CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

sabato 12 aprile 2014

Telefono Azzurro e la violenza contro i bambini: non stiamo zitti

Si conclude domani in più di 2000 piazze italiane la campagna “Fiori d’Azzurro”

Si conclude domani, domenica 13 aprile, in oltre 2.000 piazze d’Italia, la manifestazione “Fiori d’Azzurro” che la Onlus Telefono Azzurro svolge ogni anno per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della violenza contro bambini ed adolescenti e che già oggi, nella prima giornata di svolgimento, ha visto una notevole affluenza ai tavoli gestiti dai volontari.

Una campagna di raccolta fondi per sostenere l’attività dell’Associazione, donando in cambio una pianta fiorita, per ricordare l’impegno contro questo fenomeno che si verifica con sempre maggior frequenza, come testimoniano i recenti fatti di cronaca, e che sempre più spesso si sviluppa nel silenzio e nella solitudine delle mura domestiche.

Rompiamo il silenzio, “Non stiamo zitti”: questo l’appello che Telefono Azzurro rivolge a tutti – non solo agli stessi bambini e adolescenti, ma ai genitori, agli insegnanti, ai cittadini tutti – perché riconoscere, approfondire e denunciare la diffusione dei fenomeni di violenza nei confronti dei minori è una responsabilità che deve impegnare tutti.

Da oltre 26 anni Telefono Azzurro è attivo - attraverso le linee gratuite 114, 19696, 116000 (per i bambini scomparsi) e la chat, on line dalle 16 alle 20 sul sito www.azzurro.it - nel sostenere e proteggere chi, particolarmente fragile per l’età delicata, viene investito da episodi di violenza di qualsiasi genere.

Un compito, quello dell’Associazione, che viene svolto quotidianamente, 24 ore al giorno, con i suoi volontari e con un personale altamente qualificato (psicologi, psichiatri, educatori) costantemente dediti ad ascoltare e difendere i diritti di bambini e adolescenti contro ogni forma di abuso, sfruttamento, maltrattamento e trascuratezza. 

Anche e soprattutto, oggi, contro le violenze che le nuove tecnologie veicolano: cyberbullismo, sexting, furto d’identità digitale, adescamento online, dipendenza da gioco d’azzardo, solo per citarne alcune.

Per questo il lavoro di Telefono Azzurro appare ogni giorno più impegnativo ed è necessario potenziare le linee di ascolto e le chat. Perché per aiutare sempre più bambini ed adolescenti non basta ascoltarli, bisogna capirli e dar voce alla loro sofferenza. Non stiamo zitti. È questo il messaggio che più di 10 mila volontari hanno portato nelle piazze d’Italia, il cui elenco è possibile trovare sul sito www.azzurro.it o telefonando al 


Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *