CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

domenica 7 marzo 2010

Enada: GIOCHI E SCOMMESSE VALGONO IL 3,5% DEL PIL

IN ITALIA GIOCHI E SCOMMESSE VALGONO IL 3,5% DEL PIL
Nel 2009 raccolta aumentata del 14%
Rimini, 7 marzo 2010 - Il giro d'affari generato ogni anno in Italia dal comparto delle scommesse e dei giochi pubblici equivale a 3 punti e mezzo di Pil. Nel 2009 la raccolta complessiva si è infatti attestata sui 54,4 miliardi di euro, con un aumento del 14,4% sul 2008. Vari i fattori che hanno determinato questo incremento: si va dal recupero di quote di gioco illegale al potenziamento della rete di vendita attuato nel corso dell'ultimo anno. Il trend positivo sta proseguendo anche nel 2010. A gennaio la raccolta à stata di 5.224 milioni di euro con un aumento del 15,5% rispetto al gennaio del 2009.
Dunque, un settore in piena luce quello che si presenta a Rimini Fiera dal 17 al 20 marzo per la 22esima edizione di ENADA PRIMAVERA, la manifestazione di SAPAR che la Spa riminese organizza col patrocinio di AAMS, il supporto di EUROMAT e la collaborazione di ASCOB, FIDART, ANESV, S.I.CON. ENADA è diventata leader sia in Italia, sia in Europa ed è un appuntamento irrinunciabile per gli operatori del comparto gaming e amusement.
Ma torniamo ai dati. Sempre lo scorso anno sono state registrate vincite per oltre 37 miliardi di euro. A guadagnarci è stato anche lo Stato, che ha incassato in imposte su giochi e scommesse a premio 8,8 miliardi, con un aumento del 13,7% su base annua. 
Al primo posto per entità di scommesse troviamo gli apparecchi automatici da intrattenimento che rappresentano circa il 45% del totale dei giochi. Il comparto sta conoscendo progressivi ritmi di crescita da alcuni anni, in particolare dal 2003 quando i tradizionali videopoker sono stati sostituiti dalle New Slot Machines che, essendo ben regolamentate dalla legge, hanno anche consentito l'emersione di importanti quote di gioco illegale.
Discorso a parte per le scommesse sportive, che nel 2009 hanno sfiorato i 4 miliardi di euro di raccolta. In totale, infatti, gli appassionati hanno scommesso 3.989 milioni di euro, un +2,1% rispetto ai 3.908 milioni raccolti dal settore nel 2008. Una crescita molto contenuta rispetto al 2008, quando le scommesse sportive misero a segno un +50% rispetto ai 2.591 raccolti nel 2007.
E' andata decisamente meglio per le scommesse online che, con una raccolta di 1.207,6 milioni, hanno fatto segnare un +12,9% rispetto ai 1.069,7 milioni incassati nel 2008. Le scommesse su internet, nel 2009, sono state pari al 30,3% della raccolta totale.
Il 2009 è stato ancora un anno non positivo per il settore delle scommesse ippiche, che ha sviluppato un mercato di 1,981 miliardi di euro di raccolta rispetto ai 2,272 miliardi di euro del 2008 (-13%). Un analogo decremento hanno totalizzato le entrate di stretta competenza erariale, pari a 97 milioni di euro (-13% rispetto al 2008).
Stabili Gratta e Vinci e Lotterie Nazionali, che hanno registrato incassi per oltre 6,9 miliardi di euro. In grande ascesa invece il SuperEnalotto che ha assicurato 2,66 miliardi, ovvero l'82,3% in più del  2008.
Per quanto riguarda il mercato dell'automatico da intrattenimento, si contano quasi 350.000 apparecchi distribuiti in circa 100.000 esercizi pubblici e commerciali, sale giochi e negozi specializzati nella vendita di giochi pubblici.  Le imprese di gestione associate a SAPAR sono circa 1.200.

Fonte: elaborazioni RiminiFiera su dati AAMS, AGIPRO, SAPAR

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *