buono al palato. Nel 2013, una cordata di imprenditori sposa  il progetto e ciò favorisce lo sviluppo con l'apertura di un punto vendita a Torre a Mare e a maggio scorso un terzo a Bari, nel cuore del capoluogo pugliese.  
Punto di forza di Crema Bianca è la passione per il gelato naturale, nella continua ricerca di ingredienti e nuove ricette per proporre sempre nuovi gusti per il piacere del palato e il benessere del corpo: si passa dai gusti più classici ai più ricercati, con quelli alla frutta fresca che variano con le stagioni -  l'utilizzo di ingredienti naturali come la farina di semi di carrube e guar  danno densità al gelato garantendo la cremosità -, bassi contenuti di zuccheri, e l'uso di grassi buoni naturalmente presenti nella panna fresca e nel latte di alta qualità che assicurano sempre una alta digeribilità -, oltre che la conservazione in pozzetti chiusi "come una volta", l'unico modo per mantenere la refrigerazione costante e preservare le caratteristiche naturali del gelato al riparo da luce e aria. Il sogno imprenditoriale  di Gianni Latrofa e dei suoi amici imprenditori è di rendere disponibile il gelato Crema Bianca ovunque e  partendo da Bari, portare in tutto il mondo la bontà del gelato italiano naturale e che fa bene.

domenica 27 luglio 2014

E' ora di dire basta con queste immagini di animali seviziati e bambini martoriati

E' ora di dire basta con queste immagini di animali seviziati e bambini martoriati.

Ora basta con queste macabre immagini di animali seviziati da sadici psicopatici e bambini martoriati dagli orrori di guerra.

Non se ne può più!


Voi che diffondete queste immagini così tanto macabre, quanto vi sentite migliori?
Cosa volete ottenere se non squallido seguito?

Certamente così non si fa informazione, anzi ripubblicando tali atrocità umane, non si fa che alimentare il gusto scopofiliaco del raccapriccio.

Compiaciuti, provocate le reazioni di chi inorridisce così come di chi guarda queste cose orripilanti e poi, con la scusa della condanna finisce poi per condividerle, aggiungendo ulteriore violenza con commenti intrisi di odio e minacce di morte verso l'aguzzino del caso.

Non lasciamo che le nostre coscienze si addormentino narcotizzate da sì tanta violenza umana.
Disertiamo le pagine, togliamo i "like", tagliamo i contatti malati.
Diciamo basta a questa mal costume dilagante.

Siamo tutti responsabili e dobbiamo tutti responsabilizzarci.  

E non rassegniamoci alla normalizzazione dell'inaccettabile.

venerdì 25 luglio 2014

SitiWeb-Prato.it cambia look: nuovo sito per la Web Agency

SitiWeb-Prato.it rinnova la propria immagine on-line. La Web Agency di Prato, specializzata in realizzazione siti internet, gestione pagine social network, web marketing e campagne pubblicitarie on-line, cambia look ed inaugura il proprio nuovo sito web, ottimizzato per la visualizzazione su PC, tablet e cellulare. Da oggi, pertanto, sarà possibile accedere da qualunque dispositivo alle offerte per la creazione di siti web statici e dinamici, blog e siti e-commerce, così da scoprire le soluzioni disponibili – anche per siti low cost – più adatte alle proprie esigenze.

Con la nuova veste grafica il portale sarà così fruibile in maniera completa in qualsiasi momento della giornata e da qualunque posizione geografica occupata dall'utente, senza più l'obbligo di farlo solamente davanti ad una scrivania. Merito di un un progetto grafico accattivante e leggero che garantisce un maggiore appeal al portale, senza influire negativamente sui tempi di caricamento delle pagine.

“L'interazione sarà favorita – sottolinea l'addetto stampa Diego Bellini – e per gli internauti sarà più facile accedere ai contenuti caricati sul sito internet, indipendentemente che vi accedano da una postazione fissa o mobile. Attraverso la semplice navigazione sarà anche possibile prendere coscienza delle caratteristiche che deve avere un sito web moderno e farsi un'idea più approfondita di ciò che potrebbe soddisfare al meglio le proprie esigenze. La veste grafica accattivante e leggera permette una fruibilità rapida e veloce, senza incidere negativamente sul caricamento delle pagine. Si tratta di un esempio tangibile di una porta aziendale sul web, aperta a chiunque possa avere interesse ad approfondire tematiche legate alla creazione di siti internet o a chiunque sia semplicemente alla ricerca di un preventivo per un sito web”.

Un esempio perfetto, dunque, di una via aggiuntiva di accesso all'azienda per consentire il contatto con utenti interessati ad affacciarsi sul mondo dei siti internet con l'intento di conoscere notizie specifiche sulla loro realizzazione o semplicemente per richiedere un preventivo a professionisti del settore. Attraverso la navigazione, inoltre, l'internauta potrà anche farsi un'idea diretta delle caratteristiche specifiche che deve possedere un sito moderno.

“Ad impreziosire il nuovo portale – prosegue Diego Bellini – ci sono i collegamenti diretti con le pagine aziendali di Facebook e Twitter, così da permettere agli utenti di rimanere aggiornati sui contenuti del sito web anche tramite i social network, fruibili anch'essi da PC, tablet e cellulare. Una soluzione in linea con tempi moderni che hanno fatto registrare il boom di utilizzo di questi nuovi media”.

A chiudere il cerchio dei canali di comunicazione con l'azienda messi a disposizione dal nuovo sito internet vi sono poi quelli più tradizionali, come ad esempio la casella di posta elettronica (e-mail) e la tradizionale linea telefonica. Disponibile anche un canale decisamente più moderno come quello incarnato da Skype.

Guinness Cup 2014: calendario delle partite e dirette tv




Il calendario, le partite, gli orari e le dirette tv 
delle partite del torneo estivo 
tra otto fra le migliori squadre del mondo.
(di Andrea Pietrarota)


Al via tra pochi minuti, con il primo match tra Milan e Olympiakos, la Guinness Cup, uno dei tornei estivi di maggior rilievo al livello internazionale. 

La competizione si gioca tra Stati Uniti e Canada, e si tiene dal 24 di luglio al 4 agosto, giorno della finale. Vi partecipano otto tra le migliori squadre europee, di cui ben tre italiane.

Le otto squadre sono state suddivise in due gironi, e le due squadre vincenti dei due gruppi si contenderanno il trofeo.


Gruppo A:
 Real Madrid, Manchester United, Inter, Roma. 
Gruppo B:
 Manchester City, Liverpool, Milan, Olympiakos.




LE DATE E GLI ORARI DI TUTTE LE PARTITE:
(date e orari italiani tra parentesi)


  • giovedì/24 luglio 2014, ore 20 (le 2.00 di venerdì 25/7) - Toronto, BMO Field Milan - Olympiakos 
  • sabato 26 luglio 2014, ore 14.10 (22.10) - Denver, Sports Authority Field at Mile High Roma - Manchester United 
  • sabato 26 luglio 2014, ore 15.00 (Mezzanotte) - Berkeley, California Memorial Stadium Inter - Real Madrid 
  • domenica 27 luglio 2014, ore 16.00 (21.00) - Pittsburgh, Heinz Field Manchester City - Milan 
  • domenica 27 luglio 2014, ore 17.00 (23.00) - Chicago, Soldier Field Liverpool - Olympiakos 
  • martedì 29 luglio 2014, ore 19.00 (le 1.00 di mercoledì 30/7) - Washington, FedEx Field Inter - Manchester United 
  • martedì 29 luglio 2014, ore 20.15 (le 3.15 di mercoledì 30/7) - Dallas, Cotton Bowl Roma - Real Madrid 
  • mercoledì 30 luglio 2014, ore 19.00 (le 1.00 di giovedì 31/7) - New York, Yankee Stadium Manchester City - Liverpool 
  • sabato 2 agosto 2014, ore 13.00 (19.00) - Philadelphia, Lincoln Financial Field Roma - Inter 
  • sabato 2 agosto 2014, ore 14.00 (21.00) - Minneapolis, TCF Bank Stadium Manchester City - Olympiakos 
  • sabato 2 agosto 2014, ore 16.00 (22.00) - Ann Arbor, Michigan Stadium Real Madrid - Manchester United 
  • sabato 2 agosto 2014, ore 18.30 (00.30) - Charlotte, Bank of America Milan - Liverpool 
  • lunedì 4 agosto 2014, ore 20.00 (le 2 di martedì 5/8) - Miami, Sun Life Stadium Finale


La vincitrice del trofeo si aggiudicherà un milione di dollari, mezzo l'altra finalista.

Il regolamento prevede che per ogni partita vengono assegnati tre punti in caso di vittoria nei tempi regolamentari, due ai rigori. Un punto per chi perde ai rigori, zero per chi invece perde nei tempi regolamentari. Dopo i tempi regolamentari si tirano direttamente i calci di rigore senza passare per i tempi supplementari.

A disposizione degli allenatori disponibili ben 11 sostituzioni (ma in tre tranches) per partita.


Tutte le partite saranno trasmesse in diretta ed esclusiva su Sky Sport 1.


Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *