Cerca nel blog

martedì 31 luglio 2012

Quali sono i migliori preservativi ritardanti?

In commercio esistono diverse tipologie di preservativi ritardanti ma quali sono i migliori? Ovviamente il nome stesso fa capire a che cosa servono: ideali per tutte le persone che soffrono di eiaculazione precoce. Questi profilattici contengono al loro interno innumerevoli sostanze che vengono chiamate anestetizzanti e che aiutano a prolungare il rapporto per la gioia del vostro partner. Il risultato finale è sempre soggettivo e dipende da molteplici varianti. Alcune persone nell’utilizzo dei preservativi ritardanti ne traggono innumerevoli benefici, altri di meno. Molti di voi sicuramente si stanno chiedendo qual è il migliore in commercio, abbiamo preparato per voi una breve ma interessante classifica dei prodotti migliori disponibili in commercio:

- Durex Performa
- Control Retard
- Akuel LP

Analizziamo nel dettaglio proprio Akuel Long Pleasure, questi profilattici sono disponibili in versione 12 pezzi e vi aiuteranno a eliminare ogni problema di eiaculazione precoce. Infatti, grazie alla sua particolare forma e alla presenza di un lubrificante, produce un’azione ritardante che permette di prolungare la durata del rapporto. All’interno del prodotto è presente una piccola quantità di Benzocaina, quindi è consigliabile non utilizzare il prodotto in presenza di infiammazioni o di cute lesa. Ecco i migliori preservativi ritardanti, che ne dite?

lunedì 30 luglio 2012

Gelmini elezioni 2013: Oggi il PdL è impegnato nel suo rafforzamento


Il governo sostenuto da una larga coalizione da considerare come un’uscita di sicurezza qualora, alle prossime elezioni, non dovesse emergere un’alleanza sufficientemente forte e attrezzata per guidare il paese nella bufera economica. È l’opinione dell’on. Mariastella Gelmini, secondo la quale il PdL, in questa fase, deve lavorare per essere il baricentro di un’alleanza che vuole tornare a guidare il Paese.
Roma, 29 lug. – «Il ragionamento che facciamo noi e che oggi Sandro Bondi riconferma nella sua dichiarazione – ha osservato l’on. Mariastella Gelmini, PdL, in un’intervista all’Adnkronos – è che la gravità delle crisi impone alle forze politiche di continuare confrontarsi con l’elaborazione di misure che possano rilanciare proseguire il risanamento finanziario e rilanciare il Paese».
«La situazione è di una gravità tale – aggiunge l’on. Gelmini – che le forze politiche di maggioranza devono mantenere il senso di responsabilità finora mostrato. Quanto al futuro, come PdL, dobbiamo
pensare a elaborare un programma di misure per garantire equilibrio finanziario e crescita. Non promesse irrealizzabili ma un’agenda di obiettivi concreti, attuabili e incisivi. È prematuro dire ora quale
potranno essere gli sbocchi della prossima legislatura. Solo il risultato del voto potrà indicarci la strada».
«Il confronto si farà sui programmi – insiste l’ex ministro dell’Istruzione – sulla capacità di fare le riforme e sulle persone in grado di attuarle. E in questo campo il centro destra mi sembra più attrezzato e pronto della sinistra. Certo è che il PdL non ha alcuna intenzione di farsi schiacciare a destra e si presenterà come una forza riformista, moderata, liberale, in grado di dialogare e di confrontarsi con il centro».
«Il nostro obiettivo è di porci come interlocutore del centro, mettendo a punto un programma di rilancio e di crescita. Questo è il significato del rinnovato impegno di Silvio Berlusconi il cui ritorno in campo dovrebbe aiutarci a recuperare il consenso perso e mettere il partito nelle condizioni di candidarsi nuovamente alla guida del Paese. Se questo non dovesse accadere, se nessuna delle coalizioni che
si presenterà al voto avrà la forza e il consenso per governare, allora potrebbe porre la necessità di una via d’uscita di riserva, come il governo di larghe intese».
In questo orizzonte «l’interlocuzione con la Lega resta un fatto naturale. L’alleanza tra PdL e Lega che, ricordiamolo, continua a guidare molti comuni, province e regioni ma, sulla quale, a livello di governo nazionale, oggi non siamo in grado di poter dire nulla. Allo stato attuale – conclude l’on. Gelmini – fare una previsione è prematuro. Molto dipenderà da quale legge elettorale uscirà dal Parlamento.
Oggi il PdL è impegnato nel suo rafforzamento. Questa è la priorità del gruppo dirigente».
Mariastella Gelmini, è deputato del PdL. Inizia la propria carriera politica nel 1998, quando è prima tra gli eletti al Comune di Desenzano del Garda, per Forza Italia. Dal 2002 diviene Assessore al Territorio della Provincia di Brescia e dal 2004 all'Agricoltura. Nel 2005 è consigliere regionale della Lombardia e coordinatrice regionale di Forza Italia. Deputato nel 2006 e nel 2008 (Lombardia II), è stata Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca nel Governo Berlusconi IV (8 maggio 2008-16 novembre 2011).
Nell’attuale legislatura, è componente della X Commissione (Attività produttive, Commercio e Turismo) della Camera dei Deputati.
Fonte: ADNKronos

Illuminazione per ambienti


La qualità e la quantità della luce presente in un ambiente è quanto di più importante nella scelta anche dell’arredamento vero e proprio della propria casa. Infatti si tratta di un errore piuttosto comune non tenere conto di questo fattore: l’utilizzo di alcune fonti luminose può addirittura compromettere l’estetica e soprattutto la funzionalità di un ambiente se non vengono scelte con la massima cura ed attenzione. L’illuminazione per interni è infatti fondamentale per determinare la funzionalità di una stanza: una fonte di luce errata, esageratamente forte o al contrario troppo fioca, può compromettere il buon risultato finale nell’arredamento della stessa. E’ dunque necessario studiare l’esatta combinazione delle varie fonti in modo da ottenere un esito eccellente: una serie di faretti abbinati ad una lampada a sospensione potrebbero rivelarsi più che sufficienti in una camera da letto; al contrario la stessa scelta potrebbe rivelarsi inadeguata in una cucina o in un ambiente lavorativo, dove più punti luminosi come l’aggiunta di piantane ai lati della stanza e lampade da esterno andrebbero invece a creare una luce più omogenea e funzionale per un ambiente utilizzato per soggiornare più a lungo e dedicato a svolgere attività diverse dal sonno notturno.

venerdì 27 luglio 2012

FMS e piccole produzioni: un mito da sfatare. Con un video.


Sono molto numerose - soprattutto in Italia, dove il tessuto industriale si compone principalmente di PMI - le organizzazioni convinte di non poter trarre vantaggi significativi dall’adozione di Sistemi Flessibili di Produzione, ritenendoli adatti principalmente alla produzione su larga scala. Eppure, è proprio nella produzione di piccoli lotti che un FMS fornisce i maggiori vantaggi. 
I Sistemi Flessibili di Produzione operano infatti in un’ottica di Lean Production e sono così in grado di provvedere al meglio alla lavorazione di lotti unitari o di poche decine/centinaia di pezzi appartenenti a svariate famiglie di articoli.
La gestione efficiente dei materiali e della logistica, unita alle caratteristiche di pianificazione avanzata della stessa, rende possibile una efficace programmazione della produzione, con una maggiore automazione degli impianti ed un miglioramento della qualità derivante dalla riduzione dei rischi di errori umani. Tempi di attrezzaggio pari a zero e attrezzature pronte all'uso per lavori ripetitivi fanno divenire inoltre più redditizia anche la produzione dei piccoli lotti, mentre gli ingombri all'interno dell'azienda vengono contenuti poiché i materiali, le attrezzature e i pallet sono immagazzinati nell'FMS.
Per darne una chiara dimostrazione, Fastems  ha analizzato i dati statistici relativi all’impatto dell’adozione dei propri prodotti nella realtà delle piccole-medie imprese e li ha sintetizzati in un breve ed immediato video, disponibile online alla pagina www.fastems.com/comelautomazionecambialameccanica.

Forum Free Consult: Prospettive del Trend Digitale

Forum Free Consult: Prospettive del Trend Digitale
 
 
Mercoledì 25 Luglio, a Milano, si è svolta la diciottesima convention semestrale della Free Consult, l'associazione nazionale dei consulenti free lance.
Nel corso dell'evento, si è tenuto il forum "Prospettive del Trend Digitale", che ha visto la partecipazione, come special guest, di Erich Von Stein, esperto tedesco di nuove tecnologie.
Il dibattito su "Prospettive del Trend Digitale" ha richiamato l'attenzione degli associati presenti su importanti e significative considerazioni riferite alle opportunità derivanti dalle nuove tecnologie digitali in ambito Internet.
Secondo
Erich Von Stein"il mondo della comunicazione sta cambiando rapidamente e dotarsi di strumenti e conoscenze digitali è un passo necessario e decisivo. Occorre rilanciare la presenza delle aziende ricorrendo anche a forme di comunicazione on line caratterizzate da aspetti fortemente multimediali: non più soltanto testi e immagini di valore e ad alta definizione, ma anche video creati per stimolare attenzione, coinvolgimento e autorevolezza. Il binomio idee innovative e tecnologia digitale avanzata è tra le migliori ricette per essere competitivi".
I lavori del forum sono stati introdotti e moderati da Marco Mancinelli, Presidente Free Consult, che, dopo aver sottolineato, come già avvenuto in occasione di uno dei forum semestrali del 2011, non soltanto le potenzialità insite nella multimedialità orientata a supportare la comunicazione aziendale e professionale, ha dichiarato: "ancora una volta, non possiamo che registrare il perpetuarsi di una situazione italiana all'insegna del Digital Divide, una situazione che tocca non solo gli utenti privati, ma anche le imprese e il mondo professionale. Va detto che, rispetto a qualche anno fa, non si è più in alto mare, inconsapevoli e prevalentemente disorientati, ma il Sistema Italia si è mosso ancora poco. A discolpa di ciò, c'è la congiuntura negativa che si è fatta e che si fa sentire, è vero, ma persiste uno stato di scarsa lungimiranza: in altri termini, sembra mancare una vera e propria strategia a lungo termine. In ogni modo, iniziative come quella dell'Agenda Digitale vanno certamente nella giusta direzione".
La prossima convention dell'associazione è prevista per Dicembre 2012.
 
 
Francesca Ross
Free Consult Press Office

Mirandola: inaugurata prima bibliotenda dopo sisma, grazie anche a contributo Dentiblù

Inaugurata la prima Bibliotenda di Mirandola "Un libro per viaggiare"
Nella Bibliotenda, anche Zannablù per divertire gli abitanti del Campo Piemonte 2


Grazie al generoso contributo di Dentiblù e molti altri editori, martedì 17 luglio, alle ore 15.30 è stata inaugurata la prima Bibliotenda presso il Campo Piemonte 2 di Mirandola (MO), uno tra i comuni maggiormente colpiti dal terremoto. La Bibliotenda sarà gestita da alcune ragazze residenti nel Campo, così da rendere maggiormente partecipi i diretti fruitori.

Il progetto è stato ideato dall'associazione di volontariato Tutti a Bordo e prevede l'allestimento di una Bibliotenda in ognuno delle 4 tendopoli, che ospitano in totale oltre 3.000 persone.

Dentiblù ha sostenuto l'iniziativa inviando tutti gli albi delle avventure di Zannablù, simpatico e goffo cinghiale dalle lunghe zanne blu, più 35 copie dell'albo Harry Porker, divertente parodia suina del noto maghetto, da regalare ai bambini delle tendopoli. Tra gli albi donati, "Harry Porker ...e il segreto della besciamella", "Zannablù e i Mayali dell'Aporcalisse" e "Spider-Mad: L'incredibile Uomo Grugno".

"Bibliotenda è il neologismo coniato da Tutti a bordo per rendere l'idea di qualcosa di speciale che ha preso vita dopo il sisma, nome che accomunerà il progetto di una biblioteca interna ad ogni Campo. - Ha dichiarato Elena Calanca, Presidente dell'associazione Tutti a Bordo. - A questo abbiamo deciso di far seguire un nome che possa, invece, identificare ogni singolo Campo, proponendo ai ragazzi di idearne loro stessi nome e logo, una proposta accolta con grande entusiasmo. Dall'impegno dei
ragazzi del Campo Piemonte 2 è nato il nome "Un libro per viaggiare", che denota uno sguardo tutto sommato positivo verso il futuro. In fondo questa è l'idea alla base dell'intero progetto: consentire agli abitanti del campo di evadere attraverso la lettura".

"La prima cosa che viene da pensare di fronte a terribili disastri come il terremoto che ha colpito l'Emilia è 'cosa posso fare io?' - Ha dichiarato Stefano Bonfanti, fondatore della casa editrice Dentiblù e autore delle storie di Zannablù. - Non sono un medico, non sono un ingegnere, non ho una faccia famosa da spendere per lanciare appelli... eppure, da più di dieci anni, in coppia artistica e non solo con Barbara Barbieri, credo di saper fare qualcosa che i nostri lettori non mancano di confermarci: far sorridere. Zannablù è una serie a fumetti, ma per i suoi lettori è anche un attimo di spensieratezza e leggerezza, un breve momento di fuga dai problemi di tutti i giorni. E chissà se in un periodo così pesante e oscuro come quello che sta vivendo chi ha perso tutto nel terremoto, riusciamo magari a creare un po' di distrazione e ilarità?"


Dentiblù è illustrazioni, disegno di fumetti, storyboard, character design, una fucina di idee creative, scrittura creativa, storie per fumetti, libri, progettazione di giocattoli e giochi, ma anche realizzazione di contenuti multimediali e per web. E' una casa editrice giovane, innovativa, che si sta imponendo nello scenario dell'editoria a fumetti italiana, anche acquisendo diritti di pubblicazioni internazionali di successo.

L'associazione di volontariato Tutti a Bordo opera nel comune di Mirandola (Mo) e nei territori limitrofi. Offre servizi rivolti all'infanzia e alla famiglia, come attività di lettura per bambini e ragazzi e laboratori creativi per adulti. Tra i progetti dell'associazione, "Nati per leggere", realizzato in collaborazione con la biblioteca comunale di Mirandola.

Forum Free Consult: Prospettive del Trend Digitale

Forum Free Consult: Prospettive del Trend Digitale
 
 
Mercoledì 25 Luglio, a Milano, si è svolta la diciottesima convention semestrale della Free Consult, l'associazione nazionale dei consulenti free lance.
Nel corso dell'evento, si è tenuto il forum "Prospettive del Trend Digitale", che ha visto la partecipazione, come special guest, di Erich Von Stein, esperto tedesco di nuove tecnologie.
Il dibattito su "Prospettive del Trend Digitale" ha richiamato l'attenzione degli associati presenti su importanti e significative considerazioni riferite alle opportunità derivanti dalle nuove tecnologie digitali in ambito Internet.
Secondo
Erich Von Stein"il mondo della comunicazione sta cambiando rapidamente e dotarsi di strumenti e conoscenze digitali è un passo necessario e decisivo. Occorre rilanciare la presenza delle aziende ricorrendo anche a forme di comunicazione on line caratterizzate da aspetti fortemente multimediali: non più soltanto testi e immagini di valore e ad alta definizione, ma anche video creati per stimolare attenzione, coinvolgimento e autorevolezza. Il binomio idee innovative e tecnologia digitale avanzata è tra le migliori ricette per essere competitivi".
I lavori del forum sono stati introdotti e moderati da Marco Mancinelli, Presidente Free Consult, che, dopo aver sottolineato, come già avvenuto in occasione di uno dei forum semestrali del 2011, non soltanto le potenzialità insite nella multimedialità orientata a supportare la comunicazione aziendale e professionale, ha dichiarato: "ancora una volta, non possiamo che registrare il perpetuarsi di una situazione italiana all'insegna del Digital Divide, una situazione che tocca non solo gli utenti privati, ma anche le imprese e il mondo professionale. Va detto che, rispetto a qualche anno fa, non si è più in alto mare, inconsapevoli e prevalentemente disorientati, ma il Sistema Italia si è mosso ancora poco. A discolpa di ciò, c'è la congiuntura negativa che si è fatta e che si fa sentire, è vero, ma persiste uno stato di scarsa lungimiranza: in altri termini, sembra mancare una vera e propria strategia a lungo termine. In ogni modo, iniziative come quella dell'Agenda Digitale vanno certamente nella giusta direzione".
La prossima convention dell'associazione è prevista per Dicembre 2012.
 
 
Francesca Ross
Free Consult Press Office

Forum Free Consult: Prospettive del Trend Digitale

Forum Free Consult: Prospettive del Trend Digitale
 
 
Mercoledì 25 Luglio, a Milano, si è svolta la diciottesima convention semestrale della Free Consult, l'associazione nazionale dei consulenti free lance.
Nel corso dell'evento, si è tenuto il forum "Prospettive del Trend Digitale", che ha visto la partecipazione, come special guest, di Erich Von Stein, esperto tedesco di nuove tecnologie.
Il dibattito su "Prospettive del Trend Digitale" ha richiamato l'attenzione degli associati presenti su importanti e significative considerazioni riferite alle opportunità derivanti dalle nuove tecnologie digitali in ambito Internet.
Secondo
Erich Von Stein"il mondo della comunicazione sta cambiando rapidamente e dotarsi di strumenti e conoscenze digitali è un passo necessario e decisivo. Occorre rilanciare la presenza delle aziende ricorrendo anche a forme di comunicazione on line caratterizzate da aspetti fortemente multimediali: non più soltanto testi e immagini di valore e ad alta definizione, ma anche video creati per stimolare attenzione, coinvolgimento e autorevolezza. Il binomio idee innovative e tecnologia digitale avanzata è tra le migliori ricette per essere competitivi".
I lavori del forum sono stati introdotti e moderati da Marco Mancinelli, Presidente Free Consult, che, dopo aver sottolineato, come già avvenuto in occasione di uno dei forum semestrali del 2011, non soltanto le potenzialità insite nella multimedialità orientata a supportare la comunicazione aziendale e professionale, ha dichiarato: "ancora una volta, non possiamo che registrare il perpetuarsi di una situazione italiana all'insegna del Digital Divide, una situazione che tocca non solo gli utenti privati, ma anche le imprese e il mondo professionale. Va detto che, rispetto a qualche anno fa, non si è più in alto mare, inconsapevoli e prevalentemente disorientati, ma il Sistema Italia si è mosso ancora poco. A discolpa di ciò, c'è la congiuntura negativa che si è fatta e che si fa sentire, è vero, ma persiste uno stato di scarsa lungimiranza: in altri termini, sembra mancare una vera e propria strategia a lungo termine. In ogni modo, iniziative come quella dell'Agenda Digitale vanno certamente nella giusta direzione".
La prossima convention dell'associazione è prevista per Dicembre 2012.
 
 
Francesca Ross
Free Consult Press Office

giovedì 26 luglio 2012

LONDRA 2012: WWF, OLIMPIADI IN TV? SCHERMI DAI 'POLLICI VERDI' PER DIVENTARE CAMPIONI D'EFFICIENZA

LONDRA 2012

WWF: “OLIMPIADI IN TV?COME DIVENTARE CAMPIONI DI EFFICIENZA CON SCHERMI DAI ‘POLLICI VERDI’”

NUOVA GUIDA ALL’ACQUISTO TV (QUANDO NECESSARIO)
E USO “SALVA-ENERGIA”SUL SITO TOP TEN DEL WWF

Per effetto dell’Etichetta energetica dimezzati in 2 anni i consumi di energia
degli apparecchi TV più efficienti


Il conto alla rovescia per lo spettacolo delle Olimpiadi è ormai giunto al termine. Da domani, 27 luglio, al 12 agosto l’evento sarà in grado di richiamare, grazie alla copertura mediatica prevista, potenzialmente un pubblico di oltre 4 miliardi di persone, circa il 60% della popolazione globale. Schermi, maxischermi (e in qualche caso monitor di computer) per circa 20 giorni verranno accesi in ogni angolo del Pianeta per ammirare le gesta dei campioni moderni. Facile dunque che si scateni anche in Italia la corsa allo schermo Tv in grado di poter scrutare il gesto sportivo in ogni dettaglio, cogliere smorfie di fatica o sguardi di vittoria dei nostri atleti preferiti.

Una buona notizia per chi potrebbe essere colto dall’ansia da prestazione al momento dell’acquisto: l’introduzione dell’Etichetta Energetica  (Energy label) resa obbligatoria in Europa per i televisori da appena 6 mesi (gennaio 2012) ma adottata da alcune marche già da due anni, ha favorito una vera e propria trasformazione del mercato con l’ingresso massivo di prodotti ‘salva-energia’: in due anni i consumi energetici dei modelli più efficienti si sono ridotti di almeno il 50% (vedi tabella). Circa 2 anni fa, quando l’Etichetta fu solo adottata ma non obbligatoria, comparirono i primi televisori di classe A: oggi già esistono schermi di classe A++, una corsa all’efficienza difficilmente riscontrabile in altri prodotti ‘elettrici’ di largo consumo.

Sebbene la tecnologia aiuti a ridurre i consumi elettrici del nostro paese (e anche rendere le nostre bollette meno salate)  nei negozi si vedono ancora vecchi modelli che non la espongono e dato l’elevato costo di questo tipo di prodotti è bene scegliere seguendo alcuni consigli.

Una speciale GUIDA AL TELEVISORE EFFICIENTE è stata appena aggiornata nel sito TOP TEN www.eurotopten.it proprio in occasione delle Olimpiadi di Londra.
Top Ten, il sito creato dal WWF nel 2000 per fornire suggerimenti sugli elettrodomestici più ecologici e convenienti, insieme a numerosi Eco-consigli, in questi giorni garantisce un servizio ai cittadini quanto mai appropriato visto che nel nostro Paese l’informazione e l’intrattenimento via TV raggiunge il 97,4 % della popolazione (45° rapporto Censis sulla situazione sociale dell’Italia) e che solo il 3,1% degli italiani non possiede un televisore,  anzi, gran parte degli italiani (43,9% ) ne possiede addirittura due o anche tre (22,8%) ( Eurispes, Rapporto Italia 2012) .

LA GUIDA AL TELEVISORE “SALVA-ENERGIA”. Il sito TOP TEN, che aiuta a comparare circa 40 modelli delle diverse marche commercializzate in Italia, mette a confronto televisori delle diverse dimensioni: da quelli più piccoli (19-26 o 32 pollici) a quelli medi (37-42 pollici) fino ai maxischermi (oltre 46 pollici). I modelli selezionati sul sito TopTen sono per la maggiorparte modelli di classe A+ e qualche A++ e dunque consumano in media il 20% di energia elettrica in meno e anche oltre, ma è bene sapere che l’equazione “schermo grande=immagine migliore” non è sempre corretta mentre è sempre vero che “schermo grande=prezzo e consumo maggiore”. Non facciamoci guidare, cioè, esclusivamente dalla classe energetica: può capitare che una TV da 32 pollici in classe A+ consumi comunque meno di un 42 pollici in classe A++. Il suggerimento del WWF è di valutare bene di che apparecchio si avrà effettivamente bisogno come primo passo per risparmiare denaro e energia. Insieme alle caratteristiche tecniche (livello di definizione, risoluzione in pixel, prezzo indicativo) viene indicato anche l’ indice di efficienza energetica e la classe energetica. Sul sito si potrà scoprire anche se il modello che vorremmo acquistare possiede la modalità Eco che regola automaticamente la luminosità dello schermo a seconda delle condizioni esterne per risparmiare energia, oppure se si tratta di una Smart TV capace di connettersi a internet, di utilizzare i social network (strumenti potenziati ai massimi livelli dagli organizzatori delle Olimpiadi 2012)  e di utilizzare applicazioni.
Nelle pagine degli ‘Eco-consigli’ vengono anche suggerite alcune informazioni per i nuovi schermi LCD, che ormai hanno soppiantato quelli a tubo catodico, e per quelli combinati (con videoregistratore o DVD incorporati) che spesso non risultano convenienti per via dei loro componenti meccanici e un periodo di vita nettamente inferiore a quella dei televisori. 
Grazie alle indicazioni di Top Ten scopriamo anche quanto la nostra TV (vecchia o nuova) consumi accesa e in stand by e soprattutto quanto ci costi in bolletta in 10 anni di consumo: si va da una media di 50 euro l’anno per le TV più piccole a oltre 200 euro per i maxi schermi. Sebbene in media il consumo medio di una TV pesi per il 4% dell’elettricità domestica, moltiplicando il dato per il numero di televisori in Italia (calcolati sui dati Eurispes, da un minimo di 58 milioni e oltre, visto che molti ne possiedono più di uno in casa) si capisce quanto si possa contribuire con il nostro stile di vita e scelte di prodotti più efficienti sui consumi elettrici del paese e dunque sulla riduzione delle emissioni di CO2.

TV VECCHIA O NUOVA: COME DIVENTARE CAMPIONI DI RISPARMIO ENERGETICO. Sebbene gli apparecchi scelti nel sito Top Ten siano modelli efficienti, è possibile abbassare i consumi ulteriormente, sia col nuovo che con il vecchio televisore seguendo 2 semplici regole: 

- Spegnere la TV senza lasciarla in stand by. Spegnere completamente anche i modelli vecchi che non si usano.
- Abbassare le luci nella stanza in cui si guarda la TV. Usare al minimo l’illuminazione intorno alla TV e dietro lo schermo non solo riduce i consumi elettrici, ma consente di utilizzare al minimo il settaggio ‘luminosità” delle immagini

LE CARATTERISTICHE DI UNA TV ENERGETICAMENTE EFFICIENTE:
- Principalmente il dispositivo in grado di ridurre i consumi di elettricità è il sistema integrato sul Controllo Automatico della Luminosità, in grado di risparmiare energia a seconda dell’illuminazione circostante.
- Per circa 60 anni le TV hanno utilizzato i tubi catodici. Questa tecnologia, oltre ad essere energivora, utilizza mercurio, una sostanza tossica che rappresenta un problema in fase di smaltimento. Gli schermi LCD utilizzano sistemi fluorescenti o addirittura l’illuminazione a LED con milioni di cristalli liquidi che possono assorbire o trasmettere la luce attraverso micro-pixel che a loro volta costituiscono pixel singoli.
-Infine, la retro-illuminaiozne a LED, meno energivora di quella fluorescente.

TOP TEN: PER TROVARE IL MEGLIO PER SE’ E PER L’AMBIENTE. Il sito Topten è nato nel 2000 in Svizzera e rapidamente si diffonde in tutta Europa. Oggi ne fanno parte ben 17 paesi europei. Nel 2011 Topten ha varcato i confini europei ed è sbarcato negli USA e in Cina, tanto da raggiungere oggi  circa 2 miliardi di persone. I 17 siti europei di Topten sono visitati da circa 2.2 milioni di utenti web l’anno che possono trovare velocemente i migliori elettrodomestici  per il luogo di lavoro o per la casa. Il consumo di energia dovuto ad apparecchi poco efficienti contribuisce al fenomeno dei cambiamenti climatici, peggiorando così la salute del pianeta e la nostra. I test sugli apparecchi, effettuati dalle stesse case produttrici e verificati dagli esperti di Top Ten, seguono standard europei. I prodotti selezionati in maniera trasparente vengono distribuiti in Italia. Le indicazioni di produttori e importatori non sono soggette ad alcuna forma di pagamento: il sito Top Ten è assolutamente  indipendente da qualunque forma di condizionamento economico ed è al tempo stesso uno strumento efficace per trasformare il mercato verso le soluzioni tecnologiche più avanzate e più ‘leggere’ per il pianeta  mitigando così gli effetti dei cambiamenti climatici. Il settore elettrico è responsabile nel mondo di almeno il 37% delle emissioni globali. L’efficienza energetica è uno degli strumenti più efficaci per affrontare la sfida del riscaldamento globale. Ad esempio: se in Cina tutti i frigoriferi fossero sostituiti con modelli più efficienti si risparmierebbero all’atmosfera globale almeno 40 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. Sono oltre 294 le categorie di prodotti selezionate, tutte appartenenti agli elettrodomestici o oggetti che utilizzano l’energia elettrica più comuni: lavatrice, frigoriferi, lampadine, etc..Nel 2011 oltre 5 milioni di persone hanno visitato il sito Top Ten. Topten EU+Cina+USA contribuiscono per il 55% delle emissioni mondiali di CO2.

Coast to coast con Belen in Jeep: la vacanza ideale degli italiani

Con Belen su una Jeep attraverso gli Stati Uniti

Ecco la vacanza on the road che sognano gli italiani

Il viaggio ideale?  Per gli italiani è a bordo di un fuoristrada, attraverso gli Stati Uniti in compagnia della splendida Belen Rodriguez. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto da SuperMoney, portale leader per il confronto delle assicurazioni auto, che ha chiesto ai suoi utenti di immaginare la vacanza su strada dei loro sogni: la showgirl è al primo posto nella classifica dei compagni di viaggio preferiti, seguita dal sex symbol italiano Luca Argentero. Subito dopo i belli troviamo i simpatici, Paola Cortellesi e Enrico Brignano. Molto meno ambiti gli sportivi, Mario Balotelli e Federica Pellegrini. La meta del desiderio è il classico coast to coast  negli Stati Uniti, seguito da Australia, Andalusia e Argentina. Il bolide più amato dagli italiani è l’avventurosa Jeep, ma piacciono anche i viaggi in camper.

Le vacanze degli italiani quest’anno saranno all’insegna del low cost ma, visto che sognare non costa nulla, SuperMoney ha chiesto ai suoi utenti di immaginare dove, come e con chi vorrebbero partire per un’avventura estiva on the road. Il risultato? Il portale di confronto assicurazione auto ha scoperto che la compagna di viaggio perfetta è la regina del gossip da spiaggia Belen Rodriguez: il 24,2% degli interpellati sarebbe ben contento di trascorrere una vacanza insieme alla bella argentina. La meta più ambita per il viaggio on the road, nemmeno a parlarne, sono gli Stati Uniti: il classico coast to coast è il sogno del 43% degli intervistati e il mezzo di trasporto più gettonato è un’avventurosa Jeep, l’ideale per il 39,2% dei viaggiatori.
Il viaggio on the road ideale degli italiani
CON CHI

DOVE

COME
Compagni di viaggio
Preferenze

Destinazione
Preferenze

Mezzo
Preferenze
Belen Rodriguez
24,2 %

Coast to Coast USA
43%

Jeep
39,2 %
Luca Argentero
22,0 %

Australia
22,6 %

Camper
25,0 %
Paola Cortellesi
20,8 %

Andalusia (Spagna)
15,1 %

Maggiolone
13,0 %
Enrico Brignano
18,7 %

Argentina
11,8 %

Moto
12,0 %
Mario Balotelli
7,7 %

Costa Azzurra
7,5 %

Porsche
6,5 %
Federica Pellegrini
6,6 %




Bici
4,3 %
  Stando al sondaggio SuperMoney, gli italiani amano viaggiare accompagnati dai belli. Al secondo posto tra i “copiloti” più ambiti troviamo infatti l’attore italiano Luca Argentero: il 22% lo vorrebbe sul sedile del passeggero. Molti italiani, però, anziché lustrarsi gli occhi preferiscono farsi due risate quando sono alla guida: Paola Cortellesi è la compagna d’avventura preferita per il 20,8% degli intervistati, mentre al quarto posto troviamo il comico Enrico Brignano, che renderebbe il viaggio più piacevole al 18,7% degli italiani in vacanza. Molto meno simpatici risultano, invece, gli sportivi: Mario Balotelli e Federica Pellegrini sono gli accompagnatori meno apprezzati dai viaggiatori del Bel Paese, con rispettivamente il 7,7% e il 6,6% delle preferenze.
Veniamo ora alle destinazioni più gettonate da chi è in partenza per le ferie. Se il coast to coast in America è il sogno nel cassetto della maggior parte degli italiani (44%), riscuotono un grande successo anche le lande desolate dell’Australia, perfette da esplorare su quattro ruote per il 22,6% del campione. Il 15,1% dei viaggiatori si rivela sensibile al fascino spagnoleggiante dell’Andalusia, mentre l’11,8% preferirebbe lanciarsi nell’esplorazione delle terre misteriose dell’Argentina. Scarso successo per la Costa Azzurra (7,5%), destinazione glamour poco ambita dai viaggiatori della Penisola.
Una volta scelto il compagno di viaggio e stabilita la destinazione, non resta che mettersi in marcia. Ma quali sono i mezzi di trasporto preferiti per un viaggio on the road? In questo caso gli italiani non hanno dubbi: la Jeep è la quattro ruote perfetta per affrontare un’avventura su strada e la sceglierebbe il 39,2% dei viaggiatori. Al secondo posto c’è il camper: lo sceglierebbe un quarto degli italiani per una vacanza all’insegna della comodità. Il Maggiolone Volkswagen è l’auto più ambita da un 13% di pubblico più trendy, mentre una netta minoranza sacrificherebbe il comfort al lusso, scegliendo di spostarsi su una Porsche Cayenne (6,5%). Chiudono la classifica le due ruote: se i centauri che opterebbero per un viaggio in moto sono appena il 12%, i viaggiatori “eco” che sceglierebbero la bicicletta si contano sulle dita di una mano (4,3%).
Tornando dai sogni alla realtà, “qualunque sia il mezzo, la meta e la compagnia scelta per la vacanza, quando si viaggia è fondamentale mettere al primo posto la sicurezza – commenta Andrea Manfredi, amministratore delegato di SuperMoney -. Prima di partire è buona norma verificare la validità della propria assicurazione auto e accertarsi di portare con sé tutti i documenti necessari alla circolazione. Fondamentale, per chi viaggia all’estero con la propria auto, è verificare che la copertura assicurativa sia valida anche oltre confine ed eventualmente richiedere un’estensione della polizza”.
***
SuperMoney - SuperMoney è l’unico portale web in Italia a permettere, in un solo sito, il confronto e la richiesta on line di prodotti bancari, assicurativi, utilities (telefonia ed energia). Grazie a SuperMoney è possibile risparmiare su assicurazioni auto, mutui, prestiti, conti correnti e conti deposito, tariffe energetiche e tariffe telefoniche. Leader di mercato nel proprio settore, SuperMoney è l’unico portale in Italia certificato da parte dell’Autorità Garante per le Comunicazioni (AGCOM) per la capacità di fare confronti veritieri e corretti sulle tariffe di telefonia e internet. Nota metodologica:
Sondaggio inviato via email a un campione di 50 mila utenti del portale SuperMoney e diffuso tramite social network. Non si tratta di un campione rappresentativo della popolazione italiana.


Gli ‘Highlights’ della ricerca Cnr

Presentata l’edizione 2010-2011, che seleziona oltre 200 articoli tra i circa 14.000 pubblicati su riviste internazionali nel biennio. L’Ente si conferma il primo in Italia e il quarto a livello europeo per produttività, con un numero di citazioni superiori del 22% alla media mondiale. Presentato anche il catalogo ‘Le tecnologie del Cnr per la Pubblica amministrazione’

Duecentoventi articoli scelti tra i circa 14.000 complessivamente pubblicati nel biennio 2010-2011, quattro sezioni tematiche dedicate a ‘Habitat e vita’, ‘Materia ed energia’, ‘Cultura e società’ e ‘Informazione e comunicazione’, e in più dati, notizie, risultati e curiosità: questa in sintesi l’ultima edizione degli ‘Highlights Cnr’, presentata oggi a Roma presso la sede centrale dell’Ente.
Il volume contiene una selezione ragionata dei più interessanti lavori scientifici usciti su riviste internazionali presenti nella banca dati del Web of Science, scelti dal Comitato editoriale del Consiglio nazionale delle ricerche sulla base di indici Isi. Uno screening da cui emerge che – con una media di 7.000 pubblicazioni ogni anno - il Cnr è, tra le Istituzioni scientifiche, primo in Italia e il quarto a livello europeo per produttività, con l’11,7% di articoli pubblicati sulle riviste di settore ‘top ten’ per impact factor e un numero di citazioni superiori del 22% alla media mondiale. A livello di hard sciences, inoltre, il Cnr rappresenta il 12,5% della produzione nazionale.
“Per far avanzare le frontiere della conoscenza non basta solo fare buona ricerca, ma anche saperla comunicare affinché si rafforzi l’interesse sociale, politico ed economico sulle attività scientifiche” ha affermato il presidente del Cnr, Luigi Nicolais. “La rivista Cnr.it–Highlights, giunta con successo alla terza edizione, opera in tal senso con una selezione ragionata di articoli e notizie utili a descrivere la ricchezza e la poliedricità scientifica dell’Ente: una realtà indispensabile per progettare e realizzare il futuro del Paese”.
La presentazione è stata arricchita dalle testimonianze di alcuni degli autori degli articoli presenti nel volume: Raffaella Balestrini (Ipp-Cnr), coautrice della ricerca italo-francese sul sequenziamento del genoma del tartufo nero; Jacopo Gabrieli (Idpa-Cnr) che ha partecipato al progetto di carotaggio del ghiacciaio dell’Ortles sulle Alpi trentine; Daniele Sanvitto (Istituto Nano Cnr), autore di un innovativo studio sperimentale di un fenomeno di idrodinamica superfluida; Alberto Figoli (Itm-Cnr) che ha presentato un procedimento di ‘nanofiltrazione’ per rimuovere tracce di arsenico dalle acque; Daniele Peri (Insean Cnr) autore di un progetto di simulazione idrodinamica su un catamarano Oracle; Vito Pirrelli (Ilc-Cnr) che ha presentato una ricerca sui meccanismi di apprendimento delle lingue romanze nei bambini.
A margine dell’evento è stato presentato il catalogo ‘Le tecnologie del Cnr per la Pubblica amministrazione’, una monografia che raccoglie oltre 90 schede tecniche su competenze e know-how proprie di gruppi di ricerca Cnr che possono trovare applicazione in numerosi ambiti dei servizi, dalla sanità all’ambiente, alla conservazione dei beni culturali.
“L’attività editoriale è un tassello fondamentale per potenziare i processi di outreach”, ha aggiunto Manuela Arata, dirigente dell’ufficio Promozione e sviluppo collaborazioni del Cnr. “Per questo è importante affiancare a pubblicazioni come gli Highlights, che sono frutto di un'ampia collaborazione con tutti i ricercatori della rete, prodotti a carattere più ‘merceologico’: ne sono esempio questo catalogo dedicato ai servizi per la Pa e quello già pubblicato sulle tecnologie al servizio dei beni culturali. A breve, inoltre, uscirà un catalogo dedicato specificatamente alle tecnologie marino-marittime”.

Roma, 26 luglio 2012

martedì 24 luglio 2012

A lezione di democrazia partecipata. Arriva la Summer School di RENA - Rete per l’Eccellenza nazionale


A LEZIONE DI DEMOCRAZIA PARTECIPATA

ARRIVA LA SUMMER SCHOOL DI RENA

 

Buon governo e cittadinanza responsabile per migliorare 

la democrazia. Le candidature fino a venerdì 27 luglio

 

Roma, martedì 24 luglio – Il miglioramento della qualità della democrazia e della pubblica amministrazione è nelle mani dei cittadini. Da questa convinzione parte la Summer School di RENA, la Rete per l'Eccellenza nazionale animata da giovani che vogliono fare dell'Italia un Paese a regola d'ARTE: aperto, responsabile, trasparente ed equilibrato.

 

Dal 2 all'8 settembre decine di persone si ritroveranno a Matera a scuola di buon governo e cittadinanza responsabile. Gli studenti della Summer School si riuniranno presso i locali del nuovo Incubatore culturale Rioni Sassi per un programma a tempo pieno che affronterà temi come: trasparenza, dati aperti e alfabetizzazione, decisione condivisa e "Wikicrazia", evidence-based decision-making, innovazione, start-up e impresa sociale e lo spazio dei cittadini nella cura dei beni comuni. Tra i docenti: Alberto Cottica (autore di "Wikicrazia"), Alessandro Fusacchia (Ministero per lo Sviluppo Economico), Annibale D'Elia (Regione Puglia), Dino Amenduni (Proforma), Ernesto Belisario (Università della Basilicata), Paolo Verri (Comitato Matera 2019), Gregorio Arena (Università di Trento), Morena Ragone (Wikitalia), Alex Giordano (Ninjamarketing), Matteo Ciastellardi (Universitat Oberta de Catalunya), Stefano Baia Curioni (Università Bocconi), Davide Gomba (Officine Arduino).

 

L'iniziativa è aperta a candidati desiderosi di vivere con impegno il proprio ruolo di cittadini responsabili e pronti a mettersi in gioco per migliorare la comunità. Non ci sono limiti d'età né requisiti minimi di titoli di studio. E' richiesta la conoscenza della lingua inglese. La Summer School metterà a confronto persone con profili disciplinari diversi, motivate a mettere a sistema le proprie competenze e gli insegnamenti acquisiti portando avanti i progetti che ne scaturiranno.

 

È possibile candidarsi online fino alle ore 18 di venerdì 27 luglio. La partecipazione alla scuola è soggetta ad una quota d'iscrizione simbolica di 100 euro. I 30 selezionati beneficeranno della copertura di tutti i costi di partecipazione escluse le spese di trasporto. Maggiori informazioni sul sito. La Summer School è promossa da RENA - Rete per l'Eccellenza nazionale con il supporto di Intesa Sanpaolo e la partnership di Sviluppo Basilicata, Matera Hub, Wikitalia e Altratv.tv.

 

RENA - Rete per l'eccellenza nazionale è un'associazione indipendente e plurale, nata dal basso e animata da giovani che operano con merito nei diversi settori pubblici e privati, a livello locale, nazionale, europeo e internazionale. RENA punta a fare dell'Italia un Paese a regola d'ARTE (aperto, responsabile, trasparente e equilibrato) operando su quattro aree di intervento: qualità della democrazia, sviluppo delle comunità locali, formazione e talento, innovazione.




venerdì 20 luglio 2012

Lipari, la Guida per Viaggiatori di Alessia Spinella

 
Uno strumento per conoscere, visitare e amare uno dei luoghi più belli e suggestivi del nostro Paese: è questa l'essenza dell'inedito e-book "Lipari. Guida per Viaggiatori", scritto da Alessia Spinella e recentemente approdato al panorama editoriale italiano con il formato multimediale direttamente acquistabile su iTunes.
Nel libro, l'autrice riporta non soltanto dettagliate descrizioni dei luoghi e degli scorci dell'isola siciliana, ricorrendo anche a immagini e a video realizzati direttamente sul posto, ma anche e soprattutto le atmosfere tra il naturalistico e il magico che, da sempre e fino ai giorni nostri, caratterizzano Lipari, considerata come la regina dell'arcipelago delle isole Eolie. 
"Lipari" è la prima guida realmente multimediale presente nel panorama editoriale italiano ed è imminente l'uscita delle versioni in lingua inglese e francese.
Tra le molte particolarità, la guida contiene anche vari tutorial di cucina: infatti, l'autrice è entrata nelle cucine per filmare personalmente diversi chef isolani all'opera.
Alessia Spinella presenta così il suo libro: "Lipari è sapore, profumo, colore. Sa di salsedine e di ginestra, di aroma di caffè e di limone. Ha i toni accesi della bouganvillea e dell'ossidiana, il bagliore della ginestra e della pomice, la potenza della terra e del mare. In una percezione dello spazio che vi darà sempre l'idea di essere sospesi in un singolare, quanto straordinario, equilibrio. È terra che si radica nel mare, che emerge dalla lava, che emana calore, che abbraccia con lo sguardo le altre sei "sorelle", che accoglie e onora il forestiero con una xenia che si radica nel mito di Odisseo. Attraverserete spiagge e vie, vicoli e sentieri, alla scoperta di una storia che parte da molto lontano e che racconta, sussurrando, di antichi pirati e di santi protettori. Le sue bellezze naturali sono evidenti e note in tutto il mondo. Tuttavia, ciò che potrete apprezzare solo di persona è la riscoperta delle piccole cose: un cielo stellato che invita al silenzio, il continuo parlottio del mare, sapori semplici e naturali, le forme singolari dei sassi, la malinconia di un tramonto, il lusso di poter trascorrere del tempo in modo apparentemente ozioso. Personalmente, associo Lipari ad una sorta di ritorno all'infanzia, allo stupore di una prospettiva diversa, al bisogno di camminare a piedi nudi per sentire nuovamente il contatto con la terra madre. Per tornare a casa, anche quando non si è consapevoli di ciò".
 
Alessia Spinella è giornalista professionista dal 2008 e ha scritto in merito a diversi argomenti.
"Lipari" è la sua prima guida turistica e, con essa, ha inteso coniugare la forte passione per la scrittura, per il cinema e per la sua amatissima terra di origine.
 
Link della guida multimediale:
______________________________________________________________________
www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI