CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Cerca nel blog

mercoledì 9 dicembre 2009

Giorgio Napolitano, Franco Frattini e altre personalità a Firenze il prossimo 17 Dicembre

 

 

 

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, inaugurerà il prossimo

17 dicembre a Firenze Villa Salviati, nuova sede degli Archivi Storici dell'Unione Europea (ASUE). Sarà presente anche il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini


 

Firenze, mercoledì 9 Dicembre 2009

 

Si tratta di un momento importante per la memoria storica del processo di integrazione europea, e sono state invitate a partecipare numerose personalità legate alla costruzione dell'Europa, insieme a numerose autorità politiche italiane ed europee. L'evento è organizzato dall'Istituto Universitario Europeo di Firenze[1], che gestisce gli Archivi Storici per conto dell'Unione Europea.

 

Villa Salviati fu acquistata dal Governo Italiano nel 2000 perché già allora era chiaro che la sede di Villa Il Poggiolo sarebbe a breve divenuta insufficiente ad accogliere la massa di documenti storici che annualmente affluiscono dalle principali Istituzioni dell'Unione. Dopo una fase preliminare di preparazione e pianificazione, i lavori di restauro e ristrutturazione della villa rinascimentale sono iniziati a metà 2008, sotto la guida del Provveditorato alle Opere Pubbliche della Toscana, ed entro la metà di dicembre si concluderà la prima e principale tranche dei lavori, concernente l'archivio ipogeo ed il restauro di tetti e facciate della Villa.

 

Gli Archivi storici dell'Unione europea hanno il compito di raccogliere, archiviare, salvaguardare e rendere disponibili al pubblico i documenti storici delle istituzioni europee della Comunità del carbone e dell'acciaio, della Comunità Economica Europea e dell'Euratom, risalenti ad almeno 30 anni prima. Dal settembre 2004, gli Archivi hanno ricevuto inoltre il mandato di accogliere, sotto forma di depositi privati, i documenti di personalità del mondo politico o dell'alta amministrazione comunitaria che hanno operato a favore del processo d'integrazione europea, nonché quelli di movimenti e organizzazioni aventi per scopo il raggiungimento del medesimo obiettivo.

 

Il recupero ed il restauro di Villa Salviati rappresentano un'opera importante per l'Istituto Universitario Europeo, ma anche per la città di Firenze. Avere a Firenze l'istituzione che conserva la memoria storica del processo di integrazione europea rappresenta non tanto e non solo un motivo di prestigio, ma anche un deciso contributo alla ricchezza culturale e accademica della città.

 

Dopo anni di abbandono, quindi, Villa Salviati torna di nuovo alla vita e soprattutto torna alla cultura, per l'Europa e per Firenze.


Nota per la Stampa:

Cerimonia d'inaugurazione della nuova sede degli Archivi Storici dell'Unione europea.

Giovedì 17 dicembre 2009 alle ore 11.15

(accesso consentito dalle ore 09.00 alle ore 10.15, previo accredito presso la Prefettura di Firenze)

Ingresso Pedonale: Villa Salviati - Via Salviati, 5/7 – Firenze

Seguiranno informazioni dettagliate relative alla modalità di accredito e la logistica dell' accesso con vettura.

Per maggiori informazioni:

EUI communications & public relations unit
euipress@eui.eu - Tel.: +39 055 4685 378


[1] L'Istituto universitario europeo di Firenze (IUE) è un'università dottorale e post-dottorale attiva nelle scienze sociali, istituita nel 1972 come organizzazione internazionale dagli Stati membri della Comunità Europea. Attualmente è frequentata da circa 600 ricercatori per il programma dottorale e 150 fellows che frequentano il programma post-dottorale, il più vasto in Europa. L'IUE ospita il Robert Schuman Centre for Advanced Studies, un centro di ricerca interdisciplinare specializzato su tematiche europee ed internazionali.
Ricercatori, docenti e personale amministrativo dell'Istituto provengono principalmente dai Paesi membri dell'Unione Europea, ma non esclusivamente. Nel 2008 sono state accolte candidature provenienti da più di 100 paesi. Questo ambiente multiculturale è unico nel suo genere e consente un'attività di ricerca e di insegnamento che trascende le tradizioni accademiche nazionali. L'IUE ospita inoltre gli Archivi storici dell'Unione europea, che a breve verranno trasferiti nella splendida sede di Villa Salviati, grazie al contributo del Governo italiano. 

 



 

Nessun commento:

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *